Probabili formazioni Serie B/ Moduli e scelte 23^ giornata: Scavone ricorda i momenti di Lecce Ascoli

- Mauro Mantegazza

Probabili formazioni Serie B: i moduli, i dubbi e le scelte degli allenatori in vista delle partite per la 23^ giornata del campionato cadetto (9-10-11 febbraio 2019)

Corini_Palermo
Probabili formazioni Serie B: Eugenio Corini (Foto LaPresse)

Parlando delle probabili formazioni di Serie B, una nota va per forza riservata a Manuel Scavone, protagonista (si fa per dire) del brutto scontro di gioco nel corso di Lecce Ascoli. I salentini giocano il Monday Night sul campo del Venezia, e questa è l’occasione per riportare le prime dichiarazioni che il centrocampista arrivato a gennaio (dal Parma) ha rilasciato dopo l’incidente, nel quale ha seriamente rischiato la vita. Scavone ha ringraziato tutti, anche i tifosi ducali che gli hanno manifestato affetto con tanti messaggi; ovviamente non sono mancate belle parole a indirizzo dei sanitari che lo hanno assistito, così come la società Lecce ma anche i giocatori dell’Ascoli che “hanno condiviso la scelta di rinviare la partita”. Naturalmente Scavone non sarà disponibile per la partita di Venezia; riguardo il bruttissimo scontro con Giacomo Beretta, il centrocampista salentino ha detto di non ricordare granchè, al punto di non essersi quasi riconosciuto quando ha rivisto le immagini in televisione. L’importante è che, superati shock e paura, sia andato tutto bene e che Scavone si sia ripreso, potendo rilanciarsi verso un ritorno in campo. (agg. di Claudio Franceschini)

FOCUS SUL COSENZA

Tra le probabili formazioni di Serie B che vogliamo analizzare per domenica 10 febbraio c’è anche l’analisi sul Cosenza: Piero Braglia resta saldo sulla panchina dei lupi che, dopo aver incassato quattro gol a La Spezia, non hanno più perso raccogliendo 10 punti nelle ultime sei giornate, e togliendosi dalla zona retrocessione. Braglia è una sorta di trasformista: nel corso di questa stagione ha già adottato parecchi moduli per la sua squadra. In generale possiamo dire che tre delle cinque vittorie stagionali sono arrivate con la difesa a quattro, ma anche qui dobbiamo specificare perchè a volte si gioca con il 4-3-3 (come sabato scorso) ma a volte con il 4-4-2 o il 4-2-3-1, mentre addirittura una volta (vittoria a Crotone) Braglia ha provato il 4-1-4-1, con Mungo perno centrale davanti a quattro trequartisti (avanzando Bruccini sulla linea di Garritano). Certo a volte dipende solo da atteggiamento e baricentro della squadra; tuttavia il dato interessante è che nelle ultime tre uscite con il 3-5-2 il Cosenza ha sempre pareggiato 0-0, blindando la difesa ma risultando meno efficace in zona gol. Anche per questo il tecnico ha cambiato, e gli ultimi risultati gli hanno dato ragione. (agg. di Claudio Franceschini)

FOCUS ALLO ZACCHERIA

Studiando le probabili formazioni di Serie B per domenica 10 febbraio, ci concentriamo su Foggia Pescara: sarà una partita interessante perché metterà a confronto due squadre che si affidano a moduli speculari, e dunque avremo una sorta di duello tra tridenti offensivi molto stimolante. Se per Bepi Pillon il 4-3-3 è sempre stato lo schema di riferimento, a Foggia Pasquale Padalino ha appena cambiato: con la difesa a quattro ci aveva provato Gianluca Grassadonia (ma con il trequartista alle spalle di due punte), il nuovo allenatore ha giocato soprattutto con il 3-5-2 (o varianti) ma lunedì a Palermo ha aperto ai tre attaccanti e la difesa a quattro. In caso di conferma, il grande ballottaggio riguarderebbe Fabio Mazzeo e Pietro Iemmello: il primo aveva sostituito il secondo qualche anno fa in Serie C, ora entrambi si ritrovano a indossare contemporaneamente la maglia dei satanelli ed è chiaro che se si giocasse con i tre elementi offensivi uno dei due dovrebbe rimanere fuori. Anche per questo motivo Mazzeo è stato in procinto di trasferirsi al Monza, ma alla fine non se ne è fatto nulla: oggi dunque contende una maglia a Iemmello per provare a prendersi la vittoria interna contro il Pescara. (agg. di Claudio Franceschini)

I BOMBER

Nomi sempre molto ricercati nelle probabili formazioni di Serie B sono naturalmente quelli dei bomber più prolifici del campionato cadetto. In primo piano mettiamo naturalmente il capocannoniere Alfredo Donnarumma del Brescia e il suo primo inseguitore, Leonardo Mancuso del Pescara, anche se dobbiamo naturalmente tenere presente che la differenza fra i due è già molto ampia, con Donnarumma che vola a quota 19 gol e Mancuso che potrebbe essere definito il “primo dei terrestri” con 12 reti al proprio attivo. Entrambi sono attesi titolari nella 23^ giornata di Serie B: Mancuso nel tridente del Pescara che domani sarà protagonista sul campo del Foggia, oggi invece Donnarumma sarà la punta di diamante del Brescia contro il Carpi. Le Rondinelle però non hanno solamente il bomber Donnarumma: infatti c’è anche un eccellente Ernesto Torregrossa a quota 9 gol, la coppia d’attacco del Brescia è di gran lunga la migliore di tutto il campionato cadetto, un’arma di lusso a disposizione di mister Eugenio Corini. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I DIFFIDATI

Altra variabile da non sottovalutare per quanto riguarda le probabili formazioni di Serie B sono i giocatori in diffida, per i quali magari gli allenatori sceglieranno mosse più conservative, anche in base naturalmente agli impegni di questa e delle prossime giornate del campionato cadetto. Considerando solamente le squadre che devono ancora giocare nel 23^ turno, ricordiamo tutti i loro diffidati: nel Brescia Dimitri Bisoli ed Ernesto Torregrossa; Enej Jelenic, Enrico Pezzi e Alessio Sabbione nel Carpi; per il Cittadella Agostino Camigliano; elenco lungo per il Cosenza che ha in diffida Tommaso D’Orazio, Luca Garritano, Domenico Mungo e Luca Palmiero; per la Cremonese ecco invece Mariano Arini, Claiton e Luca Strizzolo; Salvatore Molina invece è l’unico diffidato del Crotone. Per il Foggia ecco Luca Martinelli, Luca Ranieri e Denis Tonucci, i cugini del Lecce invece hanno diffidati Fabio Lucioni, Jacopo Petriccione e Manuel Scavone. Ecco ancora Davide Agazzi e Matteo Di Gennaro per il Livorno, Alessandro Salvi per il Palermo, Vlad Dragomir per il Perugia, Antonio Balzano, Nicola Falasco e Ledian Memushaj per quanto riguarda il Pescara. Elio Capradossi e Marco Crimi sono i diffidati dello Spezia, infine abbiamo Riccardo Bocalon nel Venezia, Lee Seung-Woo e Ryder Matos per quanto riguarda il Verona. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI SQUALIFICATI

Parlando delle probabili formazioni di Serie B, naturalmente è doveroso ricordare i nomi dei giocatori che non potranno scendere in campo in questi giorni, in quanto squalificati. Il primo nome è quello di Maurizio Domizzi del Venezia, che nella scorsa giornata era stato espulso e ha pure ricevuto una multa dal giudice sportivo, sanzione aggravata perché Domizzi del Venezia è capitano. Altri sette giocatori sono stati squalificati dopo la scorsa giornata, in questo caso si tratta di giocatori diffidati che hanno subito un ulteriore cartellino giallo: parliamo di Simone Branca del Cittadella, Angelo Corsi del Cosenza, Cristiano Del Grosso del Pescara, Alberto Gerbo del Foggia, Andrew Rayan Gravillon del Pescara, Radoslaw Pawel Murawski del Palermo ed infine Luca Vignali dello Spezia. Va annotato comunque che tutti sono stati squalificati per una sola giornata, di conseguenza potremo ritrovarli regolarmente in campo nel prossimo turno del campionato di Serie B. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PROBABILI FORMAZIONI SERIE B

La Serie B vive in questo weekend la sua 23^ giornata. Scoprire le probabili formazioni di tutte queste partite di Serie B è naturalmente uno dei principali motivi d’interesse in queste ore per i tifosi, andiamo allora a fare una panoramica sulle mosse degli allenatori, i loro dubbi e i moduli che dovrebbero utilizzare nelle partite, con i cenni essenziali sulle probabili formazioni di Serie B in questo nuovo turno del campionato cadetto cominciato già ieri con il primo anticipo e che ci terrà compagnia ancora oggi, sabato 9 febbraio, e poi con altre partite domani ed infine con l’ultimo posticipo lunedì 11 febbraio.

PROBABILI FORMAZIONI CITTADELLA SPEZIA

Oggi allo stadio Piercesare Tombolato, mister Roberto Venturato dovrebbe proporre il Cittadella con il modulo 4-3-1-2: Paleari fra i pali; Benedetti, Camigliano, Adorni e Cancellotti nella difesa a quattro; potenziali titolari in mediana Settembrini, Pasa e Branca, mentre ci aspettiamo Schenetti trequartista in appoggio ai due attaccanti Moncini e Finotto. Quanto alla probabile formazione dello Spezia, Pasquale Marino dovrebbe proporre il 4-3-3: Lamanna in porta; De Col, Terzi, Ligi ed Augello davanti a lui nella difesa a quattro; a centrocampo i titolari dovrebbero essere Bartolomei, Mora e Ricci, così come Galabinov, Okereke e Bidaoui nel tridente d’attacco.

PROBABILI FORMAZIONI CREMONESE PADOVA

La Cremonese padrona di casa allo stadio Giovanni Zini dovrebbe scendere in campo proponendo il modulo 4-4-2: Ravaglia in porta; retroguardia a quattro con Mogos, Claiton, Terranova e Migliore, mentre a centrocampo ci attendiamo da destra a sinistra Boultam, Soddimo, Arini e Strefezza; infine in attacco la coppia dal primo minuto dovrebbe vedere in campo Strizzolo e Piccolo. A queste mosse di Massimo Rastelli, Pierpaolo Bisoli con il suo Padova dovrebbe rispondere con il 5-3-2: estremo difensore Minelli; possibili titolari nella difesa a cinque Morganella, Cherubin, Andelkovic, Trevisan e Longhi; a centrocampo invece ci attendiamo Broh, Calvano e Lollo, mentre Bonazzoli e Mbakogu dovrebbero essere i due attaccanti patavini titolari.

PROBABILI FORMAZIONI PERUGIA PALERMO

Allo stadio Renato Curi va in scena un match di grande importanza. Il Perugia di Alessandro Nesta dovrebbe presentarsi in campo con il modulo 4-3-1-2: Gabriel estremo difensore; davanti a lui una difesa a quattro con Cremonesi, Gyomber, El Yamiq e Felicioli; a centrocampo invece i titolari dovrebbero essere Michael, Bianco e Dragomir; infine l’attacco, con Verre trequartista alle spalle di Vido e Sadiq. La replica di un Palermo in difficoltà dovrebbe invece concretizzarsi nel 4-3-2-1: in porta Brignoli; Rispoli, Bellusci, Szyminski e Salvi davanti a lui per comporre la difesa a quattro; a centrocampo invece Haas, Jajalo e Chochev sono i potenziali titolari, come Falletti e Trajkovski sulla trequarti alle spalle della prima punta Puscas.

PROBABILI FORMAZIONI BRESCIA CARPI

La capolista Brescia vuole continuare a volare e mister Eugenio Corini dovrebbe schierare i suoi ragazzi secondo il modulo 4-3-1-2: Alfonso in porta; davanti a lui la difesa a quattro con Sabelli, Romagnoli, Cistana e Mateju; a centrocampo invece ci attendiamo il terzetto composto da Bisoli, Tonali e Dessena, mentre in avanti il trequartista Spalek agirà a supporto del fenomenale tandem Torregrossa-Donnarumma. Quanto invece alla probabile formazione del Carpi, Fabrizio Castori dovrebbe proporre il modulo 3-5-2 con Colombi fra i pali, protetto dalla retroguardia a tre con Poli, Pezzi e Jelenic; il centrocampo a cinque potrebbe invece proporre da destra a sinistra Pachonik, Sabbione, Vitale, Coulibaly e Di Noia; infine il possibile tandem d’attacco formato da Marsura e Mokulu.

PROBABILI FORMAZIONI LIVORNO COSENZA

Livorno Cosenza sarà un delicato scontro salvezza: i padroni di casa del Livorno di Roberto Breda si dovrebbero schierare secondo il 3-4-1-2: Mazzoni in porta; davanti a lui difesa a tre con Di Gennaro, Gonnelli e Bogdan, mentre a centrocampo i titolari dovrebbero essere Valiani, Agazzi, Luci e Gasbaro; infine in attacco Diamanti trequartista alle spalle di Murilo e Giannetti. Dall’altra parte, mister Piero Braglia dovrebbe schierare il suo Cosenza con un modulo meno frequente, il 4-1-4-1: Perina fra i pali; nella difesa a quattro dovremmo vedere Bittante, Idda, Dermaku e Legittimo; Palmiero sarà il regista basso alle spalle di Embalo, Bruccini, Sciaudone e Baez, che giocheranno qualche metro più avanti, anche a supporto dell’unico centravanti Tutino.

PROBABILI FORMAZIONI FOGGIA PESCARA

Allo stadio Zaccheria domenica pomeriggio i padroni di casa del Foggia dovrebbero scendere in campo proponendo un offensivo 3-4-3: in porta Leali; difesa a tre con Martinelli, Ranieri e Billong; a centrocampo disegniamo il quartetto con Ngawa, Agnelli, Greco e Kragl; infine il tridente d’attacco con probabili titolari Galano, Iemmello e Busellato. Quanto alla probabile formazione del Pescara, ecco che pure Giuseppe Pillon dovrebbe schierare un modulo offensivo, il 4-3-3: Fiorillo fra i pali; nella difesa a quattro Ciofani, Campagnaro, Scognamiglio e Balzano; a centrocampo possibile terzetto con Memushaj, Kanoute e Brugman, mentre il tridente d’attacco dovrebbe vedere in campo Marras, Mancuso e Capone.

PROBABILI FORMAZIONI VERONA CROTONE

Domenica sera allo stadio Bentegodi, il Verona di Fabio Grosso potrebbe scendere in campo con il 4-3-3: estremo difensore Silvestri; retroguardia a quattro con Emperuer, Dawidowicz, Bianchetti e Vitale; nel centrocampo a tre possibili titolari Danzi, Colombatto e Zaccagni, infine il tridente dovrebbe vedere in campo dal primo minuto Lee, Di Carmine e Di Gaudio. Dall’altra parte, il Crotone di Giovanni Stroppa dovrebbe proporre il 5-3-2: Cordaz in porta; folta difesa a cinque che dovrebbe vedere Sampirisi, Spolli, Vaisanen, Golemic e Firenze da destra a sinistra; a centrocampo Zanellato, Barberis e Rohden; infine la coppia d’attacco formata presumibilmente da Pettinari e Simy.

PROBABILI FORMAZIONI VENEZIA LECCE

Parliamo infine anche del posticipo che lunedì sera chiuderà la giornata di Serie B. Walter Zenga dovrebbe proporre il Venezia secondo il modulo 3-5-2: Vicario in porta; retroguardia a tre con Modolo, Coppolaro e Garofalo; nel folto centrocampo a cinque invece potremmo vedere da destra a sinistra Bruscagin, Zennaro, Segre, Zampano e Besea; infine nel tandem d’attacco i due titolari potrebbero essere Rossi, Bocalon. Quanto alla probabile formazione del Lecce, ecco che Fabio Liverani potrebbe proporre il seguente 4-3-1-2: Vigorito fra i pali; in difesa Fiamozzi, Lucioni, Bovo e Calderoni; nel terzetto di centrocampo i possibili titolari sono Cosenza, Petriccione e Tachtsidis, mentre in attacco collochiamo Mancosu trequartista alle spalle di Palombi e Tumminello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA