Diretta Vibonese Catania/ Risultato finale 0-0, streaming video e tv: si chiude senza gol

- Fabio Belli

Diretta Vibonese Catania, info streaming video e tv: le due squadre si affrontano nella ventiquattresima giornata del girone C di Serie C.

vibonese gruppo
I giocatori della Vibonese (Foto LaPresse)

DIRETTA VIBONESE CATANIA (0-0 FINALE) SI CHIUDE SENZA GOL

E’ terminata senza reti la sfida tra Vibonese e Catania. Chiusura coerente rispetto all’andamento del match, con il finale di partita che ha visto il Catania attaccare con maggiore costanza nel finale di partita, senza trovare però spazio per il gol che avrebbe ribaltato un copione che sembrava ormai scritto. E così è stato, con il colpo di testa mancato da Aya che è stato di fatto l’ultimo sussulto, con gli etnei che hanno vissuto dei calci piazzati di Lodi per essere pericolosi e mettere in crisi una difesa calabrese che non si è scomposta, perfettamente organizzata anche se la Vibonese nel finale non è riuscita a ripartire efficacemente, così come aveva fatto nel finale del primo tempo. Il triplice fischio dell’arbitro sancisce dunque lo 0-0 finale allo stadio Razza di Vibo Valentia. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta di Vibonese Catania non sarà trasmessa in diretta tv sui canali in chiaro o a pagamento, ma tutti gli appassionati di calcio abbonati al sito Elevensports.it potranno seguire la diretta streaming video via internet del match collegandosi con la app ufficiale oppure tramite dispositivi mobili, pc o smart tv.

AYA DIVORA IL VANTAGGIO

Non cambia il copione tra Vibonese e Catania. Gli etnei anche nel secondo tempo risultano evanescenti sul fronte offensivo, nonostante i cambi e l’ingresso in campo di Carriero e Lodi al posto di Angiulli e Di Piazza. Bisogna aspettare il 16′ del secondo tempo per la prima conclusione interessante non solo della ripresa, ma di tutta la partita, ed è della Vibonese con Scaccabarozzi, che arriva a battere a rete dall’interno dell’area di rigore, trovando però la pronta risposta del portiere avversario Pisseri.  Che al 17′ salva letteralmente la situazione per gli etnei volando per togliere dall’angolino un colpo di testa dell’argentino Bubas. Decisamente più convincenti i calabresi che al 24′ però rischiano di capitolare: grande inserimento di Aya in area, ma il difensore del Catania di testa non trova il gol davvero a due passi dalla porta, e il risultato resta così a reti bianche. (agg. di Fabio Belli)

FORFAIT TAURINO, DENTRO ALLEGRETTI

Primo tempo senza reti tra Vibonese e Catania, match con pochi spunti con i padroni di casa calabresi ordinatissimi nel rintuzzare i tentativi d’attacco degli etnei, che si spengono sistematicamente ai sedici metri. Al 32′ da segnalare un primo cambio forzato per i padroni di casa, con Taurino che deve lasciare spazio ad Allegretti a causa di un problema fisico. Occasioni da gol sempre col contagocce, al 34′ ci prova Bucolo per il Catania con una conclusione bloccata in due tempi da Mengoni, mentre al 41′ arriva il primo cartellino giallo della partita con l’ammonizione comminata al rossoazzurro Baraye. La Vibonese non concede spazi agli avversari e la prima frazione di gioco si chiude dunque sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

CALMA PIATTA

A metà primo tempo match ancora fermo sullo 0-0 tra Vibonese e Catania. I calabresi sono compatti contro gli etnei che provano a fare la partita e si fanno vivi in avanti dopo 8′ con un’incursione di Manneh bloccata dalla difesa di casa. Ottime le chiusure della difesa della Vibonese nel primo quarto d’ora del match, il Catania prova a svariare sul fronte offensivo con la mobilità di Curiale che non trova però spazio. Al 17′ è Bubas a fare sportellate nell’area catanese, riuscendo però a guadagnare solo un calcio d’angolo. I primi 20′ di gioco trascorrono senza vere e proprie occasioni da gol, al 23′ Angiulli prova a scuotere il match dal torpore con una conclusione che viene tranquillamente bloccata dal portiere della Vibonese, Mengoni, col risultato che resta dunque fermo sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

IN CAMPO

Tutto è pronto per Vibonese Catania, partita che si giocherà fra pochi minuti per la ventiquattresima giornata di Serie C nel girone C e che andiamo adesso a inquadrare con qualche numero statistico in attesa del via alla sfida. I calabresi fra le mura amiche hanno un ottimo rendimento, con sette successi e tre pareggi, a fronte di una sola sconfitta interna. I rossoblu complessivamente hanno ottenuto nove vittorie, sei pareggi e sette sconfitte, con il carnet dei gol che è arrivato a quota 26 gol fatti e 19 reti incassate. Il Catania dal canto suo in trasferta spesso zoppica, avendo perso tre volte fuori casa. Per gli etnei anche quattro pareggi e altrettante vittorie esterne. Nel complesso 13 vittorie, quattro pareggi e altrettante sconfitte, risultati arrivati con un tabellino di 33 reti segnate e 14 gol subiti. Adesso però non è più tempo per i numeri: la partita sta per cominciare, parola al campo per tutte le emozioni di Vibonese Catania!

I BOMBER

Siamo quasi giunti all’inizio di Vibonese Catania, ma prima lanciamo uno sguardo anche a quelli che sono i principali bomber che vedremo in campo oggi allo stadio Luigi Razza. La Vibonese in questa stagione ha puntato in particolar modo su due calciatori: Leonardo Taurino è fino a qui autore di un ottimo campionato e ha segnato 9 gol, anche se tre di questi sono arrivati domenica scorsa contro la Berretti del Matera. Due gol in quella partita li ha segnati Diego Allegretti che ha trovato i primi del suo campionato (ma era solo alla settima partita), a quota 5 invece c’è Nicolas Bubas che una settimana fa non è nemmeno entrato in campo, ma oggi potrebbe essere importante contro un avversario di ben altro spessore. Il tandem offensivo del Catania ha segnato 13 gol, ed è sorprendente trovare al primo posto con 7 reti Francesco Lodi: veterano, è tornato a giocare come playmaker davanti alla difesa e dunque segna tantissimo in proporzione, aiutandosi con i calci piazzati. Sono invece 6 le reti della prima punta Alessandro Marotta, che sta in qualche modo confermando quanto fatto vedere in Serie C nelle passate stagioni; appena tre gol per Davis Curiale, uno che in questa seconda parte di stagione sarà chiamato a fare di più. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Cosa ci può raccontare l’analisi dei precedenti di Vibonese Catania? Ci può dire ben poco, visto che figurano appena tre partite tra queste due squadre. All’andata gli etnei hanno vinto per 3-0 al Massimino: era il 6 ottobre e i gol della vittoria rossazzurra erano stati firmati da Marco Biagianti, Francesco Lodi (su rigore) e Ramzi Aya. Il Catania entra in questa partita senza aver mai perso contro i calabresi: anche nell’unico incrocio del Luigi Razza, andato in scena nell’aprile 2017, i siciliani hanno evitato la sconfitta pareggiando 1-1, con Maks Barisic che a 10 minuti dal termine aveva impattato la rete di Luigi Viola. L’altra partita al Massimino, naturalmente relativa allo stesso campionato di Serie C, è del 27 novembre 2016: altra vittoria del Catania ma questa volta di misura, a decidere era stato Andrea Mazzarani con un tiro deviato. Dunque, la Vibonese non ha mai segnato nello stadio degli etnei: fortunatamente oggi si gioca in Calabria, anche se potrebbe non bastare per portare a casa la prima vittoria di sempre contro questo avversario, che parte certamente con i favori del pronostico e spera di condurre in porto un importante successo. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Vibonese Catania, diretta dall’arbitro Paolo Bitonti domenica 3 febbraio 2019 alle ore 14.30, sarà una delle sfide nel programma della ventiquattresima giornata del campionato di Serie C nel girone C. Le due squadre si affrontano in un buon momento: i calabresi domenica scorsa hanno approfittato della crisi di un Matera imbottito di giovani della Berretti vincendo 1-6 in Basilicata e ottenendo la terza vittoria nelle ultime cinque partite di campionato. Risultati che hanno portato la Vibonese ad agganciare il sesto posto in classifica. E’ terzo il Catania che ha battuto in casa Matera e Rende nelle ultime due sfide e vede la Juve Stabia prima lontana dieci punti e il Trapani secondo a una sola lunghezza, con una partita in meno giocata finora rispetto alle due battistrada.

PROBABILI FORMAZIONI VIBONESE CATANIA

Le probabili formazioni che si affronteranno presso lo stadio Razza di Vibo Valentia. I padroni di casa calabresi schiereranno Mengoni in porta, Finizio in posizione di terzino destro e Tito in posizione di terzino sinistro, mentre i due centrali di difesa saranno Malberti e Camilleri. A centrocampo al fianco del nigeriano Obodo si muoveranno Scaccabarozzi e Prezioso, mentre l’argentino Melillo sarà il trequartista alle spalle del tandem offensivo composto da Allegretti e dall’altro argentino Bubas. Il Catania risponderà con una linea difensiva a quattro schierata con Calapai, Aya, Silvestri e il senegalese Baraye, rispettivamente da destra a sinistra davanti all’estremo difensore Pisseri, e un centrocampo a tre con Lodi, Biagianti e Carriero schierati titolari. Nel tridente offensivo etneo, spazio a Di Piazza, Curiale e al gambiano Manneh.

CHIAVE TATTICA E PRECEDENTI

Le due squadre si affronteranno tatticamente col 4-3-1-2 scelto dall’allenatore della Vibonese, Nevio Orlandi, e col 4-3-3 disegnato dal mister del Catania, Andrea Sottil. Nel match d’andata di questo campionato gli etnei hanno battuto i calabresi con un rotondo 3-0, firmato dalle reti di Biagianti, Lodi e Aya. Ultimo precedente a Vibo Valentia in campionato tra le due squadre datato 9 aprile 2017, 1-1 con i calabresi in vantaggio con Viola ma raggiunti da una rete di Barisic.

PRONOSTICO E QUOTE

Le agenzie di scommesse concedono un lievissimo favore del pronostico per la vittoria fuori casa al Catania rispetto alla Vibonese padrona di casa. Vittoria interna quotata 2.75 da Bwin, mentre Bet365 offre a una quota di 3.00 il pareggio e la vittoria in trasferta viene quotata 2.50 da William Hill. Le quote sui gol siglati nei 90’ dalle due squadre vedono l’over 2.5 fissato a 2.20 da Eurobet, che propone a 1.65 l’under 2.5.



© RIPRODUZIONE RISERVATA