Milan, arriva Paquetà/ “Sono qui per riportare in alto i colori rossoneri”

- Fabio Belli

Milan, arriva Paquetà. “Sono qui per riportare in alto i colori rossoneri”. Il giovane brasiliano pronto ad iniziare la sua avventura italiana.

infortunio paquetà
Milan, Lucas Paquetà (Foto LaPresse)

Lucas Paquetà si presenta al Milan e ai tifosi rossoneri. E quale migliore occasione per farlo il lancio del sito ufficiale in portoghese del club rossonero: una lingua molto parlata nel mondo e soprattutto in Brasile, da dove il talento 21enne è partito prima di arrivare a Milanello. 35 milioni di euro per strapparlo al San Paolo, un investimento non indifferente anche se Paquetà ha subito rilasciato dichiarazioni che lo dimostrano voglioso di lanciarsi nella nuova avventura italiana: “Ciao a tutti i tifosi, sono Lucas Paquetà e sono un centrocampista. Sono qui per aiutare il Milan a riprendere la strada della vittoria e riconquistare grandi titoli con l’obiettivo di trasmettere sempre allegria a tutti voi. Un abbraccio e forza Milan.” Questo il messaggio ufficiale per il lancio della nuova versione del sito ufficiale della società e del nuovo account Twitter in portoghese del club.

PRIMO VERO COLPO DI GENNAIO

Un modo dunque efficace per aggredire il mercato brasiliano, col primo messaggio di Paquetà su Twitter che è stato abbinato ad un video con le prodezze principali dell’ex San Paolo. Sul mercato del Milan si è discusso molto negli ultimi giorni, tra voci che vedrebbero i rossoneri interessati già a gennaio ad alcuni elementi importanti, ma al tempo stesso anche frenati dal fair play finanziario della UEFA. Che avrebbe messo paletti ben precisi ma soprattutto avrebbe mandato anche una sorta di “lettera di richiamo” al Milan, proprio per la disinvoltura con la quale l’operazione Paquetà è stata chiusa. Una situazione che Leonardo ha affermato di monitorare con grande attenzione, il dato di fatto è che Paquetà è il primo vero rinforzo del mercato di gennaio in Italia, tra i grandi colpi seguito solo dall’arrivo di Muriel alla Fiorentina, col colombiano che peraltro era stato seguito anche dal Milan.



© RIPRODUZIONE RISERVATA