DIRETTA/ Genoa Alessandria (risultato finale 4-0) streaming video e tv: poker del grifo al Moccagatta!

- Claudio Franceschini

Diretta Genoa Alessandria, streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole che si gioca sabato 8 settembre presso lo stadio Moccagatta

Romulo_Berardi_Genoa_Sassuolo_lapresse_2018
Diretta Genoa Alessandria, amichevole (Foto LaPresse)

DIRETTA GENOA ALESSANDRIA (4-0): POKER DEL GRIFONE

Genoa che si limita a gestire il vantaggio nel finale di gara. L’ultimo squillo alessandrino è all’ottantottesimo con Usel che va al cross su cui Vodisek interviene facilmente. Al novantesimo, senza concedere recupero, il direttore di gara fischia la fine del match. Il Genoa porta a casa un convincente quattro a zero grazie ai gol di Pereira, Mazzitelli, Medeiros e all’autorete di Prestia ad inizio partita. Tra i titolari è stato schierato anche Gianluca Lapadula, per l’ex centravanti del Milan solita prestazione opaca. Nessun gol e forse un pizzico di sfortuna. Molto bene, invece, Iuri Medeiros, autore di un gol fantastico su punizione. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

IN GOL ANCHE PEREIRA

Siamo al sessantacinquesimo minuto del match e il Genoa è avanti quattro a zero sull’Alessandria. Primo squillo della ripresa con Medeiros, che manca l’incrocio di pochi centimetri. Poco dopo i grigi rispondono con Sartore, il cui tiro finisce sul fondo non di molto. Il Genoa si sveglia e reagisce immediatamente, lo fa con Pererira con un diagonale che non lascia scampo all’estremo difensore di casa. L’Alessandria non ci sta e cerca almeno il gol del bandiera: bravissimo Vodisek ad opporsi con prontezza sul tentativo ravvicinato di Santini. Ancora venticinque minuti da giocare al Moccagata, Genoa in pieno controllo del match. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

INTERVALLO

E’ terminato da alcuni istanti il primo tempo di Genoa Alessandria al Moccagatta. La truppa di Davide Ballardini ha chiuso i primi quarantacinque minuti di gioco con tre gol di vantaggio. Un’autorete di Prestia al 2′, un gol di Iuri Medeiros su punizione ed una marcatura firmata Mazzitelli hanno messo in discesa il pomeriggio del grifone. Alessandria pericolosa al quarantunesimo con De Luca dalla distanza: Marchetti respinge e affida alla difesa il compito di spazzare via la sfera. Finisce il primo tempo con un buon Genoa che ha preso seriamente la gara odierna, nonostante si tratti soltanto di un’amichevole. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

MEDEIROS E MAZZITELLI ALLUNGANO

Quando siamo giunti oltre il trentacinquesimo minuto dell’amichevole tra Genoa e Alessandria, i rossoblu conducono per tre reti a zero contro i grigi. Piemontesi pericolosi attorno al diciassettesimo con un tentativo di De Luca che trova la pronta risposta di Marchetti. Il Genoa raddoppia al minuto ventitre, lo fa con Iuri Medeiros che insacca sotto l’incrocio una bellissima punizione. Ancora Grifone pericoloso al ventisettesimo con Lapadula, il quale fallisce clamorosamente da buona posizione. Alessandria sotto pressione, Genoa ispiratissimo. E al trentatreesimo arriva il tre a zero con un diagonale perfetto di Mazzitelli. In totale controllo la squadra guidata da Davide Ballardini… (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

AUTOGOL PRESTIA

Al Moccagatta di Alessandria viene osservato un minuto di silenzio prima del fischio di inizio, in ricordo delle vittime della tragedia del ponte Morandi. Parte subito bene il Genoa di Ballardini, con Lazovic che si rende pericoloso con una discesa veloce sulla corsia laterale sinistra. Il serbo guadagna un calcio d’angolo, poi il grifone passa con una deviazione sfortunata di Prestia che mette alle spalle del proprio portiere. Al nono ancora rossoblu ad un passo dal gol. Lapadula si inserisce in area da rigore e prova a superare Cucchietti con un tiro a giro su cui interviene provvidenzialmente Testoni. Il Genoa preme e pochi secondi dopo crea un’altra ccasione con Bessa: l’ex Verona si fionda su una palla vagante dentro l’area ma non riesce a concludere. Sospiro di sollievo per l’Alessandria… (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

LAPADULA E MEDEIROS IN ATTACCO

E’ appena cominciata la sfida amichevole tra Genoa e Alessandria. La truppa di Davide Ballardini approfitta della pausa di campionato per testare nuove varianti nella formazione titolare. Con le tante assenze per le Nazionali, il tecnico del Genoa ha deciso di mescolare le carte per l’amichevole coi piemontesi. Schieramento tattico 3-4-1-2: Federico Marchetti in porta, Gunter, Lopez e Pereira nel terzetto difensivo. A centrocampo Biraschi, Mazzitelli, Rolon, Lazovic. A trequarti campo c’è Bessa, dietro le due punte Iuri Medeiros e Gianluca Lapadula. Quest’ultimo è rimasto ai margini del progetto e rossoblu, oggi però ha l’occasione di mettersi in evidenza in vista del campionato. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

SI COMINCIA!

Sta per cominciare Genoa Alessandria, e dobbiamo dire che oggi la squadra rossoblu è decimata: sono infatti tanti i calciatori che sono stati convocati dalle rispettive nazionali. Mimmo Criscito ha risposto alla chiamata dell’Italia e ieri ha incrociato Krzysztof Piatek nella prima partita della Nations League contro la Polonia; l’attaccante, 7 gol in tre partite stagionali, sarà uno dei grandi assenti insieme a Ervin Zukanovic (Bosnia), Goran Pandev (Macedonia) e Oscar Hiljemark (Svezia), ma a Davide Ballardini mancheranno anche Andrea Favilli convocato dall’Under 21 di Gigi Di Biagio e il portiere Ionut Radu e il centrocampista Stephane Omeonga, che viaggiano con i pari età di Romania e Belgio (rispettivamente). Inoltre Antonio Candela e Alessandro Russo, giovani molto interessanti, sono con l’Under 19: dunque il tecnico romagnolo del Genoa dovrà fare di necessità virtù, anche se come abbiamo visto una buona parte dei titolari resta a disposizione. Ora è giunto il momento di metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere quello che succederà: al Moccagatta Genoa Alessandria prende finalmente il via! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Genoa Alessandria non sarà trasmessa in diretta tv – salvo variazioni di palinsesto dell’ultima ora – nè sarà possibile assistere a una diretta streaming video; il consiglio dunque è quello di visitare le pagine ufficiali che le due società mettono a disposizione sui social network, in particolare Facebook e Twitter. Qui troverete informazioni utili sulla sfida del Moccagatta e sullo stato dei lavori di Genoa e Alessandria, che si apprestano a scendere in campo.

GRIGI IN CALO

Genoa Alessandria si gioca come amichevole, ma intanto i grigi stanno preparando la nuova stagione di Serie C: sarà per la sconfitta immediata in Coppa Italia, sarà per come sono finiti gli ultimi due campionati, i tifosi della squadra piemontese al momento sono scettici. Come ha riportato La Stampa, gli abbonati sottoscritti sono meno di 600, il che vuol dire che non siamo nemmeno alla metà del dato complessivo dello scorso anno, che era già in calo rispetto al 2016-2017. La campagna non è chiusa, ma il fatto che il presidente Di Masi abbia voluto puntare su una squadra giovane, vendendo all’ultimo anche elementi come Manuel Fischnaller e Simone Gozzi, ha fatto aumentare i dubbi; sembrano già lontani i tempi dei grandi giocatori che avevano sposato il progetto, e non convince nemmeno la figura di D’Agostino che, da allenatore, ha sì guidato l’Anzio a una bella salvezza in Serie D e la Virtus Francavilla al secondo turno dei playoff di terza divisione, ma ancora viene visto come troppo inesperto per centrare una promozione in cadetteria. Sarà comunque il campo a dover parlare, vedremo come si comporterà la nuova Alessandria quando inizierà il campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Naturalmente il precedente storico di Genoa Alessandria, tra i 38 che si sono disputati, è quello relativo ai quarti della Coppa Italia 2015-2016: era l’edizione della grande corsa dei grigi, arrivati fino ad una clamorosa semifinale contro il Milan. Un percorso passato anche attraverso l’eliminazione del Grifone: l’Alessandria aveva sbancato Marassi grazie ai gol di Manuel Marras e Riccardo Bocalon, il quale nei tempi supplementari aveva risposto a Leonardo Pavoletti che aveva pareggiato al secondo minuto di recupero. Prima di allora le due squadre non si affrontavano dal 1975, una partita di Serie B vinta dall’Alessandria per 1-0 grazie al sigillo di Pietro Baisi; sulla panchina del Genoa sedeva Gigi Simoni e in campo c’erano Attilio Perotti (in rossoblu) ed Edy Reja con la maglia dei grigi. Ovviamente queste due compagini si sono sfidate anche in Serie A, dove hanno avuto grandi anni da protagoniste: l’ultimo episodio in tale senso è un 2-1 che l’Alessandria ha rifilato al Genoa nel maggio 1960. Un precedente che non può essere considerato secondario: il secondo gol dei padroni di casa, al 60’, portava la firma di un certo Gianni Rivera che all’epoca doveva ancora compiere 17 anni. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Genoa Alessandria è un’amichevole che le due squadre giocano sabato 8 settembre: appuntamento alle ore 15:30 presso lo stadio Moccagatta, casa della formazione piemontese. L’occasione ovviamente è quella della sosta per gli impegni delle nazionali; il Genoa, che ha già giocato due partite in Serie A e arriva da una pesante sconfitta sul campo del Sassuolo, va a caccia della condizione migliore per ottenere punti già oggi importanti per la salvezza – vero obiettivo in Serie A – mentre l’Alessandria non ha ancora iniziato il suo campionato a causa dei continui posticipi sul calendario della Serie C. Chiaramente Grifone favorito, ma si tratta di un’amichevole e dunque il risultato sarà la cosa meno importante, anche perchè le due tifoserie sono gemellate e non ci sono particolari rivalità ad accendere gli animi.

RISULTATI E PRECEDENTI

Il Genoa ha iniziato la sua stagione con il trauma per la tragedia del Ponte Morandi: posticipata la trasferta di San Siro con cui si sarebbe dovuto aprire il suo campionato, il Grifone è allora partito battendo l’Empoli, trovando subito tre punti pesanti a Marassi. Peccato che poi le cose siano andate male a Reggio Emilia: il 5-3 finale è bugiardo, perchè i neroverdi sono andati in vantaggio per 4-0 nel primo tempo e hanno segnato il quinto gol nella ripresa, prima che l’orgoglio ligure consentisse di segnare due reti per rendere meno pesante la sconfitta. Il Genoa che vedremo oggi sarà una versione ben diversa viste le tante convocazioni in nazionale; l’Alessandria di Gaetano D’Agostino ha perso alla prima partita stagionale, battuta in casa dalla Giana Erminio nel primo turno di Coppa Italia. La squadra piemontese ha sul groppone le due promozioni mancate, l’ultima a dire il vero non troppo pesante (in più i grigi hanno vinto la Coppa Italia Serie C) ma la prima clamorosa, con 9 punti di vantaggio scialacquati e un campionato dominato che si è concluso perdendo la finale playoff. Adesso c’è un allenatore nuovo: bisognerà però ritrovare le motivazioni giuste per centrare finalmente l’obiettivo, e in più tante cose sono cambiate nella squadra.

PROBABILI FORMAZIONI GENOA ALESSANDRIA

Sarà un Genoa ampiamente rimaneggiato quello che vedremo oggi: alcuni dei titolari sono infatti con le rispettive nazionali. Davanti a Marchetti dovrebbe giocare una linea a tre con Spolli e Biraschi affiancati da Lisandro Lopez; a destra ballottaggio tra Pedro Pereira e Lazovic, mentre in mezzo al campo con Romulo può esserci uno tra Mazzitelli, Rolon e Bessa. Corsia sinistra che sarà invece occupata da chi tra i due nominati prima non avrà la maglia a destra; secondo il modulo con il trequartista, possibile che Medeiros faccia compagnia a Kouamé e uno tra Lapadula e Dalmonte nel reparto offensivo. L’Alessandria si presenta in campo con il 4-3-3: davanti a Cucchietti agiscono Prestia e Fissore come centrali, con Tentoni e Badan a fare i terzini. Il veterano Gazzi si piazza da perno centrale in mediana, Gjura e Emanuele Gatto gli daranno una mano; davanti, ecco Sartore e Santini che accompagnano la prima punta Manuel De Luca.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori