Diretta Torino Fiorentina/ Risultato finale 0-2: doppietta di Chiesa, colpo esterno viola! (Coppa Italia)

Diretta Torino Fiorentina, risultato finale 0-2: colpo grosso dei viola che vincono in trasferta e volano ai quarti di Coppa Italia, decide la doppietta di Federico Chiesa nel finale.

13.01.2019, agg. alle 17:03 - Claudio Franceschini
Belotti alla Roma? (Foto LaPresse)

DIRETTA TORINO FIORENTINA (RISULTATO FINALE 0-2)

Diretta Torino Fiorentina 0-2: all’Olimpico i granata fanno la partita e sfiorano il gol in più occasioni, ma sono i viola (oggi in maglia blu) a qualificarsi ai quarti di finale della Coppa Italia 2018-2019. Succede tutto in un finale incredibile per la squadra di Stefano Pioli: Giovanni Simeone è determinante perchè a tre minuti dal 90’ è lui ad andare via di forza e tempismo a Djidji (che sbaglia l’angolo di aiuto), entra in area dopo una cavalcata di 50 metri e calcia debolmente trovando la respinta di Sirigu. Il pallone rimane lì e Federico Chiesa è lesto ad anticipare tutti e infilarlo in porta; cinque minuti più tardi è ancora Chiesa a battere Sirigu, rubando il tempo a Lyanco (azione rivista dal Var per un presunto fallo del numero 25) e volando verso la porta. Il Torino, anche sfortunato, si era visto annullare un gol per un fuorigioco di De Silvestri, oggi il giocatore più pericoloso tra le fila granata (appena prima aveva mandato alto di pochissimo un imperioso colpo di testa): il terzino sinistro era già oltre la difesa viola quando ha girato con il destro alle spalle di Lafont. Dunque la Fiorentina sfiderà ora la vincente di Roma-Entella, intanto una bella soddisfazione per Pioli e i suoi. mentre il Torino esce tra i fischi anche se certamente non ha demeritato e, anzi, fino ai due gol aveva fatto di più rispetto alla squadra ospite. (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO FIORENTINA (0-0): LAFONT DECISIVO

Diretta Torino Fiorentina 0-0: partita ancora senza reti negli ottavi di Coppa Italia, ma i granata sono tornati in campo aggredendo l’avversario e nel giro di tre minuti hanno avuto tre ottime occasioni per sbloccare la situazione. L’assedio del Torino è iniziato al 48’ minuto quando Iago Falque ha sfondato a destra ma non ha trovato il tempo giusto per la conclusione; sul seguente calcio d’angolo Belotti ha svirgolato a due passi dalla porta, due minuti più tardi lo stesso capitano granata dalla stessa posizione ha calciato a botta sicura ma anche a causa di una deviazione non ha inquadrato la porta per questione di centimetri. Stefano Pioli allora ha deciso di correre ai ripari inserendo Gerson al posto di uno spento Mirallas; poco dopo De Silvestri è stato provvidenziale nel chiudere in calcio d’angolo su Muriel, che stava per arrivare su una sponda aerea dalla sinistra. Al 62’ però lo stesso Gerson sbaglia un passaggio elementare e manda in porta Iago Falque: bravo Vitor Hugo che lo manda sul destro ma, anche così, lo spagnolo potrebbe fare di più per battere Lafont che invece si salva con il piede. La Fiorentina si affida allora a Giovanni Simeone, in campo al posto di Muriel che all’esordio non ha certo demeritato anche se gli manca un po’ di sprint. (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO FIORENTINA (0-0): INTERVALLO

Diretta Torino Fiorentina 0-0: fine primo tempo allo stadio Olimpico, e risultato ancora inchiodato su un pareggio senza reti. Tre ammoniti tra le fila dei viola, che in generale hanno faticato a costruire gioco ma hanno avuto una buona occasione al 42’, quando sugli sviluppi di una punizione calciata dalla destra Veretout si è coordinato appena fuori dall’area e ha provato a beffare Sirigu, che però nonostante i tanti giocatori davanti a lui ha saputo respingere in calcio d’angolo. Come già dicevamo in precedenza, il Torino ha fatto leggermente meglio almeno nel controllo del pallone e nell’organizzazione tattica ma è stata ancora la Fiorentina, nel secondo minuto di recupero, a sfiorare il vantaggio con una deviazione sotto misura di Mirallas che ha chiamato Sirigu al grande intervento di istinto e reattività; da ricordare l’episodio del presunto fallo di mano di Meité sul tiro di Federico Chiesa, l’arbitro è anche andato a controllare la Var ma, come già si era visto in presa diretta, il braccio del centrocampista granata era attaccato al corpo e non c’erano gli estremi per fischiare un calcio di rigore. Dunque, tra poco vedremo come andranno le cose nel secondo tempo di Torino Fiorentina, e soprattutto se ci sarà bisogno dei tempi supplementari per sancire la squadra qualificata. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Torino Fiorentina sarà trasmessa dalla televisione di stato, come previsto per tutte le partite di Coppa Italia: l’appuntamento nello specifico è su Rai Due, con la possibilità di seguire gli ottavi di finale anche sul sito www.raiplay.it, dunque in diretta streaming video su apparecchi mobili come PC, tablet o smartphone senza costi aggiuntivi.

TORINO FIORENTINA, STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

TORINO FIORENTINA (0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Diretta Torino Fiorentina 0-0: la partita di Coppa Italia per il momento non decolla, anche se siamo solo all’inizio e dunque è ancora presto per tracciare giudizi assoluti. Al momento, i granata hanno sicuramente fatto meglio: già al 4’ minuto Ola Aina ha trovato un ottimo inserimento in area di rigore e ha staccato sul cross dalla destra di De Silvestri, ma non ha trovato la giusta coordinazione e la sua conclusione è terminata alta e lontana dalla porta di Lafont. Spinto dalla qualità di Iago Falque, il Torino ha condotto il gioco nella prima metà del primo tempo; la Fiorentina si è fatta vedere solo con un tiro da fuori di Edmilson Fernandes, terminato non lontanissimo dal palo alla sinistra di Sirigu. Ancora troppo poco per la squadra di Stefano Pioli, che non è ancora riuscita a innescare il nuovo acquisto Luis Muriel (bravo al 20’ ad andare via a due avversari e guadagnare un calcio d’angolo). Sull’azione del colombiano, tocco sospetto di Meité sul tiro di Federico Chiesa, ma il braccio era attaccato al corpo e il centrocampista si stava anche girando dando la schiena al pallone. Vedremo comunque tra poco quello che succederà al Grande Torino. (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO FIORENTINA (0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci pronti a vivere la diretta di Torino Fiorentina: prima di leggere le formazioni ufficiali bisogna ricordare che le due squadre hanno onorato la Coppa Italia nel corso degli anni, riuscendo a mettere insieme ben 11 titoli. Chi ha festeggiato più di recente è la squadra viola: i granata infatti aspettano il trofeo dal 1993 (che è anche l’anno dell’ultima finale), mentre la squadra toscana era riuscita a fregiarsi del titolo nel 2001 quando, allenata da Roberto Mancini, aveva battuto il Parma nella doppia finale espugnando il Tardini (gol di Paolo Vanoli) e tenendo un 1-1 al Franchi (Nuno Gomes aveva risposto a Savo Milosevic). In seguito la Fiorentina, che nei cinque anni precedenti aveva giocato altre due finali (vincendone una) ha raggiunto l’ultimo atto nel 2014, perdendo contro il Napoli; ora però siamo pronti a dare spazio al campo, dunque leggiamo le formazioni ufficiali di Torino Fiorentina e mettiamoci comodi perchè la partita comincia! TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Baselli, Rincon, Meite, Aina; Iago Falque, Belotti. Allenatore: Walter Mazzarri FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Ger. Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson Fernandes; F. Chiesa, Muriel, Mirallas. Allenatore: Stefano Pioli (agg. di Claudio Franceschini)

LE STATISTICHE

Andiamo ad analizzare le principali statistiche in vista di Torino Fiorentina: per entrambe le squadre fanno riferimento i risultati centrati in Serie A, anche se per quanto riguarda i granata dobbiamo citare le due vittorie nei turni precedenti di Coppa Italia. In questo torneo il Torino viaggia con 6 gol fatti e nessuno subito e ha giocato entrambe le partite in casa; tra le mura amiche Walter Mazzarri ha perso ben quattro volte quest’anno, avendo vinto lo stesso numero di partite con un solo pareggio (mentre sono 8 i segni X maturati in trasferta). Il Torino ha segnato 18 gol nel suo stadio, facendone pochi in Serie A (12) con ben 11 reti incassate; pessimo il rendimento esterno di una Fiorentina che solo a dicembre (a San Siro contro il Milan) ha vinto la sua prima e unica partita lontano dal Franchi. Per il resto ci sono 6 pareggi e 3 sconfitte; la difesa ha incassato 10 gol in trasferta, è un dato interessante ma che diventa negativo se accostato alle 10 reti incassate. I viola insomma fanno meno di un punto a partita, con meno di una rete per uscita, quando sono impegnati fuori casa e il Torino è ovviamente pronto ad approfittarne. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

Il confronto tra gli allenatori in Torino Fiorentina mette di fronte due validi tecnici come Walter Mazzarri e Stefano Pioli: entrambi condividono un breve trascorso nell’Inter, anche se l’attuale guida dei granata è durato di più ed è anche riuscito a riportare la squadra nerazzurra in Europa, laddove Pioli è subentrato senza riuscire a terminare la stagione. Sia Mazzarri che Pioli hanno ottima esperienza nel massimo campionato italiano, ma il toscano può anche schierare dalla sua parte una Coppa Italia: l’ha vinta nel 2012, quando era alla guida del Napoli e aveva battuto in finale la Juventus. Una vittoria non indifferente, non solo perchè si trattava di fatto del primo titolo dai tempi di Diego Maradona: i partenopei infatti erano riusciti a infliggere ai bianconeri la prima e unica sconfitta stagionale, giunta proprio all’ultima partita utile per blindare quello che sarebbe stato un incredibile record. Pioli ha giocato la Coppa Italia più volte, in tre occasioni anche con la Juventus: tuttavia non è mai riuscito ad arrivare in fondo, nel 1985 si è fermato ai quarti che è lo stesso livello raggiunto nel 1989, cioè nel secondo dei due anni disputati con la maglia del Verona quando gli scaligeri avevano perso contro il Pisa, poi eliminato proprio dal Napoli che aveva perso la finale contro la Sampdoria. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Sono ovviamente innumerevoli i precedenti di Torino Fiorentina, e allora noi ne vogliamo ricordare qualcuno in particolare perchè sarebbe molto complicato parlare nello specifico di tutti: la partita del campionato corrente si è giocata in Piemonte lo scorso ottobre ed è finita 1-1, con i gol del grande ex Marco Benassi e di… Alban Lafont, che aveva infilato la sua porta in maniera piuttosto goffa. Ci sono anche delle gare disputate in Coppa Italia, ed è a queste che ci riferiamo: l’ultima risale agli ottavi del 2008-2009 e, all’Artemio Franchi, il Torino si era imposto grazie al gol realizzato da Rolando Bianchi. Allenatore dei viola era Cesare Prandelli, mentre Walter Novellino sedeva sulla panchina granata; dobbiamo tornare poi al 1981 per trovare altri due incroci, entrambi valevoli per i quarti di finale. Era stato doppio pareggio, ma ancora una volta il Torino aveva avuto la meglio: la squadra allenata da Massimo Giacomini aveva tenuto lo 0-0 in casa per poi fare 1-1 in trasferta, rimontando con Pietro Mariani il gol di Daniele Massaro con cui la Fiorentina (affidata a Giancarlo De Sisti) si era portata in vantaggio. In campo quel giorno, tra le fila dei viola, anche il grande ex Eraldo Pecci. In generale la Fiorentina non batte il Torino dallo scorso marzo, una vittoria esterna per 2-1. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Torino Fiorentina, partita che sarà diretta dal signor Rosario Abisso, si gioca alle ore 15:00 di domenica 13 gennaio e vale per gli ottavi di finale della Coppa Italia 2018-2019: insieme a quella di ieri a Marassi è senza ombra di dubbio la più equilibrata e interessante di questo turno, che ancora una volta prevede gara secca e dunque la possibilità di andare ai tempi supplementari ed eventualmente ai calci di rigore. Al Grande Torino si affrontano due squadre che mirano chiaramente ad un posto nella prossima Europa League: i granata nel turno precedente hanno battuto il Sudtirol e arrivano anche dal pareggio sul campo della Lazio, che ha confermato la bontà del loro progetto. La Fiorentina, all’esordio stagionale in questo torneo, ha invece pareggiato sul campo del Genoa prima della sosta di Serie A e soprattutto, dopo due vittorie in fila, non è riuscita a mantenere il livello e ha fatto un punto nelle ultime due, senza segnare. Ora dunque ci attende un’interessante ed entusiasmante diretta di Torino Fiorentina; non vediamo l’ora di scoprire come andranno le cose oggi pomeriggio, intanto vediamo quali potrebbero essere le formazioni ufficiali della partita del Grande Torino.

PROBABILI FORMAZIONI TORINO FIORENTINA

Possibile turnover per entrambi gli allenatori in Torino Fiorentina: Walter Mazzarri può confermare il 3-5-2 dello scorso dicembre ma stavolta con Meité (squalificato per la prossima di campionato) al posto di Baselli, mentre Soriano che è finito al Bologna potrebbe essere sostituito da Rincon che si posizonerebbe in cabina di regia lasciando a Lukic l’altra maglia da mezzala. Davanti a Ichazo dovrebbero giocare Bremer, Lyanco ed Emiliano Moretti; sulle corsie laterali sono pronti De Silvestri e Parigini (o Berenguer), con almeno un terzino di ruolo per fronteggiare la qualità viola. Davanti, Zaza si candida ad una maglia da titolare e a fare coppia con lui potrebbe essere il giovane Edera, a meno che Belotti non venga confermato come centravanti anche nella partita di Coppa Italia. La Fiorentina potrebbe lanciare subito il nuovo acquisto Muriel: lui o Vlahovic da prima punta con Pjaca e Thereau possibili esterni a completare il tridente, a centrocampo dovremmo vedere Bryan Dabo a fare da mezzala con la regia di Norgaard, mentre sull’altro interno si candida Edmilson Fernandes che è in ballottaggio con Gerson. Per la difesa invece dovremmo avere Ceccherini in posizione centrale al fianco di uno tra Milenkovic e Vitor Hugo; spazio a Laurini sulla corsia destra, dall’altra parte dovrebbe tornare utile lo slovacco Hancko. In porta Lafont va verso il riposo: il titolare dovrebbe essere Dragowski.

QUOTE E PRONOSTICO

Ecco quello che le quote Snai ci dicono per Torino Fiorentina: secondo questo bookmaker c’è grande equilibrio tra le due squadre ma i granata sono leggermente favoriti, grazie a una quota di 2,45 sul segno 1 che identifica la loro vittoria interna. Vale invece 3,30 volte la somma messa sul piatto l’eventualità del segno X che regola il pareggio, mentre con il segno 2 per il successo della Fiorentina la vincita corrisponderebbe a 2,90 volte la cifra che avrete deciso di investire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA