Diretta Venezia Sassari / Risultato finale 88-89: clamorosa rimonta della Dinamo!

- Claudio Franceschini

Diretta Venezia Sassari, streaming video e tv: la Dinamo affronta la Reyer nei quarti della Coppa Italia di basket, sulla panchina degli isolani ci sarà la prima per Gianmarco Pozzecco.

Spissu Sassari Venezia lapresse 2019
Diretta Venezia Sassari, gara-1 finale playoff (Foto LaPresse)

DIRETTA VENEZIA SASSARI (RISULTATO FINALE 88-89)

Venezia Sassari 88-89: pazzesco quarto di finale della Coppa Italia 2019 di basket al Mandela Forum di Firenze, dove è caduta anche la seconda forza del campionato, Venezia, travolta dalla clamorosa rimonta di Sassari dopo un primo tempo che era stato dominato dalla Umana Reyer. Vi avevamo raccontato di un Banco di Sardegna Sassari al quale sarebbe servito il secondo tempo perfetto: ebbene, è proprio quello che è appena successo a Firenze. Sotto di sedici punti all’intervallo lungo, Sassari ha cominciato la rimonta nel terzo quarto, il cui parziale è stato di 18-25 per la Dinamo, lasciando comunque Venezia avanti di nove lunghezze sul 75-66. Poteva essere comunque un ottimo margine per la Reyer, che però ha disputato un secondo tempo decisamente sottotono e nell’ultimo quarto ha continuato il proprio calo. Sassari galvanizzata ha recuperato tutto lo svantaggio e di conseguenza il match si è deciso negli ultimi secondi, con il canestro di Cooley per il sorpasso Sassari (88-89) nell’ultima azione d’attacco di Sassari, mentre il successivo tiro di Watt per il contro-sorpasso non è andato a buon fine. A livello individuale spiccano i 24 punti di Pierre, anche in questa voce Sassari ha operato il sorpasso perché il migliore marcatore di Venezia è stato Tonut con i suoi 20 punti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INTERVALLO LUNGO

Venezia Sassari 57-41: primo tempo a senso unico in favore della Umana Reyer nel terzo quarto di finale della Coppa Italia 2019 di basket in corso al Mandela Forum di Firenze. Un margine di 16 punti è davvero ampio, per il Banco di Sardegna Sassari servirà un secondo tempo perfetto per provare a ribaltare la situazione che al momento sembra però saldamente in mano a Venezia. I veneti sono partiti molto forti e al termine del primo quarto avevano già accumulato un vantaggio di ben nove lunghezze (29-20), poi anche nel secondo quarto l’andamento è stato sostanzialmente lo stesso (parziale 28-21 per Venezia) ed eccoci così all’intervallo lungo con una differenza molto netta, che la Reyer dovrà adesso essere brava a gestire, perché la partita è ben indirizzata ma di certo non finita. A livello individuale spicca l’eccellente prestazione di Stefano Tonut, autore di ben 14 punti e unico giocatore della partita già in doppia cifra al termine del primo tempo. Se l’Umana Reyer Venezia sta dominando questo quarto di finale di Coppa Italia, il principale artefice fino a questo momento è stato senza dubbio il figlio d’arte Tonut. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Venezia Sassari è in programma sulla televisione di stato, come lo è tutta la Coppa Italia di basket: appuntamento sui canali “gemelli” che sono Rai Sport e Rai Sport +, disponibili in chiaro e in alta definizione ai numeri 57 e 58 del vostro telecomando. In assenza di un televisore sarà possibile assistere alla partita anche in diretta streaming video, visitando con apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone il sito www.raiplay.it – senza costi aggiuntivi – e selezionando il canale di riferimento.

VENEZIA SASSARI, STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

PALLA A DUE

Siamo arrivati alla palla a due di Venezia Sassari, e allora è bene ricordare che, per quanto storica sia la società lagunare, la Reyer non ha mai vinto la Coppa Italia anche perchè nel periodo della sua istituzione, ovvero la fine degli anni Sessanta, gli orogranata erano già in calo tanto da non essere mani nemmeno arrivati a disputare una finale. C’è invece un back to back per la Dinamo, e dobbiamo tornare al biennio 2014-2015: Meo Sacchetti aveva condotto il Banco di Sardegna alle vittorie su Siena e Milano nelle due finali, con Travis Diener prima e David Logan poi a vincere il premio di MVP della manifestazione. Quella Sassari avrebbe anche vinto lo scudetto del 2015, centrando una favolosa doppietta; purtroppo il calo strutturale è avvenuto davvero in fretta per la società sarda, che non è più riuscita a ripetersi su quei livelli. Oggi però Gianmarco Pozzecco spera di tornarci: dopotutto è stato un giocatore allenato da Sacchetti, ai tempi di Capo d’Orlando, e se anche per il momento non ha ripetuto le sue imprese in panchina potrebbe sempre riuscirci, finalmente, con la Dinamo. Per il momento vediamo come andrà il suo esordio, subito in una partita tostissima: mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia il parquet di Firenze, dove finalmente Venezia Sassari sta per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

LA PRIMA DEL POZ

Venezia Sassari sarà la prima per Gianmarco Pozzecco sulla panchina della Dinamo: il goriziano infatti per la terza volta in carriera va ad allenare una grande squadra del nostro basket, dopo averlo fatto con Varese e Fortitudo Bologna. In Emilia il Poz ha raggiunto la semifinale promozione da subentrato, con i biancorossi – con cui era stato eroe dello scudetto della stella – aveva iniziato la stagione 2014-2015 ma dopo 19 partite e un record di 6-13 era stato esonerato, facendosi ricordare più che altro per la camicia strappata in seguito ad una espulsione e qualche conferenza stampa particolarmente pittoresca (a Brindisi aveva scatenato ampie polemiche tra i giornalisti locali). Pozzecco ha allenato anche Capo d’Orlando (altra ex squadra da giocatore) centrando la promozione in Serie A1, ed è poi stato vice di Veljko Mrsic – compagno di squadra a Varese nell’anno del tricolore – al Cedevita Zagabria. Da segnalare che le inattese dimissioni di Vincenzo Esposito sarebbero arrivate, secondo indiscrezioni fornite dalla Gazzetta dello Sport, per divergenze di vedute tra l’allenatore e il presidente della Dinamo Stefano Sardara, anche se non è chiaro in merito a quale specifico argomento. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Venezia Sassari, quarto di finale della Coppa Italia 2018-2019 di basket, si gioca alle ore 18:00 di venerdì 15 febbraio: sappiamo ormai che la location è il Nelson Mandela Forum di Firenze, possiamo anche ricordare che la vincente di questa sfida incrocerà una tra Avellino e Brindisi, due squadre che saranno in campo nella serata odierna. La Reyer è una delle grandi favorite per la vittoria di questa Final Eight, ovviamente alle spalle di Milano: lo dice la classifica del campionato, che vede gli orogranata secondi con tre partite di distacco dall’Olimpia, ma lo dicono anche il roster e la qualità di una squadra che negli ultimi anni è sempre riuscita a proporsi come grande alternativa ai meneghini, vincendo lo scudetto del 2017 e risultando competitiva in maniera costante. Attenzione però alla Dinamo: certamente la società isolana ha perso smalto rispetto al fantascientifico 2015 (scudetto e Coppa Italia) ma quando c’è da vincere titoli e vincere partite secche è il classico avversario che non si vuole mai affrontare. La Reyer arriva dall’inattesa sconfitta interna contro Trento, che ha ulteriormente avvicinato le inseguitrici nella graduatoria della Serie A1 e tolto qualche certezza; il Banco di Sardegna ha perso a sua volta, subendo un incredibile -19 sul campo di Torino. A seguito di questa partita sono arrivate le dimissioni a sorpresa di Vincenzo Esposito: sarà Gianmarco Pozzecco a guidare la squadra nella diretta di Venezia Sassari, la cui palla a due è attesa tra poche ore.

RISULTATI E PRECEDENTI

Possiamo presentare Venezia Sassari parlando innanzitutto della partita che le due squadre hanno disputato in campionato: era il 10 novembre, il contesto era quello del PalaSerradimigni e la Reyer aveva vinto 86-83 riuscendo a ribaltare un primo quarto da 11-23 e un primo tempo chiuso con uno svantaggio di 7 punti. Grande prestazione di Austin Daye, autore di 21 punti e 5 rimbalzi tirando 8/16 dal campo; l’ala statunitense è andata in doppia cifra in 14 delle 18 partite che ha giocato e rimane un’arma tattica fondamentale per la squadra allenata da Walter De Raffaele. Come dicevamo, Venezia rimane la prima inseguitrice di Milano ma nel suo campionato ha già perso 6 partite: certamente non sono tantissime, ma ci dicono di una regular season approcciata forse con maggiore “prudenza”, senza dover per forza di cose strappare ma volendo arrivare pronti al grande appuntamento dei playoff. Sassari sta tenendo una velocità di crociera che le consentirebbe di andare a giocare la post season che rimane il principale obiettivo della società, ma adesso si apre il grande punto di domanda: bisognerà vedere come il gruppo reagirà alle dimissioni di Esposito e come Pozzecco, la cui precedente esperienza da allenatore in Serie A1 non è stata brillantissima, riuscirà a gestire un roster che, sia pure tra alti e bassi, stava girando bene e si è anche qualificato per la terza fase di Europe Cup, una competizione che gli isolani vogliono onorare per migliorare il loro status internazionale. Ci aspetta dunque una Venezia Sassari particolarmente intensa e interessante, dovremo aspettare ancora poco per la palla a due di Firenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA