DIRETTA DISCESA SOLDEU/ Dominik Paris ha vinto ancora! Coppetta a Feuz (CdM uomini)

- Mauro Mantegazza

Diretta discesa Soldeu: Dominik Paris ha vinto ancora, risultato della gara delle finali della Coppa del Mondo di sci. Beat Feuz vince la Coppa di discesa (oggi 13 marzo)

paris kitzbuhel lapresse 2019
Diretta discesa Soldeu: Dominik Paris in azione a Kitzbuhel (LaPresse)

Dominik Paris ha vinto anche la discesa di Soldeu: sempre più memorabile la stagione dell’azzurro, che lascia il suo sigillo anche alle Finali di Coppa del Mondo, conquistando l’ultima discesa libera della stagione. Per Paris questa è la quarta vittoria in discesa nel 2018-2019, la settima complessiva e la numero 15 in carriera in Coppa del Mondo: Dominik è in stato di grazia e ha dominato anche oggi, chiudendo con il tempo di 1’26”80 e infliggendo 34/100 a Kjetil Jansrud, distacco notevole su un tracciato breve come quello della località pirenaica. Completa il podio di giornata l’austriaco Otmar Striedinger, terzo a 41/100 di ritardo da Dominik Paris. L’unico piccolo rimpianto è per la Coppa di specialità, che è andata a Beat Feuz: lo svizzero ha ottenuto il sesto posto a 64/100 da Paris e ha gestito l’enorme vantaggio di 80 punti con cui si era presentato a Soldeu. Il margine si è ridotto a soli 20 punti (540 contro 520), ma per il sorpasso sarebbe servito un tredicesimo posto di Feuz, decisamente improbabile, anche perché giustamente lo svizzero è sceso senza prendersi troppi rischi. In tal senso premiata la regolarità di Feuz lungo tutta la stagione, ma l’annata di Dominik Paris è meravigliosa e mai faremmo cambio, sperando che domani la Coppetta arrivi in super-G a suggellare una stagione indimenticabile. La domanda che ci facciamo è caso mai un’altra: Dominik è “solo” quarto in classifica generale pur con una stagione a livelli pazzeschi. Cosa deve fare un velocista per avere almeno qualche speranza di competere per la Coppa assoluta? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IN PISTA

Tutto è pronto per la discesa di Soldeu, ultimo atto della specialità nel calendario della Coppa del Mondo di sci. Si deve ancora assegnare la Coppa di discesa allo svizzero Beat Feuz oppure al nostro Dominik Paris, anche se 80 punti di ritardo renderanno difficile l’impresa al discesista azzurro. Feuz dunque è il favorito per confermare la Coppetta che l’elvetico vinse già l’anno scorso, se invece riuscisse il colpaccio a Paris sarebbe per noi la terza Coppa di discesa in quattro anni, dopo quelle vinte da Peter Fill nel 2016 e nel 2017. Nella storia spiccano invece i ben cinque trionfi di Franz Klammer, non a caso da molti considerato il più grande discesista di tutti i tempi, che si impose nel 1975, 1976, 1977, 1978 e 1983, seguito a quota quattro successi dallo svizzero Didier Cuche, vincitore della Coppa di discesa nel 2007, 2008, 2010 e 2011. Infine, vogliamo ricordare le due Coppette vinte nel 2013 e nel 2014 dal norvegese Aksel Lund Svindal, che ha chiuso la propria carriera poco più di un mese fa ai Mondiali. Adesso però la parola passa alla pista e al cronometro: la discesa di Soldeu sta davvero per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA DISCESA DI SOLDEU

La diretta della discesa di Soldeu avrà inizio alle ore 10.30, quando dunque prenderà il via l’ultima discesa libera della stagione di Coppa del Mondo. Diciamo subito che l’appuntamento per tutti gli appassionati sarà in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile anche sulla piattaforma Sky. Se non potrete mettervi davanti a un televisore negli orari della gara, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player e Sky Go. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose ad Andorra (www.fis-ski.com) con i tempi di tutti gli atleti in gara in tempo reale. CLICCA QUI PER LO STREAMING SU RAIPLAY

I NUMERI DI DOMINIK PARIS

Ci avviciniamo alla discesa di Soldeu e naturalmente è di Dominik Paris che vogliamo parlare più nel dettaglio, rievocando la memorabile stagione del campione altoatesino. La trasferta nord-americana aveva avuto alti e bassi per Paris, comunque capace di tenere due podi, terzo posto in discesa a Lake Louise e altro terzo posto ma in super-G a Beaver Creek, chiaro segnale di una stagione che sarebbe stata eccellente in entrambe le specialità. La svolta è arrivata durante il periodo natalizio sulla amatissima pista Stelvio di Bormio, dove Dominik ha vinto la discesa venerdì 28 dicembre e ha concesso il bis vincendo il giorno successivo anche il super-G. Altro luogo amatissimo da Dominik Paris è Kitzbuhel: qui il giorno da ricordare è venerdì 25 gennaio, quando l’azzurro ha vinto per la terza volta in carriera la leggendaria discesa sulla Streif, ma anche col terzo posto in super-G merita naturalmente una citazione. Ci sono poi stati i Mondiali di Are, impreziositi dalla bellissima vittoria in super-G e dai rimpianti per la discesa disputata in condizioni molto discutibili, infine ecco un’altra memorabile doppietta a Kvitfjell, con la vittoria in discesa sabato 2 marzo e il successo in super-G il giorno dopo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE DISCESA

La diretta della discesa di Soldeu apre le Finali della Coppa del Mondo di sci: siamo all’ultimo atto stagionale del Circo Bianco, che nel settore della velocità ha avuto certamente come principale protagonista il nostro Dominik Paris, senza dubbio il migliore nella somma di discesa e super-G. Nella Coppa di discesa però l’azzurro ha 80 punti di ritardo dallo svizzero Beat Feuz, di conseguenza la rimonta appare molto difficile quando resta quest’ultima gara da disputare, nella inedita sede di Soldeu, ad Andorra e dunque sui Pirenei. Essendo alle Finali, ricordiamo che ad ogni gara possono partecipare solamente i primi 25 della classifica della singola specialità (se assenti non vengono sostituiti) più il campione del Mondo juniores della specialità e, se lo desiderano, possono aggiungersi coloro che hanno più di 500 punti nella classifica generale di Coppa del mondo, a prescindere dal loro piazzamento nella classifica di specialità. Inoltre, i punti vengono assegnati come in tutte le altre gare fino al quindicesimo posto (16 punti), ma nessun punto viene assegnato a chi si piazza dal sedicesimo posto in giù. Tutto questo premesso, andiamo adesso ad indicare tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi la diretta della discesa di Soldeu.

DIRETTA DISCESA SOLDEU: FAVORITI E AZZURRI

Giunti all’ultima gara della stagione, è chiaro che gli uomini più attesi per la discesa di Soldeu saranno Beat Feuz e Dominik Paris, gli unici due rimasti in corsa per la Coppa di discesa. Feuz è stato il simbolo della regolarità, sul podio in tutte le discese tranne una, anche se l’unica vittoria del discesista svizzero è stata quella ottenuta il 30 novembre a Beaver Creek. Paris invece ha avuto molti alti e bassi, però è andato sempre più in crescendo lungo la stagione, ottenendo tre magnifiche vittorie sulla Stelvio di Bormio, sulla Streif di Kitzbuhel e infine a inizio mese anche a Kvitfjell, su un tracciato ben diverso da quelle delle due grandi classiche. Paris però in questo momento è il più forte, soprattutto se si allarga lo sguardo anche al super-G (due vittorie di Coppa e l’oro mondiale): insomma, non faremmo mai il cambio tra la sua stagione e quella di Feuz, anche se tre piazzamenti addirittura fuori dai primi dieci rischiano di pesare come un macigno sulla corsa alla Coppa di discesa. Il ritardo è di 80 punti, il che significa che per Paris sono pochissime le possibilità di vincere la Coppetta: vincere con Feuz al massimo tredicesimo oppure un secondo posto con lo svizzero fuori dai punti, dunque al massimo sedicesimo. Tra gli altri nomi da citare, ecco l’austriaco Vincent Kriechmayr, i norvegesi Aleksander Aamodt Kilde e Kjetil Jansrud – campione del Mondo nel contesto di una stagione a dire il vero per lui anonima in Coppa – ma anche il nostro Christof Innerhofer, quarto in classifica, alla caccia del terzo gradino del podio per avere due azzurri fra i primi tre della discesa 2018-2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA