MAURA VICECONTE, MORTA SUICIDA EX MARATONETA/ Parenti e amici non convinti dalle ragioni dell’estremo gesto

Addio a Maura Viceconte, ex maratoneta è morta suicida. Atletica in lutto: problemi legati al lavoro e alla vita familiare non convincono parenti e amici.

10.02.2019, agg. il 11.02.2019 alle 11:37 - Silvana Palazzo
Maura Viceconte

Tragedia nel mondo dell’atletica, il suicidio dell’ex maratoneta Maura Viceconte ha sconvolto lo sport nostrano. La 51enne, ex primatista italiana di maratona, si è impiccata ieri pomeriggio a Chiusa San Michele, dove era tornata ad abitare dopo i successi sportivi. Madre di Gabriele, a cui aveva dedicato il documentario autobiografico uscito a novembre, la Viceconte ha deciso di togliersi la vita dopo una lunga battaglia contro il cancro ma le ragioni del gesto restano difficili da esplorare secondo il Corriere della Sera: i carabinieri di Susa, intervenuti sul posto, non hanno trovato messaggi o biglietti e i problemi legati al lavoro e alla vita familiare non convincono parenti e amici. Giusy Versace l’ha salutata così: «Maura Viceconte carriera da incorniciare. Sui 10.000mt il record nazionale porta ancora il suo nome. Atleta tanto forte su strada quanto imbattibile sul tartan. Aveva vinto la sua battaglia più dura, quella contro il cancro, ma forse non era ancora finita. Ieri ha mollato…». (Aggirornamento di Massimo Balsamo)

TRAGEDIA NEL MONDO DELL’ATLETICA

L’atletica italiana è in lutto: è morta Maura Viceconte, a soli 51 anni. A dare l’annuncio della scomparsa della stella della maratona azzurra tra gli anni ’90 e i primi anni 2000 è la Fidal. La Federazione Italiana di Atletica Leggera la ricorda come una «figura di notevole rilievo nel panorama fondistico nazionale ed internazionale», capace di imporsi in molte maratone di rilievo assoluto. Nessun dettaglio sulle cause della morte, ma la Gazzetta dello Sport parla di suicidio. Il drammatico gesto avrebbe avuto luogo a Chiusa San Michele (Torino), suo paese d’origine, dove era tornata ad abitare da alcuni anni. Bronzo agli Europei di Budapest 1998, Viceconte è stata primatista assoluta della distanza e detiene ancora il record italiano dei 10mila metri. L’atleta piemontese è nata a Susa, in provincia di Torino. In carriera ha vinto a Venezia, Montecarlo, Carpi, Roma, Vienna, Praga e Napoli.

MAURA VICECONTE, MORTA SUICIDA EX MARATONETA

Al termine della sua carriera agonistica, Maura Viceconte si era dovuta confrontare per molti anni con la malattia. Lo scorso novembre aveva lanciato un docufilm sulla sua vita, “La vita è una maratona – La corsa il modo di vivere”. Questo progetto le aveva permesso di tornare a confrontarsi con le amiche e avversarie del tempo. Ma secondo fonti locali la sua morte non è avvenuta per cause naturali, ma per suicidio. Si tratta ovviamente di indiscrezioni che al momento non sono state confermate ufficialmente. Un epilogo comunque tragico visto che il 30 novembre scorso le gesta dell’ex atleta erano state appunto oggetto di un cortometraggio sulla sua carriera. Il portale lavalsusa.it scrive che il corpo dell’ex azzurra è stato trovato privo di vita nella sua abitazione di Chiusa San Michele (Torino) alle 15.30 dai Carabinieri della compagnia di Susa. Tanti valsusini, e non solo, sono ancora increduli della notizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA