Diretta/ Roma Tottenham (risultato finale 1-4) streaming video e tv: succede tutto nel primo tempo!

- Claudio Franceschini

Diretta Roma Tottenham, streaming video e tv: formazioni ufficiali, quote, orario e risultato live della partita che si gioca a San Diego, valida per la International Champions Cup 2018

Perotti_Carter-Vickers_Roma_Tottenham_lapresse_2018
Diretta Roma Tottenham, International Champions Cup 2018 (Foto LaPresse)

ROMA – SPURS (RISULTATO 1-4): FINE PARTITA

Ancora Dzeko. L’ex City resiste alla marcatura avversaria, si gira e calcia con potenza. Tiro centrale, Gazzaniga si rifugia in angolo. La squadra capitolina prova a diminuire il passivo. Kluivert consegna palla a Coric che riesce a calciare da posizione defilata trovando però l’esterno della rete. Ci prova pure Santon. All’82esimo si accentra e prova il tiro. Nessun problema per Gazzaniga. Cambi per entrambe le squadre. Fuori Mirante e Santon, dentro Fuzato e Florenzi. Per il Tottenham dentro invece Georgiu e Nkoudou, fuori Lucas e Walker-Peters. All’86esimo Coric ci prova con un destro a giro pericoloso. Palla fuori di pochissimo. Nei minuti finali le due squadre ritirano i remi in barca e non si fanno male.

ROMA TOTTENHAM, DIRETTA LIVE

GIRANDOLA DI SOSTITUZIONI

Di Francesco rivoluziona la squadra. Escono Pastore, Jesus, Schick, Gonalons e Cristante. Entrano De Rossi, Strootman, Marcano, Coric e Lorenzo Pellegrini. La Roma va vicina al gol al 61esimo. Dzeko gira bene un pallone in area ma Vorm non si fa sorprendere. Sugli sviluppi del corner, Coric va al tiro dal limite. Il portiere degli Spurs in due tempi blocca. Anche Pochettino cambia qualcosa richiamando in panchina Llorente e Vorm. Al loro posto entrano Son e Cazzaniga. Poco dopo su un batti e ribatti in area, Sissoko si coordina e prova il tiro. Soluzione interessante ma imprecisa. Palla altissima. Al 70esimo ci prova Dzeko. Il bosniaco anticipa tutti in area ma non riesce a tenerla bassa. Palla alta di poco. Nel frattempo esce Luca Pellegrini. Al suo posto entra il classe 2000, Dianda.

FUORI UNDER, DENTRO KLUIVERT

Le due squadre non presentano sostituzioni al ritorno dagli spogliatoi. Al 48esimo la Roma deve però cambiare Under, causa infortunio. Per il turco una forte contusione alla spalla sinistra. Niente di grave. Di Francesco non rischia e manda in campo al suo posto Kluivert. Al 51esimo Sissoko prova la frustata dalla distanza. Mirante c’è. Poco dopo Juan Jesus risolve una situazione complicata in area giallorossa. Kluivert prova a rivitalizzare la manovra. Tocco al limite per Schick che ci prova ma viene murato.

LUCAS INSACCA AL 28′ E AL 44′

Alla mezzora gli Spurs trovano il 3-1. Ancora un errore della difesa romanista: dopo Pastore e Manolas sbaglia pure Santon. L’ex interista perde Lucas in area e il brasiliano di testa deposita la sfera in rete. Poco dopo Under si coordina e prova un gesto tecnico difficilissimo: semi-rovesciata su cross dalla sinistra; palla alle stelle. La Roma prova a pungere sulla destra. Il turco cerca spazio, Davies fa buona guardia. Al 37esimo il Tottenham si distende bene: il contropiede favorisce Moussa Sissoko che crossa in area ma calibra male. Occasione che sfuma: Subito dopo Lucas spara una saetta da fuori area. Tiro potente ma impreciso. Al 44esimo arriva il poker. Roma ancora troppo fragile in difesa. Lucas supera Gonalons e trafigge Mirante.

LLORENTE SEGNA AL 10′ E AL 18′

Il gol del pari arriva al decimo. Brutta disattenzione della Roma. Gli Spurs ne approfittano: Lucas crossa in area per Llorente che sovrasta Manolas e di testa batte Mirante. La squadra di Eusebio Di Francesco accusa il contraccolpo per il gol incassato. Palo di Eriksen al 13esimo. Tiro a giro bellissimo del danese dopo un errore di Manolas. Mirante non ci arriva ma il palo lo salva. Poco dopo il Tottenham la ribalta. Su azione da corner Lamela pennella sul secondo palo trovando Lucas che calcia al volo. Mirante ci arriva ma non trattiene e Llorente insacca da due passi. Dopo qualche minuto di confusione la Roma prova a rispondere. Combinazione tra Under e Pastore che parte da una rimessa laterale: il turco si accentra, ci prova e sfiora l’incrocio. Poco dopo Perotti si fa vedere dalla distanza. Tiro impreciso, ampiamente fuori.

 

GOL DI SCHICK AL 4′

Squadra inedita per Di Francesco. Nel consueto 4-3-3 tra i pali c’è Mirante, in difesa Santon, Manolas, Jesus e Luca Pellegrini. Centrocampo con Cristante, Gonalons e Pastore. In attacco Under, Schick e Perotti. Pochettino risponde con il 4-2-3-1. In porta Vorm, linea difensiva composta da Aurier, Carter-Vickers, Davies e Walker-Peters. In mediana il duo Amos-Sissoko, in avanti Eriksen, Lamela e Lucas, in supporto di Llorente. I giallorossi partono bene e dopo appena 4 minuti riescono a sbloccare il risultato. Pellegrini e Pastore fabbricano un’ottima azione: palla a Schick che con eleganza protegge palla e trafigge Vorm. Roma in vantaggio. Gli Spurs non riescono a reagire. Under cerca Pellegrini in area. La difesa inglese si salva. Cross in area di Aurier. Llorente prova ad avvitarsi ma non trova lo specchio.

 

PRE-PARTITA

Siamo pronti a vivere Roma Tottenham, che comincia tra poco: se i giallorossi lo scorso anno sono riusciti ad arrivare fino alla semifinale di Champions League, gli Spurs hanno fallito il colpo grosso venendo eliminati agli ottavi. E dire che avevano dominato il girone, chiudendolo da imbattuti e battendo anche il Real Madrid, vincitore delle ultime due edizioni e che avrebbe conquistato anche la terza coppa in fila; dato tra le fortissime candidate per arrivare in fondo, il Tottenham aveva pareggiato a Torino contro la Juventus, rimontando da 0-2, ed era passato in vantaggio a Wembley al ritorno. Sembrava fatta ma, pur giocando benissimo, gli Spurs si erano distratti cinque minuti incassando i gol di Gonzalo Higuain e Paulo Dybala, venendo eliminati. Quest’anno ci riprovano con rinnovate ambizioni; intanto la partita di oggi, e dunque andiamo a leggere le formazioni ufficiali perchè finalmente Roma Tottenham comincia!

 

FORMAZIONI UFFICIALI ROMA TOTTENHAM

 

ROMA (4-3-3): Mirante; Santon, Manolas, Jesus, Luca Pellegrini; Cristante, Gonalons, Pastore; Under, Dzeko, Perotti.

A disp: Fuzato, Cardinali, Olsen; Jesus, Kolarov, Florenzi, Marcano, Bianda; Strootman, Lorenzo Pellegrini, Coric, De Rossi; Schick, Kluivert.

TOTTENHAM (4-2-3-1): Vorm; Aurier, Foyth, Davinson Sanchez, Davies; Wanyama, Oakley-Boothe; Lamela, Lucas, Son; Llorente.

A disp: Amos, Austin, Carter-Vickers, Eriksen, Eyoma, Gazzaniga, Georgiou, Marsh, Moura, N’Koudou, Sissoko, Skipp, Sterling, Walker-Peters, Whiteman. TOURNÉE (agg. di Claudio Franceschini)

ALLENATORI A CONFRONTO

In Roma Tottenham assisteremo a una bella sfida tra due allenatori che possiamo considerare ancora emergenti: Eusebio Di Francesco ha due anni e mezzo più di Mauricio Pochettino, ha smesso di giocare un anno prima e ha iniziato la sua carriera di tecnico nel 2008 contro il 2009 dell’argentino. Le differenze? L’abruzzese ha fatto tanta gavetta: è passato da Lanciano, Pescara e Lecce prima di avere la panchina del Sassuolo con la quale si è comunque conquistato tutto in prima persona, portando il club emiliano alla prima, storica partecipazione in Serie A e poi fino al girone di Europa League. Nella prima stagione con la Roma ha fatto il botto: semifinale di Champions League, dove i giallorossi non erano mai arrivati. A Pochettino è stata subito messa in mano la panchina dell’Espanyol, storica società della Liga; prima come vice, poi come “capo” dopo l’esonero di José Manuel Esnal. Salvezza conquistata partendo ultimo, poi un anno e mezzo al Southampton (ottavo in Premier League), quindi il Tottenham che allena dal 2014 e ha portato a due secondi posti consecutivi in campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

I PROSSIMI IMPEGNI DELLE DUE SQUADRE

Siamo vicini a Roma Tottenham che, come abbiamo già ricordato, rappresenta l’esordio per entrambe le squadre nella International Champions Cup 2018; vale allora la pena dare uno sguardo ai prossimi impegni che attendono le due squadre in questa tournée. Cominciamo ovviamente dalla Roma, che dopo aver sfidato gli Spurs avrà quasi una settimana di pausa; nella notte tra il 31 luglio e il primo agosto la squadra di Eusebio Di Francesco giocherà contro il Barcellona ad Arlington, in Texas, mentre l’8 agosto (data italiana, al MetLife Stadium saranno le 20:00 del giorno precedente) sfiderà il Real Madrid a East Rutherford, nel New Jersey. Il Tottenham avrà invece due partite ravvicinate: il 29 luglio sarà in campo al Rose Bowl di Pasadena – stadio della finale dei Mondiali 1994 – contro il Barcellona, poi affronterà un’altra italiana e cioè il Milan all’US Bank Stadium di Minneapolis, nella notte tra 31 luglio e 1 agosto. Entrambe le squadre dunque affronteranno tre partite in questa International Champions Cup 2018 prima di rientrare, e dedicarsi così agli impegni del campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Tutta la International Champions Cup 2018 è in diretta tv sul canale 208 del satellite, che per l’occasione si chiama Sky Sport ICC: dunque gli abbonati potranno avvalersi delle immagini e potranno farlo, in assenza di un televisore, anche con il servizio di diretta streaming video che viene garantito dall’applicazione Sky Go, per attivare la quale sarà possibile collegare fino a un massimo di due apparecchi mobili (PC, tablet o smartphone) senza costi aggiuntivi.

IL PRECEDENTE

Roma Tottenham è una partita che nel contesto della International Champions Cup si è già disputata: un anno fa, sempre nella parte statunitense del torneo, le due squadre si erano trovate di fronte a Harrison, nel New Jersey, e anche allora curiosamente era la mattina italiana del 26 luglio. La partita era stata bellissima: la Roma l’aveva vinta per 3-2, con un finale incandescente. I giallorossi si erano portati in vantaggio al 13’ con un rigore trasformato da Diego Perotti e avevano raddoppiato al 70’ con Cengiz Under; sembrava fatta, e invece negli ultimi minuti era successo di tutto. Il Tottenham aveva accorciato le distanze con Harry Winks, e al 91’ incredibilmente aveva pareggiato grazie all’attaccante olandese Vincent Janssen. Quando sembrava che entrambe le squadre fossero rassegnate al pareggio, Marco Tumminello – che sarebbe poi andato in prestito al Crotone, rompendosi anche il crociato poco dopo il primo gol in Serie A – aveva realizzato la rete del definitivo 3-2. La sfida di questa notte sarà altrettanto emozionante come quella che si è giocata esattamente 12 mesi fa? Staremo a vedere… (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Roma Tottenham va in scena alle ore 4:00 della mattina italiana di giovedì 26 luglio: siamo al San Diego Country Credit Union Stadium – dunque in California – e si tratta di una partita della International Champions Cup 2018, il tradizionale torneo che ormai fa capolino in tutte le estati delle big europee. Per i giallorossi e gli Spurs questa gara rappresenta l’esordio nella manifestazione; entrambe saranno protagoniste nella prossima Champions League e dunque potrebbero ritrovarsi faccia a faccia tra qualche mese, intanto si affrontano in una partita che, pur non avendo l’intensità dei giorni migliori, sarà comunque interessante perchè ci presenterà due tra le grandi protagoniste della prossima stagione.

RISULTATI E PRECEDENTI

Prima di partire per gli Stati Uniti la Roma ha affrontato due amichevoli che possiamo definire blande: nella prima ha rifilato nove gol al Latina, nella seconda ha pareggiato 1-1 contro l’Avellino. Adesso arrivano i carichi pesanti: i giallorossi, pur scottati da un paio di cessioni illustri, hanno comunque rinforzato la squadra e sperano ora di inserirsi concretamente nella lotta allo scudetto e, nel mentre, proveranno a confermare la splendida semifinale giocata lo scorso anno in Champions League. Il Tottenham, ancora privo di parecchi nazionali, ha bisogno di fare il salto di qualità: nelle ultime tre stagioni è sempre stato il rivale diretto di chi ha vinto la Premier League senza mai riuscire a metterci le mani sopra, e soprattutto in Europa non ha fatto quel salto di qualità che ci si poteva aspettare. La conferma di Mauricio Pochettino è stata importante, adesso però gli Spurs dovranno confermarsi e fare ancora meglio di quanto fatto nel passato recente.

PROBABILI FORMAZIONI

Eusebio Di Francesco schiera un 4-3-3: in porta potrebbe esserci Mirante, sulle corsie laterali Florenzi e Luca Pellegrini con Ivan Marcano che stringe al centro con uno tra Fazio e Manolas. A centrocampo comanda il gioco De Rossi, mentre ai suoi lati c’è l’imbarazzo della scelta: i favoriti sono Pastore e Strootman ma bisogna anche considerare Cristante e Lorenzo Pellegrini. Anche nel tridente offensivo tante soluzioni: Dzeko da prima punta, Justin Kluivert e Diego Perotti potrebbero essere i favoriti per iniziare la partita, poi ci sarà ovviamente tanto turnover. Al Tottenham mancano gli inglesi che hanno raggiunto il quarto posto ai Mondiali, e non solo: formazione dunque rimaneggiata e che prevede Vorm tra i pali, Carter-Vickers e Foyth al centro con Aurier e Ben Davies che dovrebbero essere i due laterali bassi. Schierato davanti alla difesa giocherà Wanyama; Moussa Sissoko e Lamela sulla linea di trequarti insieme a Lucas Moura e N’Koudou che agiscono come esterni, mentre da prima punta uno tra Janssen e Fernando Llorente.

QUOTE E PRONOSTICO

Per questa partita della International Champions Cup 2018 sono state fornite le quote dell’agenzia di scommesse Snai: il pronostico dice che a essere favorita è la Roma, che ha una quota sul segno 1 dal valore di 2,20 contro il 2,80 che accompagna la vittoria del Tottenham, per la quale dovrete ovviamente giocare il segno 2. Con il pareggio si andrebbe ai calci di rigore, e se le cose andassero in questo modo la vostra vincita avendo puntato sul segno X sarà di 3,45 volte la somma che avrete deciso di mettere sul tavolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori