DIRETTA/ Catania Juve Stabia (risultato finale 1-0) streaming video: 1° ko stagionale

- Mauro Mantegazza

Diretta Catania Juve Stabia streaming video e tv: orario, risultato live, quote e probabili formazioni della partita di Serie C per la 31^ giornata del girone C

Manneh Lodi Biagianti Angiulli Catania gol lapresse 2019
Diretta Catania Sicula Leonzio (Foto LaPresse)

DIRETTA CATANIA JUVE STABIA (1-0): 1° KO STAGIONALE!

Le due grandi chance avute da Marotta rianimano una Juve Stabia che sembra incapace di reagire a uno dei migliori Catania della stagione ma che può anche recriminare dato che pure nella ripresa gli uomini di Caserta sbagliano un gol praticamente già fatto: infatti dopo che al 62’ Bucolo va vicino al raddoppio per gli etnei, al minuto 63 è Canotto ancora a doversi mangiare le mani perché su un cioccolatino servito da Melara mette fuori da posizione molto favorevole. E dopo un doppio tentativo dalla distanza di Lodi, arrivano i nuovi cambi tra le fila campane con Mastalli ed El Ouazni che provano a sparigliare un po’ le carte del match: ma al 75’ è Carlini a recriminare dato che il centrocampista campano si inserisce bene ma non colpisce bene di testa e agevola il miracolo di Pisseri che evita l’1-1. E negli ultimi 10’ di gara i rossoazzurri non rinunciano affatto ad attaccare mentre gli avversari cominciano a riversarsi ma senza molte idee: e dopo 4 minuti di extra time thrilling solo per via del risultato in bilico più che per la pericolosità degli ospiti, arriva il triplice fischio che sancisce non solo la caduta della oramai leggendaria imbattibilità stagionale della Juve Stabia ma pure la rinascita del Catania che con Novellino torna ad avvicinarsi alla vetta e, anche se forse oramai è tardi per la promozione diretta in B, si propone come favorita per i playoff di maggio. (agg. di R. G. Flore)

MAROTTA PERICOLOSO AL TIRO!

Il secondo tempo del big match tra Catania e Juve Stabia si apre con le due compagini che fanno ritorno in campo con gli stessi effettivi del primo tempo: e il leitmotiv sembra lo stesso della prima frazione con i campani che provano a tenere il pallino del gioco ma senza pungere e gli etnei indiavolati pronti a ripartire in velocità. E Novellino può mangiarsi le mani perché per ben due volte Marotta va vicino al raddoppio: dopo che al 49’ Canotto mette i brividi a Pisseri, ecco che l’attaccante rossoazzurro impegna severamente Branduani con un bel diagonale e poi si ripete al 52’ ma ancora una volta è l’estremo difensore gialloblu a salvare i suoi. Poco dopo arrivano i primi cambi con Novellino che avvicenda Manneh con Marchese mentre il suo collega Caserta toglie Torromino e mette Elia in campo. (agg. di R. G. Flore)

LA SBLOCCA LODI DAL DISCHETTO!

Dopo un avvio di gara ad alta intensità a passare a sorpresa in vantaggio sono i padroni di casa: infatti al 10’ Marzorati commette fallo in area su Marotta e dagli 11 metri si presenta Lodi che non lascia scampo a Branduani: 1-0 e “Massimino” in delirio mentre la Juve Stabia deve subito inseguire! Tuttavia gli ospiti già al 16’ potrebbero pareggiare quando Paponi per poco non punge su un cross di Canotto che sfila pericolosamente per tutta l’area etnea. E al 27’ la squadra di Novellino, che non lascia respirare le “vespe” e impedisce loro di costruire gioco, va vicina al raddoppio proprio con Marotta che si avventa su un centro di Marchese ma non colpisce bene e la sfera termina sul fondo. Nell’ultima parte del primo tempo però arriva una grande chance pure per i gialloblu: l’esterno sinistro Canotto scambia bene con un compagno e poi “spara” verso Pisseri che però risponde alla grande e salva il punteggio (34’): e gli ospiti col passare dei minuti crescono ma non riescono a trovare lo spunto vincente, per merito di un Catania che sa anche difendersi e ripartire. E così, dopo un “giallo” comminato a Marchese, il primo tempo si chiude con i siciliani avanti per 1-0: riuscirà nella ripresa la capolista non solo a salvare la propria imbattibilità stagionale ma pure a evitare il sorpasso in vetta del Trapani? (agg. di R. G. Flore)

CI PROVA PAPONI DI TESTA!

Allo stadio “Angelo Massimino” di Catania va in scena quello che è il big match non solo del girone C della Serie C ma dell’intero programma di gare della terza serie: i rossoazzurri di Walter Novellino, terzi in classifica, ospitano la capolista Juve Stabia di Fabio Caserta, ancora imbattuta ma capace di vincere una sola volta nelle ultime cinque gare e che sente il fiato del Trapani, inseguitrice diretta, sul collo. E in questo match particolarmente caldo tra due piazze storiche del Sud a partire meglio è la compagine etnea che attua subito un buon pressing mentre i gialloblu campani provano a far girare la palla con discreti risultati e a colpire chirurgicamente: nei primi 10 minuti la migliore chance ce l’hanno quindi gli ospiti con un bel colpo di testa di Paponi che si avventa sul cross di Melara ma non trova lo specchio della porta difesa da Pisseri. (agg. di R. G. Flore)

IN CAMPO, SI COMINCIA!

Tra pochi minuti il Catania sfiderà con il sostegno dei propri tifosi la Juve Stabia nell’importante incontro inserito nel calendario della 31esima giornata del campionato di Serie C girone C: diamo un occhio ora a qualche dato prima del fischio d’inizio. La formazione siciliana nelle 28 gare in questo momento giocate ha saputo ottenere un bottino di ben 54 punti dimostrando una discreta fase offensiva con 41 gol fatti e soprattutto una buona fase difensiva con solo 20 reti incassate. Addirittura meglio ha fatto la squadra campana che in 28 partite giocate ha messo da parte la bellezza di 63 punti dimostrando di avere un attacco esplosivo con 51 gol realizzati e una difesa praticamente impenetrabile con soli 11 palloni raccolti nella propria porta. Aggiungiamo che il Catania in casa è un avversario abbastanza ostico in quanto ho tenuto 34 punti in 13 gare giocate e soprattutto ha subito soltanto 6 reti complessive mentre la Juve Stabia in trasferta è la migliore del campionato con ben 30 punti ottenuti.  Diamo la parola al campo ora, si gioca! (agg Michela Colombo)

I BOMBER

In Catania Juve Stabia gli etnei proveranno a infliggere la sconfitta alla capolista del girone C e conteranno in particolar modo sui due bomber: Alessandro Marotta e Francesco Lodi hanno segnato 8 gol a testa, stupisce in particolar modo il rendimento di Lodi che a lungo ha imperversato in Serie A e che sembra essere tornato all’antico, quando segnava a frotte (21 gol in una singola stagione di Serie B) e si aiuta anche con i calci piazzati. E’ sempre curioso trovare un regista basso vicino alla doppia cifra di reti; con il gol messo a segno contro la Cavese, nel deludente pareggio interno, Daniele Paponi ha raggiunto la rete numero 11 del suo campionato e continua a condurre la classifica marcatori della Juve Stabia. A seguire Massimiliano Carlini, lui pure a segno nell’ultimo turno e ora a quota 9; se anche Badr El Ouazni (6) dovesse avere un finale di stagione in ascesa, le Vespe potrebbero terminare il loro campionato con ben tre giocatori in doppia cifra per reti messe a segno. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Il quadro del testa a testa di Catania Juve Stabia ci presenta tanti precedenti, in una rivalità che è tornata a rinverdirsi nella stagione 2015-2016 quando, dopo una pausa di 15 anni, le due squadre sono tornate a sfidarsi in Serie C. Da allora hanno disputato otto partite, compreso un primo turno dei playoff due anni fa: il bilancio è in totale equilibrio con due vittorie a testa e quattro pareggi, curiosamente per tre volte è finita 0-0 e le reti bianche sono state protagoniste negli ultimi due incroci. Al Massimino, dal 2015, il Catania si è imposto solo una volta, un 3-1 nell’agosto 2016 con i gol di Caetano Calil, Michele Paolucci e Domenico Di Cecco; le Vespe non hanno mai espugnato questo stadio (mentre i rossazzurri hanno vinto al Menti) ma tra le loro vittorie spicca un 4-0 del dicembre dello stesso 2016, la doppietta di Nicolas Izzillo aveva stappato la partita e poi era arrivato il calcio di rigore di Francesco Ripa con la quarta marcatura messa a segno da Francesco Lisi. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Catania Juve Stabia, diretta dall’arbitro Simone Sozza della sezione Aia di Seregno, sarà sicuramente il big-match della trentunesima giornata del girone C di Serie C: appuntamento dunque di lusso alle ore 14.30 di oggi pomeriggio, domenica 17 marzo 2019, presso lo stadio Massimino della città siciliana. Sappiamo che la Juve Stabia è la capolista della classifica con 63 punti, il cammino però è ancora lungo e le Vespe non possono certo rilassarsi adesso, anche perché il Catania è terzo con 54 punti ed è di conseguenza una delle inseguitrici più pericolose, a maggior ragione se oggi vincesse davanti al proprio pubblico amico. Come arrivano dunque Catania e Juve Stabia a questa grande sfida? I siciliani bene, avendo vinto 1-2 a Catanzaro domenica scorsa, i campani invece hanno rallentato il ritmo ultimamente e una settimana fa hanno pareggiato 2-2 contro la Cavese.

PROBABILI FORMAZIONI CATANIA JUVE STABIA

Parlando delle probabili formazioni per Catania, cominciamo dai padroni di casa di Walter Novellino, che dovrebbe schierare il suo Catania con il 3-5-2: ipotizziamo dunque Pisseri in porta, protetto dai tre difensori Silvestri, Aya e Marchese, mentre nella folta mediana a cinque ipotizziamo Calapai, Biagianti, Lodi, Bucolo e Baraye da destra a sinistra, infine nella coppia d’attacco spazio a Di Piazza e Marotta. Modulo 4-3-3 invece per la Juve Stabia allenata da Fabio Caserta: schieriamo dunque Branduani in porta e davanti a lui i quattro difensori Schiavi, Mezavilla, Troest e Germoni; in mediana il terzetto con Carlini, Calò e Mastalli, mentre il tridente dovrebbe vedere titolari gli esterni Di Roberto e Canotto più il centravanti Paponi.

PRONOSTICO E QUOTE

Pronostico all’insegna del grande equilibrio in Catania Juve Stabia secondo le quote offerte dall’agenzia di scommesse sportive Snai: infatti il segno 1 è proposto a 2,45, poi si sale a quota 3,10 in caso di pareggio e dunque di segno X, infine il segno 2 varrebbe 2,85 volte la posta in palio per chi avrà creduto nelle possibilità della Juve Stabia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA