PROBABILI FORMAZIONI / Roma Porto: Hector Herrera, futuro giallorosso? (Champions League)

Probabili formazioni Roma Porto: quote, le notizie su moduli e titolari per l’andata degli ottavi di Champions League all’Olimpico, oggi martedì 12 febbraio

12.02.2019, agg. alle 17:28 - Mauro Mantegazza
Roma, Nicolò Zaniolo
Pagelle Roma Porto, andata ottavi Champions League (Foto LaPresse)

Certamente uno dei nomi da seguire con maggiore attenzione nelle probabili formazioni di Roma Porto è quello di Hector Herrera, centrocampista centrale del Porto che sarà titolare e che già da diverso tempo è nel mirino della Roma come possibile obiettivo di calciomercato per la prossima estate. Herrera dunque potrebbe avere delle motivazioni extra per mettersi in mostra e impressionare la dirigenza giallorossa, anche se così facendo magari potrebbe dare un dispiacere ai suoi futuri tifosi, divisi tra la curiosità di vedere in azione da vicino Herrera e la speranza naturalmente che lui e più in generale tutto il Porto non facciano bella figura ed escano infine sconfitti dall’Olimpico. Anche la dirigenza della Roma naturalmente spera che Herrera non faccia troppo bene in Champions League, pure perché in questo caso il rischio sarebbe di far alzare troppo il prezzo del cartellino del centrocampista messicano. Il rischio di asta è concreto, anche perché già adesso diverse società (Inter compresa) sembrano interessate ad Herrera: per tutti questi motivi, sarebbe meglio per la Roma se stasera all’Olimpico Herrera non si mettesse particolarmente in mostra… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ZANIOLO, BATTESIMO AGLI OTTAVI

Non fa più notizia trovare fra i titolari nelle probabili formazioni di Roma Porto il nome di Nicolò Zaniolo, perché ormai ci siamo abituati alla presenza del giovane talento giallorosso in campo, accompagnata da prestazioni in genere molto positive. Tuttavia non dobbiamo mai dimenticare che parliamo di un ragazzo di appena 19 anni, grande speranza non solo della Roma ma di tutto il calcio italiano, aiutato nella sua crescita anche da due allenatori molto attenti ai giovani quali Eusebio Di Francesco e Roberto Mancini. Il c.t. lo convocò in Nazionale quando Zaniolo non aveva ancora nemmeno debuttato in Serie A, Di Francesco invece lo schierò titolare il 19 settembre scorso al Bernabeu contro il Real Madrid. Allora fu una notizia sensazionale, adesso (meno di cinque mesi dopo) Zaniolo titolare in una importante partita di Champions League è un fatto considerato scontato e questo è il miglior segnale della crescita esponenziale avuta nel frattempo dal ragazzo. Stasera sarà una nuova tappa nella sua crescita, la prima volta nella fase ad eliminazione diretta della Champions League: come risponderà Nicolò Zaniolo? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PROTAGONISTA

Nelle probabili formazioni di Roma Porto si deve parlare di Iker Casillas, che troveremo questa sera fra i pali della squadra lusitana. Una leggenda del calcio mondiale, Casillas gioca nel Porto dal 2015, unica squadra della sua carriera a parte Real Madrid e Nazionale spagnola, con cui ha vinto tutto. Cinque Liga e tre Champions League, ad esempio, per citare giusto i successi principali con la maglia del Real, mentre con la Spagna abbiamo naturalmente il Mondiale 2010 e i due Europei del 2008 e del 2012. Quando nel 2015 Casillas ha abbandonato il Real Madrid, non ha scelto lidi esotici per finire la propria carriera: il Porto è squadra di ottimo livello e presenza praticamente fissa in Champions League, competizione nella quale Casillas ha debuttato nell’ormai lontana stagione 1999-2000, quando Iker aveva appena 18 anni e colse subito il suo primo successo nella competizione. Una carriera da leggenda, oggi naturalmente molti occhi allo stadio Olimpico saranno puntati proprio su Casillas, che qui ha giocato spesso da avversario della Roma, anche con la maglia del Porto nei playoff 2016, ricordo non certo piacevole per i tifosi giallorossi. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO E ORARIO

Roma Porto, questa sera alle ore 21.00, vedrà le due formazioni scendere in campo alle ore 21.00 per la partita d’andata degli ottavi di Champions League. Si tratterà di uno snodo molto delicato nella stagione delle due formazioni, Roma Porto infatti è un ottavo che si annuncia abbastanza equilibrato e che mette in palio un posto fra le prime otto non impossibile da raggiungere, anche perché fortunatamente la Roma appare in ripresa nelle ultime uscite, vedi la larga vittoria sul campo del Chievo. Adesso Eusebio Di Francesco deve approfittare dell’esito del sorteggio favorevole, se si pensa che la Roma seconda poteva trovare una qualsiasi delle prime degli altri gironi e il Porto tra queste era senza dubbio l’opzione migliore. Intendiamoci: agli ottavi di Champions League non c’è nulla di facile, ma la missione è possibile. Andiamo allora a vedere tutte le notizie sulle probabili formazioni di Roma Porto in vista del match di stasera.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo nel frattempo uno sguardo anche al pronostico di Roma Porto: le quote dell’agenzia di scommesse Snai ci dicono che i giallorossi sono considerati favoriti, infatti il segno 1 è proposto a 2,05, mentre poi si sale a 3,50 in caso di pareggio (naturalmente segno X) e molto simile è la quota in caso di vittoria esterna del Porto, perché il segno 2 è proposto a 3,75.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA PORTO

LE MOSSE DI DI FRANCESCO

Le probabili formazioni di Roma Porto, per quanto riguarda i giallorossi, devono tenere conto dalle precarie condizioni fisiche di molti giocatori in dubbio oppure sicuri assenti, come Perotti e Under che riducono le possibilità di scelta in attacco. Tenuto conto anche dei problemi di Olsen, ecco che in porta mettiamo ancora Mirante, mentre in difesa stringerà i denti Manolas per affiancare Fazio nella coppia centrale, con Kolarov a sinistra mentre a destra molto dipenderà dalla posizione di Florenzi, con Karsdorp pronto a giocare se l’azzurro dovesse essere schierato in attacco. A centrocampo il perno centrale sarà naturalmente De Rossi, che garantirà esperienza ed equilibrio, con lui dovrebbero esserci Cristante e Lorenzo Pellegrini, dal momento che Zaniolo dovrebbe fare l’esterno in attacco, al fianco di Dzeko come prima punta ed El Shaarawy a sinistra. In alternativa: Florenzi nel tridente con Karsdorp terzino, Zaniolo a centrocampo a danno probabilmente di Cristante.

LE SCELTE DI CONCEICAO

In casa Porto, l’allenatore è l’ex laziale Sergio Conceicao, che sentirà aria di derby ma deve soprattutto pensare a problemi più pratici, perché ha parecchi problemi da risolvere in attacco, tra la squalifica di Corona e diversi infortuni. La soluzione più probabile è dunque un tridente con Hernani, Soares e Adrian, con Brahimi e Fernando che restano comunque possibili alternative. Negli altri reparti ci attendiamo meno sorprese: a centrocampo i tre titolari (anche per il Porto il modulo dovrebbe essere il 4-3-3) saranno quasi certamente Torres, Herrera – giocatore nel mirino proprio della Roma – e Danilo Pereira, infine in difesa c’è un ballottaggio perché Pepe, Eder Militao e Felipe sono in tre per due posti nella coppia centrale davanti al portiere, l’eterno Iker Casillas. Infine, i due terzini dovrebbero essere Maxi Pereira a destra e Alex Telles – che vanta un fugace passaggio all’Inter – sulla corsia di sinistra.

TABELLINO

ROMA (4-3-3): Mirante; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Cristante; Zaniolo, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Perotti, Under.

PORTO (4-3-3): Casillas; Maxi Pereira, Eder Militao, Felipe, Telles; Torres, Herrera, D. Pereira; Hernani, Soares, Adrian. All. Conceicao.

Squalificato: Corona.

Indisponibili: Marega, Aboubakar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA