Diretta/ Portogallo Ucraina (risultato final 0-0) streaming e tv: colpaccio sfiorato

- Claudio Franceschini

Diretta Portogallo Ucraina, streaming video e tv: inizia la difesa del titolo continentale dei lusitani, che inaugurano al Da Luz di Lisbona le loro qualificazioni agli Europei 2020.

Portogallo Nazionale
Diretta Ucraina Portogallo (Foto repertorio LaPresse)

DIRETTA PORTOGALLO UCRAINA (RISULTATO 0-0): COLPACCIO SFIORATO

Non solo il Portogallo non è riuscito a forzare le resistenze difensive dell’Ucraina, ma gli ospiti hanno anche sfiorato il colpaccio che avrebbe permesso loro di fare bottino pieno all’Estadio da Luz di Lisbona. E’ stato Junior Moraes al 41′ a trovare la super risposta del portiere di casa, Rui Patricio, che ha toccato il pallone quel tanto che basta da negare il vantaggio all’Ucraina. Sarebbe stata una beffa per il Portogallo che di contro ha fatto però troppo poco per vincere, nonostante la presenza in campo di Cristiano Ronaldo che non è riuscito a vincere il duello personale con il portiere avversario, Pyatov. E il match tra Portogallo e Ucraina si è chiuso dunque sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Portogallo Ucraina è disponibile su Italia 1: sarà dunque sulle reti Mediaset che si potrà seguire la partita valida per le qualificazioni agli Europei 2020, e in mancanza di un televisore sarà disponibile l’alternativa della diretta streaming video armandosi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone e visitando senza costi aggiuntivi il sito mediasetplay.mediaset.it, dove selezionare il canale di riferimento.

UCRAINA TOSTA

E’ sempre coriacea la resistenza difensiva dell’Ucraina, che mantiene lo 0-0 all’Estadio da Luz di Lisbona contro il Portogallo. Al 7′ Pyatov dice ancora di no a Cristiano Ronaldo, ma il portiere ospite è ancor più reattivo al 12′, quando Andre Silva manca una delle migliori occasioni della partita per i lusitani. Al 18′ il Portogallo inserisce Rafa Silva al posto di Ruben Neves, quindi al 22′ arriva un cambio anche per l’Ucraina con Tsygankov che prende il posto di Marlos. Al 23′ una punizione di Guerreiro si infrange sulla barriera, il Portogallo resta però a secco a 20′ dal novantesimo contro l’Ucraina. (agg. di Fabio Belli)

NIENTE GOL

Si è chiuso a reti bianche il primo tempo fra Portogallo e Ucraina presso l’Estadio da Luz di Lisbona. Lusitani proiettati quasi costantemente in attacco, ma incapaci in questa prima frazione di gioco di intaccare la perfetta organizzazione difensiva avversaria. Al 28′ Pyatov, dopo quello su Pepe, si è esibito in un altro ottimo intervento su Cristiano Ronaldo, neutralizzando il preciso tocco dell’asso della Juventus che ci ha provato anche al 40′, sempre senza fortuna. Konoplyanka resta il più pericoloso per l’Ucraina, anche per la sua abilità sui calci piazzati, ma le due squadre sono andate alla fine, dopo 2′ di recupero, al riposo sul risultato di 0-0. (agg. di Fabio Belli)

GOL ANNULLATO

Un gol annullato a William Carvalho è stata l’emozione principale della prima metà del primo tempo nella sfida tra Portogallo ed Ucraina. I padroni di casa si erano portati in vantaggio al 18′, ma la rete è stata annullata per fuorigioco. Subito dopo, il portiere Pyatov è stato estremamente reattivo su una conclusione di Pepe, molto potente e che sembrava destinata a finire sotto la traversa. Il Portogallo spinge e l’Ucraina si difende, ma la formazione ospite non rinuncia ad affacciarsi in avanti con alcune interessanti incursioni di Konoplyanka. Il risultato resta fermo però sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

Inizia finalmente Portogallo Ucraina: come detto, Fernando Santos ritrova Cristiano Ronaldo che torna in nazionale dopo aver saltato l’intera Nations League. Una decisione di comune accordo presa con la sua federazione e il suo Commissario Tecnico: l’idea era quella di concentrarsi al massimo nella sua nuova avventura alla Juventus, con la quale al momento ha segnato 24 gol in 36 partite risultando decisivo per la vittoria della Supercoppa Italiana e la qualificazione ai quarti di Champions League, realizzando una straordinaria tripletta. Adesso CR7 vuole sperare di portare il Portogallo al secondo titolo europeo consecutivo: ai Mondiali aveva fatto benissimo nel girone aprendo con una tripletta e segnando 4 reti, ma poi la corsa dei lusitani si era interrotta contro l’Uruguay di uno scatenato Cavani. Adesso non resta che mettersi comodi e stare a vedere quello che succederà al Da Luz, perché finalmente la diretta di Portogallo Ucraina sta per cominciare! E Cristiano Ronaldo è titolare. Queste le formazioni ufficiali. Portogallo (4-3-3): Rui Patricio; Cancelo, Pepe, Ruben Dias, Guerreiro; Ruben Neves, William Carvalho, Moutinho; Bernardo Silva, Andre Silva, Cristiano Ronaldo. Ucraina (4-1-4-1): Pyatov; Karavaev, Kryvstov, Matviyenko, Mykolenko; Stepanenko; Marlos, Malinovskyi, Zinchenko, Konoplyanka; Yaremchuk. (agg. di Claudio Franceschini)

POCHI I PRECEDENTI DEL MATCH

I precedenti di Portogallo Ucraina sono appena due, e fanno riferimento allo scorso millennio: dobbiamo tornare all’autunno 1996 per trovare gli incroci che facevano riferimento alla qualificazione ai Mondiali 1998. I lusitani, allenati da Artur Jorge, erano rimasti fuori dalla fase finale al termine di un gruppo complicatissimo: prima la Germania, seconda proprio l’Ucraina poi arresasi ai playoff contro la Croazia. Ucraina che aveva vinto la partita di andata, vincendo 2-1 all’Olimpico di Kiev: Andriy Shevchenko quel giorno non aveva giocato e i gol decisivi – con in mezzo il temporaneo pareggio di Joao Pinto – li avevano segnati Serhiy Popov e Yurii Maksimov. Al ritorno il Portogallo si era preso la rivincita, anche se non era servita per qualificarsi: altro scarto minimo ed era stato Fernando Couto, che a lungo ha militato nella nostra Serie A, a mettere a segno la rete decisiva all’inizio del secondo tempo. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Portogallo Ucraina si gioca per la prima giornata nelle qualificazioni agli Europei 2020: siamo al Da Luz di Lisbona e il calcio d’inizio è previsto per le ore 20:45 di venerdì 22 marzo. Inizia da qui il percorso dei lusitani verso la difesa del titolo conquistato tre anni fa, anche se virtualmente la Final Four conquistata in Nations League – e che si disputerà a giugno – rappresentava già una prima parte del cammino; possiamo dire subito che il girone B nel quale le due nazionali sono inserite comprende anche Lussemburgo, Lituania e Serbia ed è a cinque squadre proprio per accorciare il calendario e permettere al Portogallo di giocare la Final Four. Portogallo che è chiaramente favorito per la qualificazione alla fase finale degli Europei, ma l’Ucraina se la gioca ampiamente: il pass è riservato alle prime due nazionali di ciascun girone e dunque è evidente che la corsa coinvolgerà anche la Serbia. Da questo punto di vista le nazionali che si affrontano questa sera non sono state particolarmente fortunate nel sorteggio, e questa sfida di Lisbona è già parecchio importante: andiamo a vedere in che modo i due CT intendono affrontarla, valutando in maniera più approfondita le probabili formazioni mentre aspettiamo il calcio d’inizio nella diretta di Portogallo Ucraina.

PROBABILI FORMAZIONI PORTOGALLO UCRAINA

Grande notizia per Fernando Santos, che per Portogallo Ucraina ritrova Cristiano Ronaldo dopo quasi un anno: chiaramente il miglior marcatore nella storia della nazionale lusitana si posiziona in attacco, e dovrebbe partire largo nel tridente con André Silva che si prende il ruolo di prima punta. Bernardo Silva a destra, poi un centrocampo nel quale William Carvalho e Joao Moutinho potrebbero essere supportati da Ruben Neves che si gioca la maglia con Joao Mario e Bruno Fernandes; in difesa si punta ancora su Pepe che affianca Ruben Dias, sugli esterni Joao Cancelo (o Nélson Semedo) e uno tra Mario Rui e Raphael Guerreiro – che può giocare anche da mezzala – con Rui Patricio tra i pali. Modulo speculare per l’Ucraina di Andriy Shevchenko: in porta Lunin o Pyatov, con Plastun e Mykolenko davanti a loro e due terzini che saranno Karavalev e Mavtiienko. A centrocampo la regia di Makarenko con Zinchenko (che può fare anche il terzino sinistro) e Shaparenko che proveranno ad aumentare una pericolosità offensiva che dipenderà in larga parte dai due laterali, vale a dire Yarmolenko (favorito su Tsyhankov) e Konoplyanka che affiancheranno la prima punta, ovvero Kovalenko che dovrebbe partire in vantaggio rispetto a un Kravets che prova comunque a giocarsela.ù

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia di scommesse Snai ha fornito le quote per scommettere su Portogallo Ucraina, e indica nei padroni di casa la chiara favorita: il segno 1 da giocare per la vittoria interna vale infatti 1,40 volte la somma puntata contro il valore di 8,00 che è stato posto sull’eventualità del segno 2, quello su cui scommettere per il successo esterno. L’ipotesi del pareggio è regolata dal segno X, e in questo caso andreste a guadagnare un valore pari a 4,25 volte la cifra messa sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA