Marcello Lippi non è più ct della Cina/ Il tecnico lascia dopo l’eliminazione in Coppa d’Asia

- Mauro Mantegazza

Marcello Lippi non è più ct della Cina: il tecnico viareggino ha lasciato dopo l’eliminazione in Coppa d’Asia per 3-0 contro l’Iran

marcello-lippi
Marcello Lippi (Immagine Facebook)

Marcello Lippi non è più il ct della Cina: la notizia non è certo una sorpresa, perché si sapeva che Lippi avrebbe lasciato la panchina della Nazionale della Cina al termine della Coppa d’Asia, ma l’addio è stato ufficializzato proprio dallo stesso Lippi al termine della partita persa ieri dai cinesi per 3-0 nei quarti di finale del torneo continentale asiatico contro l’Iran, sancendo naturalmente l’eliminazione della squadra di Pechino dalla Coppa d’Asia. Il tecnico viareggino, campione del Mondo con l’Italia ai Mondiali di Germania 2006, ha dato il proprio addio alla panchina della Cina con queste parole nella conferenza stampa al termine della partita contro l’Iran: “Voglio ringraziare tutti, perché con questa partita termina il mio contratto con la nazionale cinese. È stato un onore per me allenare una nazionale così importante per un Paese così importante come la Cina”. Questo il bilancio di Marcello Lippi sulla sua avventura in Cina, cominciata nell’ottobre 2016: “Ho cercato di fare del meglio per migliorare questa squadra e penso di avere costruito qualcosa. Speravo di potere chiudere questa esperienza in un modo migliore”, magari per dare un sorriso a tutta la famiglia dopo la recente aggressione subita dal figlio Davide.

MARCELLO LIPPI SALUTA LA CINA

Lippi era arrivato a metà del cammino delle qualificazioni per i Mondiali di Russia 2018 e non riuscì ad ottenere un posto nella rassegna iridata, alla quale la Cina ha partecipato una sola volta, nel 2002. Fallito l’obiettivo principale, non sono comunque mancate alcune soddisfazioni come la prima storica vittoria contro la Corea del Sud, ottenuta per 1-0 proprio nelle qualificazioni a Russia 2018. Carlos Queiroz, l’allenatore portoghese dell’Iran, ha reso il proprio omaggio all’illustre collega: “Lippi è uno dei più grandi allenatori della storia del calcio, è un peccato che non possa rimanere con la Cina. Ci siamo incontrati due anni fa, per le gare di qualificazione per i mondiali, e da allora la Cina è diventata più organizzata e meglio preparata”. Complimenti che faranno piacere all’allenatore di Viareggio, che però ha chiuso la propria esperienza con una brutta sconfitta, tanto che non è mancata una tirata d’orecchie ai suoi giocatori per la sconfitta contro l’Iran, partita nella quale la Cina non ha avuto speranze: “Abbiamo regalato a una squadra come l’Iran tre gol in una partita così importante, i nostri giocatori hanno fatto del loro meglio durante il girone, ma stanotte (ieri, ndR) non voglio dire loro grazie”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA