PROBABILI FORMAZIONI/ Schalke 04 Manchester City: attenzione a Bernardo Silva. Quote

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Schalke Manchester City: alla Veltins Arena si gioca per l’andata degli ottavi di Champions League, sia Tedesco che Guardiola hanno ancora qualche leggero dubbio.

Bernardo Sterling Manchester City gol lapresse 2019
Video Manchester City Tottenham (Foto LaPresse)

Come protagonista atteso nelle probabili formazioni di Schalke Manchester City scegliamo Bernardo Silva: ancora una volta la dirigenza degli Sky Blues ci ha visto lungo nell’estate 2017, quando ha prelevato dal Monaco questo esterno portoghese che aveva alle spalle una semifinale di Champions League (persa contro la Juventus). Un po’ di apprendistato, poi l’esplosione: quest’anno Bernardo Silva ha strappato il posto di titolare al quasi omonimo David Silva (anche per i problemi personali dello spagnolo) ma anche e soprattutto a Leroy Sané, giocando come titolare 23 partite in Premier League e tre nel girone di Champions League. Ormai Guardiola lo considera una sorta di playmaker offensivo esattamente come lo spagnolo ex Valencia, e Bernardo sta ripagando la fiducia con una stagione superlativa: i numeri parlano di 8 gol e 7 assist, in Champions League il lusitano ha realizzato due reti (contro Lione e Shakhtar Donetsk) e per la partita della Veltins Arena si prepara ad essere nuovamente titolare, provando a diventare il giocatore di riferimento per una squadra che sa di dover andare incontro all’appuntamento con la storia internazionale, possibilmente senza sbagliare e centrando finalmente la finale. (agg. di Claudio Franceschini)

IL DUELLO

Un possibile duello nelle probabili formazioni di Schalke Manchester City potrebbe essere quello che si svilupperà sulla corsia destra dei tedeschi: qui agisce Daniel Caligiuri, uno dei punti di riferimento per la squadra di Domenico Tedesco dove è arrivato nel gennaio di due anni fa. Quest’anno per lui ci sono 29 apparizioni con 4 gol e altrettanti assist, tutti realizzati in Bundesliga; qualcuno di voi lo ricorderà perchè, grazie alle origini italiane – i genitori sono della provincia di Crotone e lui stesso è nato con cittadinanza del nostro Paese – Antonio Conte lo aveva chiamato per uno stage pre-Euro 2016, senza però mai convocarlo ufficialmente. All’epoca giocava nel Wolfsburg; nella partita di Champions League dovrebbe vedersela con uno tra Danilo e Oleksandr Zinchenko, la scelta di Pep Guardiola non è ancora chiara ma diamo visibilità all’ucraino di 22 anni, che nasce come centrocampista centrale ma che l’allenatore del Manchester City ha trasformato per necessità in un terzino sinistro. Quest’anno ha giocato 14 partite, segnando un gol in Carabao Cup e distribuendo quattro assist vincenti; calciatore in rapida crescita che non ha fatto rimpiangere la lunga assenza di Benjamin Mendy, in questa Champions League ha giocato tre gare (244 minuti totali) e stasera potrebbe essere lanciato titolare. (agg. di Claudio Franceschini)

IL BALLOTTAGGIO

Come già detto nel presentare le probabili formazioni di Schalke Manchester City, ci sono alcune scelte che Pep Guardiola deve prendere in merito alla sua squadra che giocherà alla Veltins Arena. Lasciando per un attimo da parte lo strapotere offensivo, in questo doppio ottavo di Champions League sarà importante anche non subire gol e dunque in difesa, con Vincent Kompany infortunato per l’ennesima volta in carriera, il dubbio riguarda tre giocatori: tra John Stones, Nicolas Otamendi e Aymeric Laporte giocheranno solo in due come centrali davanti a Ederson. Leggiamo allora le cifre stagionali legate a questo torneo: il più utilizzato è l’ex Athletic Bilbao che ha giocato tutte le partite e tutti i minuti, davanti a Stones (sei gare e 421 minuti) e Otamendi, che nel girone eliminatorio ha messo insieme appena tre presenze per 244 minuti. Laporte, voluto espressamente da Guardiola per la capacità di uscire dalla difesa palla al piede, è dunque il grande favorito e questo riduce il ballottaggio a Stones e Otamendi: verosimilmente, e anche al netto delle statistiche stagionali, il nazionale inglese parte assolutamente in vantaggio rispetto all’argentino. I due hanno fatto coppia lo scorso sabato nel 4-1 di FA Cup sul campo del Newport County, con Laporte entrato al 79’ minuto. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOVITA’

Nelle probabili formazioni di Schalke Manchester City andiamo ad analizzare le possibili scelte dei due allenatori per la partita che, alla Veltins Arena, si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 20 febbraio e vale per l’andata degli ottavi di finale della Champions League 2018-2019. Gli Sky Blues continuano la loro rincorsa in Premier League dove tallonano il Liverpool in un duello entusiasmante, ma il cammino internazionale rimane un nervo scoperto: una sola semifinale da quando Mansur Al Nahyan ha preso il comando delle operazioni, decisamente troppo poco per una squadra che avrebbe una rosa pronta a dominare la scena. La presenza di Pep Guardiola (una Coppa dei Campioni da giocatore, due Champions League da allenatore) per il momento non ha aiutato e lo stesso tecnico catalano deve ancora dimostrare di poter essere vincente in Europa al di fuori del contesto del Barcellona; la sfida degli ottavi è sulla carta abbordabile perchè lo Schalke 04, giunto secondo nel suo girone alle spalle del Porto, deve innanzitutto pensare alla salvezza in Bundesliga (comunque quasi fatta) ed è logicamente inferiore alla squadra inglese. Vedremo però come andranno le cose a Gelsenkirchen, intanto leggiamo nel dettaglio quelle che sono le probabili formazioni di Schalke Manchester City.

QUOTE E PRONOSTICO

E’ decisamente sproporzionato a favore inglese il pronostico per Schalke Manchester City: l’agenzia di scommesse Snai ha assegnato all’eventualità della vittoria esterna, regolata dal segno 2, un valore di 1,28 volte la somma giocata che già da solo rende l’idea. In più il successo della formazione di casa, per il quale dovrete giocare il segno 1, vi farebbe guadagnare ben 9,75 volte quanto investito; siamo a 6,00 volte la cifra messa sul piatto per il segno X, che come sempre regola l’ipotesi del pareggio.

PROBABILI FORMAZIONI SCHALKE MANCHESTER CITY

I DUBBI DI TEDESCO

In Schalke Manchester City Domenico Tedesco deve fare a meno di alcuni dei suoi titolari; a gennaio è partito Naldo e dunque i due centrali titolari a protezione del portiere Fahrmann saranno Salif Sané e l’ex Fiorentina Nastasic, mentre sulle corsie laterali dovrebbero giocare Riether e Hamza Mendyl. A centrocampo si cambia rispetto a quanto visto sabato in campionato: fuori Serdar e Mascarell, dentro Rudy e Bentaleb che si posizioneranno davanti alla linea di retroguardia dovendo innanzitutto pensare a contenere gli assalti del Manchester City, ma poi con la necessità di sviluppare la manovra. Sempre rispetto allo 0-0 contro il Friburgo torna Daniel Caligiuri (che era squalificato): l’esterno si piazza a destra con Konoplyanka che agirà dall’altra parte, in posizione centrale sulla trequarti dovrebbe esserci spazio per Uth che farà da supporto per Burgstaller, favorito per giocare da prima punta anche se finora ha deluso le aspettative a livello di gol segnati. Fuori causa Breel Embolo, certamente un bel problema per il tecnico dello Schalke.

GLI 11 DI GUARDIOLA

Il Manchester City non cambia pelle, ma la vastità della rosa permette a Guardiola di pensare a qualche ballottaggio: in difesa per esempio Stones e Otamendi si giocano il posto da centrale al fianco di Laporte – con il primo favorito – mentre sulle fasce Zinchenko cerca posto a sinistra con Walker che sarà a destra, e dunque Danilo che resta un’opzione valida per iniziare la partita. A centrocampo di fatto il dubbio riguarda Gundogan e David Silva: entrambi hanno ottimi argomenti per avere la maglia da titolare, la scelta di Guardiola potrebbe premiare il tedesco che darebbe maggiore equilibrio visto che dall’altra parte giocherà De Bruyne, a tenere le fila del discorso sarà invece Fernandinho che come sempre sarà lo schermo centrale. Nel tridente offensivo se la giocano Bernardo Silva e Leroy Sané, ma in questo momento il portoghese è nettamente favorito; a sinistra vedremo dunque Sterling, come prima punta giocherà naturalmente Sergio Aguero. Dalla panchina si alzano giocatori come Gabriel Jesus e Mahrez: decisamente una grande squadra, ma ora dovrà dimostrarlo anche in Europa.

IL TABELLINO

SCHALKE (4-2-3-1): 1 Fahrmann; 3 Mendyl, 26 S. Sané, 5 Nastasic, 24 Oczipka; 13 Rudy, 10 Bentaleb; 18 D. Caligiuri, 7 Uth, 11 Konoplyanka; 19 Burgstaller
A disposizione: 34 Langer, 2 McKennie, 27 Bruma, 8 Serdar, 6 Mascarell, 25 Harit, 15 Kutucu
Allenatore: Domenico Tedesco
Squalificati:
Indisponibili: Stambouli, Schopf, Skrzybski, Embolo

MANCHESTER CITY (4-3-3): 31 Ederson; 2 Walker, 5 Stones, 14 Laporte, 35 Zinchenko; 17 De Bruyne, 25 Fernandinho, 8 Gundogan; 20 Bernardo Silva, 10 Aguero, 7 Sterling
A disposizione: 49 Muric, 3 Danilo, 30 Otamendi, 21 David Silva, 26 Mahrez, 33 Gabriel Jesus, 19 L. Sané
Allenatore: Josep Guardiola
Squalificati:
Indisponibili: Kompany, B. Mendy

© RIPRODUZIONE RISERVATA