Diretta Australian Open 2019/ Rafa Nadal è il primo finalista: dominio contro Tsitsipas (6-2 6-4 6-0)

Diretta Australian Open 2019: Rafa Nadal vola in finale demolendo le speranze di Tsitsipas (6-2 6-4 6-0), mentre Petra Kvitova e Naomi Osaka si giocheranno sabato il titolo femminile.

24.01.2019, agg. alle 11:42 - Claudio Franceschini
Diretta Australian Open 2019: prima semifinale Slam per Stefanos Tsitsipas (Foto LaPresse)

Un Rafa Nadal dominante diventa il primo finalista agli Australian Open 2019: lo spagnolo impiega un’ora e 46 minuti per spezzare il grande sogno di Stefanos Tsitsipas di giocarsi il primo titolo Slam della carriera. Finisce 6-2 6-4 6-0: Tsitsipas ha anche avuto una palla break nel sesto game del terzo set ma, impietoso, Nadal gli ha cancellato anche quell’occasione: per il maiorchino sarà la quarta finale agli Australian Open, dove ha vinto il titolo dieci anni fa, e la venticinquesima in un Major. Fino a questo momento il bilancio è di 17 vittorie e 7 sconfitte, un saldo assolutamente positivo; adesso Nadal si accomoda per vedere se sarà Novak Djokovic – come da pronostico – il suo avversario, oppure se Lucas Pouille riuscirà a fare il colpo grosso. In ogni caso Rafa arriva all’ultimo atto degli Australian Open 2019 in piena forma, avendo sbaragliato ogni singolo avversario; esce a testa altissima Tsitsipas, che manca l’accesso alla Top Ten ma può considerarsi arrivato in grande stile. Adesso si tratta di confermarsi, ricordando che anche Roger Federer, come già detto ieri, non aveva vinto quel Wimbledon in cui aveva eliminato il campione in carica Pete Sampras… (agg. di Claudio Franceschini)

NADAL TSITSIPAS 6-2

Rafa Nadal è già in vantaggio nella semifinale agli Australian Open 2019: il numero 2 del tabellone ha avuto un grande avvio di partita e ha ottenuto il primo set con il risultato di 6-2. Totalmente sorpreso Stefanos Tsitsipas, che chiaramente conosce molto bene il gioco del maiorchino per averci perso due volte; tuttavia il Rafa visto in questi giorni agli Australian Open è un avversario con cui anche il miglior Djokovic faticherebbe. Nel secondo set comunque il giovane greco, che sta giocando la prima semifinale Slam in carriera, sembra essersi ripreso e sta facendo match pari (4-4); Nadal deve stare attento, perchè anche Roger Federer aveva vinto il primo set per poi cadere nella trappola. Avremo dunque una semifinale più lunga del previsto, oppure Rafa sarà in grado di gestire la situazione e prendersi un’altra finale Slam? Al campo come sempre la risposta… (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL TORNEO

Per seguire la diretta tv degli Australian Open 2019 dovrete andare su Eurosport: è rimasto questo canale infatti a trasmettere le partite del torneo che ormai si giocano tutte sulla Rod Laver Arena e non più in contemporanea. Per tutti coloro che non avessero a disposizione un televisore, la diretta streaming video dello Slam è garantita dalla piattaforma Eurosport Player alla quale sarà necessario abbonarsi; ricordiamo anche l’appuntamento con il sito ufficiale www.australianopen.com per tutte le informazioni utili, e i corrispettivi account presenti sui social network – e consultabili gratuitamente – agli indirizzi facebook.com/AustralianOpen e, su Twitter, @australianopen.

INIZIA NADAL TSITSIPAS, KVITOVA OSAKA LA FINALE FEMMINILE

La finale femminile degli Australian Open 2019 sarà Kvitova-Osaka. Mentre sulla Rod Laver Arena Rafa Nadal è in campo per giocare la prima semifinale maschile, quella contro Stefanos Tsitsipas, si forma la sfida del sabato che assegnerà il titolo Wta. Grazie alla vittoria per 7-6 6-0 su Danielle Collins, che abbandona il torneo con grandi applausi, Petra Kvitova torna a giocare una finale Slam dal 2014, cioè da quando aveva vinto il suo secondo Wimbledon. Da Sydney, torneo che ha vinto quasi passeggiando, la ceca mancina si è dimostrata quasi ingiocabile per le sue avversarie in quella che ha definito una seconda carriera, con riferimento all’aggressione subita in casa qualche inverno fa. La sua avversaria sarà Naomi Osaka: per lei 6-2 4-6 6-4 su Karolina Pliskova, si allunga a 59 vittorie la striscia che riguarda le partite in cui vince il primo set e, soprattutto, dopo aver trionfato agli Us Open la ventunenne ha la possibilità di mettere le mani sul secondo Slam consecutivo. Intanto diventa la prima giapponese a raggiungere la finale degli Australian Open; quella di sabato sarà anche una sfida per la prima posizione mondiale, visto che chi si prenderà la vittoria sarà anche la nuova numero 1 Wta. Ora però spazio a Nadal-Tsitsipas. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLE PARTITE

E’ tempo di semifinali agli Australian Open 2019: quello che possiamo considerare l’appuntamento più atteso scatta alle ore 9:30 della mattina italiana di giovedì 24 gennaio, ovvero Rafa Nadal-Stefanos Tsitsipas. E’ la prima semifinale Atp, mentre per l’altra (quella tra Novak Djokovic e Lucas Pouille) dovremo aspettare domani; il numero 2 della classifica mondiale, vincitore di 17 Slam ma con un’attesa che al Melbourne Park dura da nove anni, se la vede con il giovane rampollo greco, capace di far fuori Roger Federer agli ottavi. A proposito di questo, una curiosità che il circuito professionale del tennis non ha mancato di ricordare: nel 2001 il Re a 20 anni eliminò da Wimbledon il campione in carica Pete Sampras, agli ottavi. Era il numero 15 del ranking, stessa posizione (ed età) di Tsitsipas che agli Australian Open 2019 ha fatto fuori il campione in carica Federer. Il quale all’epoca dovette aspettare comunque due anni per vincere il primo Slam; da vedere se anche per il greco sarà così, per lui probabilmente sarebbe già qualcosa di straordinario ma chiaramente per oggi il pronostico tende dalla parte di Nadal, che per questo torneo veniva dato addirittura in dubbio e che oggi gioca la trentesima semifinale in un Major (quarto giocatore a raggiungere questa cifra). Due sfide finora e due vittorie del maiorchino: sempre in finale, a Barcellona e Toronto che per Tsitsipas ha rappresentato la prima finale di un Master 1000. Il greco, inutile ricordarlo, è in grande crescita e c’è chi pensa possa diventare presto il prossimo numero 1 Atp; intanto è già dodicesimo, dovesse arrivare in finale salirebbe in nona posizione mentre con il titolo raggiungerebbe il numero 8, mentre Nadal è e resterà comunque in seconda piazza alle spalle di Novak Djokovic.

AUSTRALIAN OPEN 2019: LE SEMIFINALI WTA

La prima semifinale Wta agli Australian Open 2019 inizia non prima delle 4:00 della mattina italiana, la seconda è prevista un’ora e mezza più tardi come minimo: Petra Kvitova è la grande favorita per raggiungere la finale nella parte bassa del tabellone, per lei un ritorno emozionale perchè va sempre ricordata che, non troppo tempo fa, un ladro che aveva fatto irruzione in casa sua le aveva danneggiato i tendini della mano, mettendo in discussione addirittura la sua carriera. Eccola invece qui a dominare le avversarie, pronta a vincere quello che sarebbe il terzo Slam in carriera (dopo i due Wimbledon); la sua avversaria è la sorprendente Danielle Collins, assoluta favola del torneo perchè si è presentata agli Australian Open 2019 senza aver vinto una singola partita in uno Slam ma è arrivata in semifinale eliminando, tra le altre, Julia Goerges e la numero 2 Angelique Kerber. Pronostico tutto a favore della Kvitova, mentre la sua connazionale Karolina Pliskova potrebbe avere vita più dura: il modo in cui la numero 7 si è sbarazzata di Serena Williams, rimontando da 1-5 nel terzo set dei quarti, ha del clamoroso e ovviamente c’è chi ci vede un segno del destino. La Pliskova deve ancora vincere il primo Slam; lo ha già fatto lo scorso settembre Naomi Osaka, che ha trionfato agli Us Open diventando la prima giapponese di sempre con un Major in bacheca. Attenzione: tre di queste giocatrici corrono anche per il numero 1 del ranking, con Simona Halep già sicura di non difenderlo. La Pliskova dovrebbe vincere gli Australian Open 2019; alla Osaka basterebbe “pareggiare” il risultato della Kvitova, la quale dunque deve fermarsi un turno più avanti della giapponese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA