Diretta/ Atalanta Sarajevo (risultato finale 2-2): la Dea spreca e si fa raggiungere! (Europa League)

- Claudio Franceschini

Diretta Atalanta Sarajevo, risultato finale 2-2: clamoroso epilogo nella partita di Europa League, la Dea domina ma spreca due gol di vantaggio e si fa raggiungere dai bosniaci.

Papu Gomez Atalanta Fantacalcio
Papu Gomez (Foto LaPresse)

DIRETTA ATALANTA SARAJEVO (RISULTATO FINALE 2-2)

Atalanta Sarajevo 2-2: clamoroso epilogo della sfida per l’andata del secondo turno preliminare di Europa League. E’ un pareggio che complica i piani della Dea, che andrà in Bosnia con la qualificazione del tutto aperta: esattamente quello che voleva evitare, anche perchè adesso è anche sfavorita almeno secondo il risultato. La partita è cambiata totalmente dopo il miracolo di Pavlovic su Gosens: era il 59’ minuto e sembrava che da un momento all’altro l’Atalanta potesse segnare il terzo gol, invece da quell’episodio il Sarajevo ha preso coraggio e nel giro di cinque minuti ha cambiato la storia del doppio confronto. Haris Handzic ha indicato la via, poi è toccato a Aladin Sisic pareggiare: clamorosa indecisione Andrea Masiello-Berisha, la palla è rimasta a disposizione di Sisic che ha controllato da posizione defilata e ha messo nella porta sguarnita. Al 75’ Gasperini, intuendo il momento, ha scelto l’esperienza di Palomino al posto di un Mancini in calo; subito dopo punizione fuori di Alejandro Gomez. All’83’ Gasperini si gioca tutto: dentro Tumminello nel tentativo di far arrivare il più possibile la palla in area di rigore. L’arbitro assegna addirittura 7 minuti di recupero, perchè a un certo punto si è smesso di giocare per le eccessive perdite di tempo; la Dea però non ha trovato la giusta lucidità per realizzare il terzo gol, e così tra una settimana al Sarajevo basterà lo 0-0. Per quello che si è visto l’Atalanta è comunque favorita, ma dovrà capitalizzare molto meglio di così. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ATALANTA SARAJEVO (2-1): MIRACOLO DI PAVLOVIC

Atalanta Sarajevo 2-1: inizia senza cambi il secondo tempo della partita di Europa League, ma al 54’ minuto arriva il debutto di Duvan Zapata che prende il posto di D’Alessandro, con Gasperini che cambia idea all’ultimo lasciando in campo Musa Barrow per sfruttarne la velocità e gli ampi spazi che un Sarajevo in netta difficoltà potrebbe lasciare per il contropiede della squadra di casa. L’attaccante gambiano però spreca una grande occasione subito dopo, poi tocca al colombiano entrare ufficialmente in partita e farsi anticipare dalla bella uscita di Pavlovic al limite dell’area; al 59’ clamorosa occasione per l’Atalanta con Brrow che mette in mezzo basso, a rimorchio Gosens calcia a botta sicura ma Pavlovic, con un miracolo, toglie il pallone dalla porta con il piede mentre andava dall’altra parte. E’ certamente l’opportunità più grossa per la Dea nel secondo tempo, e al primo tiro in porta il Sarajevo segna: grande girata di Haris Handzic che tra Mancini e Toloi prende il tempo e batte Etrit Berisha, una grande beffa per l’Atalanta che adesso deve rifare tutto daccapo. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Atalanta Sarajevo sarà trasmessa in diretta tv sui canali del satellite: gli abbonati potranno dunque seguire la partita su Sky Sport e usufruire, in assenza di un televisore, della diretta streaming video grazie all’applicazione Sky Go, collegando fino ad un massimo di due dispositivi mobili al proprio abbonamento e avendo ovviamente a disposizione apparecchi come PC, tablet e smartphone. Ovviamente sul sito ufficiale www.uefa.com, alla sezione dedicata all’Europa League, troverete anche le informazioni utili sul terzo turno preliminare e sulle squadre che vi partecipano.

DIRETTA ATALANTA SARAJEVO (2-0): INTERVALLO

Atalanta Sarajevo 2-0: intervallo al Mapei Stadium di Reggio Emilia, dove stiamo assistendo ad una partita a senso unico. L’unico rischio per la Dea è quello di non saperla chiudere, cosa che ovviamente renderebbe più incerta la partita di ritorno che si giocherà in un’altra cornice: dopo il gol di Rafa Toloi la squadra di casa ha controllato il ritmo, gestito il pallone e giocato costantemente in proiezione offensiva occupando la trequarti bosniaca. Musa Barrow ha prima sprecato una ripartenza interessante provando il destro a giro (in tribuna) senza guardare i compagni, poi dall’altro versante ha spedito fuori un tiro da posizione defilata. Appena dopo la mezz’ora bella incursione di Alejandro Gomez, cross arretrato con palla che è arrivata fuori dall’area attraversando tutto lo specchio, botta terrificante di De Roon che però non ha inquadrato la porta. Al 43’ Gomez fa tutto da solo, ma si allarga troppo e si fa murare il sinistro da Pavlovic; nel 3′ minuto di recupero però una punizione dalla destra porta Toloi alla sponda aerea e, da due passi, Gianluca Mancini non sbaglia di testa. Doppio gol dei difensori dunque, un po’ la specialità della casa orobica: ora il secondo tempo, ma l’Atalanta sembra davvero ben avviata. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ATALANTA SARAJEVO (1-0): GOL DI TOLOI!

Atalanta Sarajevo 1-0: bastano 10 minuti e mezzo alla Dea per sbloccare la partita di Europa League. Ci avevano già provato Musa Barrow e Alejandro Gomez, ce la fa Rafa Toloi: sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla viene messa in mezzo da destra e spiove sul secondo palo, dove Andrea Masiello tutto solo può rimettere in mezzo per Toloi che da due passi appoggia in rete con il piatto, battendo Pavlovic. L’Atalanta aveva già iniziato con il piglio giusto sfiorando la rete del vantaggio nei primi minuti, anche se la prima iniziativa era stata del Sarajevo con un’incursione dalla sinistra che aveva portato a un cross in mezzo, sul quale non era arrivato nessuno. Avendo realizzato il vantaggio, adesso l’Atalanta può gestire la situazione sapendo di avere molto più spazio per colpire: l’obiettivo naturalmente diventa quello di segnare quanti più gol possibile, nel tentativo di rendere la partita di ritorno molto più agevole. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ATALANTA SARAJEVO (0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Finalmente ci siamo: Atalanta Sarajevo comincia. Prima di leggere le formazioni ufficiali, ricordiamo che come già detto il Sarajevo ha superato il primo turno preliminare eliminando il Banants: per i bosniaci una vittoria doppia. A Yerevan è stato 2-1 con due gol nel giro di cinque minuti nel primo tempo, autori Mersudin Ahmetovic e Emir Halilovic; la rete di Vahagn Ayvazyan sempre nella prima frazione è stata un disturbo e nulla più, perchè otto giorni più tardi il Sarajevo ha dominato la partita casalinga. Netto 3-0 con Nihad Mujakic e Ahmetovic a segno nel primo tempo e Sevkija Resic a rifinire nella ripresa; ora però c’è l’Atalanta, che sulla carta è decisamente superiore e che speriamo lo confermi sul campo. Ecco dunque le formazioni ufficiali della partita, finalmente Atalanta Sarajevo prende il via! ATALANTA (3-4-3): 1 E. Berisha; 2 Toloi, 23 G. Mancini, 5 A. Masiello; 33 Hateboer, 22 Pessina, 15 De Roon, 8 Gosens; 17 D’Alessandro, 99 Barrow, 10 A. Gomez. SARAJEVO (4-2-3-1): 30 Pavlovic; 7 Hebibovic, 29 Dupovac, 18 Mujakic, 3 Pidro; 25 Adukor, 10 Rahmanovic; 17 Sisic, 11 Velkoski, 26 E. Halilovic; 9 Ahmetovic. (agg. di Claudio Franceschini)

LA STORIA DELLA PARTITA

Manca ormai poco ad Atalanta Sarajevo: ritorno in Europa League per la Dea che l’anno scorso, dopo quasi 30 anni di assenza, aveva disputato un torneo favoloso raggiungendo i sedicesimi di finale. Trovatasi in un girone di ferro, l’Atalanta lo aveva superato nel migliore dei modi: doppia vittoria contro l’Everton (prima italiana di sempre a segnare cinque gol in Inghilterra), successo interno contro il Lione, tre vittorie su tre in casa e primo posto con 14 punti. Poi la squadra di Gian Piero Gasperini aveva sfiorato la grande impresa contro il Borussia Dortmund: avanti nel punteggio al Signal Iduna Park, era stata rimontata fino a perdere 3-2 e a Reggio Emilia, di fronte a una platea straordinaria e sotto la pioggia, era passata in vantaggio subendo il beffardo gol dell’eliminazione a sette minuti dal termine, causa un errore di Etrit Berisha che fino a quel momento era stato quasi l’eroe della patria. Quest’anno l’Atalanta ci riprova, consapevole che quell’esperienza potrà avere un grande peso specifico. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Atalanta Sarajevo è una partita che non si è mai disputata nella storia: la squadra bosniaca non si è mai nemmeno trovata a disputare gare contro formazioni italiane, in Europa il suo percorso è davvero breve e il posto che si avvicina maggiormente al nostro Paese rimane la Svizzera. Stagione 2007-2008, primo turno preliminare di Coppa Uefa: i renani avevano dominato, andando a vincere 2-1 nella capitale della Bosnia e poi ripetendosi in casa con un netto 6-0. Il gol del Sarajevo nella partita dell’Asim Ferhatovic lo aveva messo a segno Semjon Milosevic, peraltro in pieno recupero; quello che colpisce è che in panchina per la squadra bosniaca c’era già Husref Musemic, che però non è rimasto tecnico del Sarajevo per tutto questo tempo in maniera continuativa. Aveva infatti lasciato nel gennaio successivo ed è tornato a guidare il club soltanto nell’agosto 2017, andando nel frattempo a guidare Olimpik Sarajevo, Sloboda Tuzla e Mladost Kakanj, senza mai uscire dai confini nazionali. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Come già visto, Atalanta Sarajevo verrà diretta dall’arbitro Tamas Bognar: ungherese di 39 anni, la sua stagione è già iniziata con la partita del campionato ungherese tra Videoton, impegnato nei preliminari di Champions League, e Kisvarda. Una sfida nella quale il direttore di gara ha estratto un cartellino rosso – diretto – e assegnato un calcio di rigore, tutto nella stessa azione ma con Marko Scepovic che si è fatto parare la conclusione da Felipe. Lo scorso anno Bognaraveva arbitrato quattro partite di Europa League: tre nella fase a gironi, soltanto una nell’eliminazione diretta e cioè il 3-3 tra Sporting Lisbona e Astana, nei sedicesimi di finale. Ha arbitrato anche l’amichevole internazionale tra Austria e Uruguay, ed è tra i fischietti stranieri chiamati a dirigere partite del campionato dell’Arabia Saudita – lo ha fatto in Shahab-Taawon; le sue cifre stagionali per il 2017-2018 parlano di 141 ammonizioni (quasi 5 a partita), 11 espulsioni di cui 5 per rosso diretto e 7 calci di rigore assegnati, dunque potremmo dire che Bognar è un arbitro che non esita a utilizzare cartellini e sanzioni disciplinari. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Atalanta Sarajevo, che sarà diretta dall’ungherese Tamas Bognar, si gioca alle ore 20:30 di giovedì 26 luglio: al Mapei Stadium di Reggio Emilia la Dea inizia il suo percorso europeo con il secondo turno preliminare di Europa League 2018-2019. Siamo alla partita di andata, che la squadra di Gian Piero Gasperini gioca qui come del resto aveva fatto nella campagna europea dello scorso anno; il ritorno è previsto in Bosnia tra una settimana, ma è questa la sfida determinante perchè l’Atalanta, che è chiaramente superiore agli avversari, deve provare a chiudere i conti già oggi per avere poi l’accesso allo spareggio che le garantirebbe, per il secondo anno consecutivo, la partecipazione alla fase a gironi di un torneo che i nerazzurri hanno dimostrato di onorare al meglio.

RISULTATI E PRECEDENTI

L’Atalanta è costretta a iniziare la sua Europa League dai turni preliminari: questo aveva detto il campionato di Serie A che ha visto la Dea classificarsi al settimo posto, ma la sentenza che aveva escluso il Milan dalle coppe aveva spalancato alla squadra le porte della fase a gironi, in maniera diretta. E’ stato il Tas di Losanna a riportare le cose com’erano, ribaltando tutto: Gasperini e i suoi ragazzi erano comunque già pronti ad affrontare il terzo turno preliminare, sicuramente c’è un po’ di rammarico per come sono andate le cose ma anche la consapevolezza di poter archiviare l’obiettivo, anche se iniziare a giocare a fine luglio potrebbe comportare più avanti qualche problema sul piano fisico. Il Sarajevo ha già iniziato il suo campionato, con una sconfitta contro il Radnik Bijelj; in Europa League però ha superato il Banants vincendo due volte, e sul piano della preparazione è sicuramente messo meglio di un’Atalanta che dovrà dunque puntare sulla maggiore qualità ed esperienza dei suoi giocatori, provando come detto a chiudere i conti già a Reggio Emilia.

PROBABILI FORMAZIONI ATALANTA SARAJEVO

Naturalmente Gasperini conferma il 3-4-1-2, anche se rispetto allo scorso anno deve fare a meno di calciatori importanti. Davanti a Etrit Berisha dovrebbero giocare Rafa Toloi e Andrea Masiello a protezione di Gianluca Mancini promosso titolare, con Castagne e Gosens sulle corsie laterali e, in mezzo, la coppia formata da De Roon e Freuler che è tornato dalla vacanza post-Mondiali. Il trequartista sarà Iliicic, che prende a tutti gli effetti il posto di Cristante; davanti ci sarà sicuramente Alejandro Gomez, poi ballottaggio tra Musa Barrow e Duvan Zapata per il ruolo di prima punta. Il Sarajevo di Husref Musemic si dispone invece con un 4-2-3-1 con Pavlovic in porta, Hebibovic e Pidro sulle fasce e la coppia Adukor-Mujakic al centro della difesa; la cerniera mediana è composta da Rahmanovic e Mustafic, che supportano la trequarti dove Sisic e Emir Halilovic partono larghi dando una mano a capitan Velkoski. La prima punta dovrebbe essere Ahmetovic, già due gol nei turni preliminari di Europa League.

QUOTE E PRONOSTICO

E’ ovviamente l’Atalanta a partire favorita per questa partita: le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai indicano gli orobici come nettamente in vantaggio, con una quota di 1,12 sul segno 1 che identifica la loro vittoria. Già il valore sul segno X per il pareggio è decisamente più alto (7,00) ma la differenza è evidente se si prende in esame il segno 2 che vale per la vittoria esterna del Sarajevo, e che con questo bookmaker vi permetterebbe di guadagnare una cifra pari a 14,00 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori