Calendario Serie B 2019 sorteggio/ La Figc ufficializza il campionato a 19 squadre

- Claudio Franceschini

Diretta Calendario Serie B 2018: la Figc e la Lega hanno ufficializzato il torneo cadetto a 19 squadre nonostante il grande caos. Il Palermo farà il suo esordio all’Arechi di Salerno

hellasverona_amichevole_lapresse_2017
Video Verona Spal (LaPresse)

Il calendario della Serie B 2018-2019 è stato ufficializzato dopo una lunga trattativa e la minaccia di bloccare tutto: nonostante il grande caos che ha colpito la riunione di via Rosellini, alla fine le procedure di compilazione hanno avuto luogo. E’ stato Roberto Fabbricini, commissario straordinario della Federazione, a dare il via al campionato: ad un certo punto sembrava che lo scontro fosse totale, e che si andasse verso la riammissione di cinque squadre così da creare un torneo a 24 squadre. Fabbricini però ha deliberato la modifica con effetto immediato, “d’intesa con la Lega Nazionale Professionisti Serie B e sentite le componenti tecniche”. Dunque, si parte con 19 squadre: restano invariate promozioni e retrocessioni, la prima giornata si giocherà tra venerdì 24 e domenica 26 agosto. Ancora da definire quale sarà la partita che si giocherà per prima e che aprirà la stagione, di certo invece sarà il Livorno la prima a riposare mentre il Palermo, ancora una volta grande favorito per la promozione e la vittoria del campionato cadetto, farà il suo esordio sul campo della Salernitana. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PAROLE DI BALATA

Il presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata, ha commentato così la diramazione dei calendari del campionato cadetto, con la scelta di far passare da 22 a 19 le squadre dell’organico del torneo, dopo il via libera arrivato con il comunicato della FIGC: “Non è questione di avere paura dei ricorsi, noi siamo rispettosi delle regole e siamo arrivati al 13 agosto senza capire chi c’è e chi non c’è e per questo abbiamo semplicemente detto che in previsione della partenza del campionato in programma il 24 agosto avevamo l’esigenza di dire alle nostre 19 società che ce lo chiedevano, di partire. Il resto a me non interessa. Vogliamo rispettare le regole e al momento abbiamo 19 società che sono legittimate a essere qui.” Balata ha confermato che le retrocessioni saranno sempre 4 e le promozioni 3 col meccanismo di play out e play off invariato, e questo sarà valido anche per il campionato 2019/20. (agg. di Fabio Belli)

IL VERONA CHIUDERA’ IN CASA DEL FOGGIA

Il sorteggio del calendario di Serie B 2018-2019 è arrivato alla sua conclusione: il campionato dovrebbe iniziare venerdì 24 agosto con l’anticipo della prima giornata, ma a questo punto è lecito aspettarsi qualche sorpresa visto il caos scatenatosi questa sera. La Lega ha deciso di partire comunque con la compilazione del calendario, nonostante la FIGC intendesse bloccare tutto e valutasse nel mentre la soluzione a 24 squadre in extremis; quando sembrava che le procedure fossero annullate Mauro Balata, presidente della Lega, ha ufficializzato la Serie B a 19 squadre e immediatamente ha dato il via al calendario. Le giornate previste dunque sono 19: a rotazione ci sarà una squadra che effettuerà un turno di riposo (cominciando dal Livorno), restano inalterate le promozioni (due dirette, una tramite playoff) e le retrocessioni (tre dirette, una dopo l’eventuale playout) ma come detto è possibile che nei prossimi giorni qualcosa cambi. Nel frattempo possiamo comunque dare uno sguardo a quella che sarà la trentottesima giornata, potenzialmente decisiva per i verdetti: il Verona chiuderà in casa contro il Foggia e il Perugia al Curi contro la Cremonese, in casa anche il Palermo contro il Cittadella mentre fuori casa ci saranno lo Spezia (a Lecce), il Benevento sul campo del Brescia e il Livorno, ospite del Padova. (agg. di Claudio Franceschini)

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO COMPLETO DELLA SERIE B 2018-2019

LE PARTITE DI CARTELLO

Continuiamo a studiare il calendario della Serie B 2018-2019, ricordando che dopo un caos durato circa un’ora e mezza finalmente si è proceduto alla compilazione, anche se con il parere contrario della FIGC, che avrebbe voluto bloccare la procedura di fronte all’insistenza delle società, e di DAZN che invece avrebbe preferito trasmettere (secondo quanto filtrato) un torneo a 22 partecipanti. Sta di fatto che Mauro Balata si è preso la responsabilità di aprire le danze, ufficializzando la Serie B a 19 squadre: per adesso dunque non avremo un campionato a 24, come era emerso negli ultimi minuti. Nella quinta giornata le partite sono Brescia-Palermo, Cittadella-Benevento, Cremonese-Cosenza, Foggia-Padova, Livorno-Lecce, Perugia-Carpi, Pescara-Crotone, Salernitana-Ascoli e Verona-Spezia; spicca il big match dell’Adriatico e la sfida tra le due neopromosse al Picchi, realtà che possono andare a giocarsi un posto nei playoff visto il loro blasone. Andiamo a vedere anche le giornate seguenti: nella sesta la sentitissima Benevento-Foggia, il Perugia in trasferta a Cosenza e una Salernitana-Verona infuocata per il passato recente. Settima giornata caratterizzata soprattutto da Verona-Lecce e Pescara-Benevento, interessantissimo derby del Sud al pari di Palermo-Crotone che potrebbe anche essere una sfida diretta per la promozione. Nell’ottava giornata Salernitana-Perugia, poi ancora il derby veneto Venezia-Verona mentre nella nona gli umbri saranno al Bentegodi per un big match che si gioca nello stesso turno di Foggia-Lecce, caldissimo derby di Puglia. A breve sarà disponibile il quadro completo del calendario di Serie B sul sito ufficiale. (agg. di Claudio Franceschini)

CLAMOROSO, IL CALENDARIO VIENE COMPILATO!

Clamoroso ma vero, nonostante il caos in sala e le minacce di squalifica Mauro Balata, presidente di Lega B, ha ufficializzato il campionato di Serie B 2018-2019 a 19 squadre e ha proceduto a svelare la prima giornata del calendario. Nel dettaglio: Ascoli-Cosenza, Benevento-Lecce, Brescia-Perugia, Cittadella-Crotone, Cremonese-Pescara, Foggia-Carpi, Salernitana-Palermo, Venezia-Spezia e Verona-Padova con il Livorno che sarà dunque la prima squadra a riposare. Una situazione che però è ancora tutta in divenire: intanto per la sentenza sulla sospensione cautelare attesa per il 7 settembre, poi perchè il caos procurato nella sede di via Rosellini non può passare inosservato, il calendario è stato compilato senza il benestare della Figc e la confusione è totale. Ad ogni modo, nella seconda giornata riposa il Benevento e le partite sono Carpi-Cittadella, Cosenza-Verona, Crotone-Foggia, Lecce-Salernitana, Padova-Venezia, Palermo-Cremonese, Perugia-Ascoli, Pescara-Livorno e Spezia-Brescia. Nella terza giornata invece ci saranno AScoli-Lecce, Brescia-Pescara, Cittadella-Cosenza, Cremonese-Spezia, Foggia-Palermo, Livorno-Crotone, Salernitana-Padova, Venezia-Benevento e Verona-Carpi con il Perugia che effettua il turno di riposo. Quarta giornata con Benevento-Salernitana, Carpi-Brescia, Cosenza-Livorno, Crotone-Verona, Lecce-Venezia, Padova-Cremonese, Palermo-Perugia, Pescara-Foggia e Spezia-Cittadella, a rimanere fermo stavolta sarà l’Ascoli. (agg. di Claudio Franceschini)

SI VA VERSO LA SOSPENSIONE

Sta succedendo qualcosa di incredibile a Milano, presso la sede della Lega in via Rosellini: la cerimonia di sorteggio del calendario di Serie B 2018-2019 ha ufficialmente preso il via poco fa, ma di fatto non si è ancora iniziato a visualizzare le giornate. Un’ora di ritardo: sembra che a mancare sia il beneplacito della Figc, alcuni rappresentanti delle 19 squadre partecipanti non si sono inizialmente presentati (sono poi arrivati tutti) e, in attesa di saperne di più, appare plausibile che a frenare le procedure sia l’instabilità del torneo, con tre società che attendono la sentenza definitiva sulla sospensione cautelare (le abbiamo nominate prima) e dunque un campionato che potrebbe prevedere anche più squadre al via, andando a stravolgere tutto. La cerimonia del calendario di Serie B 2018-2019 sarebbe dovuta andare in scena nei giorni scorsi, ma per due volte è stata posticipata: a questo punto, come filtra da alcune indiscrezioni, sembra possibile che anche oggi possa saltare tutta e, riporta mediagol.it, DAZN (l’emittente che ha acquisito i diritti per trasmettere le partite) sarebbe addirittura pronta a fare causa alla Lega B. In sala c’è tensione, Mauro Balata – presidente della Lega – è in costante contatto con Roberto Fabbricini ma potrebbe andare incontro a una squalifica, per avere dato il suo ok senza il benestare della federazione. Intanto prende corpo una clamorosa ipotesi: quella di tornare a una Serie B a 24 squadre (come nel 2003-2004), ovvero ripescando le cinque che hanno fatto richiesta così da non scontentare nessuno. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE IL SORTEGGIO

Non sarà prevista una diretta tv per assistere al sorteggio del calendario della Serie B 2018-2019: da quest’anno infatti le partite del campionato cadetto sono trasmesse esclusivamente in diretta streaming video dalla piattaforma DAZN, dunque la televisione satellitare ha perso i diritti sul torneo. Questo significa che per le informazioni utili sul cammino che le 19 squadre dovranno compiere in questa stagione dovrete consultare il sito ufficiale della Lega Serie B, oppure riferirvi alle relative pagine che trovate sui social network, in particolare Facebook e Twitter.

ORARI, SOSTE E TURNI INFRASETTIMANALI

Mentre aspettiamo di conoscere le giornate e le partite del campionato di Serie B 2018-2019, ricordiamo alcuni appuntamenti della stagione: a cominciare dal primo anticipo di venerdì 24 agosto, che sarà trasmesso in diretta tv sulla Rai, si svilupperanno poi cinque turni infrasettimanali. Uno a fine settembre, un altro a fine ottobre e quindi appena dopo Natale per quanto riguarda il 2018; a fine febbraio e inizio aprile invece le due giornate a metà settimana per il 2019. Le soste del campionato cadetto sono invece previste in concomitanza con i quattro impegni riservati alle nazionali e poi nel consueto periodo invernale, che va dal 30 dicembre al 19 gennaio; la Serie B sarà in campo il 23 e 30 dicembre – oltre appunto all’infrasettimanale del 27 – e poi anche a Pasquetta e il primo maggio, cioè in due giorni festivi. Il calendario in termini generali prevederà l’anticipo del venerdì (ore 21:00), tre partite sabato alle ore 15:00 e una alle ore 18:00, poi il tris di domenica (due gare alle ore 15:00 e una alle ore 21:00), quindi il consueto Monday Night delle ore 21:00. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CASO DELL’ESCLUSIONE DEL NOVARA

Mentre aspettiamo di scoprire quali saranno le partite specifiche che animeranno il calendario della Serie B 2018-2019, va ricordato che il sorteggio è a 19 squadre: niente da fare per Catania, Novara e Pro Vercelli che speravano nel ripescaggio e che avrebbero confermato il torneo cadetto con la formula delle 22 squadre. Invece la stessa Pro Vercelli, il Siena e la Ternana si sono viste accogliere il ricorso per la sospensione cautelare che avevano presentato contro l’ammissione del Novara al campionato cadetto. Questo dunque è il motivo – o uno dei motivi – per cui oggi la compilazione del calendario prevede 20 squadre; il prossimo 7 settembre ci sarà la sentenza definitiva, questo significa che le tre squadre potrebbero ancora sperare di rientrare in corsa a sorteggio effettuato, anche se in quel caso bisognerebbe eventualmente ridisegnare tutto il quadro del campionato. Staremo a vedere quello che succederà, la certezza ormai sembra essere quella della data di inizio del torneo di Serie B e cioè il prossimo sabato 25 agosto (ma già venerdì ci sarà il primo anticipo della stagione). (agg. di Claudio Franceschini)

INIZA IL SORTEGGIO

Ci siamo: sta finalmente prendendo il via il sorteggio del calendario di Serie B 2018-2019. Quali squadre potrebbero essere considerate favorite per la promozione? Difficile dirlo, ma certamente realtà come Benevento, Palermo e Verona partono sempre con i favori del pronostico. Sulla panchina rosanero è tornato Bruno Tedino, che era stato esonerato poco prima dei playoff a favore di Roberto Stellone; a Perugia invece conferma per Alessandro Nesta, chiamato proprio per affrontare gli spareggi. Intriga il ritorno di Cristiano Lucarelli a Livorno: un matrimonio sulla carta perfetta, attenzione all’ex bomber che ha già fatto benissimo sulla panchina del Catania (e non solo), a Lecce rimane Fabio Liverani che ha spezzato la maledizione dei salentini, costretti a passare sei anni in Serie C (o Lega Pro, secondo il vecchio nome) prima di tornare in cadetteria. Si rimette in corsa anche Stefano Vecchi: dopo le abbuffate con la Primavera dell’Inter, sostituisce Filippo Inzaghi sulla panchina del Venezia. Ora però dobbiamo dare la parola alle urne: stiamo per conoscere il cammino delle 19 squadre nel campionato di Serie B 2018-2019, e non vediamo l’ora di dare uno sguardo definitivo al calendario del torneo! (agg. di Claudio Franceschini)

LE SQUADRE CHE HANNO FATTO RICORSO

Manca ormai poco al sorteggio del calendario di Serie B 2018-2019 ma, come già accennato, la composizione del campionato cadetto potrebbe ancora variare: infatti le tre squadre che sono “saltate” (Avellino, Bari e Cesena) potrebbero essere sostituite da altre tre, che andrebbero a ripristinare il numero di partecipanti a 22, come accade ormai da oltre dieci anni. Sono cinque le squadre che sperano: Novara, Pro Vercelli e Ternana sono tre di quelle che hanno conosciuto la retrocessione lo scorso maggio, mentre Catania e Siena sono state eliminate nei playoff di Serie C. Hanno già iniziato la stagione con la Coppa Italia (gli etnei ieri hanno eliminato il Verona, i piemontesi hanno vinto ai rigori sul campo del Brescia mentre la Ternana è stata demolita dal Sassuolo) e ora vogliono tornare in B: difficile capire quello che succederà, perchè ufficialmente il format del campionato cadetto rimane a 22 squadre ma il sorteggio sarà appunto effettuato con 19. Qualche anno fa per ovviare a una situazione simile le giornate erano state estratte con una X e una Y in attesa dei ripescaggi, ma in quel caso era già piuttosto chiaro che due società sarebbero tornate a disputare il torneo cadetto, a differenza di quanto sta succedendo in questi giorni. (agg. di Claudio Franceschini)

PLAYOFF E PLAYOUT

Nel presentare il calendario di Serie B 2018-2019 abbiamo già detto che, nonostante la riduzione a 19 squadre, sono rimaste invariate le regole su playoff e playout, così come su promozioni e retrocessioni: dunque avremo due squadre che saliranno direttamente in Serie A e tre che andranno in Serie C, mentre l’altra promozione e l’altra retrocessione saranno definite dagli spareggi. Per quanto riguarda l’ascesa nel massimo campionato, ancora una volta si qualificheranno ai playoff le squadre dalla terza all’ottava, con terza e quarta che andranno subito in semifinale; gli spareggi non si giocheranno se la terza – che salirebbe subito – dovesse avere più di 14 punti di vantaggio sulla quarta. Stesso discorso per i playout, ma qui per ovvie ragioni i punti di differenza dovranno essere più di 5; in questo caso la quintultima in classifica si salverebbe destinando alla retrocessione la quartultima, in caso contrario invece le due squadre si affronteranno in andata e ritorno. In entrambi i casi vale la regola della posizione in classifica: qualora si dovesse arrivare a una situazione di equilibrio, la meglio piazzata al termine della stagione regolare passerebbe il turno o sarebbe salva. (agg. di Claudio Franceschini)

LE SQUADRE PARTECIPANTI

Ci avviciniamo al sorteggio del calendario di Serie B 2018-2019 andando a dare uno sguardo alle squadre che partecipano al campionato; detto dell’esclusione di Avellino, Bari e Cesena va ricordato che dalla Serie A sono arrivate Benevento, Crotone e Verona. Tutte hanno cambiato allenatore, puntando su profili giovani. Sulla panchina dei sanniti arriva Cristian Bucchi che ha fatto benissimo con Maceratese e Perugia, allo Scida ci prova Giovanni Stroppa che aveva portato il Foggia prima alla promozione in B e poi a sfiorare i playoff, infine al Bentegodi ecco Fabio Grosso che aveva centrato la post season proprio con il Bari. Le quattro promosse dalla Serie C sono quelle che hanno vinto il rispettivo girone (dunque Livorno, Padova e Lecce, con i salentini che tornano qui dopo sei anni, quando la Serie B era stata loro tolta d’ufficio) più naturalmente il Cosenza, vale a dire la squadra che ha superato i playoff e che ha confermato Piero Braglia. Tra quelle che da più tempo si trovano in questo campionato cadetto dobbiamo citare soprattutto il Brescia e lo Spezia, chiamate al salto di qualità; attenzione naturalmente a realtà come Palermo e Perugia, che hanno l’obiettivo della promozione. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CALENDARIO DI SERIE B 2018-2019

Il sorteggio del calendario di Serie B 2018-2019 va in scena alle ore 19:00 di lunedì 13 agosto: finalmente dopo due rinvii avremo la composizione di un torneo che, per la prima volta dopo oltre dieci anni, non vedrà più ai nastri di partenza le canoniche 22 squadre. Saranno invece 19: questo a causa della cancellazione di Avellino, Bari e Cesena. Tre società storiche che ripartiranno dalle categorie inferiori, e che non sono state rimpiazzate: dunque per ogni giornata avremo nove partite, e ci sarà una squadra che a turno riposerà. Qualcosa che si è già visto lo scorso anno, nei tre gironi di Serie C; rimane invece invariata la formula che regola playoff e playout.

LA NUOVA SERIE B

Dunque abbiamo 19 squadre al via, ma incredibilmente potrebbe non essere finita qui: infatti, come riportavamo la scorsa settimana, ci sono alcune società che hanno già presentato ricorso per prendere il posto delle realtà che sono saltate. Il problema è che le squadre ad aver fatto richiesta sono cinque, mentre i posti sono appunto tre: a questo punto diventa davvero complicato incastrare il tutto, anche perchè appunto il sorteggio del calendario è già stato posticipato due volte e mancano i tempi tecnici per far rientrare qualcuno. Tuttavia, aspettiamoci qualche sorpresa che potrebbe sempre arrivare; al momento comunque le giornate saranno come detto 38, con una squadra che dovrà sempre fermarsi per un turno di riposo. Questo farà sì che il campionato possa diventare molto interessante; ad ogni modo adesso siamo pronti a scoprire quale sarà il cammino delle 19 società che si presentano ai nastri di partenza. La prima giornata è prevista tra due settimane, ma anche in questo caso il calendario potrebbe essere stravolto qualora arrivassero novità in termini di giustizia sportiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori