Diretta/ Torino Napoli (risultato finale 1-3) streaming video Dazn: grande prestazione degli ospiti!

- Stefano Belli

Diretta Torino Napoli, info streaming video Dazn: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la quinta giornata della Serie A

Callejon_Koulibaly_gol_Napoli_Verona_lapresse_2018
Probabili formazioni Genk Napoli (Foto LaPresse)

DIRETTA TORINO NAPOLI (RISULTATO FINALE 1-3): VITTORIA DEGLI OSPITI!

Torino-Napoli termina con il risultato di 3-1 in favore dei partenopei. Decidono una doppietta di Lorenzo e Insigne e una splendida rete di Simone Verdi. Inutile il calcio di rigore trasformato dal Gallo Belotti a inizio ripresa. Dopo la seconda marcatura di Insigne la gara è virtualmente chiusa. Il Torino non costruisce più azioni degne di nota, mentre il Napoli si limita a controllare il match. Capitolo ammonizioni: alla fine saranno quattro gli ammoniti, tre nel Napoli (Koulibaly, Rog e Albiol) e uno nel Torino (Izzo). Migliore in campo: Lorenzo Insigne, senza ombra di dubbio. Il peggiore è Moretti, pessimo nella difesa granata.

DIRETTA TORINO NAPOLI (RISULTATO 1-3): DOPPIETTA DI INSIGNE!

Quando siamo all’80’ di gioco il risultato di Torino-Napoli è di 3-1 in favore dei partenopei, che tornano a distanza di sicurezza grazie alla doppietta realizzata da Lorenzo Insigne. Al 59’, in piena balia degli avversari, il Napoli colpisce in contropiede. Mazzarri ordina ai sui di alzarsi ma così facendo scopre il fianco agli azzurri, letali in fase di ripartenza. E così puntualmente avviene. Izzo cincischia sul pallone e fa ripartire Mertens. Il belga scambia con il neo entrato Zielinski che a sua volta apre per Callejon. Lo spagnolo scolpisce il palo ma il pallone finisce sui piedi di Insigne. L’attaccante calcia trovando il bersaglio grosso, non prima di colpire a sua volta il palo.

TORINO NAPOLI, DIRETTA LIVE

BELOTTI FREDDA OSPINA!

Quando siamo al 55’ di gioco il risultato di Torino-Napoli è di 2-1 in favore dei partenopei. Nella ripresa il Toro carica e incorna gli avversari. Gli uomini di Mazzari rientrano subito in partita grazie a un calcio di rigore realizzato da Belotti al 51’. Tutto nasce da un bell’inserimento di Berenguer, che evita l’intervento di Luperto. Il terzino del Napoli colpisce direttamente l’esterno granata e per Irrati non ci sono dubbi: calcio di rigore. Dagli undici metri va Belotti che spiazza Ospina. Adesso è tutta un’altra partita perché il Napoli non riesce a ripartire come invece faceva nel primo tempo. Intanto Ancelotti spende il primo cambio: fuori Verdi, dentro Zielinski.

FINE PRIMO TEMPO!

Il primo tempo di Torino-Napoli termina con il risultato di 2-0 in favore degli azzurri per effetto delle reti di Insigne e Verdi. Partita subito in discesa per gli ospiti, che approfittano di un errore difensivo dei granata e passano in vantaggio con Insigne. Il Toro va in tilt e rischia di subire il raddoppio. Da segnalare tre occasioni invitanti per il Napoli capitate a Verdi, Koulibaly e Mertens. Al 20’ gli uomini di Ancelotti raddoppiano con un gol fantastico di Verdi, che con un sinistro al volo raccoglie l’assist di Mertens e batte Sirigu. Nel finale i granata alzano il proprio baricentro ma si fanno notare soltanto con un tiro di Zaza neutralizzato senza problemi da Ospina.

RADDOPPIO DI VERDI!

Quando siamo giunti alla mezzora di gioco il risultato di Torino-Napoli è di 2-0 in favore degli azzurri. Dopo la rete siglata in avvio da Insigne, gli uomini di Ancelotti trovano il raddoppio con Simone Verdi. Ma andiamo con ordine. Al 14’, dopo gli sviluppi di un corner, Albiol alimenta l’azione con un cross per Koulibaly. Il colpo di testa del difensore viene respinto in qualche modo da Sirigu. Al 19’ Mertens lascia partire un fendente dalla destra che viene deviato in corner da Izzo, che riesce ad anticipare il liberissimo Insigne, pronto per la doppietta. Al 20’ ecco il meritato raddoppio partenopeo. Gol pazzesco del Napoli, con Verdi che fa partire l’azione. L’ex Bologna va per vie centrali e scarica sulla sinistra per Mertens; il belga restituisce la sfera al compagno, che nel frattempo si era portato in area avversaria. Sinistro al volo di Verdi e rete fantastica. Altro grave errore della difesa granata. E il Torino? L’unico sussulto è un tiro di Zaza bloccato da Ospina.

GOL DI INSIGNE!

Quando siamo al 10’ di gioco il risultato di Torino-Napoli è di 1-0 in favore degli azzurri per effetto del gol siglato da Insigne al 3’. Pronti, via. Il Napoli parte subito fortissimo e mette in risalto tutti i limiti della retroguardia avversaria. Luperto si sovrappone sulla corsia mancina e ha tutto il tempo di mettere in mezzo un traversone basso. La difesa granata avrebbe la possibilità di spazzare la minaccia ma Moretti allontana sul corpo di Nkoulou. Il pallone rimane in area, dove Insigne non ha pietà nel caricare un destro che finisce alle spalle di Sirigu. Il Toro non riesce a costruisce uno straccio di manovra e rischia di subire l’imbarcata al 7’, quando Mertens appoggia per Verdi. Decisivo l’intervento di Izzo, bravo anche poco dopo nel deviare in corner un traversone dello stesso Mertens.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Tutto è pronto per Torino Napoli, una sfida di grandissimo prestigio per il calcio italiano fra due dei principali allenatori della nostra scuola. Walter Mazzarri è una garanzia di rendimento e adesso proverà a riportare il Torino in Europa League, palcoscenico che i granata hanno calcato solamente per una stagione in epoche recenti; il confronto con Carlo Ancelotti non sarà semplice, ma d’altronde per chi lo sarebbe? Carletto ha vinto ovunque, dalla Spagna alla Germania, dall’Inghilterra alla Francia, e senza un certo Cristiano Ronaldo il suo ritorno in Serie A dopo nove anni sarebbe stata la notizia dell’estate. Basterà per regalare a Napoli il tanto desiderato terzo scudetto della storia? Adesso però è giunto il momento di scendere in campo: novità interessanti nelle formazioni ufficiali, Ancelotti lancia Luperto, Rog e Verdi dal primo minuto lasciando fuori Mario Rui, Allan e Zielinski, Mertens preferito a Milik per affiancare Lorenzo Insigne. Walter Mazzarri invece sceglie il 4-3-3 con Ola Aina terzino sinistro, Zaza esterno nel tridente. TORINO (4-3-3): Sirigu; Izzo, N’Koulou, E. Moretti, Aina; Baselli, Rincon, Meité; Zaza, Belotti, Berenguer. Allenatore: Walter Mazzarri NAPOLI (4-4-2): Ospina; Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Luperto; Callejon, Hamsik, Rog, Verdi; Mertens, L. Insigne. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta streaming video via internet dell’incontro Torino Napoli sarà trasmessa in esclusiva per tutti gli abbonati DAZN, che potranno collegarsi con i loro dispositivi sul web, smartphone, tablet e pc, o anche attraverso l’app per le smart tv per seguire il match, altrimenti non sarà disponibile la diretta tv classica.

IL PASSATO DI MAZZARRI

Walter Mazzarri ritrova il suo passato nel decimo Torino-Napoli del nuovo millennio. Nei precedenti gli azzurri si imposero con sei vittorie contro i tre successi dei granata. Non vi sono invece dei pareggi. L’ultimo precedente all’Olimpico Grand Torino risale allo scorso campionato quando la squadra all’epoca di Maurizio Sarri si impose col risultato di 1-3. Fu una partita decisa praticamente nella prima mezzora quando andarono in rete Kalidou Koulibaly, Piotr Zielinski e Mara Hamsik. Servì solo come rete della bandiera quella di Andrea Belotti nella ripresa al minuto 63. L’ultimo successo casalingo dei granata contro questo avversario lo siglò Kamil Glik in un 1-0 del marzo del 2015. La vittoria più rotonda invece risale al maggio del 2017 in una gara terminata col risultato di 0-5. Gli azzurri andarono in gol dopo sette minuti con José Maria Callejon e dilagarono dopo la mezzora con i gol di Lorenzo Insigne, Dries Mertens, ancora Callejon e Piotr Zielinski. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE STATISTICHE

Il lunch match della quinta giornata di campionato di serie A vede il Torino ospitare il Napoli: un classico della nostra Serie A, che proviamo adesso ad inquadrare mediante le statistiche delle due squadre nelle prime uscite di questo nuovo campionato. La formazione di casa ha palesato fino a questo momento qualche difficoltà nel trovare la via della rete avendo segnato soltanto in quattro occasioni a fronte di altrettante reti subite. Il possesso palla è di circa 25 minuti per un volume di gioco che ha permesso di creare 184 occasioni pericolose con 37 tiri complessivi di cui 23 nello specchio di porta. La formazione allenata da Carlo Ancelotti nelle quattro gare precedenti ha trovato il gol in sei occasioni subendo però altrettante segnature. Rispetto agli altri anni c’è meno possesso palla che in media è di 30 minuti a gara però ci sono state 222 occasioni offensive con ben 63 tiri complessivi e 30 sono finiti nello specchio di porta.

L’ARBITRO

L’incontro tra Torino e Napoli, valido della quinta giornata del campionato di Serie A, sarà una partita diretta oggi dal signor Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia. Gli assistenti di linea sono i signori Tegoni e Passeri, a fungere da quarto uomo ci sarà il signor Banti mentre nella postazione Var si accomoderà il signor Mazzoleni e all’Avar il signor Tonolini, a completare la squadra arbitrale allo stadio Olimpico-Grande Torino. Irrati è nato a Firenze nel 1979 e dal 2012 calca i principali terreni di gioco italiani. In questa prima parte della nuova stagione è stato chiamato in causa in quattro occasioni di cui due in Serie A: alla seconda giornata ha diretto Juventus Lazio terminata sul 2-0 e con cinque cartellini gialli, mentre alla quarta giornata ha arbitrato l’incontro tra Frosinone e Sampdoria terminato sullo 0-5, caratterizzato anche da quattro cartellini gialli ed un calcio di rigore.

INFO E ORARIO

Torino-Napoli, diretta dal signor Irrati di Pistoia, domenica 23 agosto 2018 alle ore 12.30, sarà il lunch match della quinta giornata d’andata del campionato di Serie A. Torino a quota 5 punti e Napoli a quota 9, secondo in classifica a braccetto con la sorprendente Spal, dopo le prime quattro giornate di campionato. Questo è quanto accaduto finora con i partenopei che sembrano come l’anno scorso l’unica squadra in grado di poter dare fastidio alla Juventus capolista. E’ già arrivata però per la squadra allenata da Carletto Ancelotti una dura battuta d’arresto con cui fare i conti, lo 0-3 subito in casa della Sampdoria. E anche l’esordio in Champions League degli azzurri non è stato esaltante, solo 0-0 in casa della Stella Rossa di Belgrado, un risultato che ha costretto ora il Napoli a guardare con maggiore preoccupazione ai prossimi impegni con le big del girone, il Liverpool ed il Paris Saint Germain.

Il Torino invece, dopo la sconfitta interna, sfortunata e subita al 90′, contro la Roma, ha pareggiato con una gran rimonta in casa dell’Inter e battuto di misura in casa la Spal. Contro l’Udinese in trasferta domenica scorsa è arrivato un pareggio 1-1, con tante recriminazioni che per i granata hanno fatto il paio con quelle relative alla partita contro la Roma. Il rapporto tra il mister Mazzarri e gli arbitri continua dunque ad essere piuttosto burrascoso, anche se comunque il Toro ha dimostrato in queste prime partite di avere un potenziale interessante, soprattutto rispetto alla passata stagione. Il Napoli sarà un banco di prova importante con i partenopei che dalla loro cercheranno di evitare una ulteriore frenata alle loro ambizioni di inizio stagione.

PROBABILI FORMAZIONI TORINO NAPOLI

Presso lo Stadio Olimpico Grande Torino scenderanno in campo queste probabili formazioni. Granata padroni di casa in campo con Sirigu come estremo difensore e una difesa a tre composta da Izzo, Moretti e dal camerunese N’Koulou. A centrocampo, il francese Meite, Baselli e Soriano si muoveranno per vie centrali, mentre a De Silvestri sarà affidata la fascia destra ed il francese Berenguer sarà l’esterno laterale mancino. In attacco, faranno coppia Simone Zaza e il ‘Gallo’ Belotti, entrambi nel giro della Nazionale azzurra di Roberto Mancini. Risponderà il Napoli con il colombiano Ospina tra i pali, l’albanese Hysaj schierato in posizione di terzino destro e il portoghese Mario Rui schierato in posizione di terzino sinistro, mentre il senegalese Koulibaly e lo spagnolo Raul Albiol formeranno la coppia di difensori centrali. A centrocampo spazio al brasiliano Allan, al Capitano slovacco Marek Hamsik e al polacco Zielinski, mentre nel tridente offensivo azzurro partiranno dal primo minuto Lorenzo Insigne, il belga Dires Mertens e l’altro spagnolo José Maria Callejon.

CHIAVE TATTICA E PRECEDENTI

Tatticamente, il Torino di Mazzarri insisterà sul 3-5-2 come modulo di partenza, così come il Napoli di Ancelotti sarà schierato con il 4-3-3. Il Napoli ha vinto l’ultimo precedente in casa del Toro nello scorso campionato, 3-1 il 16 dicembre 2017 con reti di Koulibaly, Zielinski e Hamsik nel giro di mezz’ora, ed i granata in grado solo di accorciare le distanze nella ripresa con Belotti. Il Napoli ha vinto le ultime tre sfide di campionato in casa del Torino: ultimo successo dei granata il primo marzo 2015, quando si imposero 1-0 con una rete del difensore polacco Kamil Glik. Negli ultimi vent’anni fra Torino e Napoli non si è mai fatto registrare un pareggio quando i granata erano padroni di casa. 

QUOTE E PRONOSTICI

Le quote delle agenzie di scommesse per il match vedono i partenopei favoriti, nonostante il fattore campo avverso. La vittoria in casa del Torino viene quotata 4.40 da Eurobet, l’eventuale pareggio viene proposto da Bwin ad una quota di 3.70, mentre William Hill quota 1.83 la possibile vittoria in trasferta dell’Atalanta. Per chi punterà sul numero di gol complessivamente realizzati, Bet 365 quota 1.80 l’over 2.5 e 2.00 l’under 2.5.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori