DIRETTA / Italia Serbia (risultato finale 0-3): sconfitta netta per gli azzurri (Mondiali volley)

- Michela Colombo

Diretta Italia Serbia: risultato finale 0-3. Sconfitta netta per gli azzurri nella prima partita ai Mondiali volley 2018: i balcanici ci travolgono con i parziali di 15-25, 20-25, 17-25

italia_nazionale_volley_maschile_fivb_2018
Diretta Italia Australia (fivb - repertorio)
Pubblicità

DIRETTA ITALIA SERBIA (0-3): 15-25, 20-25, 17-25

Italia Serbia 0-3: inizia male la Final Six della nostra nazionale ai Mondiali volley 2018. Con i parziali di 15-25, 20-25, 17-25 gli azzurri di Gianlorenzo Blengini cadono a Torino e adesso le loro speranze di andare in semifinale sono appese a un filo, e passano necessariamente anche dalla partita tra Serbia e Polonia. Una sconfitta netta, senza appelli: al di là di un avversario di ben altra pasta rispetto a quelli incontrati finora (Russia a parte), la nazionale italiana non è mai stata in partita e ha peccato praticamente in tutti i fondamentali. Nel terzo set l’Italia non riesce a contenere lo strapotere fisico della Serbia: ci prova, rimane agganciata per un certo periodo, ma il parziale è una fotocopia di quelli precedenti e i balcanici, di fronte allo sconsolato pubblico di Torino, perde contatto dagli avversari e permette alla Serbia di conquistare addirittura tre match point consecutivi. E’ la fine delle speranze della nostra nazionale: venerdì contro la Polonia dovremo immediatamente rialzare la testa. (agg. di Claudio Franceschini)

Pubblicità

DIRETTA ITALIA SERBIA (0-2): 15-25, 20-25

Italia Serbia 0-2: con il parziale di 20-25 i balcanici vincono il secondo set, e allungano nella partita della Final Six ai Mondiali volley 2018. Il secondo set rischia di scappare esattamente come il primo, ma questa volta gli azzurri hanno una grande reazione e riescono a riprendere il filo del discorso, anche grazie a Ivan Zaytsev che come sempre si incarica di mettere a terra i punti pesanti; purtroppo un altro challenge a favore dei balcanici cancella il nostro -1 trasformandolo nel +3 serbo (15-18) e così dobbiamo ricominciare daccapo ma con i nostri avversari che si avvicinano pericolosamente a quota 25. Gli azzurri restano in linea di galleggiamento, ma la Serbia non si fa intimorire dal pubblico di Torino: trova altri due punti e si porta a +4, andando poi a chiudere. Adesso servirà la migliore Italia per rientrare in partita… (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE ITALIA SERBIA

Ricordiamo a tutti gli appassionati che in occasione dell’edizione casalinga dei Mondiali 2018 di volley maschile tutte le partite degli azzurri saranno visibili in diretta tv su Rai Due, dando così alla nostra Nazionale la platea della televisione generalista. Proprio per questo motivo tra l’altro Italia-Serbia si giocherà con inizio alle ore 21.15, al termine del telegiornale della seconda rete Rai, orario ormai classico per i match degli azzurri. Ci sarà anche la diretta streaming video della partita, disponibile gratuitamente per tutti tramite il sito o l’applicazione di Rai Play. 

Pubblicità

ITALIA SERBIA, STREAMING VIDEO SU RAI DUE

DIRETTA ITALIA SERBIA (0-1): 15-25

Italia Serbia 0-1: il primo set della prima partita alla Final Six dei Mondiali volley 2018 si conclude con il risultato di 15-25 e dunque siamo sotto a Torino. Gli azzurri erano partiti bene comandando il gioco coinvolgendo come sempre Ivan Zaytsev e Osmany Juantorena, ma presto la difesa serba ha iniziato a prendere le misure ai nostri attacchi e così i balcanici sono riusciti ad allungare, prima di un paio di punti e poi trovando addirittura il +7 sul 12-19. L’Italia spinta dal suo pubblico ha provato a recuperare la situazione, ma un challenge ha premiato la Serbia che ha realizzato il ventesimo punto, avviandosi in scioltezza verso la vittoria del primo set che ha archiviato senza troppi problemi e allungando nuovamente di un paio di punti. Adesso dobbiamo recuperare la situazione: possiamo sicuramente farlo. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ITALIA SERBIA (0-0): SI COMINCIA!

Sta finalmente per avere inizio la partita tra Italia e Serbia: a Torino parte anche per gli azzurri la Final six dei Campionati Mondiali di volley maschile e il capoluogo piemontese è in fermento per tale appuntamento. La formazione del ct Gianlorenzo Blengini si contende infatti con i “fratelli” della Serbia di Grbic (vista la notevole presenza di giocatori ben noti anche nei nostri campionati) il miglior accesso alle prossime semifinali, ma di certo la battaglia sarà ben dura: sono diversi però gli assi nella manica della nostra nazionale. Il primo favore ci arriva dal pubblico, sempre più caloroso sia nei palazzetti come in tv, come registrano i sold out oltre che gli ascolti record sulla tv di stato a ogni diretta degli azzurri. Il secondo jolly arriva poi dal calendario: di fatto l’Italia potrà riposare ben un giorno tra i due match della Final six (Serbia a minuti e venerdi Polonia) e queste ore di recupero saranno essenziali, benché chiaramente i nostri rimangano ben abituati a giocare a questa intensità. Infine l’arma vincente di Blengini anche oggi sarà la squadra: titolari o seconde scelte, nessuno si è dimostrato carente per ora in questi Mondali di volley e anche le “seconde linee” hanno regalato match di straordinario valore. Ma è tempo ora di dare la parola al campo: Italia-Serba sta per avere inizio!

L’ALTRO GRUPPO

Come è solito in questa fase dei Mondiali volley 2018, la Final Six, son due i gironi protagonisti: nel secondo vi son infatti Italia e Serbia, attesi oggi in campo e la Polonia. Ma che succede nell’altro gruppo? La domanda è lecita visto che solo le prime due di ogni girone avranno accesso alle semifinali e quindi la prima del primo gruppo sarà in campo con la seconda del secondo gruppo eccetera: bisogna quindi fare attenzione a individuare chi potrebbero essere i futuri avversati degli azzurri alle medaglie in questi Mondiali. Di fatto si tratta di un girone davvero di ferro, con tre nazionali, dalla storia, palmares e protagonisti di primissimo livello: le urne di Torino hanno infatti sorteggiato un gruppo con Brasile, Stati Uniti e Russia. Sulla carta i fan degli azzurri potrebbero quindi esultare pensando che i ragazzi di Blengini abbiano scampata bella: di fatto però Serbia e Polonia sono avversari di primissimo livello e più che mai temibili, visto che basterà ricordare che i polacchi sono i campioni in carica e che al servizio di Grbic troviamo metà della nostra Superlega.

I VOLTI NOTI NELLA SERBIA

Considerando ora più da vicino gli avversari dell’Italia in questo primo match della Final six dei mondiali, non possiamo non notare che nella nazionale della Serbia vi sono parecchi volti noti. Il primo arriva dalla panchina ed è quello di Nikola Grbic, allenatore della nazionale, ma pure tecnico dal 2016 della Blu Volley Verona, società di volley maschile che milita nel campionato di Serie A1 di Superlega. Volti ben presenti nella prima serie italiana anche tra i giocatori: ecco per esempio i due nomi della Sir Safety Perugia campione d’Italia Marko Podrascanin e Aleksandar Atanasijevic (con quest’ultimo vincitore del premio Miglior giocatore nel precedente campionato. Da non dimenticare pure Uros Kovacevic e Srecko Lisinac di Trento e Lazar Cirovic di Padova e Dusan Petkovic di Sora: persino il capitano Nemaja Petric ha militato nel nostro campionato, vestendo le maglie di Perugia e Modena

TESTA A TESTA

Alla viglia del match dei Mondiali di volley, Italia Serbia, non possiamo non considerare anche il lungo storico che le due formazioni oggi protagoniste a Torino conservano. Volendo solo prendere in esame gli anni più vicini a noi ecco che son ben 23 i testa a testa registrati tra le due formazioni di pallavolo maschile, dal 2009 a oggi, e tra World League, amichevoli, Mondiali e competizione continentali. Di fatto sono quindi 10 le affermazioni azzurre nello scontro diretto, che sempre ha regalato intense emozioni, visto l’eccezionale levatura dei suoi protagonisti, pur nel passare degli anni. Ricordiamo poi che fu proprio a favore della nostra nazionale italiana l’ultimo testa a testa registrato: l’occasione è ben recente visto che risale alla Nations League 2018 e per la precisione al primo turno, giocato il 27 di maggio: allora fu pieno successo della compagine di Blengini, con il risultato di 3-0.

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Italia-Serbia, è la partita in programma oggi mercoledì 26 settembre 2018 a Torino: fischio d’inizio fissato per le ore 21.15 per questo primo incontro degli azzurri del volley per la Final Six dei Mondiali 2018 di Italia-Bulgaria. Ecco il momento della verità per la formazione del ct Belgini: l’Italia di pallavolo maschile da oggi il suo via alla fase finale di questa competizione mondiale, che non solo ha visto gli azzurri come padroni di casa impeccabili, ma pure protagonisti assoluti. Arrivati infatti alla qualificazione a questa fase finale con un paio di match di anticipo, oggi la nostra nazionale si gioca contro i serbi del volto noto Nikola Grbic (allenatore della Blu Volley Verona, formazione di Superlega) le semifinali. La sfida non si annuncia affatto semplice specie se consideriamo che la formazione avversaria ha dalla sua nomi come quelli di Marko Podrascanin e Aleksandr Atanasjevic (entrambi campioni d’Italia con Perugia).

RISULTATI E PRECEDENTI

Come abbiamo prima preannunciato l’Italia del ct Belgnini ha ottenuto la sua qualificazione alla Final Six con un paio di incontri di anticipo. Avendo chiuso la prima fase a gironi a punteggio pieno, in virtù della regola per cui i punti ottenuti non vengono persi nel secondo gruppo, di fatto l’Italia ha chiuso questa fase con ben 22 punti. E’ stata quindi una prima e seconda fase davvero eccezionale sulla condotta dagli azzurri: l’unico neo nel loro curriculum è il KO subito al tie break contro la Russia, ma sono stati appena 6 i set concessi agli avversari. Ecco quindi che pur di fronte alla temibile Serbia la compagine di Gianlorenzo Blengini può dire comunque la sua: Grbic però conosce bene gli azzurri e i suoi non paiono meno motivati. Considerando il percorso della nazionale serba ecco infatti che gli avversari di oggi hanno chiuso le prime die fasi di questi Mondiali di volley con 19 punti, contando pure due sconfitte (con Polonia e Stati Uniti) e avendo concesso ben 12 parziali. Nonostante i dati il pronostico del match rimane ben aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori