Probabili formazioni Portogallo Ucraina/ Diretta tv, Silva contro Zinchenko

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Portogallo Ucraina: tra le fila dei campioni d’Europa torna a giocare Cristiano Ronaldo, Fernando Santos dovrebbe puntare sul 4-3-3 con André Silva da prima punta.

BernardoSilva_Portogallo
Probabili formazioni Portogallo Ucraina, qualificazioni Europei 2020 (da facebook.com/Bernardo-Silva)

Quale potrebbe essere il duello nelle probabili formazioni di Portogallo Ucraina? Vogliamo scegliere quello tra Bernardo Silva, ormai diventato un leader dei lusitani, e Oleksandr Zinchenko: per il primo sono 34 le presenze messe in rossoverde, ormai Bernardo è diventato un leader della sua nazionale e può giocare sia come esterno offensivo che come mezzala d’assalto, ma comunque con qualità sopraffina e un istinto particolare per l’assist. La sua trasformazione è avvenuta nel Manchester City, dopo essersi affermato nel Monaco: il duello scelto non è casuale, perché Pep Guardiola ha plasmato il talento portoghese tanto quanto ha fatto con Zinchenko. Il quale l’anno scorso è stato adattato a terzino sinistro dal tecnico catalano colpito dall’infortunio di Benjamin Mendy e in generale dalla rosa corta: l’ucraino si è adattato alla grande e adesso è sostanzialmente un laterale basso, che però nella sua nazionale – di cui è il più giovane marcatore di sempre, a 19 anni e 165 giorni – torna all’antico posizionandosi sull’interno in mediana. Sia lui che Bernardo Silva dunque studiano alla prestigiosa scuola tattica di Guardiola: questa sera potrebbero incrociarsi nella stessa zona del campo, sarà interessante stabilire come andrà questo duello. (agg. di Claudio Franceschini)

LA SORPRESA

Nelle probabili formazioni di Portogallo Ucraina vogliamo anche parlare di una possibile sorpresa: come sappiamo il portiere titolare dei lusitani è senza discussioni Rui Patricio (che in estate pareva vicino al Napoli) ma gli ultimi anni hanno fatto emergere la figura di José Sa. Classe ’93, potrebbe anche rappresentare il futuro tra i pali dei campioni d’Europa: l’assenza di Anthony Lopes, infortunatosi nell’ottavo di Champions League contro il Barcellona, gli dà l’occasione di mettere in crisi la scelta di Fernando Santos. José Sa ha guadagnato la convocazione grazie alle buone prestazioni messe insieme con l’Olympiacos; l’avvento di Iker Casillas al Porto ne ha di fatto sancito la cessione a titolo temporaneo, e questo estremo difensore di Braga spera di tornare alla base il prossimo anno e giocarsi il posto. José Sa non ha ancora giocato nella nazionale maggiore del Portogallo, pur avendo collezionato 30 presenze tra Under 20 e Under 21; era il terzo portiere alla Confederations Cup del 2017 e ha raccolto altre quattro convocazioni, senza mai giocare. Scalzare Rui Patricio non sarà affatto semplice, ma il portiere dell’Olympiacos attende fiducioso il suo momento e nei prossimi giorni potrebbe anche arrivare… (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Leggiamo e studiamo le probabili formazioni di Portogallo Ucraina: la partita di venerdì 22 marzo si gioca alle ore 20:45 presso l’Estadio Da Luz di Lisbona, ed è valida per la prima giornata nelle qualificazioni agli Europei 2020. Le due nazionali sono inserite nel gruppo B, di cui oggi si gioca anche Lussemburgo Lituania; i lusitani giocheranno tra qualche giorno anche contro la Serbia e, riguardo il loro cammino di difesa al titolo vinto tre anni fa, va detto che c’è già il “paracadute” dato dal fatto di aver raggiunto la Final Four di Nations League, cosa che permetterà eventualmente di andare ai playoff qualora non dovesse arrivare uno dei primi posti in un girone che non va comunque sottovalutato. Chiaramente i campioni in carica partono favoriti, ma la Serbia è in crescita – lo ha dimostrato anche al Mondiale – e la stessa nazionale che è avversaria questa sera non va certo sottovalutata; dunque vediamo in che modo i due Commissari Tecnici intendono schierare le loro nazionali sul terreno di gioco del Da Luz, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Portogallo Ucraina alla vigilia della partita.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non sarà possibile assistere alla diretta tv di Portogallo Ucraina, che non verrà trasmessa nel nostro Paese; dunque non avrete a disposizione nemmeno una diretta streaming video per seguire la partita, ma riferendovi al sito ufficiale www.uefa.com e ai relativi account, presenti sui social network, potrete avere accesso alle informazioni utili sulla sfida di Wembley valida per le qualificazioni agli Europei 2020.

PROBABILI FORMAZIONI PORTOGALLO UCRAINA

LE SCELTE DI SANTOS

Portogallo Ucraina segna il ritorno di Cristiano Ronaldo: l’attaccante della Juventus si riprende l’attacco in quello che dovrebbe essere un 4-3-3, dovrebbe partire largo da sinistra con André Silva che agirà da prima punta e Bernardo Silva che sarà invece l’esterno dalla parte opposta. Fernando Santos a dire il vero può giocare anche con il 4-4-2, che è lo schema con il quale ha vinto gli Europei; in questo caso Bernardo andrebbe a giocare come laterale di centrocampo sempre sulla destra, mentre con la mediana a tre William Carvalho sarà il riferimento centrale con Joao Moutinho e Ruben Neves che potrebbero essere le mezzali, senza dimenticarsi ovviamente di Joao Mario e Bruno Fernandes. In difesa Pepe e Ruben Dias compongono la coppia centrale a protezione di Rui Patricio; gli esterni, che daranno tanta spinta, dovrebbero essere Joao Cancelo e Raphael Guerreiro ma la concorrenza non manca.

I DUBBI DI SHEVCHENKO

Andriy Shevchenko dovrebbe affrontare Portogallo Ucraina con un 4-3-3 speculare a quello dei suoi avversari: in porta va Pyatov, a formare la coppia centrale di difesa avremo Plastun e Mykolenko con Karavalev che sarà l’esterno destro e Matviienko che invece dovrebbe essere schierato a sinistra. Il centrocampo si poggerà sulla capacità di Makarenko di distribuire il gioco e sugli inserimenti di Shaparenko, mentre Zinchenko (che sta crescendo molto nel Manchester City) dovrebbe fare l’interno in mediana potendo eventualmente spostarsi a terzino sinistro, cioè quello che è il suo ruolo naturale. Davanti c’è qualità: Yarmolenko dovrebbe andare verso la maglia da esterno destro e dall’altra parte ci sarà Konoplyanka, entrambi sono ormai veterani di questa nazionale con cui erano emersi nell’Europeo casalingo del 2012. La prima punta dovrebbe esser Kovalenko, senza troppe alternative.

IL TABELLINO

PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Joao Cancelo, Ruben Dias, Pepe, Raphael Guerreiro; Joao Moutinho, William Carvalho, Ruben Neves; Bernardo Silva, André Silva, Cristiano Ronaldo
Allenatore: Fernando Santos

UCRAINA (4-3-3): Pyatov; Karavalev, Plastun, Mykolenko, Matviienko; Zinchenko, Makarenko, Shaparenko; Yarmolenko, Kovalenko, Konoplianka
Allenatore: Andriy Shevchenko

© RIPRODUZIONE RISERVATA