Diretta/ Cosenza Perugia (risultato finale 1-1) streaming video Dazn: Kingsley acciuffa il Cosenza!

- Claudio Franceschini

Diretta Cosenza Perugia, info streaming video Dazn: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la sesta giornata del campionato di Serie B

Moscati_Perugia_delusione_lapresse_2018
Diretta Cosenza Perugia, Serie B 6^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA COSENZA PERUGIA (1-0) RETE DI KINGSLEY AL 72′

Ci prova il Perugia.  Vido scarica a Verre, che controlla e scarica il destro dalla distanza: la sfera finisce di poco alta sopra la traversa. Sostituzione per il Cosenza: fuori Maniero, dentro Perez. Brutta conclusione di Tutino: Palmiero gli cede il pallone, il numero 25 rientra sul destro e scarica un destro da dimenticare, che termina verso la bandierina. Sostituzione per il Perugia: fuori Mazzocchi, dentro Terrani. Cambio pure per il Cosenza: al posto dell’infortunato Capela entra Tiritiello. Gli umbri pareggiano al 73esimo. Melchiorri mette un cross morbido per Vido, bravo col controllo orientato e il tiro incrociato. Saracco ci mette un piede, ma sulla ribattuta c’è Kingsley: per lui, a porta sguarnita, è tutto facile. Sostituzione per il Cosenza: fuori Garritano, dentro Bruccini. Azione personale di Tutino, che riceve sulla sinistra, s’accentra ma sbatte sul muro biancorosso. Sostituzione per il Perugia: fuori Bianco, dentro Bordin. Nel finale i ritmi si abbassano. Il match termina in parità.

NESTA VIENE ALLONTANATO DAL CAMPO

Sostituzione all’intervallo per il Perugia: fuori Moscati, dentro Kinglsey. Parte a ritmi lenti il secondo tempo. La palla staziona prettamente a centrocampo in questa fase di gara. Al 51esimo, Mazzocchi va via sulla destra, guadagna il fondo e crossa. Dermaku però libera l’area. Occasione per i padroni di casa: palla in profondità per Corsi, che la dà bassa in area a Maniero. Finta e tiro dell’attaccante rossoblù, ma Gabriel blocca. Subito dopo Nesta viene allontanato dalla panchina. Non chiaro il motivo, ma di fatto Dionisi ha espulso l’allenatore del Perugia, che ora sta uscendo dal campo. Felicioli intanto scodella un pallone al centro e pesca Bianco. Il tiro del numero 8 viene deviato in angolo da un difensore. Kingsley batte un angolo con una traiettoria molto tagliata. Saracco esce così così, ma alla fine riesce a bloccare in due tempi. Verre gioca in verticale verso Melchiorri. L’ex Cagliari si gira e calcia, ma Dermaku mura la conclusione.

FINE PRIMO TEMPO

Mungo si attacca alla maglietta di Verre: fallo tattico e giallo per il numero 7. Poco dopo Moscati scodella un pallone sul secondo palo, dove Cremonesi manca di poco l’appuntamento col pallone. Palla in verticale alla mezzora per Melchiorri, che a memoria lancia Vido. Si ferma però quest’ultimo, l’azione sfuma. Al 34esimo Corsi appoggia a Garritano sulla destra. Quest’ultimo viene chiuso da Gyomber e perde il rimpallo: rimessa per il Perugia. Qualche istante dopo, Garritano fa partire il traversone sul secondo palo. Maniero impatta di testa, ma non dà né forza né precisione: palla fuori. Perugia vicinissimo al gol al 42esimo. Verre riceve al limite e cerca Melchiorri sulla destra. D’Orazio tocca, ma Melchiorri riesce comunque a controllare e calcia: il suo tentativo sbatte sul legno.

RETE DI MANIERO AL 14′

Braglia schiera il Cosenza con il 3-5-2. In porta Saracco, difesa con Capela, Dermaku e Legittimo. A centrocampo da destra verso sinistra Corsi, Mungo, Palmiero, Garritano e D’Orazio. In attacco Tutino e Maniero. Modulo a specchio per Nesta. Tra i pali Gabriel, settore difensivo occupato da El Yamiq, Gyömbér e Cremonesi. In mezzo al campo da destra verso sinistra ecco Mazzocchi, Moscati, Bianco, Verre e Felicioli. In avanti Vido e Melchiorri. Nei primi minuti le due squadre si studiano. La prima chance è degli ospiti. Bianco riceve sulla sinistra, rientra sul destro e mette al centro per l’ex Cittadella: il suo colpo di testa è troppo forte e la palla non viene indirizzata verso la porta. Al 14esimo il risultato si sblocca: passa in vantaggio il Cosenza. Felicioli perde palla sulla fascia, Tutino gliela sradica e va in area da Garritano. Tocco di prima poi a cercare Maniero, dimenticato all’altezza del secondo palo. L’attaccante rossoblù da lì spinge a rete in scioltezza. Il Perugia prova a reagire facendo possesso palla. Si chiude bene il Cosenza.

FORMAZIONI UFFICIALI

Sta per accendersi la partita della 6^ giornata della Serie B Cosenza-Perugia: vediamo qualche numero prima di dare la parola al campo. I calabresi hanno giocato una partita in meno rispetto agli umbri, con statistiche che potrebbero essere un po’ condizionate. La squadra umbra, oggi in trasferta, vanta un attacco migliore (4-2), mentre è parità nella fase difensiva (6-6). Il vantaggio del Grifone si nota anche nei tiri totali (46-38), in quelli verso lo specchio della porta avversaria (16-11), nei contrasti riusciti nel modo migliore (51-32) e nei passaggi completati (1717-1185). Il Cosenza si riscatta nella voce relativa ai calci d’angolo tirati (17-15). Ma è tempo ora di dare le parole al campo dove le formazioni ufficiali stanno per fare il proprio ingresso: Cosenza-Perugia sta per avere inizio! COSENZA (3-5-2): Saracco; Capela, Dermaku, Legittimo; Corsi, Bruccini, Mungo, Garritano, D’Orazio; Maniero, Tutino. All.: Braglia.  PERUGIA (3-5-2): Gabriel; Ngawa, Cremonesi, Gyomber; Mazzocchi, Moscati, Verre, Kingsley, Felicioli; Vido, Melchiorri. All.: Nesta. 

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Cosenza Perugia, come tutto il campionato di Serie B, sarà trasmessa su DAZN: la partita dello stado San Vito è dunque disponibile esclusivamente in diretta streaming video, dovrete utilizzare apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone perchè non è prevista una diretta tv tradizionale, anche se potrete comunque installare l’applicazione su una televisione abilitata e con collegamento a internet.

I TESTA A TESTA

Non è uno storico molto lungo quello che unisce Cosenza e Perugia, i due club protagonisti oggi nella sesta giornata della Serie B: andiamo quindi a curiosare nei dati a disposizione. Numeri alla mano vediamo infatti che sono appena 8 le occasioni in cui le due squadre si sono finora affrontate in maniera diretta: tali precedenti sono stati raccolti dal 1946 a oggi e tutti in occasione della Serie B. Proseguendo nella nostra analisi va poi ricordato che in tutto nel bilancio contiamo ben 5 pareggi, con una sola vittoria del Cosenza e due affermazioni del Perugia. Va poi aggiunto che appare datato l’ultimo precedente fissato tra le due squadre, visto che risale alla stagione 1995-1996 del Campionato della Serie B. Allora fu poi pareggio per 2-2 nel match di andata, ma successo con il risultato di 2-1 per il Perugia, allora padrone di casa contro il Cosenza. (agg Michela Colombo)

IL PROTAGONISTA

Nella sfida della sesta giornata della Serie B Cosenza Perugia, mettiamo sotto la lente di ingrandimento il numero 1 dei bruzi, ovvero Umberto Saracco, di cui di certo i tifosi rossoblù si attendono una grande reazione. Finora il Cosenza ha avuto ben poco da sorridere con le ultime posizioni in classifica, pochissimi punti e fin troppe reti incassate: serve quindi una grande risposta da parte degli uomini di Braglia, in primis dai portieri. In questa prima parte della stagione è stato Saracco il punto di riferimento tra i pali, ma la panchina del Cosenza ricorda anche il giovane ex Fiorentina Michele Cerofolini e il talentino della Sambenedettese Pietro Perina. Braglia per il momento non pare intenzionato a cambiare ma in caso dell’ennesimo KO non sarà certo l’unico a pensare di lanciare qualche volto più fresco. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

La gara Cosenza Perugia, allo stadio San Vito, sarà diretta dal signor Federico Dionisi il quale potrà avvalersi del prezioso supporto del quarto uomo Pillitteri e degli assistenti di linea Lombardi e Soricaro. Federico Dionisi fa parte della sezione arbitrale di L’Aquila, è nato nel 1988 In questa prima fase della nuova stagione calcistica avuto modo di dirigere il match di Coppa Italia valido per il secondo turno che ha visto in campo proprio il Perugia contro il Novara. Per gli umbri non è stata una cara semplice in quanto sono usciti sconfitti con il punteggio di 3 a 1 e con il direttore di gara e ha sventolato 5 cartellini gialli. Il signor Dionisi ha anche diretto una gara di Serie B alla prima giornata tra il Foggia e il Carpi terminata con la vittoria dei pugliesi con il punteggio di 4-2 mentre le sanzioni prese sono stati soi 3 cartellini gialli. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Cosenza Perugia, diretta dal signor Federico Dionisi, vale per la sesta giornata del campionato di Serie B 2018-2019: squadre in campo alle ore 15:00 di domenica 30 ottobre per un match delicato, visto che entrambe le compagini che si affrontano al San Vito stanno attraversando un periodo di difficoltà e hanno bisogno di rialzare la testa. Tuttavia se per il Cosenza era preventivabile una partenza molto complicata, come confermano i soli 2 punti conquistati fino a questo momento, lo stesso non si può dire del Perugia, che puntava ad un campionato da mina vagante ed invece si trova al momento a 4 punti. Classifica alla mano questo è quindi un match che mette in palio punti per la permanenza in cadetteria.

RISULTATI E PRECEDENTI

Come arrivano le due squadre a questo match? I calabresi fino a questo momento non hanno ancora vinto e sono reduci dalla sconfitta esterna sul campo della Cremonese: lo stadio Marulla, che dovrebbe essere il valore aggiunto per il raggiungimento della salvezza, fino a questo momento non pare funzionare tra la sconfitta subito a tavolino nella prima giornata ed il pareggio interno contro il Livorno. La grande difficoltà palesata dagli uomini di Braglia anche contro la Cremonese è la grande difficoltà ad andare in rete. Il Perugia arriva se possibile in condizioni peggiori, perché reduce da due sconfitte consecutive patite contro il Palermo (4 a 0) ed il Carpi (1 a 0). Queste due battute di arresto, arrivate dopo i 4 punti conquistati nelle prime due gare hanno minato le certezze degli uomini di Alessandro Nesta, che alla prima esperienza di rilievo in panchina si trova ad affrontare subito una situazione complessa. Per l’ex giocatore di Lazio e Milan l’imperativo categorico è quello di ritrovare subito la vittoria contro una squadra neo-promossa in Serie B, altrimenti potrebbero scattare subito i processi anche per alcune scelte di formazione.

PROBABILI FORMAZIONI COSENZA PERUGIA

Il Cosenza dovrebbe giocare con il solito 3-5-2. Le scelte del tecnico per quanto concerne gli uomini che andranno a comporre il modulo che nelle intenzioni dovrebbe diventare un 5-3-2 in fase di non possesso, dovrebbero cadere sugli stessi 11 che hanno disputato lo sfortunato match contro il Carpi. Senza dubbio gli uomini più attesi sono Tutino e Maniero, ovvero coloro che formano la coppia d’attacco titolare della compagine calabrese e che fino a questo momento, bisogna dirlo, hanno deluso le attese e che sono considerati tra i maggiori responsabili dell’avvio di stagione stentato della squadra. Il Perugia di Alessandro Nesta invece giocherà con un classico 4-4-2 e in porta ci sarà ancora Gabriel, con Leali quindi ancora bocciato dal tecnico degli umbri, che non sembra quindi curarsi troppo delle polemiche che già si sono verificate per la sua scelta sulle gerarchie in porta. Per quanto riguarda la mediana, reparto che sarà nevralgico visto il modulo del Cosenza, ci saranno Gyomber e Bianco in mezzo al campo, mentre la coppia d’attacco che dovrà cercare di trovare la via del goal sarà composta da Melchiorri e Micheal, con Luca Vido quindi ancora in panchina almeno all’inizio, nonostante i 3 goal messi a segno in questo avvio di stagione.

QUOTE E PRONOSTICO

Per quanto concerne i pronostici sul match, va detto che i bookmakers sembrano credere al fattore campo per quanto riguarda il Cosenza. Basti pensare che la Snai quota la vittoria della squadra di Braglia a 2,45 volte la cifra eventualmente giocata. Va detto che la quota è comunque abbastanza alta, anche se la vittoria del Perugia è data, sempre dalla Snai, a 3.05 volte l’eventuale cifra giocata. Il pareggio, che senza dubbio è risultato che non farebbe comodo a nessuna delle due compagini, viene invece quotato dalla Snai sempre a 3,05 volte la cifra giocata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori