PROBABILI FORMAZIONI / Inter Sheffield United: info e orario, novità live. Leon Clarke, il veterano

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Inter Sheffield United: info e orario, le novità live sugli schieramenti delle due squadre. Amichevole precampionato a Bramall Lane per i nerazzurri di Spalletti

Icardi_rigore_Inter_Zenit_amichevole_lapresse_2018
Mauro Icardi, dal 2013 all'Inter (Foto LaPresse)

Nelle probabili formazioni di Inter Sheffield United abbiamo presentato l’attacco degli inglesi con la presenza di Leon Clarke: 33 anni, l’anno scorso ha segnato 19 gol in 39 partite chiudendo con quattro centri nelle ultime sei giocate, superando così un periodo nero che lo aveva visto a secco per oltre tre mesi. Clarke è stato meraviglioso nella prima parte della stagione: in 13 partite tra fine settembre e inizio dicembre ha realizzato 14 gol in 13 partite con un poker all’Hull City e una tripletta al Fulham, più due doppiette. Ai Blades dal 2016, Clarke ha giocato anche tre stagioni nell’altra squadra di Sheffield – il Wednesday – e ha un totale di 131 gol tra Championship e League One; tuttavia, ed è piuttosto incredibile, non ha mai messo piede in Premier League nelle sue varie avventure, che lo hanno portato a giocare anche con il Wolverhampton (squadra della sua città), il Queen’s Park Rangers, il Charlton e il Coventry (17 gol in 24 partite nel 2013-2014). Oggi l’amichevole con l’Inter potrebbe metterlo in bella mostra; magari una squadra a caccia di salvezza nella massima serie del calcio inglese potrebbe decidere di investire su di lui. L’età non gioca a favore di Clarke ma i gol ci sono così come il curriculum: al momento Chris Wilder conta su di lui per assaltare la promozione, e ovviamente sul partner offensivo Billy Sharp che l’anno scorso ha segnato 13 gol. (agg. di Claudio Franceschini)

LA STAFFETTA A DESTRA

In questo momento, leggendo le probabili formazioni di Inter Sheffield United e basandoci su questo precampionato, la staffetta che va per la maggiore in casa nerazzurra è quella tra Antonio Candreva e Matteo Politano, nella quale se vogliamo potrebbe essere inserito anche Yann Karamoh: si tratta dei due esterni che Luciano Spalletti ha a disposizione aspettando il ritorno di Ivan Perisic. Abbiamo già notato che il nuovo arrivato (dal Sassuolo) viene impiegato prevalentemente a destra: è stato infatti lui a giocare su quella corsia contro lo Zenit, con Candreva che è stato dirottato dall’altra parte; sabato a Pisa però mancava Karamoh, e con il rientro del giovane francese tutto lascia intendere che Politano sarà schierato titolare con Candreva che dunque potrebbe essere il sacrificato, andando in panchina. Un’esclusione che riguarda anche il calciomercato: come abbiamo detto l’ex di Udinese, Juventus, Parma, Livorno e Lazio non è affatto sicuro di rimanere nella rosa dell’Inter per quando inizierà il campionato, il suo cartellino potrebbe essere venduto per fare cassa e avvicinare eventualmente qualche altro colpo in entrata. Dipenderà ovviamente da quello che Spalletti dirà: in questo senso allora il fatto che Politano e Karamoh stiano giocando molto potrebbe essere un chiaro indizio su quali siano le preferenze del tecnico toscano per gli esterni offensivi, ma va anche ricordato che siamo soltanto a fine luglio… (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Quale sarà il vero protagonista nelle probabili formazioni di Inter Sheffield United? Le prime amichevoli estive dei nerazzurri ci hanno consegnato un nome che ha spiccato sugli altri: quello di Lautaro Martinez. Il calciatore argentino, arrivato dal Racing Avellaneda, ha già segnato due gol: il primo ha permesso all’Inter di sbloccare l’amichevole contro il Lugano terminata poi 3-0, il secondo ha “salvato” la squadra che lo scorso sabato, a Pisa, ha pareggiato 3-3 contro lo Zenit San Pietroburgo. Entrato al 65’, in sostituzione di Mauro Icardi che aveva trovato il gol su rigore, Lautaro ha impiegato appena nove minuti per trovare la via della rete: per la sua avventura nell’Inter ha scelto il numero 10 – vestito in passato da Stevan Jovetic e Adriano, ma anche da Ronaldo nella prima stagione in Italia – e al momento la maglia prestigiosa gli sta portando fortuna. Il ventenne argentino sa fin troppo bene che la stagione vera e propria sarà ben diversa dal precampionato, ma intanto si sta togliendo delle soddisfazioni non da poco: sta diventando ben più di un vice-Icardi, candidandosi ad avere maggiore spazio in alternativa al suo connazionale che resta ovviamente il principale punto di riferimento per l’attacco. Dunque anche oggi vedremo brillare la stella di Lautaro Martinez nel firmamento nerazzurro dell’Inter? (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOVITA’

L’amichevole Inter Sheffield United si gioca alle ore 20:30 di martedì 24 luglio: a Bramall Lane i nerazzurri tornano in campo per sfidare la squadra inglese, tornata nel Championship – la seconda divisione locale – e con le ambizioni di fare un altro salto in avantii riprendendosi la Premier League, che manca da oltre dieci anni. Dopo aver recuperato in extremis un pareggio contro lo Zenit, Luciano Spalletti cerca ancora di far trovare la forma migliore ai suoi giocatori, attento a scaricare nel migliore dei modi il lavoro quotidiano e a valutare quale possa essere il modo migliore per approcciare la stagione. Aspettando che le due squadre facciano il loro ingresso sul terreno di gioco, andiamo a vedere in che modo i due allenatori potrebbero disporle analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Inter Sheffield United.

PROBABILI FORMAZIONI INTER SHEFFIELD UNITED

LE SCELTE DI SPALLETTI

E’ sempre difficile anticipare le mosse di un allenatore in un’amichevole, ma ci proviamo: si avvicina l’inizio ufficiale della stagione e dunque Spalletti dovrebbe giocarsela con la formazione tipo, almeno quella disponibile al momento. In porta dunque Handanovic, con Skriniar e De Vrij in mezzo e Asamoah riportato al suo ruolo di terzino sinistro, con D’Ambrosio che invece agisce sulla corsia destra; nella cerniera mediana al momento la coperta è corta, qui potrebbe giocare Borja Valero insieme a Gagliardini ma non è escluso che vada a scalare Nainggolan, liberando la trequarti per un Politano che potrebbe agire in posizione più centrale. In alternativa il Ninja sarà ancora alle spalle della prima punta (Icardi o Lautaro Martinez), mentre Politano entrerà – da favorito – in competizione con Candreva per una maglia a destra; dall’altra parte sembra invece essere certo del posto Karamoh, che sta trovando parecchio spazio in questo precampionato e potrebbe trovarne anche quando inizierà finalmente la Serie A.

GLI 11 DI WILDER

Lo Sheffield United al momento ha confermato la squadra che ha chiuso nell’undicesima posizione il Championship: dovrebbe presentarsi in campo con un 3-4-1-2 secondo il modulo abituale di Chris Wilder. In porta Simon Moore, protetto da una difesa che prevede Stearman, Basham e O’Connell. Sulle corsie laterali giocano Freeman a destra e Stevens a sinistra; Fleck è il giocatore che agisce tra le linee: il suo movimento può trasformare i Blades in un 3-5-2 maggiormente difensivo, importante anche il lavoro delle mezzali che potrebbero essere Lee Evans e Leonard. La coppia d’attacco sarà invece formata verosimilmente da Billy Sharp, che è anche il capitano della squadra, e Leon Clarke: entrambi oltre i 30 anni, hanno la giusta esperienza per provare a portare lo Sheffield United in Premier League.

IL TABELLINO

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Gagliardini, Borja Valero; Politano, Nainggolan, Karamoh; Icardi

Allenatore: Luciano Spalletti

 

SHEFFIELD UNITED (3-4-2-1): S. Moore; Stearman, Basham, O’Connell; Freeman, L. Evans, Leonard, Stevens; Fleck; Clarke, Sharp

Allenatore: Chris Wilder

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori