Diretta Tirreno Adriatico 2019/ La Mitchelton-Scott ha vinto la cronosquadre!

- Mauro Mantegazza

Diretta Tirreno Adriatico 2019 1^ tappa risultati e classifica: la Mitchelton-Scott ha vinto la cronosquadre a Lido di Camaiore di 21,5 km (oggi mercoledì 13 marzo)

cronometro trento giro d'italia
Diretta Giro d'Italia 9^ tappa: la cronometro (repertorio LaPresse)

La Mitchelton-Scott ha vinto la prima tappa della Tirreno Adriatico 2019, una cronosquadre a Lido di Camaiore che ha visto una prestazione davvero eccellente da parte della formazione australiana. Ci sono stati infatti distacchi molto pesanti sui 21,5 km di questa cronosquadre d’apertura: 22’25” il tempo vincente per la Mitchelton-Scott, che ha preceduto di 7” la Jumbo-Visma di Primoz Roglic; terzo posto a 22” per il Team Sunweb di Tom Dumoulin, poi i distacchi cominciano a farsi davvero significativi perché con il quarto posto della Deceuninck-Quick Step siamo già a 37” dalla Mitchelton-Scott. Segue il Team Sky quinto a 47”, la Bahrain-Merida di Vincenzo Nibali è invece decima a 1’10”, ritardo molto significativo per una corsa di sette giorni. La Jumbo-Visma è stata al comando molto a lungo, ma si è dovuta arrendere in extremis all’ultima formazione in gara, costante un brivido pure per la Mitchelton a causa di un altro pedone imprudente – fortunatamente in questo caso nessuna caduta, a differenza di quanto successo con la Bora-Hansgrohe. Il primo posto nella classifica generale va naturalmente oggi al primo corridore che ha tagliato il traguardo per la Mitchelton-Scott, cioè Michael Hepburn. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

EF IN TESTA, PAURA PER LA BORA-HANSGROHE

Sta entrando nel vivo la prima tappa della Tirreno Adriatico 2019, una cronosquadre a Lido di Camaiore: attenzione anche a una variabile importante come le condizioni meteo, perché ha piovuto fino a poco fa, mentre adesso sta avendo la meglio il sole, certamente un vantaggio per le formazioni che devono ancora prendere il via. Tra le squadre che hanno invece già completato la prova, il miglior tempo è quello della Education First, che precede di appena due secondi la Groupama-Fdj. Terza piazza a 16” per la CCC, che si dimostra evidentemente meno competitiva nelle prove contro il tempo della BMC, della quale ha preso il posto nel World Tour. Quarto posto per l’Astana, appena un secondo dietro la CCC, ha da pochissimo preso il via invece la Bahrain-Merida di Vincenzo Nibali. Episodio davvero increscioso per la Bora-Hansgrohe, quando un incauto pedone ha attraversato la strada proprio mentre stava arrivando la formazione tedesca: la caduta è stata inevitabile, sono finiti per terra Rafal Majka e Oscar Gatto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA TIRRENO ADRIATICO 2019

Intanto osserviamo che partenza ed arrivo della cronosquadre saranno entrambi collocati appunto a Lido di Camaiore: la prima squadra prenderà il via alle ore 14.00 e verso le 16.10 è previsto l’arrivo dell’ultima formazione in gara. La diretta tv della Tirreno Adriatico sarà oggi integrale, dal momento che il collegamento su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando) comincerà già alle ore 13.45, mentre per le fasi finali ci si sposterà su Rai Due dalle ore 15.40. Di conseguenza la diretta streaming video sarà garantita tramite il sito e l’applicazione di Rai Play gratuitamente per tutti. CLICCA QUI PER LO STREAMING SU RAIPLAY

SI PARTE

Tutto è pronto per la cronosquadre di Lido di Camaiore, prima tappa della Tirreno Adriatico 2019. La Corsa dei Due Mari è uno degli appuntamenti più attesi dell’intera stagione e siamo sicuri che anche quest’anno non ci deluderà. Avranno grande incidenza le due prove contro il tempo, l’odierna cronosquadre e la cronometro individuale conclusiva a San Benedetto del Tronto. Due tappe dovrebbero essere adatte ai velocisti, la terza con arrivo a Foligno e la sesta a Jesi, anche se la cautela è sempre d’obbligo sulle strade ondulate del Centro Italia. Due cronometro, due tappe per velocisti e tre più impegnative, anche se quest’anno manca un arrivo in salita da alta montagna: già domani a Pomarance però il finale sarà molto insidioso, ma saranno soprattutto le frazioni di Fossombrone e Recanati a lasciare il segno, con veri e propri Muri caratterizzati da pendenze anche al 20% che certamente lasceranno il segno. Per adesso però pensiamo alla già importantissima cronosquadre di Lido di Camaiore: parola alla strada e naturalmente al cronometro, la Tirreno Adriatico 2019 sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

NEGLI ANNI SCORSI

Verso la diretta della Tirreno Adriatico, abbiamo già ampiamente accennato al fatto che pure l’anno scorso la prima tappa fu una cronosquadre a Lido di Camaiore, nella quale la vittoria andò alla BMC Racing Team (quest’anno sostituita dalla CCC) con il tempo di 22’19” e quattro secondi di vantaggio sulla Mitchelton-Scott, mentre al terzo posto si piazzò il Team Sky con un ritardo di 10”. La prima maglia di leader della classifica generale andò a Damiano Caruso, che aveva tagliato per primo il traguardo tra i corridori della BMC, davanti a Rohan Dennis e Patrick Bevin. L’epilogo del 2017 era stato esattamente lo stesso, con un’altra vittoria della BMC e pure in quel caso maglia da leader per Damiano Caruso davanti a Rohan Dennis e Greg Van Avermaet. Quest’anno sia Damiano Caruso sia Rohan Dennis sono passati alla Bahrain-Merida a causa del ridimensionamento della ex BMC ora CCC, se i leader fossero ancora loro sarebbe naturalmente una notizia eccellente anche per Vincenzo Nibali, loro nuovo capitano. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE 1^ TAPPA

Comincia oggi la Tirreno Adriatico 2019 con la diretta della cronosquadre di Lido di Camaiore, che oggi pomeriggio mercoledì 13 marzo 2019 sarà la prima tappa della classica corsa a tappe che è un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati. La Tirreno Adriatico infatti anche quest’anno si candida ad essere una delle corse migliori del calendario internazionale, grazie al percorso variegato e alla straordinaria qualità dei partecipanti. Come da tradizione ormai consolidata, la prima tappa sarà una cronosquadre di 21,5 km a Lido di Camaiore che darà subito indicazioni molto importanti circa la classifica, naturalmente in favore di quelle squadre che hanno molti specialisti della cronometro. Uno dei punti di forza della Tirreno Adriatico è che in sette giorni si trovano tappe di tutti i generi: ad esempio una cronosquadre oggi e una cronometro individuale in chiusura, arrivi per velocisti e tracciati decisamente più impegnativi, anche se in questa edizione mancherà un vero e proprio arrivo in salita. L’attesa è grande, allora andiamo a scoprire tutte le informazioni utili per seguire una Corsa dei Due Mari che sarà ricchissima di grandi nomi.

DIRETTA TIRRENO ADRIATICO: 1^ TAPPA CRONOSQUADRE LIDO DI CAMAIORE

Il percorso di questa cronosquadre d’apertura della Tirreno Adriatico è di fatto un classico e ricalca quello delle scorse stagioni. Come abbiamo visto, partenza ed arrivo saranno entrambi collocati a Lido di Camaiore, la prima in viale Cristoforo Colombo e il secondo in viale Ermenegildo Pistelli. La cronosquadre si snoderà essenzialmente lungo la costa della Versilia, toccando anche Marina di Pietrasanta e Forte dei Marmi prima di tornare verso la località di partenza. Sull’altimetria invece non c’è molto da dire: il tracciato sarà totalmente pianeggiante e caratterizzato da poche curve e lunghi rettilinei, dunque perfetto per sviluppare alte velocità ed esaltare le qualità delle squadre più allenate in questo tipo di esercizio, mentre chi non va molto forte contro il tempo si dovrà difendere, perché il tempo perso oggi potrebbe già essere un problema serio per la classifica generale. Alcuni nomi dei protagonisti di questa edizione della Tirreno Adriatico? Nobiliteranno la Corsa dei Due Mari nomi di spicco come Vincenzo Nibali, Geraint Thomas, Tom Dumoulin, Thibaut Pinot, Primoz Roglic, Mikel Landa e Adam Yates. I nomi da grandi classiche sono rappresentati da Peter Sagan, Greg Van Avermaet, Julian Alaphilippe che ha vinto sabato scorso la Strade Bianche, Tim Wellens e Tiesj Benoot, con due tappe su sette a cronometro è doverosa una citazione per Rohan Dennis (che oggi potrebbe essere fondamentale per la Bahrain-Merida di Nibali), infine ecco tra i velocisti tanti altri nomi di lusso quali Elia Viviani, Fernando Gaviria, Giacomo Nizzolo e Nacer Bouhanni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA