Diretta/ Juventus Lazio (risultato finale 2-0) streaming video e tv: bianconeri a punteggio pieno

- Claudio Franceschini

Diretta Juventus Lazio, streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca all’Allianz Stadium per la seconda giornata della Serie A

Milinkovic-Savic_Douglas_Costa_Juventus_Lazio_lapresse_2018
Calciomercato news, 24 giugno (Foto LaPresse)

DIRETTA JUVENTUS LAZIO (RISULTATO FINALE 2-0): BIANCONERI A PUNTEGGIO PIENO

La Juventus batte la Lazio 2-0: i gol di Pjanic e Mandzukic alla mezz’ora di entrambi i tempi mantengono la squadra di Allegri a punteggio pieno e quella di Inzaghi a 0 in classifica. Non che la Lazio abbia demeritato del tutto, ora che il calendario si farà meno aspro la squadra di Simone Inzaghi potrà cercare di risalire sicuramente la china. La Juve è apparsa comunque superiore, col duello tra Cristiano Ronaldo e Strakosha a far da contorno a una partita ben giocata. Nel finale nessun rischio per i bianconeri, solo un’ammonizione per Emre Can e l’ingresso in campo di Betancur per Khedira da segnalare. (agg. di Fabio Belli)

RADDOPPIO DI MANDZUKIC!

Resta piacevole il match tra Juventus e Lazio. Due cambi per parte con Allegri che ha sostituito prima Bernardeschi con Douglas Costa e poi Pjanic con Emre Can, mentre Inzaghi ha richiamato insieme Luis Alberto e Parolo, inserendo Correa e Badelj. Al 14’ Luis Alberto manca di pochissimo il bersaglio, ma a rubare la scena al 26’ è la parata di Strakosha su una fiondata di Cristiano Ronaldo destinata sotto la traversa. Alla mezz’ora arriva comunque il raddoppio bianconero: bella sovrapposizione di Cancelo che crossa teso nel mezzo, Strakosha è di nuovo miracoloso nell’anticipare Cristiano Ronaldo, ma Mandzukic da due passi non può sbagliare. Inzaghi si gioca l’ultimo cambio con Durmisi al posto di Milinkovic-Savic, ma sul 2-0 a 10’ dal novantesimo, la Juventus sembra aver messo ormai in ghiaccio la partita. (agg. di Fabio Belli)

AMMONITO PAROLO

E’ ripreso il secondo tempo tra Juventus e Lazio. I biancocelesti provano a scuotersi, ma rischiano anche di commettere errori fatali.  All’8’ primo cartellino giallo della partita per la Lazio, per la precisione per Parolo per una dura entrata su Mandzukic, colpo al volto per il croato su “sbracciata” in gioco aereo. Poco dopo Luis Alberto protesta per un pestone subito, ma l’arbitro Irrati lascia proseguire l’azione offensiva della Juventus che si spegne però in un nulla di fatto. La Juventus sembra comunque ben piazzata in difesa e rischia poco, mantenendo il vantaggio di misura in questo inizio di secondo tempo. (agg. di Fabio Belli)

I BIANCOCELESTI CI PROVANO

Mantiene il vantaggio di misura la Juventus contro una Lazio che ha accusato il colpo del gol di Pjanic, riuscendo comunque a imbastire una reazione che ha portato a due conclusioni, la prima di destro in diagonale di Immobile, la seconda di Milinkovic-Savic dalla lunga distanza, che non hanno creato eccessivi grattacapi a Szczesny. Al 42’ Strakosha si è dovuto impegnare per bloccare a terra una conclusione di Cristiano Ronaldo sporcata da una deviazione, mentre Bonucci si dimostra guardiano implacabile di Immobile, a cui non manca la consueta voglia di combattere. Al 45’, Marusic scappa via a Matuidi e guadagna calcio di punizione dal vertice destro dell’area juventina. Ammonizione per il francese, Szczesny esce temerario sul cross pennellato da Luis Alberto su punizione. Allo scadere dei 2’ di recupero, interessante colpo di testa di Parolo di poco alto su cross di Milinkovic-Savic. La prima frazione di gioco si chiude con la Juventus in vantaggio di misura all’Allianz Stadium contro la Lazio. (agg. di Fabio Belli)

PALO DI KHEDIRA, POI SEGNA PJANIC!

Juventus vicinissima in gol in due occasioni al 19’ del primo tempo. Prima batti e ribatti in area laziale, Khedira arriva alla conclusione quasi a colpo sicuro ma coglie un clamoroso palo a portiere battuto, complice una deviazione di Acerbi con ogni probabilità provvidenziale per la Lazio. Poi Bernardeschi con un’insidiosa traiettoria a rientrare chiama Strakosha al grande intervento. Nella fase centrale del primo tempo aumenta la pressione bianconera, la Lazio però aveva avuto a sua volta una grande occasione al 12’ con una staffilata di Lulic che Szczesny è stato bravissimo a togliere dall’angolino basso. Alla mezz’ora però la Juventus passa: Wallace respinge un pallone di testa che arriva sui piedi di Pjanic, che da fuori area realizza il vantaggio juventino. (agg. di Fabio Belli)

SQUADRE SUBITO AGGRESSIVE

10’ nel primo tempo e ancora 0-0 tra Juventus e Lazio. Entrambe le squadre sono partite aggressive nel pressing sui portatori di palla, la Lazio prova a concedere meno spazi possibili ma non riesce a ripartire una volta proiettata nella metà campo avversaria, con Milinkovic-Savic già protagonista di qualche errore di misura nei passaggi. Nella Lazio Strakosha deve prodursi in un paio di disimpegni un po’ rischiosi ma ben gestiti. Anche la Juve sbaglia qualcosa, ma su una rimessa in zona d’attacco per la Lazio Matuidi sradica di potenza il pallone dai piedi di Immobile. All’8’ Cristiano Ronaldo sovrasta Marusic, ma il suo colpo di testa non crea grattacapi a Strakosha. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Pochi minuti ormai ci separano da Juventus Lazio, in attesa del fischio d’inizio però possiamo spendere qualche parole per i due allenatori che si confronteranno allo Stadium, Massimiliano Allegri e Simone Inzaghi. Parliamo di due dei migliori allenatori italiani in circolazione: Allegri vanta ben cinque scudetti, il curriculum di Inzaghi non è di certo paragonabile, ma il modo in cui si è conquistato e poi ha tenuto la panchina della prima squadra della Lazio, dove era arrivato da semplice traghettatore, dice davvero molto. Non a caso si è parlato proprio di Inzaghi come possibile sostituto di Allegri qualora Max avesse lasciato la Juventus: poi però tutti sono rimasti ai loro posti e oggi dunque si ritrovano da avversari allo Stadium, per un confronto molto stimolante. Adesso dunque è giunto il momento di far parlare il campo: leggiamo le formazioni ufficiali di Juventus Lazio, poi la partita avrà inizio! JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic, Ronaldo. Allenatore: Allegri. LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto, Immobile. Allenatore: Inzaghi. (Agg. di Mauro Mantegazza)

JUVENTUS LAZIO, DIRETTA LIVE

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Juventus Lazio è un’esclusiva in diretta tv per gli abbonati al satellite: l’appuntamento è su Sky Sport Serie A (canale 202) e sui canali di Sky Sport (precisamente al numero 251) dove sarà possibile acquistare il singolo evento. Qualora siate clienti Sky ma non abbiate a disposizione un televisore, potrete comunque seguire la partita di Serie A in diretta streaming video, collegando al vostro abbonamento fino ad un massimo di due dispositivi mobili (PC, tablet o smartphone) per attivare l’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi.

I PRECEDENTI

Juventus Lazio è naturalmente una partita che vanta moltissimi precedenti nella storia del calcio italiano. Facciamo allora un breve tuffo in questa storia, per analizzare i numeri dei confronti tra i bianconeri e i biancocelesti. Il bilancio complessivo parla di ben 176 partite, con 91 vittorie della Juventus a fronte di 43 successi della Lazio e 42 pareggi. Anche i gol segnati di conseguenza sono stati molti di più per i bianconeri: 309 contro 196. Limitandoci ai confronti in Serie A, le differenze sono minime: 79 vittorie della Juventus in 148 partite, nelle quali abbiamo avuto anche 33 successi della Lazio e 36 pareggi. Se poi considerassimo solamente le partite di Serie A in casa Juventus, ecco che avremmo 47 vittorie bianconere, 18 pareggi e solo nove colpaccio biancocelesti in 74 partite, anche se nella scorsa stagione fu la Lazio a vincere allo Stadium (1-2 con doppietta di Ciro Immobile), scherzetto poi restituito dalla Juventus che al ritorno espugnò l’Olimpico (0-1), con gol in extremis di Dybala. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE STATISTICHE

Andiamo a vedere qualche statistica che accompagna Juventus Lazio, anche se siamo solo all’inizio del campionato. La Juventus ha segnato 3 gol su 22 tiri complessivi. Bene il possesso palla, di poco inferiore al 66 per cento. A livello disciplinare nulla da segnalare, con zero ammoniti e zero esplusioni. Dopo una partita disputata, la Juventus ha collezionato un successo, zero pareggi e zero sconfitte. Tre i gol all’attivo per l’attacco bianconero, due quelli subiti dalla difesa. La Lazio, invece, ha totalizzato un gol, nonostante i 9 tiri totali effettuati nell’unica partita disputata, subendone due. Negativo il dato sul possesso palla, inferiore al 40 per cento (38,5 per cento per l’esattezza). Per la squadra biancoceleste 9 falli nel primo incontro stagionale e nessun cartellino da segnalare. Il rendimento attuale è pari a zero vittorie, zero pareggi e una sconfitta. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Juventus-Lazio sarà diretta dal signor Irrati della sezione Aia di Pistoia, scelto per lo stuzzicante anticipo che apre la seconda giornata di Serie A; il fischietto toscano all’Allianz Stadium sarà coadiuvato dai guardalinee Tegoni e Peretti con Mariani come quarto uomo, mentre Guida sarà alla VAR e al suo fianco ecco l’assistente AVAR Carbone. Per Irrati 88 partite già arbitrate in Serie A e 199 complessive, nelle quali ha estratto 857 cartellini gialli, 30 cartellini rossi ed ha espulso per doppia ammonizione 37 volte. Irrati ha arbitrato la Lazio in ben 13 precedenti occasioni, con un bilancio di sette vittorie, due pareggi e quattro sconfitte per i biancocelesti, mentre otto volte ha diretto la Juventus (sette vittorie e un pareggio per i bianconeri con tradizione dunque favorevolissima per i Campioni d’Italia), senza mai arbitrare però uno Juventus-Lazio, lacuna che sarà colmata oggi pomeriggio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Juventus Lazio, diretta dal signor Irrati, si gioca alle ore 18:00 di sabato 25 agosto e inaugura la seconda giornata del campionato di Serie A 2018-2019: inizio terribile per i biancocelesti, che dopo l’esordio casalingo contro il Napoli si trovano a giocare contro la squadra che ha vinto gli ultimi sette scudetti. Se non altro un bel modo per testare subito la competitività del gruppo per Simone Inzaghi; la Juventus non deve sottovalutare l’impegno, non solo perchè l’anno scorso ha perso a Torino contro la Lazio (oltre a lasciarle la Supercoppa poco prima) ma anche perchè nella prima giornata ha dovuto aspettare gli ultimi minuti per ribaltare, contro il Chievo, quella che stava diventando una sanguinosa sconfitta. Dunque una partita molto interessante che non vediamo l’ora di seguire minuto per minuto.

RISULTATI E PRECEDENTI

Come detto la Juventus ha rischiato fortemente di perdere all’esordio: l’autorete di Bani e soprattutto il gol di Bernardeschi hanno salvato Massimiliano Allegri, che ha subito fatto vedere quanto la sua panchina possa essere profonda. I bianconeri non hanno giocato male, ma dopo aver sbloccato la partita in tre minuti sono ricaduti nei vecchi errori, vale a dire tanti gol sbagliati e una sufficienza nel tenere pallone e distanze che ha portato al ribaltone del Chievo. Servirà da subito maggiore cattiveria per superare indenni queste giornate che precedono la sosta e la prima partita di Champions League, per mettere in chiaro le cose rispetto alla concorrenza; discorso simile per la Lazio, che era anche partita bene contro il Napoli (trovando il vantaggio) ma si è fatta raggiungere e superare da una squadra che è apparsa più pronta. Ripetersi per i biancocelesti non sarà affatto semplice, il gruppo di fatto è lo stesso dello scorso anno ma ha perso pedine importanti, e sono proprio quei giocatori che dovranno dirci quanto avessero giocato un ruolo fondamentale nella crescita esponenziale di una squadra che continua ad avere l’obiettivo della qualificazione in Champions League, ma avrà davanti a sè una strada decisamente più complicata.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS LAZIO

  Massimiliano Allegri potrebbe cambiare: non il modulo, ma la posizione di Cristiano Ronaldo che ha fatto meglio potendo partire largo. E dunque: se la difesa rimane invariata – Szczesny in porta, Joao Cancelo e Alex Sandro terzini con Bonucci e Chiellini a comporre il pacchetto centrale – in mezzo Emre Can si candida a prendere il posto di Khedira per affiancare Pjanic (senza dimenticare Matuidi) mentre con CR7 a sinistra ci sarebbe spazio per Mandzukic da prima punta, anche perchè con il croato la squadra ha girato decisamente di più. Il che ci porterebbe all’esclusione di un giocatore offensivo: presumibilmente Cuadrado, con Douglas Costa dirottato a destra e Dybala da trequartista. La Lazio invece ritrova gli squalificati: Lucas Leiva si posiziona davanti alla difesa come sempre, mentre Lulic è favorito per agire da esterno sinistro (Patric, che sarebbe comunque andato in panchina, deve ancora scontare un turno). Il resto della formazione dovrebbe essere confermato, a partire dai tre davanti a Strakosha: saranno Wallace, Acerbi e Radu. Marusic si sistema a destra, a rimanere fuori in mediana dovrebbe essere Badelj – anche lui un regista – e dunque dentro ancora Parolo, la qualità sulla trequarti è garantita da Luis Alberto mentre Milinkovic-Savic ci metterà anche il fisico, davanti un Ciro Immobile che da ex ha già punito più volte la Juventus.

QUOTE E PRONOSTICO

  La Juventus parte nettamente favorita nel pronostico della partita: ce lo dice anche l’agenzia di scommesse Snai, che infatti assegna alla vittoria bianconera – identificata dal segno 1 – un valore di 1,33 che è già basso di suo, ma che lo è nettamente di più in confronto alla quota di 9,50 che accompagna il segno 2, vale a dire quello da giocare per l’eventualità di un successo della Lazio. Vincereste invece una somma pari a 5,00 volte la cifra che avrete deciso di mettere sul piatto puntando sul segno X, che come sempre identifica il pareggio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori