INTER, MORATTI “OGGI AVREI PROVATO A COMPRARE MESSI”/ “Il 5 maggio? Convinti che la Lazio volesse perdere”

Moratti ” avrei comprato Messi oggi”, parla l’ex patron dell’Inter: “la mia delusione più grande? Lo scudetto perso del 5 maggio 2002).

01.01.2019, agg. alle 18:20 - Michela Colombo
moratti_microfoni
Massimo Moratti, (LAPRESSE)

Durante la lunga intervista che Moratti ha rilasciato ai microfoni di Sky sport, durante la quale ha pure ipotizzato l’affarone Messi in risposta la colpaccio Cr7-Juventus di questa estate, dopo il fantamercato l’ex patron dell’Inter si è lasciato andare ai ricordi. Dopo aver ricordato quindi il curioso aneddoto sull’acquisizione di Wesley Sneijder nel 2009 l’ex presidente del club nerazzurro si è soffermato a raccontare una delle sue delusioni più grandi legate proprio alla formazione milanese. La sua memoria come quella dei tifosi nerazzurri non può quindi che andare a quel doloroso 5 maggio del 2002 e uno scudetto già in tasca verso clamorosamente. Lo stesso Moratti ha quindi affermato: “Se devo pensare alla delusione più grossa, quella vera, penso al 5 maggio. Non si può dare la colpa a Gresko: era un terzino in mezzo a tanti campioni. Ero talmente svuotato dal pareggio del primo tempo che nemmeno andai negli spogliatoi. I giocatori erano convinti, per calcoli assurdi, che tanto la Lazio si sarebbe arresa per non fare un piacere alla Roma. Tutte stupidaggini e spero siano state solo quelle”. (agg Michela Colombo)

MORATTI: AVREI PRESO MESSI SE…

Benché oramai sia passato qualche anno da quando Massimo Moratti ha lasciato formalmente l’Inter, di certo l’ex patron continua a far sorridere i tifosi nerazzurri, almeno con la fantasia. Ecco infatti che proprio Moratti, intervistato ai microfoni di Sky sport ha detto la sua sul momento della formazione nerazzurra, non tralasciando un commento anche di fantamercato, facendo nel contempo i complimenti all’attuale dirigenza. Moratti, riaffermando la sua decisione di non rientrare nella società “Non ho mai pensato di rientrare. Quando decidi di farti da parte, capisci che hai fatto il tuo tempo”, e facendo le lodi al presidente Zhang (“ha grandi doti imprenditoriali e buon senso, credo molto nel suo lavoro”), non si è quindi lasciato sfuggire un gustoso commento su Cristiano Ronaldo e il colpaccio fatto dalla Juventus quesa estate, replicando a quanto aveva già dichiarato questa estate. Come è noto l’arrivo di Cr7 ha fatto decisamente rumore e anzi ha provato un vero e proprio terremoto anche nel campionato di Serie A, spingendo gli altri club a caccia di campionissimi che potessero competere con l‘ex Real Madrid. Ecco quindi che viaggiando con la fantasia l’ex patron dell’Inter del Triplete ha dichiarato: “Come avrei risposto al colpo Cristiano Ronaldo alla Juve? L’Inter avrebbe dato un segnale, magari un tentativo per Messi l’avremmo fatto….” Va poi ricordato che giusto prima di capodanno lo stesso Ausilio era stato interrogato sulla fattibilità di un accordo tra l’Inter e Cr7, ma il ds aveva subito chiarito che un accordo allora era fuori dalla portata della dirigenza nerazzurra.

I RETROSCENA DI MORATTI SU SNEIJDER

Proseguendo nel dialogo allegro e scherzo con i giornalisti Sky, dopo il gustoso commento sull’ipotesi fantasiosa di portare a Milano Messi in risposta all’arrivo in estate di Ronaldo alla Juventus, Moratti ha poi svelato un retroscena più che mai interessante. Tra i tanti aneddoti emersi infatti spicca quello legato all’acquisto di Wesleny Sneijder, arrivato all’Inter dal Real Madrid nel 2009. L’ex Patron infatti ha svelato: “L’acquisto di Sneijder nacque dal consiglio del gestore di un bar, tifosissimo dell’Inter: riteneva che l’olandese fosse il tassello mancante per rendere quella Inter imbattibile e capace di vincere la Champions. Lo ascoltai”. Il suggerimento fu poi più che valido come la storia ci racconta: con l’olandese l’Inter vinse infatti una Supercoppa, due Coppa Italia, uno scudetto, un mondiale per club e la Champions league.

© RIPRODUZIONE RISERVATA