Cuneo, Ilaria Naef salto mortale in carrozzina sulla neve/ Video, impresa storica!

- Matteo Fantozzi

Ilaria Naef ha compiuto una impresa storica a Cuneo, il primo salto mortale in carrozzina sulla neve. L’atleta 25enne di Varazze ha siglato un record mondiale

sedia rotelle 2019 pixabay
Cuneo, Ilaria Naef salto mortale in carrozzina sulla neve

Ilaria Naef ha compiuto una impresa storica a Cuneo, il primo salto mortale in carrozzina sulla neve. L’atleta venticinquenne di Varazze, provincia di Savona, ha siglato un record mondiale nella conca di Prato Nevoso. Si tratta del primo backflip al mondo della storia sulla sedia a rotelle per di più sulla neve. La ragazza ha dovuto sostenere degli allenamenti estenuanti per riuscire ad arrivare a questo momento in perfetta sincronia con la carrozzina e in una forma che gli garantisse di non correre nessun rischio nel salto. Come riportato da TgCom24 Ilaria ha dichiarato: “Quello che voglio far capire agli altri che la carrozzina non deve essere un limite, ma una possibilità per fare delle cose meravigliose. Le mie acrobazie devono essere da esempio per tante persone. Questa è la mia vera autentica ricompensa”. Un risultato che ovviamente ci rende orgogliosi per una nostra atleta ma soprattutto per una ragazza dal cuore e dal coraggio immensi.

Clicca qui per il video

Cuneo, Ilaria Naef salto mortale in carrozzina sulla neve: la sua storia

Il record realizzato da Ilaria Naef, autrice di un salto mortale in carrozzina sulla neve a Cuneo, offre la possibilità per raccontare anche la storia che l’ha portata fino a quei. Come riportato da TgCom24 la ragazza ha sottolineato: “Ho dovuto attraversare il tempo del dolore e ho dovuto lottare in famiglia per far capire la passione per il freestyle in carrozzina. I miei genitori non mi hanno mai sostenuta, ma non gliene faccio una colpa. Hanno sofferto tanto e sognavano per me una vita rassicurante, meno avventurosa e al riparo da tutto”. La ragazza ha spiegato di aver sempre sognato di fare la skater, ma che inizialmente la disabilità glielo aveva impedito, fino a quando: “a 14 anni ho visto su internet il video di un ragazzo che frequentava uno skatepark in carrozzina e mi sono innamorata di questo sport”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA