Diretta / Gigante Adelboden streaming video Rai: vince ancora Marcel Hirscher! (CdM sci)

Diretta gigante Adelboden streaming video e tv: orario e risultato live, i favoriti e gli azzurri per la gara di Coppa del Mondo di sci maschile

12.01.2019, agg. alle 15:39 - Mauro Mantegazza
hirscher_solden
Diretta gigante Adelboden, Marcel Hirscher (LaPresse)

Al termine della seconda manche del gigante di Adelboden è Marcel Hirscher il vincitore. Grande prova offerta dall’atleta austriaco, che ha staccato di settantuno centesimi un ottimo Kristoffersen. Per quanto concerne la classifica finale dei nostri azzurri, abbiamo De Aliprandini al tredicesimo posto, Maurberger quindicesimo, Moelgg ventiquattresimo e infine Tonetti venticinquesimo. Di seguito la classifica finale del gigante di Adelboden con tutte le tempistiche:
1 HIRSCHER Marcel Hirscher AUT 2:26.54
2 KRISTOFFERSEN Henrik NOR 2:27.25 +0.71
3 FANARA Thomas FRA 2:27.58 +1.04
4 PINTURAULT Alexis FRA 2:28.10 +1.56
5 KRANJEC Zan SLO 2:28.16 +1.62
6 FORD Tommy USA 2:28.33 +1.79
7 SCHWARZ Marco AUT 2:28.85 +2.31
8 MUFFAT-JEANDET Victor FRA 2:28.90 +2.36
9 CAVIEZEL Gino SUI 2:29.13 +2.59
10 ODERMATT Marco SUI 2:29.22 +2.68

(Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

GRANDE PROVA DI SCHWARZ

Siamo nel pieno della seconda manche del gigante di Adelboden, cominciata con un leggero ritardo di dieci minuti a causa delle interruzioni della prima manche. Al momento la gara ha messo in evidenza lo svizzero Odermatt, che si sta confermando un profilo davvero interessantissimo. Ottima seconda manche per l’atleta che chiude davanti agli azzurri con novantadue centesimi di vantaggio. Proprio per quanto riguarda i nostri sportivi azzurri abbiamo da segnalare i problemi fisici di Manfred Moelgg, il quale ha concluso undicesimo a 2″24 da Odermatt. Ottima performance, invece, da parte dell’austriaco Schwarz, che segna il miglior tempo di manche ed è primo. Male il francese Faivre, per lui un sesto posto in graduatoria. La gara prosegue… (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

SI COMINCIA

Tutto è pronto per la seconda manche del gigante di Adelboden, che subisce un piccolo slittamento dalle ore 13.30 alle ore 13.40: un ritardo dovuto al fatto che la prima manche, con qualche interruzione, è finita un poco più tardi del previsto. Saranno dunque dieci minuti in più di attesa per una seconda manche che si annuncia molto emozionante, come è d’altronde normale che sia quando parliamo del gigante di Adelboden e della mitica pista Chuenisbargli, caratterizzata da un muro finale con pendenze davvero micidiale. Sappiamo che i primi quattro della classifica al termine della prima manche sono racchiusi in appena 22 centesimi: da Henrik Kristoffersen a Stefan Luitz, passando per Marcel Hirscher e Alexis Pinturault, tutto è ancora possibile e certamente assisteremo a un grande spettacolo, senza sottovalutare altri atleti comunque non lontani, dall’americano Tommy Ford all’altro francese Thomas Fanara, che possono dunque sognare il colpaccio. In casa Italia invece l’auspicio è che i nostri quattro rappresentanti possano guadagnare posizioni e portare a casa punti pesanti: Manfred Moelgg, Riccardo Tonetti, Luca De Aliprandini e Simon Maurberger, sono questi i nomi sui quali potremo puntare. Parola dunque di nuovo alla pista e al cronometro: la seconda manche del gigante di Adelboden sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FINE 1^ MANCHE

Completata la prima manche del gigante di Adelboden, nulla è cambiato nelle prime posizioni della classifica parziale, con Henrik Kristoffersen al comando con il tempo di 1’12”39 ma un margine di vantaggio molto ridotto sui più immediati inseguitori. Secondo posto per Marcel Hirscher a 12/100 dal grande rivale, poi ecco al terzo posto a 18 centesimi il francese Alexis Pinturault e in quarta posizione – staccato di 22/100 da Kristoffersen – il tedesco Stefan Luitz. Ne vedremo dunque delle belle nella seconda manche sull’affascinante pista Chuenisbargli, dove l’appuntamento sarà alle ore 13.30. Vedremo in azione nell’atto decisivo del gigante di Adelboden anche quattro italiani, un buon numero a livello quantitativo ma purtroppo senza squilli: il migliore infatti è stato Manfred Moelgg, quattordicesimo a 1”77 da Kristoffersen (a pari merito con Marco Schwarz, fantastico con il pettorale numero 67). Ecco poi Riccardo Tonetti diciassettesimo con due secondi esatti di ritardo, Luca De Aliprandini ventesimo a 2”25 ed infine Simon Maurberger a 2”37 e ventiduesimo, qualifica importante per l’altoatesino, in gara con il pettorale numero 38. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

KRISTOFFERSEN AL COMANDO

Il gigante di Adelboden si sta rivelando una gara meravigliosa sulla difficilissima pista Chuenisbargli, che è stata affrontata sostanzialmente alla pari da tutti i migliori nella prima manche. Al comando troviamo il norvegese Henrik Kristoffersen, che ha ottenuto il miglior tempo in 1’12”39 ma nella seconda manche dovrà fare i conti con il fiato sul collo da parte di almeno tre pericolosissimi rivali. Secondo posto per l’immancabile Marcel Hirscher: il campione austriaco accusa solamente 12/100 di ritardo da Kristoffersen, poi ecco al terzo posto con 18 centesimi di ritardo il francese Alexis Pinturault e staccato di 22/100 il tedesco Stefan Luitz, che occupa dunque la quarta posizione parziale e sarà animato da un grande desiderio di riscatto dopo la squalifica che gli ha tolto la vittoria nella gara di Beaver Creek. Avremo dunque almeno quattro protagonisti in lotta non solo per il podio ma anche per la vittoria in questo gigante di Adelboden: ricordiamo già che la seconda manche prenderà il via alle ore 13.30. Non bene invece purtroppo i due azzurri scesi finora: Manfred Moelgg è tredicesimo e Luca De Aliprandini quattordicesimo, per loro la seconda dovrà essere la manche del riscatto, sperando che non ci siano problemi per la qualificazione. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Sta per cominciare il gigante di Adelboden, una delle gare più attese della Coppa del Mondo di sci. Infatti il gigante che si disputa sulla mitica pista Chuenisbargli è uno dei più belli dell’anno, probabilmente il più bello insieme a quello dell’Alta Badia che abbiamo vissuto prima di Natale. La classifica della Coppa di gigante vede saldamente al comando Marcel Hirscher con 440 punti (dopo la squalifica di Stefan Luitz per la gara di Beaver Creek), con un margine già consistente di vantaggio su un gruppetto di inseguitori che sono invece racchiusi nello spazio di pochi punti, dal secondo posto di Alexis Pinturault a quota 226 e poi Henrik Kristoffersen terzo con 222 punti, quarto Loic Meillard a 216, quinto Matts Olsson a 195 punti, giusto per dare l’idea del grande equilibrio che regna in gigante, con una sola eccezione che però fa la differenza e rende Hirscher grande favorito anche per la Coppetta. In ottica italiana, la domanda è se gli azzurri sapranno confermare i segnali di ripresa mostrati nelle ultime gare soprattutto da Luca De Aliprandini, pur senza acuti memorabili. Tutte domande alle quali potremo trovare risposte fra poco, la parola infatti adesso passa finalmente alla pista e al cronometro per la prima manche del gigante di Adelboden! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL GIGANTE DI ADELBODEN

La prima manche del gigante maschile di Adelboden è in programma alle ore 10.30, mentre per la seconda manche l’appuntamento sarà alle ore 13.30. Diciamo subito che l’appuntamento per tutti gli appassionati sarà in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile anche sulla piattaforma Sky. Se non potrete mettervi davanti a un televisore negli orari della gara, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player e Sky Go. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose in Svizzera (www.fis-ski.com) con i tempi di tutte le atlete in gara in tempo reale.

ALBO D’ORO

La diretta del gigante di Adelboden ci consente di fare un tuffo nella storia di questa mitica gara di sci, una tappa tradizionale della Coppa del Mondo della quale fa parte fin dalla prima edizione nel 1967, quando a vincere fu il leggendario francese Jean-Claude Killy, uno dei tanti campioni che si è imposto sulla pista Chuenisbargli, dove si è sempre corso salvo alcuni annullamenti dovuti ad avverse condizioni meteo. Per quanto riguarda l’Italia, sono da ricordare sette vittorie azzurre: ben tre grazie a Gustav Thoeni nel 1973, 1974 e 1976, intervallate dal successo di Piero Gros nel 1975, poi ancora ecco le vittorie di Richard Pramotton nel 1986, di Alberto Tomba una sola volta nella mitica stagione 1995 e di Massimiliano Blardone esattamente dieci anni dopo – il piemontese tra l’altro è stato anche tre volte secondo e una volta terzo sulle nevi svizzere. Tutti i grandi campioni hanno vinto ad Adelboden: spiccano i cinque successi di Ingemar Stenmark, in anni più recenti tre a testa per Hermann Maier, Benjamin Raich ed infine Marcel Hirscher, dominatore delle ultime stagioni, nelle quali comunque c’è stata gloria anche per Ted Ligety, Felix Neureuther e Alexis Pinturault, con una vittoria a testa che sicuramente fanno bella mostra di sé nelle rispettive carriere. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE GIGANTE

Oggi la Coppa del Mondo di sci ci propone in diretta il gigante di Adelboden, l’appuntamento sulla mitica pista Chuenisbärgli che apre un fine-settimana di lusso per il Circo Bianco. Adelboden vuol dire gigante e per molti anni nella località del Canton Berna si è disputato (in genere durante la settimana) appunto solamente questo storico gigante, a cui è stato poi aggiunto lo slalom per andare a formare un weekend di grande prestigio, per completare un evento anche economicamente più remunerativo. Al di là di questi aspetti comunque significativi, la gara di oggi è sicuramente una delle più prestigiose in assoluto della stagione del Circo Bianco, perché il gigante di Adelboden è uno dei più difficili ed ambiti, una di quelle gare che solo i campioni possono vincere e che tutti tengono a conquistare sia per il suo fascino sia per l’indiscutibile valore tecnico della sfida. Sarà di conseguenza un grande spettacolo, che tifosi ed appassionati di sci non devono perdere: ecco allora subito tutte le indicazioni utili per seguire la diretta del gigante di Adelboden.

DIRETTA GIGANTE ADELBODEN: FAVORITI E AZZURRI

Il gigante di Adelboden sarà il quinto della stagione, che a dicembre è stata molto intensa in questa specialità. In copertina va naturalmente Marcel Hirscher, che in Alta Badia ha dato una grande dimostrazione di classe infliggendo a tutti gli avversari distacchi abissali e adesso proverà a completare la doppietta dei giganti più ambiti dell’anno, accoppiando alla vittoria sulla Gran Risa anche un successo sulla Chuenisbärgli. Pochi giorni dopo però il gigante di Saalbach aveva rimescolato le carte, regalando la prima vittoria in carriera allo sloveno Zan Kranjec, in un podio decisamente inedito con lo svizzero Loic Meillard e il francese Mathieu Faivre. Le gerarchie in gigante in effetti non sono così definite, almeno dal secondo posto in giù: il leader infatti è senza dubbio Hirscher, la cui superiorità non può essere messa in dubbio da un singolo passaggio a vuoto. Come completezza di squadra si deve naturalmente citare la Francia, che oltre a Faivre ha già portato sul podio sia Thomas Fanara sia Alexis Pinturault, tra i possibili protagonisti poi non vanno dimenticati il tedesco Stefan Luitz e naturalmente Henrik Kristoffersen, ma tutti devono inseguire re Hirscher. Quanto all’Italia, quest’anno non ci sono mancati in gigante piazzamenti di ottimo livello, anche se mai sul podio finora: dall’Alta Badia ha dato una svolta alla sua stagione Luca De Aliprandini, che oggi proverà a fare ancora meglio, poi c’è Manfred Moelgg che è garanzia di rendimento affidabile, Riccardo Tonetti che è già stato due volte ottavo e magari anche Andrea Ballerin, che deve provare a confermare il buon piazzamento di Saalbach anche per migliorare la propria posizione nell’ordine di partenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA