PIATEK AL MILAN: E’ FATTA/ Ultime notizie calciomercato: indosserà la maglia numero 9

Piatek al Milan: è fatta/ Ultime notizie calciomercato: scambio di documenti in corso, 35 milioni di euro al Grifone, ora Higuain al Chelsea

22.01.2019, agg. alle 21:33 - Michela Colombo
Krzysztof Piatek
Presentazione Piatek al Milan (Foto LaPresse)

Piatek è in viaggio verso Milano, e il centravanti polacco ormai ex Genoa può essere considerato a tutti gli effetti un calciatore del Milan. Questo perché i rossoneri hanno giocato pesante mettendo subito sul piatto 35 milioni di euro, senza pagamenti dilazionati, contropartite tecniche o altro: dopo 13 gol realizzati nel girone d’andata, Piatek è pronto a raccogliere l’eredità di Gonzalo Higuain, ed ha già scelto il numero che è proprio il 9 che portava sulla spalle al Genoa e che il Pipita ha lasciato libero in rossonero. Una scelta quasi obbligata, anche se alcuni avevano ipotizzato che Piatek volesse scegliere un altro numero visto che il 9 non aveva portato bene agli ultimi centravanti passati al Milan: non sarà così e Piatek proverà subito a sorprendere a suon di gol il Napoli nel big match di sabato prossimo a San Siro. (agg. di Fabio Belli)

SCAMBIO DI DOCUMENTI IN CORSO

Siamo ormai vicinissimi al trasferimento di Piatek al Milan. L’operazione di calciomercato iniziata giorni fa fra il Genoa e il club rossonero, sembrerebbe ad un passo dalla chiusura, come da indiscrezioni degli ultimi muniti. Poco fa il collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, ha spiegato che proprio in questi istanti sarebbe in corso lo scambio di documenti fra le due società, e la trattativa può dirsi di conseguenza virtualmente chiusa. A discapito delle anticipazioni delle ultime ore, il Milan non dovrebbe inserire alcuna contropartita tecnica nell’affare, con il Grifone che intascherà 35 milioni di euro con bonus a seconda del piazzamento che il Diavolo otterrà a fine stagione, (la Champions League sarà senza dubbio vincolante). La cifra, tra l’altro, verrà pagata tutta in unica soluzione e subito, e ciò spiega il sostanziale sconto dei rossoblu, passati dai 40 milioni di euro degli scorsi giorni agli attuali 35. Paolo Scaroni, il presidente rossonero, è uscito pochi minuti fa da Casa Milan, dicendo: «Per Piatek ci siamo quasi». Una volta che l’operazione verrà ufficializzata Higuain avrà il via libera per trasferirsi al Chelsea. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PIATEK AL MILAN: ORE DI ATTESA

Sono ore di attesa per il passaggio di Krzysztof Piatek al Milan: le due società come detto dovrebbero accordarsi sul trasferimento dell’attaccante polacco in rossonero e dunque stiamo aspettando dettagli sulla chiusura dell’affare. Nel frattempo emergono altri dati: intanto Piatek è ancora a Genova, il che lascia intendere che – nonostante la vicinanza con Milano e la possibilità di raggiungere il capoluogo lombardo anche in meno di due ore – per il momento non si registrano grosse novità dal punto di vista della trattativa. A spingere il polacco verso il Milan contribuisce il fatto che – come espresso da Gazzetta.it – il Chelsea vorrebbe fare la prima mossa e avere subito Gonzalo Higuain, che Maurizio Sarri spera di schierare in Carabao Cup (contro il Tottenham, al quale il Pipita ha segnato tre gol nelle due partite di Champions League, quando vestiva la maglia della Juventus). Anche il Genoa però deve sciogliere qualche nodo: per sostituire Piatek si pensa ad Antonio Sanabria, cresciuto nel Barcellona e già passato dall’Italia (Roma e Sassuolo), attualmente al Betis. I tifosi del Milan lo conoscono bene: purtroppo, anche lui ha causato l’eliminazione al girone di Europa League. (agg. di Claudio Franceschini)

PIATEK AL MILAN: NESSUNA CONTROPARTITA

Tutto pronto per il passaggio di Krzysztof Piatek al Milan: i due club stanno discutendo dell’affare di calciomercato che dovrebbe portare il bomber polacco alla corte di Gennaro Gattuso, così da sostituire Gonzalo Higuain ormai promesso al Chelsea. Come dicevamo in precedenza, si ragiona anche sulle contropartite ma, riporta il Corriere della Sera, la trattativa si potrebbe chiudere senza l’ausilio di contropartite: questo perchè il ritorno di Andrea Bertolacci al Genoa è un’operazione fallita, José Mauri non entusiasma il Grifone e Alessandro Plizzari, portiere del 2000 reduce dal prestito alla Ternana, è stato considerato incedibile da Leonardo che scommette su di lui per il futuro. Quindi Elliott dovrebbe aumentare l’offerta cash: si parla adesso di 37-38 milioni di euro (da vedere, visto il Fair Play Finanziario che incombe sulla società rossonera, in che modalità verrà effettuato l’esborso) e per il Genoa sarebbe una cifra interessante e adeguata. Piatek al Milan dunque è una trattativa che si sta avviando alla chiusura positiva: Gattuso spera di averlo a disposizione già per la partita del prossimo sabato contro il Napoli, ma vedremo se le parti riusciranno a trovarsi e mettere nero su bianco entro la settimana. (agg. di Claudio Franceschini)

IL TRIANGOLO DI ATTACCANTI

Come abbiamo riportato in precedenza, oggi dovrebbe essere il giorno di Krzysztof Piatek al Milan: l’attaccante polacco, che non ha giocato la partita contro i rossoneri perchè squalificato – il Genoa ha perso 2-0 – si prepara a lasciare il Grifone dopo un girone di andata pazzesco, caratterizzato da 13 gol e un rendimento che ovviamente ha attirato l’attenzione delle big. I rossoneri sembrano aver definitivamente vinto la corsa al bomber, e il suo arrivo dovrebbe finalmente sbloccare il valzer degli attaccanti con asse Milano-Genova-Madrid-Londra. Piatek al Milan libera di fatto Gonzalo Higuain, non convocato per lunedì e con la testa già al Chelsea, dove riabbraccerà Maurizio Sarri; questo ovviamente renderà possibile la cessione, da parte dei Blues, di Alvaro Morata che ha già trovato l’accordo con l’Atletico Madrid (essendo disposto a ridursi l’ingaggio) con lo spagnolo che proverà a rilanciarsi tornando in patria, e i tifosi della Juventus che tremano visto che i Colchoneros, con il grande ex mai dimenticato, saranno gli avversari negli ottavi di finale della Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

OGGI IL SUMMIT DECISIVO

Potrebbero bastare poche ore e davvero Krzysztof Piatek sarà al Milan per la seconda parte della stagione di campionato. Il bombar polacco del Genoa è certo il nome più caldo in questa sessione del calciomercato finora in casa rossonera e arriverebbe a Milanello per colmare il vuoto che presto lascerà Higuain, ormai diretto al Chelsea. L’affare entusiasma certo i tifosi rossoneri affascinati dei gol del grifone, ma non tutti i dettagli sono ancora stati messi su carta. Ecco quindi che secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello sport, pare previsto per la tarda mattina di oggi un summit decisivo tra la dirigenza rossonera e quel ligure per decidere proprio del passaggio di Piatek al Milan. Al momento anzi i nodi da sciogliere sono parecchi, e riguardano sia le cifre dell’affare sia l’inserimento di una possibile contropartita tecnica ancora però da trovare. Lo spogliatoio di Gattuso inoltre non è vastissimo, ma senza Higuain, ormai prossimo alla partenza (ha pure saltato la sfida con Genoa solo ieri, facendo compagnia in tribuna Piatek invece squalificato), serve un bomber di primo livello e il polacco ha dimostrata grandi numeri in questa prima parte di stagione.

I NODI ANCORA DA RISOLVERE

Come annunciato prima non sono ancor pochi i nodi da risolvere perché Piatek arrivi al Milan in questa finestra di calciomercato: tanti problemi però potrebbero essere risolti già quest’oggi. Secondo le ultime indiscrezioni che ci arrivano dal Correre della sera pare che Enrico Preziosi abbia fissato a 40 milioni di euro il cartellino del bomber rossoblu e il Milan sarebbe pronto a mettere sul tavolo 35 milioni più bonus ed eventualmente una contropartita tecnica. Su questo punto però vi è molta incertezza e nei giorni scorsi sono stati tanti i profili via via inseriti: da Calhanoglu fino a Jose Mauri e Halilovic con pure Bertolacci (che però chiederebbe una buonuscita). Su questo punto però le parti paiono ben distanti: in caso di mancato accordo sul nome, è probabile che la dirigenza rossonera porti a 37-38 milioni di euro la sua parte cash. Vedremo però che succederà oggi nell’atteso summit tra Genoa e Milan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA