Diretta Scozia-Irlanda/ Risultato finale 13-22, streaming video e tv: i greens violano il Murrayfield!

Diretta Scozia Irlanda streaming video e tv: orario e risultato live della partita di Murrayfield per la seconda giornata del Sei Nazioni di rugby (oggi 9 febbraio)

09.02.2019, agg. alle 17:21 - Mauro Mantegazza
italia_scozia_rugby_6nazioni_lapresse_2017
Diretta Scozia Irlanda rugby (LaPresse, repertorio)

DIRETTA SCOZIA-IRLANDA (RISULTATO FINALE 13-22): I GREENS VIOLANO IL MURRAYFIELD!

L’Irlanda ridimensiona notevolmente le ambizioni della Scozia, i greens violano un tempio sacro per i thistles, il Murrayfield, vincendo 22-13 e si portano momentaneamente in testa alla classifica del Sei Nazioni 2019, in attesa che si completi il programma della seconda giornata con gli altri match in programma tra oggi (gli azzurri scenderanno in campo tra poco all’Olimpico contro il Galles) e domani (con una grande classica come Inghilterra-Francia). Negli ultimi venti minuti i quindici di Townsend hanno provato a riaprire i giochi con il piazzato di Laidlaw, ma a blindare il successo per gli irlandesi ci ha pensato il solito Carbery, che con il suo ingresso ha spaccato la partita in due e ha dato un contributo determinante alla causa dei suoi connazionali. Nel finale i padroni di casa si sono affannati negli ultimi venti metri dell’Irlanda ma non è servito a nulla. {agg. di Stefano Belli}

ALLUNGO DI CARBERY!

Dopo l’intervallo è ricominciato il match valevole per la seconda giornata del Sei Nazioni 2019 di rugby tra Scozia e Irlanda, al momento la situazione al Murrayfield vede la formazione ospite condurre 19-10. Novità nelle fila dei greens con l’ingresso di Carbery al posto di Sexton, che evidentemente ha accusato i colpi ricevuti nei primi 40 minuti di gioco. Entrambe le squadre provano a sfondare con una serie di fasi ma ci vuole ben altro per sbloccare l’impasse che si è venuto a creare in campo, le difese non concedono assolutamente nulla agli attacchi che sprecano tante touche e si fanno soffiare troppi palloni. Quel ben altro si materializza al 56′ quando Carbery apre letteralmente il muro eretto dai thistles e consente a Earls di segnare il punto del momentaneo 17-10. Lo stesso Carbery trasforma poi un calcio piazzato e consente all’Irlanda di portarsi a +9. {agg. di Stefano Belli}

FINE PRIMO TEMPO!

Al 17′ arriva la prima meta per i greens: Sexton, che sembra essersi pienamente ripreso dall’infortunio patito qualche minuto fa, innesca Stockdale che si invola e spiana la strada a Murray per il primo vero allungo dei campioni in carica dall’inizio del match. Grazie all’incursione di Johnson e alla conversione di Laidlaw, i thistles accorciano le distanze e sfiorano il sorpasso con una touche prontamente neutralizzata dai quindici di coach Schmidt. Sul finire della prima frazione la difesa irlandese sventa altri pericoli creati dagli scozzesi, e così le due squadre vanno al riposo sul parziale di 12-10 in favore dell’Irlanda{agg. di Stefano Belli}

I GREENS SI PORTANO SUBITO AVANTI

Tutto esaurito al Murrayfield per il match tra Scozia e Irlanda che si affrontano nella seconda giornata del Sei Nazioni 2019 di rugby, da circa venti minuti i due quindici hanno dato il via alle danze, i padroni di casa reduci dal netto successo contro l’Italia vogliono bissare la vittoria della settimana scorsa e candidarsi così al successo finale. Gli ospiti, campioni in carica, non sono assolutamente d’accordo e faranno di tutto per ostacolare i piani degli uomini di Gregor Townsend. Che mettono a referto i primi tre punti della gara con il piazzato di capitan Laidlaw; i greens rispondono con l’affondo di Murray che approfitta del regalo della difesa avversaria e porta il parziale sul 5 a 3 in favore degli irlandesi. Partita tiratissima com’era nelle previsioni, i giocatori in campo sono caldissimi così come i tifosi sugli spalti, per la gioia dei produttori di birra che in queste occasioni registrano fatturati record. Scontro che diventa molto fisico, i primi a farne le spese Sexton da una parte e Hogg dall’altra, quest’ultimo sostituito dal numero 23 Kinghorn. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE SCOZIA IRLANDA (6 NAZIONI RUGBY)

Come già nelle passate edizioni, tutto il Sei Nazioni e quindi anche la sfida Scozia Irlanda in diretta tv sarà trasmessa in chiaro ed in esclusiva da Dmax, canale che appartiene a Discovery Channel e che si trova al numero 52 del digitale terrestre gratuito, al 28 di Tivùsat e al numero 170 della piattaforma satellitare Sky. Non solo: l’emittente si dedica con grande spiegamento di forze al rugby in queste settimane e in aggiunta alle partite live ci saranno anche una serie di trasmissioni dedicate alla palla ovale, con approfondimenti tecnici ma anche di colore. DMax in queste settimane vivrà di rugby anche sui social network ufficiali del canale (Facebook, Twitter, YouTube), oltre a garantire anche la diretta streaming video agli utenti che non potessero mettersi davanti a un televisore all’ora delle partite, tramite il servizio Dplay. Informazioni utili sul web si troveranno anche sui social network: ricordiamo ad esempio, per limitarci ai profili ufficiali del torneo Rbs 6 Nations, che l’account in italiano su Twitter è @RBSSei.

SI GIOCA

Scozia Irlanda avrà inizio fra pochissimi minuti, quando l’attenzione degli appassionati di rugby si concentrerà sullo splendido scenario di Murrayfield, lo stadio che ospita questa partita per la seconda giornata del Sei Nazioni 2019. L’impianto è la casa del rugby scozzese, lo stadio nel quale la Nazionale dei Cardi gioca le sue partite casalinghe, a cominciare da quelle che annualmente ospita per il Sei Nazioni. Murrayfield può ospitare circa 67.100 spettatori ed è lo stadio più grande di Scozia: il fatto che sia quasi interamente dedicato al rugby dimostra che da queste parti la palla ovale sia più importante del calcio. Oltre alla Nazionale, gioca qui le proprie partite casalinghe anche l’Edimburgo, uno dei due club scozzesi che prendono parte al Pro14, il campionato che comprende pure Benetton e Zebre. Da ricordare che Murrayfield ha ospitato partite di ben tre edizioni della Coppa del Mondo di rugby: nel 1991 ad Edimburgo si sono giocate cinque partite del torneo iridato incentrato sull’Inghilterra, nel 1999 ben sei incontri del Mondiale con finale in Galles e persino nel 2007, quando la Coppa del Mondo si disputò in Francia, ci fu comunque modo di disputare due partite a Murrayfield. Adesso però la parola deve passare al campo: Scozia Irlanda sta davvero per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA JOE SCHMIDT

Verso la diretta di Scozia Irlanda, è naturale fare il punto di quanto ci ha detto la prima giornata del 6 Nazioni 2019. Il successo casalingo della Scozia contro l’Italia onestamente non ha fatto notizia, mentre caso mai richiede qualche commento in più la sconfitta casalinga incassata dall’Irlanda al cospetto dell’Inghilterra. Una sconfitta meritata per i verdi, tanto che nel dopo-partita il commissario tecnico Joe Schmidt era stato impietoso nel commento della prestazione dei suoi ragazzi: “Siamo stati sopraffatti fisicamente. Non credo di ricordare una gara nella quale siamo stati battuti così nettamente dal punto di vista fisico. Il numero di placcaggi dominanti cha abbiamo subito è altissimo (48, contro 8 fatti, ndr). La nostra palla era lenta e questo ha permesso agli avversari di essere durissimi nei placcaggi. Allora abbiamo dovuto cercare di creare spazio col gioco aereo e non siamo riusciti a fare neanche quello”. Basterà il ritorno da titolare di Rob Kearney, assente settimana scorsa, a dare la scossa all’Irlanda? Lo scopriremo presto! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Scozia Irlanda, diretta dall’arbitro francese Romain Poite, si gioca alle ore 15.15 italiane (le 14.15 locali) di oggi pomeriggio, sabato 9 febbraio, per la seconda giornata del 6 Nazioni 2019 di rugby. L’appuntamento sarà allo stadio Murrayfield di Edimburgo, la storica casa del rugby scozzese. La posta in palio sarà già molto importante: Scozia Irlanda infatti vedrà i padroni di casa alla ricerca del bis, sfruttando il doppio turno casalingo in apertura del 6 Nazioni, anche se vincere contro l’Irlanda sarà senza dubbio più complicato che farlo contro l’Italia, come era successo sabato scorso. D’altro canto l’Irlanda non può più permettersi passi falsi: i verdi (che nel rugby rappresentano sia l’Eire sia l’Ulster) hanno infatti perso in casa al debutto contro l’Inghilterra e se vorranno difendere fino in fondo il titolo conquistato l’anno scorso dovranno necessariamente vincere in Scozia, perché una seconda sconfitta vorrebbe naturalmente dire che le speranze finirebbero già alla seconda giornata.

RISULTATI E PRECEDENTI

Scozia Irlanda sarà dunque già una partita di importanza decisiva nel cammino delle due Nazionali nel 6 Nazioni 2019 di rugby. La Scozia in questi ultimi anni ha mostrato evidenti segnali di miglioramento, non gioca più solo per evitare l’ultimo posto insieme all’Italia, ma l’ultimo successo risale all’ormai lontanissimo 1999 (era l’ultima edizione dell’allora Cinque Nazioni) e dunque ci sarebbe ancora un gradino da salire per provare a lottare per la conquista del titolo. Arrivasse una vittoria contro l’Irlanda, si potrebbe davvero pensare in grande. Logicamente per gli ospiti va fatto il discorso opposto: hanno vinto tre degli ultimi cinque 6 Nazioni, l’anno scorso pure facendo il Grande Slam (cioè vincendo tutte le partite) e salendo al secondo posto del ranking mondiale battendo pure gli All Blacks, eppure la sconfitta di settimana scorsa a Dublino contro l’Inghilterra li mette già con le spalle al muro, perché non saranno permessi altri passi falsi se l’Irlanda vorrà provare a difendere il titolo, altrimenti la priorità passerà già alla Coppa del Mondo, in programma in autunno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA