Diretta/ Inter-Sheffield United (risultato finale 1-1) streaming video e tv: parità al Bramall Lane

- Claudio Franceschini

Diretta Inter Sheffield United, streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole che la squadra nerazzurra gioca allo stadio Bramall Lane

Icardi_Skriniar_Dalbert_Inter_Zenit_lapresse_2018
Video Parma Inter (repertorio LaPresse)

DIRETTA INTER-SHEFFIELD UNITED (RISULTATO FINALE 1-1): PARITA’ AL BRAMALL LANE

Si conclude con un nulla di fatto l’amichevole tra Inter e Sheffield United, al Bramall Lane termina 1-1 l’ultimo test match per i nerazzurri prima dell’esordio nell’International Champions Cup in programma sabato prossimo contro il nuovo Chelsea di Maurizio Sarri. Nelle battute conclusive del match il tecnico Spalletti ne approfitta per dare un po’ di minutaggio a diversi elementi della Primavera quali Colidio, Gaviolo, D’Amico e Pompetti che si sono tolti la soddisfazione di giocare accanto a giocatori esperti come Asamoah, Skriniar, D’Ambrosio e Handanovic. Proprio il portiere sloveno all’84’ compie un intervento decisivo su Sharp negandogli quello che sarebbe stato il gol della vittoria, a due minuti dal novantesimo Duffy dalla distanza non spaventa nessuno: il pallone finisce abbondantemente sopra la traversa. L’arbitro Bankes manda tutti sotto la doccia senza concedere recupero, in base alle indicazioni ricevute stasera Spalletti ora dovrà valutare il da farsi in vista dei prossimi impegni e soprattutto della prima giornata di campionato in programma il weekend del 19 agosto. [agg. di Stefano Belli] INTER SHEFFIELD UNITED, DIRETTA LIVE

FASE DI STALLO, RITMI BASSI

A dieci minuti dal novantesimo resiste l’equilibrio tra Inter e Sheffield United, sempre bloccate sull’1-1. Un secondo tempo che finora si è rivelato piuttosto avaro di emozioni con le due squadre poco interessate ad alzare i giri del motore, l’ultima cosa che vuole Spalletti è altri infortuni, considerando che ha già perso Nainggolan, Borja Valero e Dalbert, uscito dal campo in barella con una spalla ridotta male. L’unico che prova ad agitare un po’ le acque è il solito Lautaro Martinez, incontenibile nella trequarti avversaria, il numero 10 nerazzurro non riesce comunque ad aggiustare la mira e a inquadrare lo specchio della porta difesa da Henderson che al 70′ si prende un bel rischio rinviando addosso allo stesso Martinez che era andato a pressarlo proprio per indurlo all’errore. Nel frattempo si vedono diversi volti nuovi in campo, il giovane Zappa ha rilevato Candreva, avvicendamento anche in difesa con Ranocchia al posto di De Vrij. Nelle fila dello Sheffield l’autore del primo gol, McGoldrick, ha lasciato il posto a Holmes, fuori dal campo anche Lundstram ed Egan, dentro Duffy e Stearman. [agg. di Stefano Belli] 

LAUTARO MARTINEZ NON TROVA LA PORTA

Dopo circa un quarto d’ora di pausa Inter e Sheffield United sono tornate in campo per disputare il secondo tempo, quando siamo giunti al decimo della ripresa le due squadre restano sempre sull’1-1. Lautaro Martinez continua a dispensare giocate notevoli in mezzo al campo, al 48′ il numero 10 nerazzurro colpisce il pallone d’esterno sinistro, mancando di poco il bersaglio. Per il resto non si sono viste grosse occasioni da gol sia da una parte che dall’altra, entrambe le formazioni non riescono a distendersi e restano intrappolate a centrocampo, annullandosi a vicenda. È probabile che a breve i due allenatori, Spalletti e Wilder, diano il via al valzer delle sostituzioni, ricordiamo infatti che nelle amichevoli non c’è il limite dei tre cambi in vigore per gli incontri ufficiali. [agg. di Stefano Belli] 

ICARDI PAREGGIA I CONTI!

Inter e Sheffield United vanno al riposo sul punteggio di 1 a 1. La formazione allenata da Chris Wilder che ha saputo approfittare di un’amnesia in fase difensiva dei nerazzurri per lasciare il segno, la risposta degli uomini di Spalletti non si fa attendere e anche se al 32′ gli inglesi sfiorano il raddoppio con la gran botta da fuori di Fleck che sfiora il palo alla destra di Handanovic, poco dopo la Beneamata pareggia i conti grazie a Icardi che appoggia il pallone in rete da pochi passi grazie all’assist di Candreva che si era involato sulla corsia di destra. Il match finalmente si infiamma e l’Inter entra finalmente in partita, al 38′ Lautaro Martinez con un tocco d’alta scuola mette Icardi nelle condizioni di fare doppietta, Henderson gli nega il secondo gol con una gran parata. Nel recupero Icardi col tacco all’indietro serve Emmers che non se lo fa dire due volte e va al tiro, Basham lo mura, al termine del 47′ l’arbitro Bankes manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo. [agg. di Stefano Belli] 

PALLONETTO VINCENTE DI MCGOLDRICK

Alla mezz’ora del primo tempo è cambiato il parziale tra Inter e Sheffield United con la compagine inglese avanti per 1 a 0. Finora prevale l’equilibrio sul terreno di gioco con i padroni di casa che hanno leggermente alzato il baricentro affacciandosi qualche volta nella trequarti avversaria. Al 17′ gli uomini di Wilder manovrano un’interessante azione d’attacco che per poco non viene finalizzata da Evans, chiuso in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner la retroguardia nerazzurra allontana la sfera, tuttavia l’undici di Spalletti fatica a distendersi e a ripartire in contropiede. Anche se si tratta di un’amichevole i giocatori dello Sheffield la mettono sul piano fisico, in particolare Lundstram che non ci va tanto leggero nei confronti di Asamoah e Lautaro Martinez. Al 27′ sugli sviluppi di un calcio piazzato D’Ambrosio calcia male davanti a Henderson sprecando una buona opportunità, sul capovolgimento di fronte successivo McGoldrick trova un varco per entrare in area e scavalcare Handanovic con un pallonetto, sbloccando la contesa. [agg. di Stefano Belli] 

INFORTUNIO ALLA SPALLA PER DALBERT

Al Bramall Lane Stadium è cominciata l’amichevole tra Inter e Sheffield United, al decimo minuto del primo tempo il parziale è fermo sullo 0-0. Pronti via e i nerazzurri vanno subito al tiro con Candreva, il sinistro del numero 87 nerazzurro si rivela assolutamente innocuo e inoffensivo per l’estremo difensore avversario Henderson. Al 5′ l’ala di Spalletti ci riprova trovando la deviazione di un difensore che sporca il tiro facilitando l’intervento del portiere dello Sheffield, timide proteste degli ospiti per un tocco col braccio non ravveduto dal direttore di gara che fa proseguire. Il gioco viene interrotto al 7′ in seguito a un duro contrasto tra Lundstram e Dalbert: ha la peggio il numero 29 dell’Inter che in un primo momento resta in piedi per poi accasciarsi a terra, lamentando forti dolori alla spalla destra. Staff medico in campo con la barella, Dalbert non ce la fa a continuare e viene sostituito da Roric, tegola per Spalletti che alla vigilia aveva già dovuto rinunciare a Borja Valero e Nainggolan. [agg. di Stefano Belli] 

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Inter Sheffield United sarà trasmessa in diretta tv, come di consueto per le amichevoli dei nerazzurri, su Inter TV: canale interamente dedicato alla società meneghina, è disponibile per tutti gli abbonati al satellite al numero 232 del decoder. Non dovrebbe essere garantita una diretta streaming video per seguire la partita, consigliamo anche di rivolgersi alla pagina Twitter @Inter, profilo ufficiale dei nerazzurri, per tutte le informazioni utili sulla squadra di Luciano Spalletti.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Inter Sheffield United sta per cominciare: anche oggi Luciano Spalletti sperimenta all’interno della sua formazione. Il punto focale al momento è rappresentato dalla mediana: qui abbiamo visto giocare Kwadwo Asamoah nella partita contro lo Zenit San Pietroburgo, il problema è acuito dall’assenza di Marcelo Brozovic ma chiaramente in questa zona del campo il tecnico nerazzurro non ha abbondanza. I titolari sulla carta dovrebbero essere Roberto Gagliardini e Borja Valero, con lo spagnolo che si alternerebbe con Brozovic; questa sera però Spalletti continua nelle sue sperimentazioni e propone, come si legge nelle formazioni ufficiali, un 4-4-2 con Candreva e Asamoah esterni di centrocampo, Gagliardini che fa coppia con Emmers – che ha sempre più spazio – e soprattutto la coppia offensiva formata da Lautaro Martinez e Icardi, finalmente insieme. Ora diamo la parola al campo senza indugiare oltre, perchè finalmente Inter Sheffield United comincia! INTER (4-4-2): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Dalbert; Candreva, Gagliardini, Emmers, Asamoah; Lautaro Martinez, Icardi. Allenatore: Luciano Spalletti SHEFFIELD UNITED (3-4-1-2): Henderson; Egan, Basham, O’Connell; Baldock, Evans, Lundstram, Stevens; Fleck; Clarke, McGoldrick. Allenatore: Chris Wilder (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Analizzando Inter Sheffield United, dobbiamo notare come non ci siano precedenti nè tra queste due squadre, nè tantomeno tra i Blades e realtà italiane: questo perchè lo Sheffield United nelle coppe europee non ha mai giocato nella sua storia. Quando infatti i biancorossi erano vincenti in patria, le re principali competizioni continentali (includendo la Coppa delle Coppe) erano ancora molto lontane a venire; in seguitolo Sheffield United si è ritrovato a sguazzare nelle serie minori, tornando in First Division negli anni Sessanta e Settanta in maniera piuttosto costante ma non riuscendo ad andare oltre un quinto posto (1962). L’Inter ha giocato l’ultima partita ufficiale contro una squadra inglese nel novembre 2016: al St. Mary’s, per il girone di Europa League, ha perso 2-1 contro il Southampton subendo in rimonta – dopo il gol di Mauro Icardi – le reti di Virgil Van Dijk (oggi al Liverpool) e quella di Yuto Nagatomo nella sua porta. L’andata, che era stata allenata dal traghettatore Stefano Vecchi dopo l’esonero di Frank De Boer, aveva visto i nerazzurri imporsi per 1-0: il gol decisivo lo aveva realizzato Antonio Candreva al 67’ minuto. Era finita con l’Inter comunque eliminata, così come il Southampton che era giunto terzo alle spalle dello Sparta Praga e del sorprendente Hapoel Beer Sheva. Oggi è solo un’amichevole, curiosamente i colori sociali dei Saints e dei Blades sono gli stessi. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PAROLE DI SPALLETTI

A poche ore dal calcio d’inizio di Inter Sheffield United dobbiamo rilanciare quelle che sono state le parole di Luciano Spalletti dopo il pirotecnico pareggio di Pisa, contro lo Zenit. Il tecnico toscano si è detto soddisfatto di come sono andate le cose, soprattutto in paragone con la sconfitta subita dal Sion: “Abbiamo fatto molto meglio, a livello tattico e fisico: ho visto un’Inter più compatta che ha capito i vari momenti della partita e questo significa che il lavoro che abbiamo svolto è stato corretto”. Sul piano fisico, Spalletti ha detto che finalmente le gambe stanno cominciando a girare, aspetto importante anche per sbloccare la squadra mentalmente, e che il riposo pre-Sheffield era importante visti i carichi di lavoro pesanti. Qualche indicazione anche sui singoli, per esempio su Kwadwo Asamoah schierato in mediana: “Non era più abituato perchè nella Juventus giocava da esterno e all’Udinese faceva la mezzala, ma se l’è cavata molto bene”. Poi un accenno ai tre gol segnati: “La nostra mentalità deve essere sempre quella di cercare la rete, soprattutto in amichevoli come queste che sono utili per trovare il ritmo giusto. Adesso non bisogna pensare troppo alla tattica, bisogna mantenere le distanze giuste”. (agg. di Claudio Franceschini)

FOCUS SUGLI INGLESI

Nel presentare Inter Sheffield United, abbiamo parlato degli inglesi come di una società storica: in effetti lo Sheffield United nella sua storia ha vinto un campionato e quattro FA Cup, ma l’ultimo successo risale addirittura al 1925 e il campionato, che si chiamava ancora First Division, è del 1898 quando i biancorossi precedettero Sunderland, Wolverhampton e Everton, mentre l’unica big del calcio attuale era il Liverpool che terminò in nona posizione. Resta comunque un trionfo che i Blades conservano nella loro memoria; l’ultima stagione in Premier League invece è del 2006-2007, terzultimo posto e retrocessione per la doppia sfida diretta a sfavore nei confronti del Wigan. L’allenatore era Neil Warnock, il miglior marcatore Rob Hulse con 8 gol; tra il 2011 e il 2018 lo Sheffield United è stato addirittura nella Leauge One, ha mancato per tre volte l’accesso al Championship tramite playoff e alla fine ha vinto il campionato poche settimane fa. Sarà allenato ancora una volta da Chris Wilder, che in passato ha giocato per questo club (un totale di tre stagioni e mezza, era un difensore) è stato su panchine delle serie minori e guida i Blades dal 2016. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Inter Sheffield United è un’altra amichevole precampionato per i nerazzurri: si gioca alle ore 20:30 presso il Bramall Lane, dunque con la squadra inglese padrona di casa. Luciano Spalletti va a caccia della migliore condizione per quando finalmente si farà sul serio; intanto la sua Inter alza la posta e, dopo aver pareggiato contro lo Zenit San Pietroburgo, affronta una squadra storica che da qualche anno però non riesce più ad accedere alla Premier League. Sarà però una realtà affamata, che potrebbe essere più avanti nella preparazione; Spalletti ovviamente punta anche sul risultato, ma all’ordine del giorno ci sarà la ricerca dell’amalgama del gruppo e lo scarico del lavoro quotidiano.

PROGRESSI IN CORSO

Finora nel precampionato dell’Inter sono usciti tutti i risultati possibili: vittoria, pareggio e sconfitta. I nerazzurri hanno aperto con un 3-0 al Lugano, ma poi hanno pagato i pesanti carichi di lavoro in allenamento e, con le gambe imballate e difficoltà mentali ad approcciare la partita, hanno perso 2-0 contro il Sion, risultato a sorpresa ma che di sicuro non preoccupa più del giusto. In seguito, lo scorso sabato, l’Inter ha giocato un’amichevole di lusso contro lo Zenit San Pietroburgo e ne è uscito un 3-3; il precampionato dei meneghini prosegue dunque con lo Sheffield United, ma in questa fase Spalletti vuole soprattutto inserire i giocatori nuovi, testare i giovani della Primavera per valutarne un eventuale utilizzo in prima squadra e, per l’appunto, individuare il modulo giusto per affrontare la prossima stagione che prevederà il ritorno in Champions League.

PROBABILI FORMAZIONI INTER SHEFFIELD UNITED

Dovrebbe essere l’Inter titolare quella che vedremo in campo al Bramall Lane: dunque Handanovic in porta con una linea difensiva comandata da De Vrij e Skriniar, mentre D’Ambrosio e Asamoah agiscono sulle corsie laterali. In mezzo al campo si prosegue con la cerniera composta da Borja Valero e Gagliardini, da valutare invece le corsie esterne con Politano che appare favorito su Candreva – l’ex della Lazio potrebbe partire entro la fine del calciomercato – e dunque a sinistra dovrebbe esserci la conferma di Karamoh; Nainggolan dovrebbe giocare da trequartista avendo smaltito il problema fisico, davanti salgono le quotazioni di Lautaro Martinez ma il favorito per iniziare l’amichevole rimane Icardi, con staffetta ovviamente prevista tra i due tempi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori