Diretta/ Arsenal Manchester United (risultato 2-0) streaming video tv: Aubameyang!

- Claudio Franceschini

Diretta Arsenal Tottenham, streaming video e tv: le due squadre si affrontano all’Emirates in quella che è una vera e propria sfida diretta per la quarta posizione in Premier League.

Azpilicueta_Matic_Pogba_Chelsea_United_lapresse_2018
Diretta Arsenal Manchester United, Premier League 30^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA ARSENAL MANCHESTER UNITED (1-0) AUBAMEYANG AL 68′ LA CHIUDE SU RIGORE

Al 68esimo Fred atterra Lacazette. Una spinta leggera che farà sicuramente discutere, fatto sta che è rigore. Dal dischetto si presenta Aubameyang che trasforma il penalty e fa 2-0: conclusione centrale per l’ex Dortmund, con De Gea che si tuffa alla propria sinistra. Primo cambio United: Martial per Dalot. Al 71esimo Lacazette si divora il tris. Poteva chiudere i giochi ma davanti a De Gea apre troppo il destro in diagonale. Giallo per Pogba: fallo tattico su Xhaka. Primo cambio per l’Arsenal: esce Ozil, entra Iwobi. Poco dopo Denis Suarez rileva Aubameyang. Altro cambio per il Manchester: entra il giovane Greenwood al posto di Matic. Abbandona il campo anche Lacazette, al suo posto entra Nketiah. Gli ospiti non riescono a porre le basi per riaprire il match. Finisce 2-0 per i Gunners.

INIZIO SECONDO TEMPO

Parte subito forte lo United. Dalot scende a destra, cross basso in area per Pogba: Koscielny manda via. Uscita perfetta di Leno, che abbandona la propria area di rigore per anticipare Lukaku lanciato in profondità. Lukaku vicino al gol al 51esimo. Altra occasione sbagliata dal belga. Verticalizzazione di Rashford, il numero 9 si presenta a tu per tu con Leno che con i piedi gli sbarra la strada verso la rete. Sembra un altro United quello sceso in campo nella ripresa. Più cattivo e col baricentro molto più alto. Fallo di Aubameyang su Pogba al limite dell’area: punizione interessante per lo United. Calcia Rashford: destro teso lontano dal palo del portiere. Grande occasione per l’Arsenal, che non sfrutta un 4 contro 2. Aubameyang, a destra, chiude l’azione con un diagonale murato. Ci riprova Xhaka dal limite: sinistro di prima rasoterra che si spegne di un paio di metri a lato.

FINE PRIMO TEMPO

Il copione della partita è sempre lo stesso: l’Arsenal tiene palla, grandi fraseggi, mentre lo United cerca subito di verticalizzare appena recupera palla. Occasione per i padroni di casa al 35esimo. Triangolo Lacazette-Aubameyang: il francese arriva a calciare dalla lunetta dell’area ma scivola e la palla si spegne a lato. Risponde poco dopo Lukaku e lo United sfiora il gol. Il belga si infila tra due difensori, salta Leno che è bravo però a rimanere in piedi e a deviare il tiro quasi a botta sicura di Lukaku. Sokratis è il primo ammonito del match: punito per un fallo su Pogba. Spettacolare azione dello United. Tutti tocchi di prima in verticale, poi cambio di gioco di Pogba di 60 metri per Lukaku. Aggancio, palla per l’accorrente Dalot in sovrapposizione che scarica sul dischetto di rigore per Rashford che viene anticipato da Xhaka.

PALO DI FRED

Momento di difficoltà per lo United. Ora Lacazette punta tutti, entra in area e calcia, sinistro ribattuto. Red Devils vicini al gol al 19esimo. Altro legno degli ospiti, questa volta lo prende Fred con un interno sinistro da 25 metri. Azione fantastica dell’Arsenal al 22esimo. Giro palla a due tocchi, poi Ozil per Niles a destra, cross arretrato per Ramsey che di prima calcia sopra la traversa. Di nuovo United. Pessimo tiro di Rashford, che da dentro l’area, zona sinistra, calcia quasi vicino la bandierina più lontana. Pogba prova a sorprendere Leno da oltre 30 metri: sicuro il portiere tedesco blocca centralmente. Lo United, in evidente difficoltà, passa alla difesa a 3 con Dalot e Shaw come quinti di centrocampo. Bella palla filtrante di Lukaku per Rashford, che non arriva però a chiudere sul secondo palo.

RETE DI XHAKA AL 12′

Arsenal con il 3-4-1-2. Tra i pali Leno, difesa con Papastathopoulos, Koscielny e Monreal. A centrocampo da destra verso sinistra Maitland-Niles, Xhaka, Ramsey e Kolasinac. In avanti Ozil poco dietro al duo Aubameyang-Lacazette. Lo United replica con il 4-3-3. In porta de Gea, in difesa Young, Smalling, Lindelof e Shaw. In mediana spazio a Pogba, Fred e Matic mentre in avanti ci sono Dalot, Lukaku e Rashford. Ritmi impressionanti in questo inizio di gara. Prima occasione per l’Arsenal. Kolasinac riceve a sinistra, cross dentro per Lacazette che si mette davanti ai difensori ma non riesce a deviare la palla che termina di un soffio fuori dal palo lontano. Arsenal ancora avanti. Ozil serve in verticale Aubameyang: controllo e tiro al volo da 25 metri, palla che si abbassa ma non a sufficienza. Alla prima azione lo United sfiora il vantaggio. Bella iniziativa di Shaw sulla sinistra, cross di prima in area per il belga che apre l’interno destro ma centra in pieno il legno superiore. Al 12esimo Xhaka porta in vantaggio l’Arsenal con un tiro dai 30 metri. Sinistro di mezzo esterno che cambia direzione e inganna de De Gea, che rimane immobile dall’altro lato della porta.

FORMAZIONI UFFICIALI

Ci siamo: Arsenal Manchester United sta per cominciare. Aspettando di dare la parola alle formazioni ufficiali – e soprattutto al campo – possiamo dire che un possibile scenario per il prossimo anno è quello che vorrebbe Monchi tornare a lavorare insieme a Unai Emery. I due hanno condiviso l’esperienza di Siviglia, tra il 2013 e il 2016: un triennio d’oro nel quale il club andaluso ha vinto tre volte consecutive l’Europa League (unica squadra nella storia a riuscirci e, con il cambio delle regole UEFA, al momento anche l’ultima a farlo) e hanno fatto emergere tanti talenti che hanno contribuito a rendere nuovamente importante un club che dopo la doppietta in Coppa UEFA si era un po’ perso per strada. Dunque la coppia si può ricomporre e, anche per questo, Emery vorrebbe consegnare i Gunners al ritorno in Champions League dopo due anni di assenza; la strada verso il quarto posto passa anche e sopratutto attraverso questa partita, dunque mettiamoci comodi perchè finalmente Arsenal Manchester United comincia! ARSENAL (3-4-1-2): Leno; Maitland-Niles, Papastathopoulos, Koscielny; Monreal, Ramsey, Xhaka, Kolasinac; Ozil; Aubameyang; Lacazette. All. Emery MANCHESTER UNITED (3-4-1-2): De Gea; Young, Lindelof, Smalling; Shaw, Matic, Fred, Da Lot; Pogba; Lukaku, Rashford. All. Solskjaer (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Arsenal Manchester United sarà un’appuntamento in esclusiva per gli abbonati alla televisione satellitare: il canale cui fare riferimento è Sky Sport Football (203) e per tutti i clienti sarà disponibile senza costi aggiuntivi la possibilità di seguire questa partita anche in diretta streaming video, come sempre attivando l’applicazione Sky Go su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone (ai dati di un singolo abbonamento sono collegabili due dispositivi).

LA STORIA

Nell’ampio spettro dei precedenti di Arsenal Manchester United, è certamente difficile affrontare e analizzare tutte le partite; ci concentreremo allora sul fatto che i Red Devils non perdono dal maggio 2017, che non è troppo in termini di date ma che in realtà fanno quattro partite, nei quali i Gunners pur segnando sempre hanno raccolto appena un pareggio. Le due squadre hanno appena giocato nel quarto turno di FA Cup, era fine gennaio e il Manchester United ha espugnato l’Emirates vincendo 3-1; l’ultima di Premier League in questo stadio ha curiosamente portato in dote lo stesso risultato, ed era stata decisa da Antonio Valencia e la doppietta di Jesse Lingard. L’ultima vittoria dell’Arsenal era stata un 2-0: nel giro di quattro minuti i Gunners avevano fatto loro la partita segnando con Granit Xhaka e Danny Welbeck. Giova ricordare in più che la sfida di andata, disputata all’inizio di dicembre, si è conclusa con un bel 2-2 a Old Trafford: in cinque minuti nel primo tempo Shkodran Mustafi e Anthony Martial si erano risposti, nel secondo tempo erano serviti appena due minuti per la replica di quanto sopra, autorete di Marcos Rojo immediatamente “annullata” dal pareggio di Lingard. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Arsenal Manchester United si gioca alle ore 17:30 di domenica 10 marzo: è il big match della trentesima giornata in Premier League 2018-2019, ed è anche una partita che vale un posto nelle prime quattro squadre della classifica con i Gunners che vanno a caccia di quello che sarebbe un sorpasso al quarto posto, facendo rientrare la squadra di Unai Emery in zona utile per tornare in Champions League dopo due stagioni di assenza. Arsenal che già nello scorso turno di campionato ha affrontato una grande sfida pareggiando a Wembley contro il Tottenham; è imbattuto da quattro giornate anche se ha arrestato una serie di tre vittorie. Il Manchester United, già passato attraverso l’esonero di José Mourinho, è in grande rimonta con Ole Gunnar Solskjaer: l’ultima sconfitta risale a metà dicembre (sul campo del Liverpool), da allora l’allenatore norvegese ha infilato sei vittorie consecutive e dieci successi in un range di dodici partite. Sarà una grande sfida, ricordando che i Red Devils sono in corsa anche per la FA Cup: il prossimo sabato infatti affronteranno i quarti di finale sul campo del Wolverhampton.

PROBABILI FORMAZIONI ARSENAL MANCHESTER UNITED

Unai Emery non potrà utilizzare Lucas Torreira, che è squalificato: si va dunque verso la conferma del tandem Guendouzi-Granit Xhaka per occupare la zona mediana del campo, con Mustafi e Nacho Monreal schierati esterni mentre in mezzo agiranno Papastathopoulos e Koscielny. C’è una possibilità che Lichtsteiner venga impiegato sulla destra in difesa; nel reparto offensivo invece sono in tanti per poche maglie, Mesut Ozil se la gioca con Iwobi la cui panchina lascerebbe libero un posto per Ramsey sull’esterno. Allo stesso modo è vivo il ballottaggio tra Aubameyang e Mkhitaryan, ma alla fine a rimanere fuori potrebbe essere Lacazette che sembra viaggiare verso una maglia da prima punta. Il Manchester United è ancora decimato dagli infortuni: dei dieci che hanno saltato la Champions League potrebbe rientrare il solo Martial, pronto a prendersi il posto di esterno sinistro nella linea di mezzepunte. Al centro allora dovrebbe giocare Andreas Pereira, con Rashford idealmente schierato a destra lasciando Romelu Lukaku davanti; Pogba sarà invece schierato in mezzo al campo in compagnia di McTominay, in difesa dovremmo regolarmente vedere Ashley Young e Shaw sulle corsie laterali con Smalling (o Bailly) e Lindelof da centrali, a protezione del portiere De Gea.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che l’agenzia di scommesse Snai ha previsto per Arsenal Manchester United indicano nei Gunners la squadra favorita; tuttavia il valore di 2,30 volte la somma messa sul piatto, che identifica l’eventualità della vittoria interna (segno 1), è molto vicino alla quota di 3,00 volte la puntata che accompagna il segno 2, da giocare per il successo esterno dei Red Devils. Con il pareggio, regolato dal segno X, la vostra vincita corrisponderebbe a 3,45 volte quanto avrete deciso di investire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA