Diretta/ Roma Porto (risultato finale 2-1) info streaming video e tv: Kolarov sfiora il tris

Diretta Roma Porto, streaming video e tv: le due squadre si affrontano nell’andata degli ottavi di finale di Champions League, si gioca allo stadio Olimpico ed è già una sfida determinante.

12.02.2019, agg. alle 23:04 - Fabio Belli
Dzeko_gol_Roma_Plzen_lapresse_2018
Diretta Roma Porto, andata ottavi Champions League (Foto LaPresse)

DIRETTA ROMA PORTO (RISULTATO FINALE 2-1): KOLAROV SFIORA IL TRIS

Ha messo in cassaforte un’importante vittoria la Roma, 2-1 contro il Porto che con il gol di Adrian nel finale è riuscito comunque almeno parzialmente a rispondere alla doppietta di Zaniolo, tenendo aperto il discorso qualificazione in vista del ritorno. La squadra di Sergio Conceicao ha cercato il gol anche nel finale rischiando però su una ripartenza, con Dzeko che ha innescato Kolarov sulla sinistra: potente conclusione del serbo respinta… di faccia da Iker Casillas, tramortito ma capace di far restare a galla il Porto. Dopo 5′ di recupero tutti i discorsi vengono rinviati alla sfida di ritorno al Dragao di Oporto. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Roma Porto sarà trasmessa in diretta tv per tutti gli abbonati Sky, che potranno collegarsi sul satellite ai canali Sky Sport 1 (201) o Sky Sport 252 (con possibilità di utilizzare il codice 419221 per acquistare il singolo evento), oppure seguire la diretta streaming video via internet sul sito skygo.sky.it, per seguire la partita tramite pc, dispositivi mobili oppure smart tv avendo attivato l’applicazione Sky Go.

ACCORCIA ADRIAN

Nel pieno della grande euforia per la doppietta di Zaniolo, la Roma ha subito il gol che ha riaperto la partita: ingenuità della difesa giallorossa che si è fatta infilare portando Tiquinho alla conclusione: è diventato un assist per Adrian che sul pallone impennatosi si è inserito scaricando in rete di precisione. Precedentemente ancora una sostituzione per il Porto con Andre Pereira che aveva preso il posto di Fernando, mentre al 38′ della ripresa cambia anche Di Francesco con Nzonzi inserito al posto di Pellegrini. Roma avanti 2-1 nel finale di partita. (agg. di Fabio Belli)

DOPPIO ZANIOLO!

Si è sbloccato il risultato allo stadio Olimpico, con la Roma che ha trovato il gol del vantaggio grazie a Zaniolo, al primo gol della sua giovane carriera in Champions League. Bella azione manovrata con El Shaarawy che pesca Edin Dzeko al centro dell’area di rigore, il bosniaco lavora bene un pallone scaricandolo sulla destra per Zaniolo, l’ex interista lascia partire un diagonale angolato e preciso che non lascia scampo a Casillas. Roma avanti dunque al 25′ della ripresa, 2′ prima Sergio Conceicao aveva richiamato in panchina Brahimi inserendo Adrian, ma alla mezz’ora la favola di Zaniolo si completa col gol del raddoppio, col Porto sorpreso in contropiede: gran botta di Dzeko che si stampa sul palo, ma Zaniolo è appostato e deposita in rete il 2-0. (agg. di Fabio Belli)

CRISTANTE E PEREIRA VICINI AL GOL

E’ ripartito senza cambi il gioco tra Roma e Porto: giallorossi di nuovo vicini al vantaggio al 5′, con Iker Casillas che sbaglia i tempi dell’uscita e consente a Cristante di tentare l’appoggio a porta vuota, mancato di poco. Il centrocampista arriva di nuovo alla battuta a rete nell’azione successiva, ma stavolta il portiere spagnolo del Porto è attento. La prima vera occasione da gol della partita per gli ospiti arriva al 12′: calcio d’angolo battuto da Telles, Danilo Pereira arriva a staccare di testa col pallone che esce d’un soffio dalla porta difesa da Mirante. Al 17′ Lorenzo Pellegrini ci prova dalla lunga distanza, Casillas sbriga la pratica in due tempi. (agg. di Fabio Belli)

PALO DI DZEKO!

Si è chiuso senza reti il primo tempo tra Roma e Porto, ma al 38′ i giallorossi hanno avuto una grande opportunità per portarsi in vantaggio. Grande spunto di Dzeko che ha saltato secco Eder Militao ed ha concluso di prima intenzione verso la porta di Casillas, colpendo un palo col portiere del Porto ormai battuto. Altra buona occasione per la Roma al 34′, prima del palo del bosniaco infatti Lorenzo Pellegrini era riuscito a pescare Manolas in area di rigore, ma il greco non è riuscito ad arrivare alla battuta a rete da ottima posizione, mancando una ghiotta chance. Per il Porto solo una girata di Fernando alla mezz’ora verso la porta di Mirante, la squadra di Sergio Conceicao per il momento si è limitata a contenere e sembra patire le assenze in attacco.

AVVIO INCORAGGIANTE DEI GIALLOROSSI

Diretta Roma Porto 0-0: da circa un quarto d’ora è cominciato il match valevole per l’andata degli ottavi di Champions League 2018-19, i 50 mila dell’Olimpico si fanno sentire e provano a incutere timone agli uomini di Sergio Conceicao. Messo sotto pressione da Dzeko, Felipe regala il pallone a Lorenzo Pellegrini che serve El Shaarawy, l’attaccante italo-egiziano non riesce a capitalizzare. Sin da subito i giallorossi occupano stabilmente la metà campo avversaria nel tentativo di sbloccare la contesa il prima possibile, all’11’ i padroni di casa vanno a un passo dal gol con Zaniolo che si invola verso la porta di Casillas, l’estremo difensore spagnolo pasticcia con Otavio che mette il pallone in fallo laterale senza accorgersi della chiamata del compagno, forse distratto dall’arrivo del numero 22 di Di Francesco che in questi frangenti ha già dimostrato più volte di essere micidiale. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Per la diretta di Roma Porto, che sta per cominciare, andiamo ora a vedere le statistiche delle due squadre. I giallorossi di Eusebio Di Francesco hanno partecipato al Gruppo G prima di arrivare agli ottavi di finale chiudendo al secondo posto dietro al Real Madrid, grazie anche a due squadre “cuscinetto” come Viktoria Plzen e Cska Mosca. In sei partite sono arrivate tre vittorie e tre sconfitte, senza nessun pareggio in questo percorso stagionale in Europa. Davanti la squadra ha fatto molto bene con 11 reti in 6 partite, mentre la difesa ha sofferto un pochino con 8 gol subiti. Serve dunque ritrovare un po’ di solidità difensiva per passare il turno. Dal suo lato il Porto ha vinto il Gruppo D, piuttosto equilibrato visto che c’erano Schalke 04, Galatasaray e Lokomotiv Mosca. La squadra lusitana è stata perfetta fino a questo momento con 16 punti in 6 partite grazie a 5 vittorie e 1 pareggio. L’attacco ha segnato addirittura 15 reti, incassandone 6. Ora ecco le formazioni ufficiali: finalmente Roma Porto comincia! ROMA: Mirante; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Cristante; Zaniolo, Dzeko, El Shaarawy. A disp.: Olsen, Juan Jesus, Marcano, Santon, Pastore, Nzonzi, Kluivert. All. Di Francesco. PORTO: Casillas; Éder Militão, Felipe, Pepe, Alex Telles; Danilo, Herrera, Otávio; Fernando Andrade, Soares, Brahimi. A disp.: Vanà, M. Pereira, Bruno Costa, Óliver Torres, Hernâni, A. Pereira, Adrián López. All. Sergio Conceição. (agg. di Matteo Fantozzi)

I BOMBER

Analizzando la diretta di Roma Porto, che comincia tra poche ore, possiamo anche andare a parlare dei principali bomber delle due squadre: naturalmente in casa giallorossa spunta il nome di Edin Dzeko, il bosniaco che è tornato a segnare anche in campionato dopo un digiuno durato quasi quattro mesi e, con tre reti nelle ultime tre partite, si è portato a quota 5. Bottino archiviato in 19 gare di Serie A, e che equivale al dato di Champions League: in questa competizione Dzeko ha infatti segnato 5 gol in 4 gare del girone, saltando le ultime due (entrambe perse dalla Roma) per l’infortunio muscolare che lo ha fatto star fuori anche in tre partite del campionato. Nel Porto il cannoniere della Primeira Liga è il brasiliano Tiquinho Soares, la grande rivelazione dei Dragoni; per lui 9 gol in 16 apparizioni che lo pongono davanti a Moussa Marega e Yacine Brahimi, entrambi a quota 7. In Champions League comanda proprio il franco-maliano Marega: 6 gol in cinque partite (3 li ha realizzati Jesus Corona), ma il ventisettenne attaccante sarà il grande assente di questi ottavi avendo rimediato uno stiramento alla coscia che lo lascerà ai box almeno per un altro mese e mezzo. (agg. di Claudio Franceschini)

UN RICORDO AMARO PER I GIALLOROSSI

Gli ultimi due precedenti di Roma Porto sono sicuramente un brutto ricordo per i giallorossi, che furono eliminati dai lusitani nella doppia sfida dei preliminari della Champions di due anni fa. All’andata allo Stadio Olimpico il Porto si impose col risultato di 0-3. Pronti via Felipe sbloccò, dopo appena otto minuti, la partita con il rosso diretto a Daniele De Rossi e quello ad Emerson Palmieri a complicare decisamente la cosa. In nove contro undici la Roma ne prese altri due ad opera di Layun e Corona negli ultimi venti minuti finali. Proibitivo era il compito di andare a recuperare al do Dragao al ritorno, nonostante la partita si aprì con un autogol di Felipe dopo appena venti minuti. Il cartellino rosso a Vermaelen però fu un aggravante che portò la gara a terminare 1-1 con il rigore realizzato da Andre Silva. Ci sono altri due precedenti nella storia dei due club con i portoghesi che non hanno mai perso contro i giallorossi. Nel secondo turno della Coppa delle Coppe 1981/82 arrivò un 2-0 in Portogallo e uno 0-0 al ritorno nella capitale del nostro paese. (agg. di Matteo Fantozzi)

ARBITRA DANNY MAKKELIE

Roma Porto, come abbiamo detto in precedenza, sarà diretta da Danny Makkelie: si tratta di un arbitro olandese di 36 anni, dunque ancora piuttosto giovane, che in questa stagione ha già infilato 27 partite con una media di esattamente 3 ammonizioni per gara, un totale di 5 espulsioni e di 8 calci di rigore assegnati. Non è un direttore di gara che estragga troppi cartellini dunque; in questa Champions League è stato impegnato tre volte nella fase a gironi e il suo record di ammonizioni in questo contesto è di 7 nel corso di Lione-Hoffenheim; nella Eredivisie il suo ultimo impegno è stato quello di sabato (Heerenveen-Zwolle) in cui ha chiuso con un solo cartellino giallo. Con la Roma c’è un solo precedente, che è agrodolce: i giallorossi avevano perso nettamente l’andata dei quarti lo scorso anno, cadendo per 1-4 sul campo del Barcellona, ma quel gol messo a segno da Edin Dzeko a dieci minuti dal 90’ aveva poi permesso alla squadra di Eusebio Di Francesco di ribaltare la doppia sfida grazie al 3-0 dell’Olimpico, volando verso un’incredibile e meritatissima semifinale. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESEMTAZIONE DEL MATCH

Roma Porto, diretta dall’arbitro olandese Danny Makkelie, si gioca martedì 12 febbraio alle ore 21.00 e sarà una delle sfide in programma per l’andata degli ottavi di finale di Champions League 2018-2019. I giallorossi si rituffano nella dimensione europea che grandi soddisfazioni ha riservato loro nella scorsa stagione, con la finalissima della massima competizione europea contesa al Liverpool. Dopo il rovinoso 7-1 subito in Coppa Italia dalla Fiorentina, la squadra di Eusebio Di Francesco è riuscita a rialzare la testa, pareggiando 1-1 contro il Milan in un match a ritmi alti e tornando alla vittoria in Serie A con uno 0-3 riservato al Chievo fanalino di coda della classifica. Da secondi nella fase a girone, i giallorossi hanno avuto quello che sulla carta il miglior sorteggio possibile. Il Porto allenato dall’ex laziale Sergio Conceiçao è un osso duro, ma non ha le credenziali dei colossi che la Roma avrebbe potuto incrociare sulla propria strada. Dopo l’ultimo 0-0 in casa del Vitoria Guimaraes e la sconfitta in casa della Moreirense, i Dragoni hanno visto ridursi il vantaggio in classifica, ritrovandosi a vivere un testa a testa per il primo posto nel massimo campionato portoghese con il Benfica; nel girone di Champions League invece il Porto ha avuto la meglio sullo Schalke 04, il Galatasaray e la Lokomotiv Mosca.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA PORTO

Le probabili formazioni di Roma-Porto, in scena allo stadio Olimpico. I padroni di casa giallorossi scenderanno in campo con lo svedese Olsen in porta, Alessandro Florenzi sulla fascia sinistra in difesa e il serbo Kolarov sul lato opposto del campo, mentre al centro della difesa giocheranno il greco Manolas e l’argentino Fazio. A centrocampo spazio a Daniele De Rossi affiancato da Cristante e dal francese Nzonzi, mentre nel tridente offensivo saranno schierati Zaniolo, El Shaarawy e il centravanti bosniaco Dzeko. Risponderà il Porto con il brasiliano Vana tra i pali, i suoi connazionali Militao sulla fascia destra e Telles sulla fascia sinistra, mentre l’altro brasiliano Felipe e Pepe giocheranno al centro della difesa. A centrocampo al fianco del messicano Herrera giocheranno lo spagnolo Oliver Torres e l’argentino Brahimi, mentre l’altro messicano Corona, Andre Pereira e il maliano Marega saranno schierati titolari nel tridente offensivo.

CHIAVE TATTICA E PRECEDENTI

Moduli tattici speculari per i due allenatori, il 4-3-3 sarà la scelta sia del mister della Roma, Eusebio Di Francesco, sia del tecnico del Porto, Sergio Conceicao. Nel 2016 giallorossi e portoghesi si sono ritrovati di fronte nel preliminare di Champions nel 2016. Dopo l’1-1 all’Estadio do Dragao, con vantaggio romanista con un autogol di Felipe e pari di Andre Silva, il Porto  travolse i giallorossi al ritorno all’Olimpico con i gol di Felipe, Layun e Corona che fissarono il risultato sullo 0-3. Il Porto ha anche eliminato la Roma nella Coppa delle Coppe 1981/82.

PRONOSTICO E QUOTE

I bookmaker vedono una Roma nettamente favorita per il successo interno contro il Porto. La vittoria in casa viene quotata 2.10 da Eurobet, l’eventuale pareggio viene offerto a una quota di 3.40 da Bet365, mentre William Hill propone il successo in trasferta a una quota di 3.70. Per quanto riguarda il numero di gol realizzati nel corso dei 90′, over 2.5 quotato 1.83 e under 2.5 quotato 1.90 da Bwin.



© RIPRODUZIONE RISERVATA