RISULTATI QUALIFICAZIONI EUROPEI 2020/ Poker Olanda, tris Belgio, Croazia in rimonta!

- Claudio Franceschini

Risultati qualificazioni Europei 2020: nelle prime dieci partite dei gironi aprono bene Olanda e Belgio, la Croazia rimonta l’Azerbaijan e Piatek decide in Austria a favore della Polonia.

Portogallo_Italia_festa_lapresse_2018
Diretta Portogallo Serbia (Foto LaPresse)

Abbiamo i risultati delle qualificazioni agli Europei 2020 per la prima giornata: ottimo esordio per l’Olanda che sfrutta il calendario favorevole e demolisce la Bielorussia, aprendo la sua corsa verso la fase finale (mancata nell’ultima edizione) con quattro gol. Nel secondo tempo segna ancora Depay (su rigore) e chiude i conti Van Dijk; vince anche il Belgio, che trova la doppietta di Eden Hazard per superare la Russia e posizionarsi per il momento al terzo posto del gruppo I (per differenza reti) ma avendo già giocato contro l’avversaria più tosta. L’altra big, la Croazia, alla fine ribalta lo svantaggio iniziale contro l’Azerbaijan: è il solito Kramaric a sancire i primi tre punti dei vice campioni del mondo. Vittoria importante per la Polonia in Austria: decide, manco a farlo apposta, Piatek che comincia a diventare fondamentale anche in nazionale. La Macedonia supera la Lettonia che nel finale segna il gol della speranza ma in pieno recupero incassa la terza rete dei balcanici, la Slovacchia batte in Ungheria in forte calo e così fa l’Irlanda del Nord, sempre per 2-0, nei confronti dell’Estonia. Finisce pari invece tra Israele e Slovenia, con Storar e Zahavi che si rispondono all’inizio del secondo tempo; questo il quadro completo, ma si torna a giocare venerdì con altre partite tra cui quelle di Francia, Inghilterra e i campioni in carica del Portogallo, mentre sabato toccherà all’Italia che aprirà il suo percorso nelle qualificazioni agli Europei 2020 contro la Finlandia. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO NELLE PARTITE

Siamo arrivati all’intervallo nelle otto partite che per questa sera completeranno il quadro dei risultati delle qualificazioni agli Europei 2020. Sicuramente il risultato più sorprendente è quello di Croazia Azerbaijan: grazie ad un gol di Sheydaev gli ospiti si sono portati in vantaggio su una nazionale che sembra confermare quel trend che l’ha portata alla retrocessione nella Lega B di Nations League, ma che ha comunque trovato il pareggio grazie a Barisic. Tutto facile per l’Olanda contro la Bielorussia: gol di Depay dopo pochi secondi, raddoppio di Wijnaldum e Orange che viaggiano verso un esordio positivo nelle qualificazioni, così anche il Belgio che, dopo il botta e risposta tra Tielemans e Cheryshev, ha trovato la seconda rete all’ultimo minuto grazie al rigore trasformato da Eden Hazard. Macedonia arrembante contro la modesta Lettonia, nel finale di primo tempo la Slovacchia con Duda ha sbloccato la situazione contro l’Ungheria mentre sono ancora sullo 0-0 Austria Polonia, Israele Slovenia e Irlanda del Nord Estonia. Tra poco si tornerà a giocare, vedremo quali saranno i risultati di queste partite delle qualificazioni agli Europei 2020 che stanno già regalando parecchie emozioni. (agg. di Claudio Franceschini)

CIPRO FA CINQUE GOL A SAN MARINO

Tutto facile per Cipro: nei risultati delle qualificazioni agli Europei 2020 arriva la vittoria scontata dei padroni di casa al GPS Stadium di Nicosia. San Marino viene travolto con un roboante 5-0: partita in ghiaccio nel giro di mezz’ora, Cipro guadagna due rigori nel giro di quattro minuti e li realizza entrambi con Sotiriou, poi Kousoulos segna il terzo gol e Efrem mette a referto il quarto con il quale fissa il risultato del primo tempo. Nella ripresa ovviamente i ragazzi di Ran Ben Simon provano a divertirsi, e ad ampliare una differenza reti che potrebbe sempre tornare utile: Laifis segna dopo 11 minuti, poi Cipro abbassa i ritmi e permette se non altro a San Marino di non incassare una punizione più severa. Tra poco si torna in campo: tocca alle altre nazionali impegnate nella prima giornata delle qualificazioni agli Europei 2020, in particolare attenzione a quello che succederà in questo stesso gruppo I nel quale, come già detto, il Belgio ospita la Russia nella partita tra le due grandi favorite per il passaggio alla fase finale. (agg. di Claudio Franceschini)

IL KAZAKHSTAN BATTE LA SCOZIA

Nella prima partita per i risultati delle qualificazioni agli Europei 2020, arriva una netta e sorprendente vittoria del Kazakhstan: alla Astana Arena i padroni di casa iniziano alla grande il loro cammino nel gruppo I rifilando un sonoro 3-0 alla Scozia, che invece esce con le ossa rotte e decisamente ridimensionata. Dopo appena 6 minuti il Kazakhstan è già in vantaggio grazie al gol di Pertsukh, e al 10’ trova l’incredibile raddoppio con Vorogovskiy. Ti aspetti la reazione della Scozia, e invece i kazaki fanno il tris all’inizio del secondo tempo: il marcatore è Zainutdinov e la partita è chiusa. Prima sorpresa dunque nelle qualificazioni agli Europei 2020; ora vedremo se nel gruppo I ne arriverà un’altra, perchè è già il momento di dare la parola a Cipro-San Marino (i padroni di casa sono chiamati a rispondere per evitare di dover rincorrere lo stesso Kazakhstan, virtualmente la nazionale cipriota potrebbe anche giocarsi la qualificazione in caso di flop della Russia) mentre in serata andrà in scena Belgio-Russia, con i Diavoli Rossi che sono i grandi favoriti per vincere il girone. (agg. di Claudio Franceschini)

SI GIOCA AD ASTANA

Le partite valide per i risultati delle qualificazioni agli Europei 2020 stanno per cominciare: abbiamo già detto che a qualificarsi per la fase finale saranno le prime due di ciascun girone, perciò possiamo andare a vedere quali potrebbero essere le favorite nei tre gruppi che sono impegnati giovedì 21 marzo. Nel gruppo C sicuramente Germania e Olanda – ricordiamo che i tedeschi effettuano il turno di riposo, i gironi con partecipanti al playoff di marzo sono da 5 per accorciarne inevitabilmente il calendario; nel girone E la Croazia se dimostrerà di poter riprendere la marcia interrotta in Nations League, bella lotta invece per il secondo posto con Galles, Slovacchia e Ungheria che hanno qualcosa in più dell’Azerbaijan e se la giocheranno fino in fondo quasi ad armi pari. Nel girone G Polonia in netto calo ma comunque favorita, poi l’Austria con Austria, Israele e Macedonia che devono guardarsi dalla Slovenia; infine il girone I, dove il Belgio parte quasi senza rivali e la Russia che sfiderà soprattutto la Scozia. Ora però non perdiamo tempo e diamo la parola a Kazakhstan-Scozia, perché con questa partita si apre il quadro delle qualificazioni agli Europei 2020 e non vediamo l’ora di scoprire come andranno le cose! (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ULTIMI EUROPEI

Si avvicina il momento dedicato ai risultati delle qualificazioni agli Europei 2020: se abbiamo parlato in precedenza della nuova formula del torneo, adesso facciamo un salto indietro di quasi tre anni per ricordare che l’ultima edizione si era disputata in Francia, e il Portogallo aveva ottenuto il primo titolo della sua storia. Il gol di Eder, in una finale contro i Bleus padroni di casa e nella quale Cristiano Ronaldo si era infortunato nei primi minuti, aveva sancito una grande sorpresa maturata ai tempi supplementari; in semifinale invece il Portogallo aveva eliminato il sorprendente Galles mentre la Francia si era liberata della Germania. Era stata un’edizione a 24 squadre, per la prima volta: questo aveva fatto sì che tra le qualificate alla fase finale ci fossero autentiche rivelazioni come gli stessi Dragoni, l’Irlanda del Nord, l’Ungheria e l’Islanda che si era presa i quarti di finale. L’Italia, allenata da Antonio Conte, aveva vinto il suo girone e aveva eliminato la Spagna agli ottavi; era poi andata ad un passo dalla semifinale ma, il 2 luglio 2016, si era arresa alla Germania che aveva avuto la meglio ai calci di rigore, di fatto ultimo sigillo di una grande era che, con il flop al Mondiale di Russia, sembra per il momento essere arrivata alla fine. (agg. di Claudio Franceschini)

LA NUOVA FORMULA DEGLI EUROPEI

Parlando dei risultati delle qualificazioni agli Europei 2020 attesi per oggi, trattandosi della prima giornata è inevitabile approfondire quello che la Uefa ha previsto per la fase finale di questa manifestazione. Per la prima volta nella storia gli Europei di calcio, che si disputeranno tra il 12 giugno e il 12 luglio, saranno itineranti: non più una singola nazione ospitante ma 12 città sparse in tutta Europa, con Londra (e il tempio di Wembley) che ospiteranno la Final Four. Lo stadio Olimpico di Roma è stato scelto per la partita inaugurale; le altre sedi saranno Baku, Copenaghen, Monaco di Baviera, Dublino, Amsterdam, Bucarest, San Pietroburgo, Glasgow, Bilbao e Budapest. Dei criteri di qualificazione abbiamo detto; possiamo aggiungere che le nazioni qualificate saranno inserite nel gruppo di “casa loro” ove possibile, ma potrebbe anche succedere che, ad esempio, Roma non registri la presenza dell’Italia. Per la prima volta dunque non ci sarà una nazionale qualificata di diritto in quanto ospitante la manifestazione, mentre il campione in carica (in questo caso il Portogallo) deve da sempre provare a qualificarsi pur avendo vinto il titolo nell’ultima edizione, e in questo senso non è cambiato nulla. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PARTITE DI OGGI

Giovedì 21 marzo si apre la prima giornata dedicata ai risultati delle qualificazioni agli Europei 2020: alle ore 16:00 con Kazakhstan-Scozia si apre una sorta di nuova era per la Uefa, che ha rivoluzionato la formula di questa manifestazione che vede il Portogallo come campione in carica, e che avrà 55 nazionali impegnate nella corsa ad una fase finale che sarà itinerante. Prima di presentare le novità volute dalla federazione, andiamo subito a presentare il calendario delle dieci partite che vivremo oggi: della prima abbiamo detto, alle ore 18:00 ci sarà un altro anticipo con Cipro-San Marino mentre alle ore 20:45 il resto del programma si completerà con Irlanda del Nord-Estonia, Olanda-Bielorussia, Slovacchia-Ungheria, Croazia-Azerbaijan, Israele-Slovenia, Macedonia-Lettonia, Austria-Polonia e Belgio-Russia. Siamo solo all’inizio di una fase dei risultati delle qualificazioni agli Europei 2020: si chiuderà a novembre di quest’anno e dunque avremo un calendario ridotto, perché alla fine del prossimo marzo ci sarà un’altra tornata di partite che coinvolgerà squadre già definite.

RISULTATI QUALIFICAZIONI EUROPEI 2020: LA RIVOLUZIONE

Nel presentare i risultati delle qualificazioni agli Europei 2020 è inevitabile affrontare il tema di quello che la Uefa ha sancito: la Nations League, che si è disputata lo scorso anno e si concluderà il prossimo giugno, ha di fatto rappresentato una prima fase di questo impegno. Le 16 nazionali che hanno vinto il rispettivo girone (quattro per lega) hanno conquistato il diritto a giocare comunque vada i playoff, quelli appunto del prossimo marzo: tuttavia disputeranno regolarmente le qualificazioni, e se dovessero ottenere il pass per la fase finale (riservato alle prime due di ciascun girone) lasceranno libero il posto a chi si trova alle loro spalle nella classifica di Nations League, e via discorrendo. La formula è piuttosto semplice, ma anche complessa: di fatto tutte correranno per qualificarsi direttamente e questo sarà valido soprattutto per alcune big (per esempio la Spagna, che ha mancato la Final Four di Nations League) ma ce ne saranno altre che, qualificate ai playoff e sicuramente inferiori alle avversarie di questi gironi di qualificazione, potrebbero prendere sotto gamba l’impegno essendo comunque certe di avere un posto a marzo. Forse sarebbe stato meglio prevedere altro, o magari far saltare le qualificazioni alle vincenti della Nations League; sia come sia adesso è arrivato il momento di giocare, dunque vedremo quello che succederà in campo.

RISULTATI QUALIFICAZIONI EUROPEI 2020: PRIMA GIORNATA

RISULTATO FINALE Kazakhstan-Scozia 3-0 – 7′ Pertuskh, 10′ Vorogovskiy, 51′ Zainutdinov
RISULTATO FINALE Cipro-San Marino 5-0 – 19′ rig. Sotiriou, 23′ rig. Sotiriou, 26′ Kousoulos, 31′ Efrem, 56′ Laifis
RISULTATO FINALE Irlanda del Nord-Estonia 2-0 – 56′ McGinn, 75′ rig. S. Davis
RISULTATO FINALE Olanda-Bielorussia 4-0 – 1′ Depay, 21′ Wijnaldum, 55′ rig. Depay, 86′ Van Dijk
RISULTATO FINALE Slovacchia-Ungheria 2-0 – 42′ Duda, 85′ Rusnak
RISULTATO FINALE Croazia-Azerbaijan 2-1 – 19′ Sheydaev (A), 44′ Barisic (C), 79′ Kramaric (C)
RISULTATO FINALE Israele-Slovenia 1-1 – 48′ Sporar (S), 55′ Zahavi (I)
RISULTATO FINALE Macedonia-Lettonia 3-1 – 11′ Alioski (M), 29′ Elmas (M), 87′ Isajevs (L), 93′ Elmas (M)
RISULTATO FINALE Austria-Polonia 0-1 – 69′ Piatek
RISULTATO FINALE Belgio-Russia 3-1 – 14′ Tielemans (B), 16′ Cheryshev (R), 45′ rig. E. Hazard (B), 88′ E. Hazard (B)

© RIPRODUZIONE RISERVATA