DIRETTA PESCARA BRESCIA/ Risultato finale 1-5: Rondinelle con il turbo, è primo posto in Serie B!

- Claudio Franceschini

Diretta Pescara Brescia, risultato finale 1-5: le Rondinelle dominano all’Adriatico e, aspettando il risultato del Palermo, si portano al primo posto nella classifica della Serie B.

Brugman Pescara Brescia lapresse 2019 640x300
Diretta Pescara Brescia, Serie B 22^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA PESCARA BRESCIA (RISULTATO FINALE 1-5)

Pescara Brescia 1-5: le Rondinelle si portano al primo posto della classifica grazie alla netta vittoria dello stadio Adriatico. Nella sfida diretta la squadra di Eugenio Corini dimostra ancora una volta di essere offensivamente devastante e di avere soprattutto le caratteristiche giuste per fare il salto di categoria: demolito un Pescara che sta sicuramente disputando un ottimo campionato, ma che questa sera è crollato di fronte alla qualità dell’avversario. Nel secondo tempo un altro rigore, questa volta per fallo di mano di Balzano, ha portato a quattro i gol del Brescia con la trasformazione di Ernesto Torregrossa cui Alfredo Donnarumma ha lasciato la battuta; tre minuti più tardi se non altro il Pescara ha trovato un moto di orgoglio con il gol della bandiera firmato da Gaetano Monachello (entrato nel secondo tempo) ma è stato davvero poco e soprattutto troppo in ritardo, e in più al 94′ Torregrossa ha realizzato la doppietta personale rendendo ancora più amara la sconfitta dei padroni di casa. Il Brescia prosegue nel suo campionato fantastico: è primo in classifica, aspettando l’impegno del Palermo che arriverà domani sera contro il Foggia. (agg. di Claudio Franceschini)

PESCARA BRESCIA (0-3): INTERVALLO

Pescara Brescia 0-3: partita dominante quella delle Rondinelle, che in un tempo segnano tre gol al Delfino e ne sfiorano un quarto, e a questo punto sono davvero ad un passo dal primo posto nella classifica di Serie B aspettando il Palermo, che giocherà lunedì sera contro il Foggia. Il vantaggio arriva con il diciannovesimo gol in campionato di Alfredo Donnarumma: il bomber trasforma un calcio di rigore concesso per fallo di Franck Kanouté su Spalek, palo interno e gol ed è solo l’inizio della grande serata del Brescia, che al 32’ raddoppia su punizione. Batte Tonali, Donnarumma fa proseguire con un assist per Simone Romagnoli che batte l’incolpevole Alfonso; passano sei minuti ed è Ndoj a trovare il tracciante che mette Dimitri Bisoli a tu per tu con il portiere del Pescara, un tris che non diventa poker solo perché il palo dice di no a Torregrossa al minuto 44, appena prima che Eugenio Corini debba sostituire Mateju con Curcio. Brescia dunque fantastico: una squadra che punta con decisione alla promozione diretta, e che in questo momento la meriterebbe eccome. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non sarà a disposizione la diretta tv di Pescara Brescia: la partita di Serie A infatti è una delle tre che per questa giornata di campionato sono trasmesse su Dazn, la nuova piattaforma alla quale dovrete essere abbonati e che fornisce il suo servizio in diretta streaming video, dunque attraverso apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone che potrete eventualmente collegare alla vostra televisione con il Chromecast. Avendo invece a disposizione una smart tv con connessione a internet ci sarà l’alternativa, ovvero la possibilità di installarvi direttamente l’applicazione Dazn.

DIRETTA PESCARA BRESCIA (0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per avere inizio la diretta di Pescara Brescia: vediamo che numeri portano le due squadre alla vigilia della 22^ giornata di Serie B mentre le formazioni ufficiali fanno il loro ingresso al Cornacchia. Considerando la classifica vediamo bene che entrambi club possono essere soddisfatti a questo punto della stagione: la leonessa è infatti seconda in classifica con 36 punti e un tabellino brillante con 9 successi e altrettanti pareggi. Impressionate la differenza gol segnata poi dalle rondinelle, con 41 reti fatte e 28 incassate finora. Non si può lamentare anche il Pescara, fermo alla terza piazza con 34 punti, questi vinti grazie al tabellino di 9 vittorie e sette pareggi. Va poi aggiunto che i delfini hanno fissato a 29:23 la differenza gol, di certo migliorabile. Ma diamo subito la parola al campo: si gioca! PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso; F. Kanouté, Brugman, Memushaj; Marras, L. Mancuso, Capone. Allenatore: Giuseppe Pillon BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, S. Romagnoli, Mateju; D. Bisoli, Tonali, Ndoj; Spalek; Torregrossa, Al. Donnarumma. Allenatore: Eugenio Corini (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

Sarebbe parecchio complicato avventurarsi nei precedenti di Pescara Brescia, due squadre che già all’inizio degli anni Quaranta si erano trovate faccia a faccia in Serie B. E’ questo il primo dato che possiamo tracciare: escludendo cinque partite di Coppa Italia e due di Serie A, le partite tra delfini e rondinelle si è giocata esclusivamente nel campionato cadetto. Il Pescara non vince dall’agosto 2017 (un pareggio e due sconfitte nelle ultime tre), l’ultima all’Adriatico è finita 3-0 per il Brescia con i gol di José Machin, Andrea Caracciolo e Alexis Ferrante (era il Pescara di Zdenek Zeman) ma noi in particolare vogliamo ricordare qui le due gare nel massimo campionato: dobbiamo tornare alla stagione 1992-1993, conclusa con la retrocessione di entrambe le squadre anche se il Pescara era stato capace di un clamoroso 5-1 alla Juventus alla penultima giornata, quando comunque le due squadre erano già certe dell’esito della classifica. In Abruzzo il Delfino aveva vinto 2-0 con i gol di Roger Mendy e Dunga, che un anno e mezzo più tardi avrebbe capitanato il Brasile campione del mondo negli Stati Uniti; quella squadra, affidata a Giovanni Galeone e in seguito a Vincenzo Zucchini, aveva avuto come calciatore più presente e goleador (rispettivamente 31 partite e 12 reti) un certo Massimiliano Allegri. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA: ANDRENACCI

In Pescara Brescia sarebbe facile parlare di Leonardo Mancuso, Alfredo Donnarumma o Sandro Tonali come dei protagonisti attesi, e allora ci concentriamo in particolar modo su Lorenzo Andrenacci: portiere di 24 anni, dovrebbe essere ancora lui a difendere i pali lombardi visto l’infortunio di Alfonso. Non è facile fare da riserva ad un portiere che gioca sempre e comunque, ma Andrenacci si è calato nel ruolo con professionalità: prodotto del settore giovanile del Milan, che però lo ha fatto partire piuttosto presto, è arrivato a Brescia già cinque anni fa per poi andare in prestito nel Como e nel Fano, per maturare esperienza. E’ tornato alla base nel 2017, ma si è trovato alle spalle prima di Stefano Minelli (oggi a Padova) e poi appunto di Alfonso. Sfruttando l’infortunio dell’ex Cittadella ha avuto campo: in questo campionato ha giocato sei partite incassando 9 gol, ma ben quattro di questi sono arrivati nel 4-4 contro lo Spezia dello scorso turno di campionato, mentre vanno segnalati gli ottimi clean sheet contro Cosenza e Perugia (quest’ultima in trasferta). Chiaramente la maglia da titolare resta di Alfonso, ma il suo secondo può far stare tranquilli tutti i tifosi del Brescia che sognano la promozione e un ritorno in Serie A che manca ormai da tempo… (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Pescara Brescia sarà diretta dal signor Gianluca Aureliano: le due squadre scendono in campo alle ore 21:00 di domenica 3 febbraio, per quello che è il primo posticipo serale nella ventiduesima giornata del campionato di Serie B 2018-2019. Si tratta di un appassionante scontro al vertice, o comunque nelle primissime posizioni della classifica: il Pescara insegue il Brescia a due punti di distanza, e dunque ha la possibilità di prendersi la seconda posizione che significherebbe promozione diretta virtuale. Le rondinelle però stanno disputando un ottimo campionato: anche il 4-4 interno contro lo Spezia, per quanto possa suonare come un’occasione sprecata nel tentativo di scavalcare il Palermo e ottenere la vetta, ha certificato la bontà del progetto di Eugenio Corini e la qualità offensiva di una squadra trascinata da uno straripante Alfredo Donnarumma. Il Delfino invece arriva dal pareggio di Livorno: uno 0-0 (peraltro il secondo consecutivo) che ha lasciato l’amaro in bocca e consentito al Lecce di agganciarlo in classifica. Anche per questo motivo la squadra di Bepi Pillon spera di vincere questa partita, sfruttando il fattore campo; a proposito di campo, aspettando la diretta di Pescara Brescia noi possiamo andare a vedere in che modo le due squadre potrebbero disporsi sul terreno di gioco, analizzando approfonditamente le probabili formazioni di Pescara Brescia.

PROBABILI FORMAZIONI PESCARA BRESCIA

Pillon conferma il suo 4-3-3 per Pescara Brescia: davanti a Fiorillo agiscono Gravillon e Scognamiglio con Balzano e Del Grosso che si allargano sui terzini, mentre a centrocampo le chiavi del gioco dovrebbero essere affidate a uno tra Alessandro Bruno e Franck Kanouté. A dare una mano in cabina di regia sarà Ledian Memushaj; l’altro interno potrebbe essere nuovamente il giovane Melegoni che sta trovando sempre più fiducia in una squadra di vertice. Solito tridente offensivo, nel quale resta solo da capire la posizione di Leonardo Mancuso: prima punta con Antonucci esterno, oppure laterale a sinistra se verrà data una maglia a Monachello. A destra, senza troppe discussioni, ci sarà invece Marras. Il Brescia è in campo con un modulo molto simile, che però prevede Spalek qualche passo più indietro rispetto a Torregrossa e Donnarumma, reduce dalla tripletta contro lo Spezia e salito a 18 gol in campionato. In mediana conferma per Dessena sul centrodestra con Dimitri Bisoli sul centrosinistra, come sempre il playmaker arretrato sarà Tonali mentre in difesa Cistana e Simone Romagnoli saranno i centrali a protezione del portiere Andrenacci (Alfonso è ancora infortunato), con Sabelli e Mateju schierati larghi sulle corsie.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote per scommettere su Pescara Brescia sono state fornite anche dall’agenzia Snai: secondo questo bookmaker è il Delfino ad avere il vantaggio del pronostico, con un valore di 2,40 volte la posta sulla sua vittoria regolata dal segno 1, mentre per l’eventualità del pareggio (ovviamente segno X) siamo a 3,15 volte quello che avrete messo sul piatto. Il successo esterno del Brescia è identificato dal segno 2, e in questo caso il vostro guadagno corrisponderebbe ad una cifra pari a 3,00 volte quanto investito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA