PROBABILI FORMAZIONI SALISBURGO NAPOLI/ Quote, grande occasione per Luperto

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Napoli Salisburgo: senza due centrali di difesa Carlo Ancelotti riparte dal 3-0 con cui i partenopei hanno vinto nettamente l’andata degli ottavi di Europa League.

calciomercato napoli
L'esultanza dei giocatori del Napoli (Foto LaPresse)

Chi potrebbe essere il protagonista nelle probabili formazioni di Salisburgo Napoli? Inevitabile che la scelta cada su Sebastiano Luperto, classe ’96 che dopo vari prestiti (Lecce, Pro Vercelli ed Empoli, tra Serie B e Serie C) è tornato alla base, nella società in cui è cresciuto, ed è già riuscito a giocare 8 partite in questa stagione. Con l’assenza congiunta di tre centrali, Luperto questa sera farà il suo esordio da titolare in Europa League: finora ha giocato due spezzoni nei sedicesimi (contro lo Zurigo) mentre settimana scorsa non era stato nemmeno convocato. In Serie A il centrale è stato titolare contro Torino e Frosinone, due partite che il Napoli ha vinto; contro i granata aveva causato un rigore ma a dire il vero era stato uno dei migliori in campo. Giova ricordare che nell’occasione Ancelotti lo aveva utilizzato come terzino sinistro: Luperto infatti può agire anche in quella posizione, il che ne fa un giocatore tatticamente duttile. Questa sera può avere la sua grande occasione: vista anche la situazione del Napoli in Serie A, da qui al termine della stagione il giovane potrebbe ritagliarsi spazi importanti e lanciare la propria candidatura per il prossimo anno, quando potrebbe essere parte ancora più integrante nella rosa della squadra partenopea. (agg. di Claudio Franceschini)

IL DUELLO A CENTROCAMPO

Come duello all’interno delle probabili formazioni di Salisburgo Napoli scegliamo quello tra i due numeri 8: lo scorso anno, quando gli austriaci avevano raggiunto la semifinale di Europa League, uno dei protagonisti era stato il classe ’96 Diadie Samassékou, regista maliano che, posizionato davanti alla difesa, faceva girare alla grande i compagni. Un centrocampista che segna pochissimo: basta una cifra, il gol messo a segno lo scorso agosto nel terzo turno preliminare contro lo Shkendija è stato il primo con la maglia del Salisburgo, arrivato alla partita numero 95. Non sono però i gol il suo mestiere, quanto la regia; così anche per Fabian Ruiz che, arrivato a Napoli, è stato subito etichettato da Carlo Ancelotti come un giocatore diverso da un playmaker. A dire il vero però il passaggio al 4-4-2, e ora l’addio di Marek Hamsik, ha fatto sì che lo spagnolo ex Betis diventasse di fatto l’organizzatore della manovra partenopea: partendo centrale o largo a sinistra Fabian si è preso la squadra sulle spalle e la sua crescita esponenziale è stata davvero rapida, tanto che già ora è uno dei leader di un gruppo che probabilmente, per come è composto ora, è arrivato al capolinea e di fatto gli consegnerà responsabilità ancora maggiori nel 2019-2020. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI

Abbiamo già visto quali sono alcuni assenti nelle probabili formazioni di Salisburgo Napoli: Carlo Ancelotti deve rinunciare a ben tre centrali difensivi. Nikola Maksimovic e Kalidou Koulibaly sono stati ammoniti all’andata, cosa che ha fatto scattare la squalifica; oltre a loro è indisponibile Raul Albiol, infortunato ormai da tempo. Per il resto la rosa del Napoli è al completo, essendo rientrato anche Mario Rui; ben più problemi li ha Marco Rose che, perso Xaver Schlager per squalifica, deve fare a meno di due difensori centrali come Marin Pongracic e Jasper Van der Werff e del centrocampista Youba Diarra. Il croato Pongracic è in particolar modo un’assenza pesante, perchè sarebbe stato il partner di André Ramalho; in Europa League ha giocato come titolare tutte le partite tranne due della fase a gironi, ma adesso è fuori dalla fine di febbraio e dunque il suo allenatore dovrebbe riproporre il franco-camerunese Jérome Onguéné, ennesimo giovane (classe ’97) della rosa del Salisburgo ma autore all’andata dell’autogol che ha sancito la terza marcatura del Napoli. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Nelle probabili formazioni di Salisburgo Napoli valutiamo le scelte dei due allenatori per la partita che, in programma alle ore 18:55 di giovedì 14 marzo, si gioca per il ritorno degli ottavi di Europa League 2018-2019. Si riparte dal 3-0 con cui i partenopei hanno vinto al San Paolo, un risultato che di fatto è una garanzia per la squadra di Carlo Ancelotti; anche al netto di assenze pesanti in difesa il Napoli non dovrebbe avere problemi nell’avere ragione di un avversario che dunque dovrebbe fare decisamente peggio rispetto allo scorso anno, quando aveva sfiorato la qualificazione alla finale. La squadra mandata in campo da Ancelotti domenica, nella trasferta di Reggio Emilia, ci ha detto chiaramente come ormai la priorità del tecnico sia quella di vincere l’Europa League; di conseguenza ora ci aspettiamo che i titolari siano presenti nelle scelte dell’allenatore, ma vediamo nel dettaglio i dubbi e le certezze da ciascun lato nell’analisi approfondita delle probabili formazioni di Salisburgo Napoli.

QUOTE E PRONOSTICO

Sono gli austriaci a partire favoriti nel pronostico di Salisburgo Napoli, ma la partita si presenta comunque equilibrata: l’agenzia di scommesse Snai ha quotato a 2,35 volte la cifra messa sul tavolo il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa, mentre il segno 2 da giocare per il successo dei partenopei vi farebbe guadagnare 2,85 volte quanto investito. L’eventualità del pareggio, regolata dal segno X, porta in dote una vincita pari a 3,60 volte la somma investita con questo bookmaker.

PROBABILI FORMAZIONI SALISBURGO NAPOLI

LE SCELTE DI ROSE

In Salisburgo Napoli Marco Rose deve rinunciare allo squalificato Schlager; sarà allora Mwepu (che è favorito su Szoboszlai) a prenderne il posto in mediana, con la conferma di Samassékou come playmaker basso e di Junuzovic che sarà la mezzala sul centrosinistra. In difesa non cambierà niente, dunque in porta dovrebbe esserci Walke con la protezione di André Ramalho e Onguéné al centro, mentre Lainer e Ulmer saranno i due terzini che dovranno provare a spingere molto più di quanto hanno fatto la scorsa settimana; nel reparto avanzato il giovane Wolf sarà il trequartista designato e andrà a supporto dei due attaccanti. Qui c’è un dubbio: sicuramente Dabbur, capocannoniere di Europa League, sarà in campo ma al suo fianco l’allenatore deve decidere tra lo zambiano Daka, il giapponese Minamino oppure Gulbrandsen, che è tornato a disposizione e ha giocato come titolare domenica, nel deludente 0-0 interno che il Salisburgo ha centrato contro lo Sturm Graz (rimanendo comunque ampiamente al primo posto della classifica della Bundesliga austriaca, con 9 punti di vantaggio sul Lask).

GLI 11 DI ANCELOTTI

Salisburgo Napoli non vedrà la presenza di Nikola Maksimovic e Koulibaly, entrambi squalificati: al centro della difesa, davanti a Meret, giocheranno allora Chiriches e Luperto che domenica hanno disputato un tempo a testa dandosi il cambio, proprio in previsione di questa partita. Dovrebbe esserci un cambio anche a sinistra con Hysaj pronto a prendere il posto di Ghoulam (in alternativa c’è Mario Rui), a destra verso la conferma Malcuit che è ormai il titolare di quello spot. A centrocampo si rivedono in tre: Callejon si prende la maglia di esterno a destra, sull’altro versante del campo agirà Zielinski mentre Fabian Ruiz tornerà ad occupare la casella di regista andando ad affiancare Allan, facendo scivolare in panchina Amadou Diawara. Davanti, a conti fatti, Mertens dovrebbe riposare: spazio per Milik, a meno che a rimanere fuori non sia Lorenzo Insigne che lancerebbe dunque il belga a fianco del polacco. Ad ogni modo la varietà offensiva a disposizione di Ancelotti è ampia, contando che anche Verdi potrebbe giocare come seconda punta.

IL TABELLINO

NAPOLI (4-4-2): 1 Meret; 2 Malcuit, 21 Chiriches, 13 Luperto, 23 Hysaj; 7 Callejon, 5 Allan, 8 Fabian Ruiz, 20 Zielinski; 99 Milik, 24 L. Insigne
A disposizione: 25 Ospina, 6 Mario Rui, 31 Ghoulam, 11 Ounas, 42 A. Diawara, 9 Verdi, 14 Mertens
Allenatore: Carlo Ancelotti
Squalificati: Ni. Maksimovic, Koulibaly
Indisponibili: Raul Albiol

SALISBURGO (3-4-1-2): 33 Walke; 22 Lainer, 15 André Ramalho, 6 Onguéné, 17 Ulmer; 45 Mwepu, 8 Samassékou, 16 Junuzovic; 13 Wolf; 9 Dabbur, 18 Minamino
A disposizione: 1 C. Stankovic, 55 Todorovic, 5 Vallci, 14 Szoboszlai, 20 Daka, 21 Gulbrandsen, 11 Prevljak
Allenatore: Marco Rose
Squalificati: Schlager
Indisponibili: Pongracic, Van der Werff, Y. Diarra

© RIPRODUZIONE RISERVATA