Ajax Juventus/ Avversaria quarti: Allegri scampa il Barcellona! (Champions League)

Ajax Juventus: ecco l’avversaria di Allegri per i prossimi quarti di finale della Champions league dopo il sorteggio a Nyon. I bianconeri scampano il Barcellona!

15.03.2019, agg. alle 12:25 - Claudio Franceschini
Cristiano Ronaldo gol Juventus Atletico lapresse 2019
Avversaria Juventus, sorteggio quarti Champions League (Foto LaPresse)

L’avversaria della Juventus è l’Ajax ai quarti di finale della Champions league: saranno quindi i lancieri il prossimo ostacolo della squadra di Massimiliano Allegrie nel lungo cammino fino alla finalissima al Wanda Metropolitano. L’esito delle urne di Nyon è stato rapido e quasi indolore: sono stati gli olandesi i primi estratti e quindi saranno in padroni di casa anche nel match di andata che si svolgerà il prossimo 9-10 aprile. La partita di ritorno, quindi, ricordiamo che si svolgerà a Torino il 16-17 aprile, dove i fan della Vecchia Signora sperano di non dover ricorrere a una nuova impresa come accaduto solo in settimana allo Juventus Stadium contro l’Atletiuco Madrid. Sulla carta certo l’Ajax non appare l’avversario più temibile per la Juventus ma non è da sotto valutare: la squadra olandese è giovane e ben composta e sopratutto ha rimandato a casa il Real Madrid. Da segnalare poi che nel sorteggio di Champions league sono già stati decisi gli accoppiamenti delle semifinali: la Juventus in caso di vittoria affronterà allora la vincente tra Tottenham e Manchester City. (agg Michela Colombo)

INIZIA IL SORTEGGIO

Mentre il sorteggio è sempre più vicino, l’avversaria che la Juventus eviterebbe volentieri nei quarti di Champions League è il Barcellona: d’accordo che due anni fa i bianconeri avevano fatto l’impresa eliminando i blaugrana proprio ai quarti, ma il Leo Messi di quest’anno (8 gol nel torneo) sembra non voler fare prigionieri e Massimiliano Allegri non vorrebbe scommettere troppo sul fatto che Luis Suarez sia ancora a secco di reti in questa Champions League, così come sulla capacità dei catalani di salire di livello e giocare in maniera meravigliosa quando conta. Magari non sarà il Barcellona di Pep Guardiola, ma rimane un grande spauracchio; per quanto riguarda il suo ex allenatore, il Manchester City è l’altra squadra sulla carta da evitare. Vero: nei due anni precedenti Guardiola è stato eliminato da Monaco (ottavi) e Liverpool (quarti) e la squadra inglese non è mai andata oltre la semifinale, ma c’è sempre una prima volta e, per profondità della rosa e livello di gioco, sarebbe un’avversaria che darebbe parecchio fastidio alla Juventus. Così come il Liverpool, del resto: i Reds concedono in difesa soprattutto se attaccati apertamente, ma sono capaci di folate offensive – con un talento straripante nel tridente – e di tenere grandi ritmi per tutta la partita. Se la Juventus dovesse ripetere la prestazione del Wanda Metropolitano, i Reds sarebbero un cliente scomodissimo… (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI STORICI

Analizzando meglio la potenziale avversaria della Juventus nel sorteggio dei quarti di Champions League, possiamo notare quanto dicevamo prima e cioè che con ciascuna di loro c’è almeno un ricordo importante. Fa magari eccezione il Manchester City, incrociata (con doppio pareggio) in un nefasto girone di Europa League nel 2010 e cioè nella stagione precedente l’arrivo di Antonio Conte, con il quale è cambiato tutto. Liverpool e Ajax rappresentano le due finali di Coppa Campioni e Champions League vinte dai bianconeri: la prima nel 1985 nella tragica serata dell’Heysel, la seconda nel 1996 con i rigori all’Olimpico di Roma. Ancora: il Barcellona ha battuto la Juventus nella finale del 2015 e ha incrociato la Vecchia Signora in altre occasioni, soprattutto nei quarti del 2017 quando i bianconeri vinsero 3-0 in casa per poi pareggiare 0-0 al Camp Nou. Il Manchester United già affrontato nella fase a gironi è stato avversario in grandi battaglie soprattutto alla fine degli anni Novanta, quando la Juventus in fondo ci arrivava regolarmente; Porto e Tottenham invece sono state eliminate agli ottavi da Massimiliano Allegri, rispettivamente nel 2017 e 2018. A proposito: la Juventus di Allegri ha raggiunto la finale di Champions League quando ha eliminato Porto e Barcellona, potrebbe essere un ricorso storico interessante… (agg. di Claudio Franceschini)

LE SQUADRE IN CORSA

Quale sarà l’avversaria della Juventus nei quarti di Champions League? Il sorteggio è sempre più vicino, a partire dalle ore 12:00 conosceremo finalmente la squadra che incrocerà i bianconeri sulla strada verso la finale del Wanda Metropolitano, fissata per il primo giugno. Non ci sono più vincoli o limitazioni, è un tutti contro tutti e del resto per i bianconeri le possibilità sarebbero state comunque ampie visto che è l’unica rappresentante italiana dopo l’eliminazione della Roma: la grande impresa contro l’Atletico Madrid andrà ora onorata perchè sarebbe un peccato uscire dopo un 3-0 simile. Ad ogni modo, le potenziali avversarie della Juventus nei quarti della Champions League usciranno dalla rosa delle quattro inglesi (Liverpool, Manchester City, Manchester United, Tottenham) oppure da Ajax, Barcellona e Tottenham). Se contro i Red Devils c’è già stato il doppio incrocio nella fase a gironi (vittoria bianconera a Old Trafford, beffarda sconfitta casalinga dopo una delle migliori partite della stagione), con tutte le altre possiamo parlare di corsi e ricorsi storici; anche per quanto riguarda il Manchester City, che resta comunque la meno pescata in un sorteggio e soprattutto in un contesto di Champions League.

AVVERSARIA JUVENTUS: LE POSSIBILITA’

L’avversaria della Juventus per i quarti di Champions League sarà comunque tosta, perchè a questo punto del torneo chiunque rappresenta una minaccia sui 180 minuti: naturalmente i bianconeri sperano di evitare Barcellona e Manchester City e magari anche il Liverpool, mentre Porto e Tottenham potrebbero essere gli affari migliori. Diremmo anche l’Ajax, ma le straripanti partite contro il Real Madrid impongono ovviamente cautela anche se andrà dimostrato se gli olandesi saranno in grado di replicare quelle prestazioni; il Manchester United affrontato in autunno era una squadra abbordabile e in crisi, ma da quando Ole Gunnar Solskjaer ha preso il posto di José Mourinho le cose sono migliorate, il modo in cui i Red Devils hanno eliminato il Psg fa paura e soprattutto a questi livelli il blasone e l’ambiente possono contare molto. Di certo come detto gli spauracchi sono Barcellona e Manchester City, anche se per quanto riguarda gli Sky Blues bisogna valutare il fattore dell’esperienza; la presenza in panchina di Pep Guardiola però contribuisce ad aumentare le difficoltà, mentre il Liverpool ha preso consapevolezza con la finale dello scorso anno ed è capace di devastanti folate offensive. Comunque la si giri, sarà molto complicato ma vedremo chi pescherà la Juventus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA