PROBABILI FORMAZIONI INTER EINTRACHT FRANCOFORTE/ Quote, Keita jolly del match?

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Inter Eintracht: Luciano Spalletti deve fare i conti con la lunga lista di assenti e, di fatto, inventarsi un undici per il ritorno degli ottavi di Europa League.

video inter rapid vienna
Probabili formazioni Inter Eintracht, ritorno ottavi Europa League

Il protagonista atteso nelle probabili formazioni di Inter Eintracht potrebbe essere Keita Baldé Diao: spetterà a lui, con tutta probabilità, guidare l’attacco nerazzurro che dovrà fare a meno di Lautaro Martinez e Mauro Icardi. Per il senegalese la stagione è stata travagliata: proprio quando aveva trovato il giusto ritmo, segnando 4 gol in Serie A (arrivati tra fine novembre e fine dicembre, in appena più di un mese) è arrivato un infortunio al bicipite femorale che lo ha costretto a rimanere ai box fino alla scorsa domenica, quando finalmente si è rivisto in panchina contro la Spal. Oggi Keita potrebbe e dovrebbe tornare a giocare a distanza di 75 giorni: i gol li sa fare perchè nei quattro anni alla Lazio ne ha messi 31 in 137 partite con una stagione da 16 marcature (tutte in Serie A), sicuramente la sua posizione migliore rimane quella di esterno con facoltà di accentrarsi ma anche come punto di riferimento avanzato potrebbe fare al caso dell’Inter. Eventualmente, come abbiamo già detto, Luciano Spalletti potrebbe far giocare da centravanti Ivan Perisic, che con la maglia nerazzurra ha realizzato 36 reti in 151 apparizioni; tra i due però sembra proprio che sia Keita il favorito per fare le veci di Icardi e Lautaro Martinez, tra poco comunque vedremo se le scelte dell’allenatore ce lo confermeranno in maniera definitiva. (agg. di Claudio Franceschini)

IL DUELLO

E’ difficile individuare un potenziale duello nelle probabili formazioni di Inter Eintracht, ma vogliamo scegliere quello tra due calciatori che sono delle seconde scelte: dobbiamo fare però una distinzione però, perchè Milan Skriniar sarebbe comunque stato titolare fisso ma le tante assenze potrebbero far pensare a Luciano Spalletti di avanzarne la posizione in mediana, agendo dunque davanti alla difesa come spesso e volentieri fa nella nazionale slovacca. Giocando in questa posizione del campo Skriniar, uno degli insostituibili nella squadra nerazzurra, si troverebbe ad affrontare Jonathan De Guzman che prenderà invece il posto di Gelson Fernandes, squalificato. L’olandese è una vecchia conoscenza del calcio italiano: nel 2014 per volere di Rafa Benitez (che lo aveva sfidato in Premier League, dove ha giocato con lo Swansea per due anni) si è trasferito al Napoli e vi è rimasto per un anno e mezzo, giocando abbastanza nella prima stagione pur da riserva (36 partite e 7 gol, 4 dei quali in Europa League) ma poi rimanendo spettatore nella seconda parte della seconda annata, trasferendosi a gennaio al Carpi per poi affrontare un’altra stagione in Serie A con il Chievo dove si è rilanciato. All’Eintracht è arrivato subito dopo; per lui ci sono anche 14 partite con la nazionale orange, dove non ha mai sfondato anche a causa della tanta concorrenza. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI A SAN SIRO

La lista degli assenti nelle probabili formazioni di Inter Eintracht, come abbiamo visto, è lunghissima da parte nerazzurra: Joao Miranda (che si è già operato) si è aggiunto domenica a seguito della partita contro la Spal, ai box figuravano già Radja Nainggolan (a rischio anche per il derby di domenica sera) e Sime Vrsaljko la cui stagione è finita con largo anticipo. Non solo: all’andata le ammonizioni comminate a Kwadwo Asamoah e Lautaro Martinez hanno fatto scattare la doppia squalifica, e l’Inter è già senza Mauro Icardi che è tornato a correre ma potrebbe recuperare eventualmente per il derby, non prima. In questo quadro non abbiamo ancora preso in considerazione le esclusioni dalla lista UEFA: Spalletti aveva deciso di fare a meno di Dalbert, Joao Mario e Roberto Gagliardini (quest’ultimo in gol domenica), e adesso la cosa gli si potrebbe realmente ritorcere contro senza che il tecnico possa in qualche modo porre rimedio. Se non altro ha recuperato in tempo Marcelo Brozovic: il croato, che all’andata ha sbagliato un rigore, andrà quanto meno in panchina puntando poi a essere titolare nel derby di domenica sera. (agg. di Claudio Franceschini)

INFO E ORARIO

Analizziamo le probabili formazioni di Inter Eintracht Francoforte, la partita che alle ore 21:00 di giovedì 14 marzo è valida per il ritorno degli ottavi di finale in Europa League 2018-2019: i nerazzurri che hanno ritrovato la vittoria in campionato cercano questa sera di fare un passo avanti nella coppa internazionale, e per farlo hanno bisogno di una vittoria. All’andata infatti è terminata 0-0: sicuramente non perdere in trasferta è stato positivo, ma la cosa potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio perchè con un pareggio con almeno un gol sarebbe la squadra di Francoforte a passare il turno. Ipotesi nemmeno peregrina, visto che Luciano Spalletti dovrà fare i salti mortali per costruire una squadra degna di questo nome: tra infortuni e squalifiche di fatto sono appena undici i calciatori a disposizione del tecnico. Andiamo dunque a vedere quale sarà la proposta di Spalletti per questa partita e, in termini generali, analizziamo in maniera più dettagliata le scelte dei due allenatori nelle probabili formazioni di Inter Eintracht.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che l’agenzia di scommesse Snai ha previsto per Inter Eintracht Francoforte indicano nei nerazzurri i favoriti: il segno 1 per la loro vittoria interna vale infatti 2,30 volte la somma giocata contro il valore di 3,15 volte la puntata che è stato assegnato all’eventualità del successo esterno, regolato ovviamente dal segno 2. Il segno X, sul quale dovrete scommettere per il pareggio, vi farebbe guadagnare un valore pari a 3,30 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto.

PROBABILI FORMAZIONI INTER EINTRACHT

IL DILEMMA DI SPALLETTI

Per Inter Eintracht Francoforte gli undici disponibili sono realmente contati, al netto dei Primavera che affolleranno la panchina: in porta va Handanovic, prende corpo l’ipotesi della difesa a tre con Ranocchia al fianco di De Vrij e Skriniar e in questo caso Cédric Soares e D’Ambrosio avanzerebbero sulla linea dei centrocampisti, mentre in alternativa giocherebbero da terzini. E’ però dalla cintola in su che iniziano i reali problemi: Spalletti potrebbe anche destinare Skriniar davanti alla difesa come si vede con la nazionale slovacca, oppure confermare la coppia formata da Matias Vecino e Borja Valero. Manca una prima punta, e dunque è assolutamente realistico che sia Keita Baldé Diao a farne le veci avendo già ricoperto questo ruolo; in questo modo Politano e Perisic potrebbero agire stabilmente sulle corsie laterali, mentre Candreva di fatto tornerebbe all’antico giocando da trequartista. A meno che appunto non venga avanzato Skriniar, il che porterebbe Borja Valero a farne lui stesso un passo avanti giocando alle spalle di Keita.

LE SCELTE DI HUTTER

Anche Adi Hutter deve fare i conti con una squalifica, quella di Gelson Fernandes; Rebic non recupera e allora sarà ancora Gacinovic ad agire alle spalle del tandem offensivo composto da Jovic e Haller, mentre a prendere il posto del centrocampista svizzero dovrebbe essere l’ex Napoli e Chievo De Guzman. Per il resto la squadra sarà confermata rispetto al pareggio interno di una settimana fa: il portiere sarà Trapp, davanti a lui la linea difensiva composta da tre centrali che saranno Hasebe, Hinteregger e N’Dicka mentre Danny Da Costa sarà il laterale destro a supporto del centrocampo, con Kostic che dall’altra parte farà lo stesso e, di fatto, in fase di possesso palla e spinta può andare a giocare stabilmente sulla trequarti se non affiancare i due attaccanti formando una sorta di tridente. L’altro centrale di centrocampo dovrebbe essere Rode; difficile che questo schieramento venga cambiato dall’allenatore dell’Eintracht Francoforte, eventualmente Willems potrebbe trovare spazio sulla sinistra qualora il tecnico decida di approcciare la partita in modo leggermente più difensivo e sfruttare di più le ripartenze, ma è una decisione che vedremo soltanto all’ultimo.

IL TABELLINO

INTER (4-2-3-1): 1 Handanovic; 21 Cédric Soares, 6 De Vrij, 13 Ranocchia, 33 D’Ambrosio; 8 Vecino, 37 Skriniar; 16 Politano, 20 Borja Valero, 44 Perisic; 11 Keita B.
A disposizione: 27 Padelli, 60 Schirò, 87 Candreva, 68 Merola
Allenatore: Luciano Spalletti
Squalificati: Asamoah, L. Martinez
Indisponibili: Vrsaljko, Miranda, Brozovic, Nainggolan, Icardi

EiNTRACHT FRANCOFORTE(3-4-1-2): 31 Trapp; 20 Hasebe, 13 Hinteregger, 2 N’Dicka; 24 D. Da Costa, 17 Rode, 6 De Guzman, 10 Kostic; 9 Haller, 8 Jovic
A disposizione: 1 Ronnow, 3 Falette, 23 Russ, 15 Willems, 21 Stendera, 30 Cetin, 39 Gonçalo Paciencia
Allenatore: Adi Hutter
Squalificati: Gelson Fernandes
Indisponibili: Rebic

© RIPRODUZIONE RISERVATA