Diretta/ Juventus Real Madrid (risultato finale 1-3) streaming video e tv: risolve Asensio! (ICC 2018)

- Mauro Mantegazza

Diretta Juventus Real Madrid streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole che le due squadre giocano nella notte a Landover

Bale_Bonucci_Juventus_RealMadrid_lapresse_2017
Bonucci torna allo Stadium - La Presse

DIRETTA JUVENTUS REAL MADRID (RISULTATO FINALE 1-3): FINE PARTITA

Al 72esimo Allegri manda in campo anche Barzagli e il giovane olandese Leandro Fernandes. Rifiatano Chiellini e Pjanic. Tentativo di Pereira. Sinistro del giovane bianconero dalla distanza, la palla termina larga. Tra le fila del Real Madrid entrano José León e Martin Ødegaard. Escono Nacho e Javi Sánchez. Ammonito Reguilon. Intervento duro su un ottimo Cancelo. All’82esimo Lunin si supera. Punizione velenosa di Bernardeschi, gran riflesso del portiere dei blancos che respinge. I bianconeri provano a riaprirla fino alla fine. Punizione di Bernardeschi, colpo di testa di Rugani che mette a lato. Decide Asensio, il Real vince 3-1.

JUVENTUS REAL MADRID, DIRETTA LIVE

ASENSIO AL 56′ TROVA LA DOPPIETTA

Juve vicina al pari al 50esimo: Fagioli mette in mezzo, ma il Real si salva in extremis mettendo in angolo. Sugli sviluppi del corner, Chiellini non trova la porta di testa. Al 56esimo los blancos trovano ancora la via del gol. Ci pensa ancora Asensio. il centrocampista spagnolo elude l’intervento di Benatia e batte Szczesny. Al 60esimo la Juve rischia il tracollo. Contropiede Real: 4 contro 1. Fortunatamente Vinicius cincischia e De Sciglio gli soffia il pallone al momento della conclusione. Al 60esimo Allegri richiama in panchina Benatia, Favilli e Szczesny. Entrano in campo Pereira, Rugani e Perin. Anche Lopetegui cambia qualcosa: dentro Borja Mayoral e Lunin, fuori Ceballos e Navas. Al 65esimo Cancelo impegna il neo-entrato, Lunin. Il portoghese affonda in area e calcia a botta sicura: l’estremo difensore del Real si oppone con i piedi. Poco dopo Chiellini si divora un gol. Pjanic batte la punizione a sorpresa, il difensore ruba il tempo alla difesa del Real e cerca di beffare Lunin con un cucchiaio, ma spedisce a lato.

RETE DI ASENSIO AL 48′

Nel corso dell’intervallo, per il Real Madrid, subentrano Odriozola, Llorente, Vazquez, Vinicius e Asensio. A lasciare il rettangolo di gioco sono stati Carvajal, Kroos, Isco, Benzema e Bale. Un solo cambio nella Juventus: fuori Khedira, dentro Fagioli. Dopo una primissima fase di studio i blancos passano subito in vantaggio con un’azione in velocità: Vinicius serve in area Asensio che batte indisturbato Szczesny. e ribalta il risultato: 1-2.

PAREGGIA BALE AL 40′

Real ancora vicino al gol. Isco entra in area dalla sinistra, converge e tenta di sorprendere Szczesny sul primo palo, ma stringe troppo e manda abbondantemente a lato. La Juve prova a non farsi schiacciare. Alex Sandro conquista un corner. Pjanic batte l’angolo, Navas allontana con i pugni. Il portiere costaricense risponde presente, subito dopo, su un traversone alto proveniente da sinistra. Il gol del pareggio arriva al 40esimo. Benatia respinge di testa al limite dell’area, Pjanic non controlla e ne approfitta Bale che con un gran sinistro batte Szczesny dalla distanza. Reazione bianconera. Pjanic scodella in area, Nacho anticipa Benatia. Sul ribaltamento di fronte il Real Madrid fa paura. Gran destro dal limite del giovane esterno mancino del Real, Reguilon: bravissimo Szczesny ad allungarsi e a deviare in angolo. Nei minuti di recupero ci riprova Bale. Punizione centrale del gallese: la sfera rimbalza davanti a Szczesny che blocca in due tempi.

CARVAJAL INSACCA NELLA PROPRIA RETE AL 12′

Le Merengues si fanno vedere in avanti. Gran palla in verticale di Kroos, Bale non aggancia in area. Poco dopo Reguilon cerca Isco in profondità, ma la sfera si perde sul fondo.Il risultato si sblocca al 12esimo. Grande azione orchestrata da Pjanic e Bernardeschi. Il talento di Carrara apre per Cancelo che mette subito in mezzo col sinitro e propizia l’autogol di Carvajal, che in scivolata, nel tentativo di chiudere, beffa Casilla. Il Real sembra accusare il contraccolpo per il gol incassato. La Juve insiste. Favilli gira in area un pallone molto pericoloso, ma chiude Reguilon. Il Real prova a reagire alzando il baricentro. In questa fase se la cava bene Benatia, abile a non abboccare alle finte di Isco. Al 25esimo los blancos vanno vicinissimi al gol. Palla bassa di Isco, girata col sinistro di Bale che colpisce male e manda alto.

INIZIO GARA

Bianconeri in campo con il 4-3-3. Tra i pali Szczesny, in difesa De Sciglio, Benatia, Barzagli, Alex Sandro. In mediana Khedira, Pjanic e Marchisio. In avanti spazio a Bernardeschi, Favilli e Cancelo. Stesso modulo scelto da Lopetegui. In porta Casilla, linea difensiva con Carvajal, Nacho, Sanchez e Reguilon. In mezzo a campo Valverde, Kroos e Ceballos mentre in attacco  Isco, Benzema e Gareth Bale. La Juventus batte il calcio d’inizio. La squadra di Allegri in maglia nera con numeri gialli. Real con la tradizionale maglietta bianca. Ritmi subito alti a Washington. Cancelo soffia palla a Ceballos e prova il filtrante per Favilli. Anticipo provvidenziale di Javi Sanchez. Al quinto minuto viene ammonito Benatia. Errore del marocchino che perde banalmente la sfera in mezzo al campo ed è costretto a placcare Isco per evitare danni peggiori. L’arbitro non può far altro che estrarre il cartellino giallo.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Tutto è pronto per Juventus Real Madrid, fra pochi minuti infatti si andrà in campo per questa affascinante amichevole valida per la International Champions Cup 2018; in Italia è ormai mezzanotte, ma la sfida merita uno sforzo, per i tifosi juventini ma in generale per tutti gli appassionati di calcio. I motivi d’interesse sono davvero tantissimi, anche se le formazioni in questo periodo sono ancora incomplete; basterebbe ad esempio tornare indietro di pochi mesi, per la precisione ad aprile, per ricordare i quarti della scorsa Champions League. La vittoria per 0-3 del Real allo Stadium, con tanto di standing ovation da parte dei tifosi della Juventus per Cristiano Ronaldo (che potrebbe avere avuto un grande ruolo sulle decisive decisioni del portoghese), poi la rimonta sfiorata dalla Juventus al Bernabeu, con un finale rovente che nessuno potrà dimenticare facilmente. Adesso però bisogna pensare a una partita che non può certamente essere trattata come una qualsiasi amichevole, a maggior ragione dopo quello che abbiamo ricordato: andiamo allora a leggere le formazioni ufficiali di Juventus Real Madrid, poi la parola deve passare al campo! Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Benatia, Barzagli, Alex Sandro;, Khedira, Pjanic, Marchisio, Bernardeschi, Favilli, Cancelo. Real Madrid (4-3-3): Casilla; Carvajal, Nacho, Sanchez, Reguilon; Valverde, Kroos, Ceballos; Isco, Benzema, Bale. (Agg. di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

Juventus Real Madrid, come tutte le partite della International Champions Cup, sarà visibile sulla televisione satellitare. In particolare, per tutti gli abbonati l’appuntamento sarà in diretta tv sul canale Sky Sport International Champions Cup, come in queste settimane è stato ribattezzato il canale numero 208 della piattaforma, oppure in alternativa in diretta streaming video tramite il sito oppure l’applicazione di Sky Go.

LO STADIO

Juventus Real Madrid, come abbiamo già accennato, si giocherà presso lo stadio FedEx Field di Landover, nel Maryland. La International Champions Cup, nella sua “sezione” americana, tocca moltissime città in ogni parte degli States e oggi tocca appunto a questa località che di fatto possiamo considerare come un sobborgo della capitale federale Washington, dal momento che si trova a brevissima distanza dal District of Columbia. Non a caso il FedEx Field, come è stato ribattezzato per evidenti motivi di sponsorizzazione il Jack Kent Cooke Stadium, ospita le partite casalinghe dei Washington Redskins della NFL, il massimo campionato di football americano. L’impianto d’altronde è stato destinato a casa dei Redskins fin dalla sua inaugurazione, avvenuta nel 1997, tanto che Jack Kent Cooke era il proprietario della squadra, il quale era da poco deceduto. Oggi invece sarà protagonista il calcio, con una partita di altissimo livello che potrebbe attirare l’attenzione anche degli americani, spesso freddi nei confronti del soccer. (Agg. di Mauro Mantegazza)

IL GRANDE ASSENTE

Sempre più vicina Juventus Real Madrid, in attesa dell’amichevole per la International Champions Cup che avrà un grande protagonista sia pure assente. In molti anche a Landover, nei dintorni di Washington, penseranno a Cristiano Ronaldo e non potrebbe essere diversamente nel pieno dell’estate che nel mondo del calcio verrà ricordata per il Mondiale della Francia e appunto per il passaggio di CR7 dal Real Madrid alla Juventus. Per gli spagnoli un addio doloroso: 450 gol segnati in 438 presenze in partite ufficiali non avrebbero bisogno di ulteriori commenti, aggiungiamo allora semplicemente che hanno portato alla vittoria di due Liga e altrettante Coppe del Re e Supercoppe di Spagna, quattro Champions League, tre Mondiali per Club e due Supercoppe europee. Per la Juventus invece la speranza è che Cristiano Ronaldo possa essere decisivo per la conquista della Champions League, che ai bianconeri manca da 22 anni e da troppe finali perse. Un incrocio in Europa avrebbe a dir poco un sapore speciale… (Agg. di Mauro Mantegazza)

LA SITUAZIONE

Juventus Real Madrid sarà la terza e ultima partita per i bianconeri nella International Champions Cup 2018, mentre per gli spagnoli sarà il secondo impegno e in seguito per i campioni d’Europa ci sarà infatti ancora l’impegno contro la Roma. La Juventus aveva debuttato il 26 luglio a Philadelphia con una bella vittoria per 2-0 sul Bayern Monaco firmata dalla doppietta del giovane Favilli al 32’ e al 40’ minuto di gioco, poi è arrivato un altro successo contro il Benfica nella partita giocata ad Harrison il 28 luglio, anche se in questo caso solamente ai calci di rigore dopo che il match era finito con un pareggio per 1-1 in virtù dei gol segnati da Grimaldo per i portoghesi al 65’ e da Clemenza per il pareggio juventino al minuto 84. Il Real Madrid per il momento è ultimo, dal momento che ha giocato una sola partita e l’ha persa, il 1° agosto a Miami contro il Manchester United che si è imposto per 2-1 con i gol di Sanchez ed Herrera, rendendo vano il successivo gol di Benzema che è servito solamente per accorciare le distanze. (Agg. di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Juventus Real Madrid è una delle tante prestigiose partite amichevoli valide per la International Champions Cup, si gioca questa notte alle ore 0.05 italiane, cioè quando in Italia tecnicamente sarà già domenica 5 agosto, mentre negli Stati Uniti sarà ancora naturalmente sabato 4 agosto. La formazione bianconera allenata da Massimiliano Allegri tornerà in campo infatti a Landover, nel Maryland, per la precisione presso il FedEx Field che ospiterà l’incrocio fra gli spagnoli campioni d’Europa e i bianconeri campioni d’Italia. Sarebbe naturalmente la partita di Cristiano Ronaldo, se non fosse che il portoghese è da poco rientrato dalle vacanze posticipate a causa dei Mondiali e di conseguenza è rimasto in Italia ad allenarsi: ci saranno altre occasioni per il primo incrocio fra CR7 e la sua ex squadra, per il momento ci potremo godere un Juventus Real Madrid che è sempre e comunque un piatto prelibato, anche in piena estate e con diverse assenze forzate fra i reduci dai Mondiali, non solo Cristiano Ronaldo.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS REAL MADRID

Un test di lusso questo Juventus Real Madrid per i due allenatori, Massimiliano Allegri e Julen Lopetegui che è all’inizio della propria esperienza sulla panchina del Real Madrid che ha fatto discutere fin dal momento dell’annuncio, per la modalità in cui la notizia è giunta, causando l’addio alla Nazionale spagnola. Abbiamo già citato le tante assenze forzate, andiamo allora a curiosare fra le probabili formazioni per capire come le due squadre potrebbero scendere in campo. Per la Juventus si annuncia una difesa sostanzialmente titolare, più novità (per scelta o per necessità) negli altri reparti: in porta dunque Szczesny; retroguardia a quattro con Cancelo, Barzagli, Chiellini e Alex Sandro da destra a sinistra; a centrocampo con Khedira e Pjanic potrebbe esserci una chance per il giovane Fernandes; infine un tridente d’attacco decisamente anomalo con Bernardeschi a destra, Favilli punta centrale e De Sciglio avanzato a sinistra. Anche il Real Madrid sarà un mix di nomi notissimi e giovani meno conosciuti, almeno in Italia: nel 4-2-3-1 spagnolo ecco Casilla in porta; difensori Odriozola, Nacho, Vallejo e Carvajal; nella coppia in mediana Llorente e Isco, poi Arnaiz Oscar, Ceballos e Bale sulla trequarti in appoggio alla prima punta Benzema.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori