DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2019/ Vince Roglic per un soffio, la tappa va a Campenaerts

- Mauro Mantegazza

Diretta Tirreno Adriatico 2019 streaming video Rai: Victor Campenaerts vince la cronometro di San Benedetto del Tronto, ma il trionfo è tutto per Roglic, vincitore della Due Mari.

Roglic classifica Giro
Classifica Giro d'Italia 2019: Roglic leader fra i big (LaPresse)

Un finale della Tirreno Adriatico 2019 davvero al cardiopalma con la maglia blu da leader e quindi la vittoria di questa edizione della Due Mari, combattuta fino all’ultimo centesimo di secondo. La cronometro di San Benedetto del Tronto però è si è rivelata una trappola per Adam Yates che solo per un secondo e dieci è costretto a lasciare a Primoz Roglic il trionfo. Il ciclista inglese ha provato fino all’ultimo a difendere il titolo ma le gambe si sono fatte davvero pesanti nella seconda parte della frazione: è quindi lo sloveno ad festeggiare oggi, avendo messo in strada una prestazione contro il tempo davvero impeccabile. La vittoria della tappa però veder tutto un altro genere di nomi: ecco che al primo gradino del podio troviamo Victor Campenaerts, che ha fermato il cronometro sul 23’11 e nessuno è riuscito a fare meglio del ciclista della Loro Soudal. Dietro di lui ecco poi nella top tre anche il nostro Alberto Bettiol (a solo +3 secondi) e Jos Van Endem. (agg Michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA TIRRENO ADRIATICO 2019

La diretta tv della Tirreno Adriatico sarà anche oggi molto ampia sui canali Rai, dal momento che il collegamento per la settima tappa, la cronometro di San Benedetto del Tronto, su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando) comincerà già alle ore 14.20, mentre per le fasi finali ci si sposterà su Rai Due dalle ore 15.40. Di conseguenza la diretta streaming video della Tirreno Adriatico sarà ancora una volta garantita tramite il sito e l’applicazione di Rai Play gratuitamente per tutti. CLICCA QUI PER LO STREAMING SU RAIPLAY

GANNA OTTAVO

Non mancano ormai troppi ciclisti alla partenza della settima tappa della Tirreno Adriatico 2019: va però detto che il tracciato di per sé è molto breve e la situazione anche nella classifica temporanea dei tempi cambiano con grande velocità. Ciononostante la vetta della graduatoria vede ancora il primo tempo di 11’23 di Victor Campenaerts che a questo punto diventa uno dei favoriti alla vittoria dell’ultima frazione della Due mari. Il belga della lotto Soudal ha infatti passato indenne anche l’arrivo di alcuni dei rivali più temibili come ad esempio Rohan Dennis, che ora è scivolato solo aalla sesta piazza con un ritardo di 9 secondi dallo stesso leader. Ecco quindi che chiudono momentaneamente il podio anche Jos Van Endem e Sebastian Langevald, mentre nella top five ritroviamo nomi come quello di Yves Lampaerts e Mads Petersen: resiste poi all’ottavo posto il nostro Filippo Ganna, miglior azzurro. (agg Michela Colombo)

CAMPANAERTS SUBITO LEADER

Siamo entrati nel vivo della settima e ultima tappa della Tirreno Adriatico 2019 ovvero l’attesissimo cronometro individuale di San Benedetto del Tronto e già tra pochi minuti prenderà il via anche il favoritissimo Rohan Dennis. il ciclista australiano della Bahrain Merida è il naturale favorito al successo di tappa oggi vista pure la conformazione del tracciato, solo per gli specialisti. In attesa però vediamo che succede nella classifica temporanea, quando il numero 46 della lista di partenza deve ancora partire. In vetta al momento troviamo Victor Campenaerts, con il crono di 11’23: a podio ecco anche Jos Van Endem e Tom Bohli, mentre tocca a Filippo Ganna e a Niles Scotson con un ritardo di appena 21’ secondi chiudere la top five. Molti specialisti nella corsa contro il tempo però stanno partendo: che accadrà al traguardo? (agg Michela Colombo)

SI PARTE!

Pochissimi minuti alla partenza della cronometro di San Benedetto del Tronto, ultimo atto della Tirreno Adriatico 2019. Come al solito, l’ordine di partenza sarà costituito dalla classifica generale dall’ultimo al primo posto, quindi dovremo attendere ancora un po per il duello decisivo fra Adam Yates e Primoz Roglic, sui quali però concentriamo già da adesso la nostra attenzione. Di certo lo sloveno ha un feeling migliore con le cronometro rispetto al britannico. Roglic si rivelò al grande pubblico al Giro d’Italia 2016 proprio nelle prove contro il tempo: secondo con lo stesso tempo del vicncitore Tom Dumoulin nella prima tappa ad Apeldoorn, poi vincitore della crono del Chianti. Alla Tirreno Adriatico invece per lo sloveno ricordiamo la vittoria di tappa dell’anno scorso a Trevi nella terza tappa con un bell’attacco nel finale, secondo arrivò a 3” proprio Adam Yates che poi avrebbe vinto la tappa dei Muri a Filottrano. Un anno dopo li ritroviamo protagonisti sulle strade d’Italia, in lotta non solo per i successi parziali ma per la vittoria della Tirreno Adriatico, con Roglic all’attacco e Yates che ha 25 secondi da difendere. La parola dunque passa alla strada, la cronometro di San Benedetto del Tronto sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Verso la diretta della cronometro di San Benedetto del Tronto, finale ormai tradizionale per la Tirreno Adriatico 2019, ricordiamo dunque che cosa è successo negli anni più recenti. Nel 2010 la Corsa dei Due Mari si concluse per l’ultima volta con una tappa in linea, che fu vinta da Edvald Boasson Hagen sempre a San Benedetto del Tronto; dal 2011 invece la cronometro alla settima tappa è diventata un appuntamento fisso nella città marchigiana. Quell’anno vinse un leggendario specialista delle prove contro il tempo, cioè Fabian Cancellara, che poi si impose anche nel 2012 nella crono che ricordiamo anche perché servì a Vincenzo Nibali per scavalcare Chris Horner al comando della classifica generale. Nel 2013 ecco invece la vittoria di Tony Martin nell’anno del bis di Vincenzo Nibali, che però si presentò già in maglia di leader alla crono. Nel 2014 ci fu la bellissima vittoria di Adriano Malori a concludere l’edizione vinta da Alberto Contador. Nel 2015 ecco il ritorno di Cancellara in occasione della prima Tirreno Adriatico vinta da Nairo Quintana con l’impresa sul Terminillo, nel 2016 ancora una vittoria dello svizzero e il successo finale di Greg Van Avermaet approfittando dell’annullamento per maltempo del tappone di montagna. Nel 2017 a San Benedetto del Tronto si impose Rohan Dennis e in classifica generale arrivò il bis di Nairo Quintana, mentre l’anno scorso il bis fu per Dennis come vittoria di tappa, il trionfo finale andò invece a Michal Kwiatkowski.(Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA TAPPA

Sempre in diretta la Tirreno Adriatico 2019, che si completa oggi martedì 19 marzo con la settima tappa, cioè la classica cronometro di San Benedetto del Tronto di 10,1 km, che emetterà tutti i verdetti della Corsa dei Due Mari e sancirà il vincitore dell’edizione numero 54 della Tirreno Adriatico. Ieri sono stati protagonisti i velocisti, oggi però tornano in primo piano naturalmente gli uomini da classifica che erano stati i mattatori del weekend. Dopo la tappa di domenica a Recanati ecco che Adam Yates ha 25” di vantaggio sullo sloveno Primoz Roglic e 35” sul danese Jakob Fuglsang: a cronometro il più forte dovrebbe essere Roglic, ma recuperare a Yates 25 secondi in appena 10 km appare impresa piuttosto complicata. Segnaliamo adesso le informazioni di base per seguire la diretta della Tirreno Adriatico in questa settima e ultima tappa: la partenza del primo corridore in gara è fissata alle ore 13.10 dal Molo Sud di San Benedetto del Tronto, mentre l’arrivo sarà collocato sempre a San Benedetto del Tronto ma in viale Buozzi, dove l’ultimo atleta è atteso alle ore 16.20 circa.

DIRETTA TIRRENO ADRIATICO: PERCORSO 7^ TAPPA, CRONOMETRO SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Il percorso della cronometro di San Benedetto del Tronto, che per essere precisi misurerà 10,050 km, sarà completamente pianeggiante ed è ben noto ai corridori della Tirreno Adriatico, visto che è esattamente lo stesso utilizzato nelle precedenti quattro edizioni a partire dal 2015 – e da molti più anni la Corsa dei Due Mari si chiude con una corsa contro il tempo a San Benedetto del Tronto, anche se in precedenza la cronometro era leggermente più breve. Dalla pedana di partenza sarà posta in viale delle Tamerici (Riva sud), da dove si procederà verso Porto d’Ascoli lungo il mare. Ci sarà un rilevamento cronometrico intermedio in Piazza Salvo d’Acquisto dopo 4,4 km, poi si proseguirà ancora per circa 750 metri prima di risalire su strade ampie e prevalentemente rettilinee fino a San Benedetto del Tronto, dove la corsa terminerà sul traguardo tradizionale di viale Buozzi. A 2,5 km dal traguardo una doppia curva immetterà sul lungo rettilineo d’arrivo. Un tracciato adatto agli specialisti, che si giocheranno il successo di tappa mentre per la classifica generale dovremmo vedere l’assalto di Roglic (anche tra i favoriti naturalmente per il successo parziale) a uno Yates comunque favorito visto il buon vantaggio di partenza, mentre Fuglsang proverà ad essere il terzo incomodo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA