DIRETTA / Chievo Cittadella (risultato finale 1-0) streaming video e tv: buon test per entrambe le squadre

- Claudio Franceschini

Diretta Chievo Cittadella, streaming video e tv: orario e risultato live della partita che si gioca a Rovereto, altra amichevole di preparazione al campionato per le due squadre venete

DAnna_Chievo_ritiro_lapresse_2018
Diretta Chievo Cittadella, amichevole (Foto LaPresse)

DIRETTA CHIEVO CITTADELLA (1-0 FINALE): BUON TEST PER ENTRAMBE LE SQUADRE

Alla fine la punizione di Giaccherini al 6′ della ripresa è stata decisiva per il Chievo per ottenere la vittoria nell’amichevole disputata allo stadio Quercia di Rovereto contro il Cittadella. Derby veneto in amichevole che ha messo in luce qualche progresso a livello atletico da parte di entrambe le formazioni. E’ piaciuta soprattutto la compattezza di un Cittadella che in questa stagione si proporrà di nuovo come protagonista del campionato cadetto, giocando una partita di grande sostanza con un unico momento di sbandamento, che ha portato al gol vittoria di Giaccherini e successivamente alla rete annullata da Tomovic. Finale con qualche occasione per i granata e il Chievo che ha provato controbattere in contropiede: dopo settimane di ansia questa è stata la giornata del grande sospiro di sollievo per i gialloblu, ora certi di restare in Serie A in barba al caso-plusvalenze: in questa amichevole è mancata però un pizzico di incisività offensiva, anche se di contro i clivensi sono piaciuti per l’organizzazione in difesa. (agg. di Fabio Belli)

GIACCHERINI COLPISCE SU PUNIZIONE!

Si è sbloccato il risultato nel derby veneto in amichevole tra Chievo e Cittadella. Al 6′ della ripresa infatti, dopo un primo tempo in cui era mancata l’efficacia offensiva, è stato il Chievo a sbloccare il risultato con una punizione magistralmente calciata dallo specialista Giaccherini. Battuta dai 20 metri e non c’è stato scampo per il portiere granata Maniero, col Cittadella che ha accusato il colpo dopo un gran bel primo tempo disputato. Il Chievo avrebbe infatti trovato il raddoppio a stretto giro di tempo con Tomovic, ma il gol al 9′ che sarebbe valso il 2-0 è stato annullato per posizione di fuorigioco del serbo, che era stato servito dal solito Giaccherini, bravo a trovare il tocco smarcante dopo uno scambio veloce con Hetemaj. (agg. di Fabio Belli)

I GRANATA MISCHIANO LE CARTE

Riparte il secondo tempo tra Chievo e Cittadello: allo stadio Quercia di Rovereto la prima frazione di gioco si è chiusa a reti bianche, in questo derby veneto in amichevole i granata hanno dimostrato di essere coriacei e competitivi, dopo il campionato di Serie B giocato al vertice nella passata stagione, contro un avversario di categoria superiore, ma il Chievo sta dimostrando di non essere brillante una volta arrivato ai sedici metri, facendosi vedere sostanzialmente poco dalle parti della porta difesa da Paleari. Dopo l’intervallo mischia le carte il mister Venturato, con il Cittadella schierato in campo nella ripresa con questa formazione: Maniero; Pezzi, Drudi, Dalla Bernardina, Benedetti; Settembrini, Pasa, Branca; Chiaretti; Finotto, Panico. Si riparte col risultato sempre fermo sullo 0-0 tra Chievo e Cittadella. (agg. di Fabio Belli)

ANCORA NIENTE GOL A ROVERETO

Ancora 0-0 dopo la prima metà del primo tempo che è scivolata via tra Chievo e Cittadella, allo stadio Quercia di Rovereto. Test importante per i gialloblu che affrontano la sfida dopo il grande sospiro di sollievo del processo bloccato per il caso plusvalenze fittizie. Il che significa che la permanenza in Serie A dei gialloblu, per quello che sarà il diciassettesimo campionato di massima serie della loro storia, sarà garantita. Gara di valore per la preparazione anche per il Cittadella, che ha schierato questo undici titolare: Paleari; Ghiringhelli, Frare, Camigliano, Rizzo; Maniero, Iori, Settembrini; Siega; Strizzolo, Scappini. All.: Venturato. Si gioca molto a centrocampo ma le occasioni da gol scarseggiano, solo Strizzolo ha cercato la porta avversaria con un paio di tentativi che non hanno inquadrato però lo specchio della porta, col risultato che resta ancora a reti bianche. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

Chievo Cittadella comincia tra pochissimo: c’è un ex in questa partita e si tratta di Manuel Iori. Il capitano dei granata ha ormai sposato la causa del Cittadella, dove inizia la quarta stagione: alla formazione di Serie B ha regalato il ritorno in cadetteria e 17 gol totali negli ultimi due campionati, si è trasferito qui nel 2015 dopo aver disputato una stagione di Lega Pro con il Pisa. Nel 2009 Iori era arrivato al Chievo: era la squadra di Mimmo Di Carlo che aveva centrato il quattordicesimo posto in Serie A, il centrocampista veniva proprio dal Cittadella con cui aveva già disputato tre stagioni. All’esordio nel massimo campionato non aveva poi fatto male: 14 partite da titolare ma nessun gol, e soprattutto meno apparizioni nel girone di ritorno. Oggi ancora una volta sarà pronto a dare il suo contributo al Cittadella: non ci resta quindi che dare la parola al campo, metterci comodi e stare a vedere come andrà a finire questa amichevole di Rovereto contro il Chievo, che finalmente sta per prendere il via! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Chievo Cittadella non verrà trasmessa in diretta tv, e per questa amichevole non dovrebbe essere prevista nemmeno una diretta streaming video; le informazioni utili sulle squadre in campo arriveranno comunque attraverso gli account ufficiali che le due società forniscono sui social network. In particolare consigliamo di seguire le pagine Twitter, visitando i rispettivi indirizzi @ACChievoVerona e @ascittadella73.

UN ALTRO DERBY PER I GIALLOBLU

Chievo Cittadella è il secondo derby consecutivo per la squadra gialloblu: soltanto tre giorni fa infatti Lorenzo D’Anna e i suoi ragazzi, come abbiamo già ricordato, hanno affrontato la Virtus Verona che dominando il suo girone è riuscita a tornare in Serie C, e ha buoni propositi per l’anno che sta per cominciare. Dopo le scorpacciate di gol contro le selezioni locali, nell’amichevole di San Zeno di Montagna il Chievo ha vinto 2-0: risultato sbloccato dopo appena 5 minuti grazie al colpo di testa di Sofian Kiyine, che ha giocato gli ultimi sei mesi in prestito nella Salernitana e nel campionato che comincia tra poco potrebbe trovare maggiore spazio. Il raddoppio è stato firmato da Ivan Radovanovic, diventato ormai uno dei punti di forza del Chievo: il centrocampista serbo è andato a segno con il suo marchio di fabbrica, il tiro da fuori questa volta arrivato con una punizione diretta. Un risultato giusto per quello che si è visto in campo, anche se stavolta i clivensi non sono riusciti a vincere di goleada. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Sembrerà strano, eppure i precedenti ufficiali di Chievo Cittadella sono soltanto due: la stagione è quella 2000-2001, quando le due squadre erano in Serie B ma si sarebbero separate di lì a poco, con la storica promozione del Chievo finalmente arrivato al massimo campionato. Al Tombolato era finita 0-0 mentre al Bentegodi, partita di andata, altro pareggio ma per 2-2: Bernardo Corradi e Ciro De Cesare per i gialloblu, rimonta del Cittadella da 0-2 con Alessandro Sturba e Marco Scarpa. Nel 2007-2008 invece le due squadre venete si erano soltanto incrociate: il Chievo era in Serie B avendo conosciuto la retrocessione, ma si sarebbe fermato in cadetteria soltanto per un anno “mancando” così il Cittadella, sprofondato in Serie C1 nel 2002 e quell’anno capace finalmente di centrare la promozione, grazie al terzo posto centrato da Claudio Foscarini con i 19 gol di Claudio Coralli, tornato subito dopo all’Empoli – era in prestito – ma ancora in maglia granata tra il 2013 e il 2016 con 22 gol in 87 partite. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Chievo Cittadella si gioca a Rovereto, con calcio d’inizio alle ore 17:30 di mercoledì 25 luglio: un’altra amichevole estiva per le due squadre, che rappresenteranno ancora il Veneto nei due principali campionati del calcio italiano. Il Chievo a dire il vero attende ancora di conoscere il suo futuro, vista la vicenda aperta delle plusvalenze fittizie; il Cittadella ancora una volta sarà una delle grandi protagoniste in Serie B, l’anno scorso ha giocato i playoff ma si è fermato in semifinale e ora aspira a fare il salto di qualità, provando a prendersi per la prima volta nella storia la Serie A.

IL DERBY VENETO

Continua la preparazione per un Chievo che chiaramente, come già detto, è concentrato anche sulle vicende extra-campo: se la richiesta della Procura fosse confermata la società veronese si troverebbe a dover scontare 15 punti di penalizzazione nello scorso campionato, il che vorrebbe dire automatica retrocessione in Serie B. Sul campo invece i gialloblu sono sempre riusciti a cavarsela; anche quest’estate hanno ottime ambizioni, che naturalmente si fermano alla salvezza ma anche nel tentativo di fare meglio della stagione appena passata. Non c’è più Rolando Maran in panchina: Lorenzo D’Anna ha fatto molto bene con i giovani portando la Primavera a grandi livelli, adesso nel primo campionato condotto dall’inizio dovrà dimostrare di potersela cavare. Il Cittadella riparte come sempre dalla parola continuità: quarta stagione in panchina per Roberto Venturato, il cui ciclo si è aperto con la promozione e il ritorno immediato in Serie B. Lì, i veneti sono sempre riusciti a giocare i playoff ma come detto non si sono mai davvero avvicinati alla Serie A; la conferma dell’allenatore potrebbe essere un elemento importante per andare a caccia della gloria in una stagione nella quale non sembrano esserci rapporti di forze troppo definiti, e dunque chiunque potrebbe avere il suo spazio. Un’amichevole dunque molto interessante, al netto del fatto che si tratti di un derby del Veneto e che dunque abbia anche motivazioni extra rispetto alla preparazione del campionato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori