INTER-SAMPDORIA, GIAMPAOLO FURIOSO/ “Fallo clamoroso sul 2-1: dovevamo vincere”

- Dario D'Angelo

Marco Giampaolo dopo la sconfitta della Sampdoria contro l’Inter protesta rispetto ad un fallo non segnalato prima del gol del 2-1 nerazzurro.

giampaolo milan
Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria (foto da Twitter)

Marco Giampaolo non ci sta e dopo la sconfitta per 2-1 della sua Sampdoria maturata nei minuti finali della gara contro l’Inter nel post-partita sfoga tutta la sua frustrazione per un episodio che a suo giudizio ha compromesso la gara:”Sono particolarmente arrabbiato perché sul gol del 2-1, sulla rimessa laterale di Dalbert, c’è stato un fallo clamoroso ai danni di Ekdal, che sarebbe stato da punire con un calcio di punizione a nostro favore e invece è stato assegnato il calcio d’angolo da cui poi abbiamo subito gol”. Come riportato da Sport Mediaset, l’allenatore blucerchiato ha espresso il suo rammarico soprattutto alla luce della prestazione messa in campo dai suoi a San Siro:”Partita che non bisognava mai perdere, per come la squadra ha giocato. Se non porti a casa un risultato positivo dopo questo tipo di prestazione, non puoi essere soddisfatto. Fermo restando che io sono sempre molto orgoglioso della mia squadra. Resta grande rammarico, perché questo tipo di prestazione doveva portare a un risultato positivo”.

FURIA GIAMPAOLO

Non è il tipo di allenatore che ama parlare degli episodi arbitrali, ma Marco Giampaolo proprio non riesce a fare a meno di pensare al “torto” subito che alla sua Sampdoria è costata la sconfitta contro l’Inter. Questo il suo pensiero, riportato da Sport Mediaset:”Sono mancati un po’ di cinismo e furbizia, in certi momenti della partita. Qui a San Siro i raccattapalle sono allenati per rimettere in campo velocemente la palla, e se non sei svelto non sei furbo. Su quella rimessa laterale il fallo ai danni di Ekdal è clamoroso. Dispiace perché non porti a casa niente, dopo una partita maiuscola. La squadra ha fatto grandi lavori in fase di non possesso, un po’ imprecisa in fase offensiva ma ho poco da rimproverare: particolari, che poi fanno la differenza in una partita. Se hai l’ambizione di far qualcosa in più e affrontare queste squadre senza timore reverenziale…belli, ma non balli. A me la squadra è piaciuta, ma in questo modo sei sempre a rincorrere”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA