DIRETTA/ Porto-Roma (risultato finale 3-1 dts) streaming Rai: giallorossi fuori!

- Mauro Mantegazza

Diretta Porto Roma streaming video e tv: orario e risultato live, quote e probabili formazioni per la partita di ritorno degli ottavi di Champions League (oggi 6 marzo)

manolas napoli diawara roma
Manolas al Napoli

DIRETTA PORTO-ROMA (RISULTATO FINALE 3-1 DTS): TELLES BUTTA I GIALLOROSSI FUORI DALLA CHAMPIONS LEAGUE!

Il Porto accede ai quarti di Champions League battendo la Roma per 3 a 1 dopo i tempi supplementari, al termine di una gara da tregenda giocata sotto il diluvio. Tra il 109′ e il 112′ Edin Dzeko si ritrova tra i piedi ben tre palle gol per chiudere il discorso ma le spreca tutte, l’ultima in maniera clamorosa con il clamoroso salvataggio quasi sulla linea di Pepe con Casillas ormai fuori causa. Al 115′ Fernando non arriva sul pallone davanti a Olsen, in un primo momento l’arbitro Cakir lascia correre ma poi viene richiamato dal VAR Marciniak che a differenza del direttore di gara ha notato una trattenuta di Florenzi che viene quindi punita con il calcio di rigore. Dagli undici metri Telles non si spaventa e trasforma impeccabilmente il penalty, nel recupero interminabile succede di tutto, c’è un intervento sospetto di Marega su Zaniolo ma stavolta il VAR non interviene. Al triplice fischio il Porto vola in paradiso, la Roma sprofonda all’inferno, Florenzi esce dal campo in lacrime, disperato, consolato vanamente da compagni e avversari (Casillas in primis). {agg. di Stefano Belli}

GIALLOROSSI A CACCIA DEL SECONDO GOL

Alla fine del primo tempo supplementare il punteggio di Porto-Roma vede la formazione di Conceicao sempre in vantaggio per 2 a 1. Al 94′ Marega va a un passo dalla doppietta non inquadrando la porta da pochi passi. Poco dopo “debutta” il quarto cambio in Champions League: Pellegrini accusa un problema al bicipite femorale della coscia destra e deve alzare bandiera bianca, Di Francesco schiera Schick rendendo la sua squadra iper-offensiva. I giallorossi vanno così a caccia del secondo gol che metterebbe in cassaforte la qualificazione ai quarti, con i giocatori del Porto che sembrano non averne più, con l’eccezione di Marega che continua a correre come un pazzo scatenato. {agg. di Stefano Belli}

SUPPLEMENTARI!

Diretta Porto-Roma 2-1 dopo i tempi regolamentari, si va quindi ai supplementari e forse potrebbero servire addirittura i calci di rigore per stabilire chi andrà ai quarti di Champions e chi – invece – uscirà di scena. Nei minuti precedenti al novantesimo Sergio Conceicao pesca l’asso nella manica gettando nella mischia Brahimi: proprio il franco-algerino al 77′ scalda i guantoni di Olsen che salva i giallorossi dall’1-3. Cinque minuti più tardi Pepe regala il pallone a Perotti che si ritrova la possibilità di portare i suoi ai quarti ma il destro a giro dell’argentino si spegne a lato. Sul capovolgimento di fronte successivo è Nzonzi a servire involontariamente Otavinho che non riesce però a trafiggere il portiere giallorosso. Il punteggio non cambia più fino al triplice fischio di Cakir che prolunga la contesa di un’altra mezz’ora. {agg. di Stefano Belli}

STORIE TESE TRA DZEKO E PEPE

A un quarto d’ora dal novantesimo il punteggio di Porto-Roma è sempre di 2 a 1 in favore della formazione di Conceicao. Serata impegnativa per l’arbitro Cakir che fa davvero parecchia fatica per tenere a bada gli animi, al 59′ Dzeko e Pepe non se le mandano a dire e i due hanno un testa a testa ravvicinato, nel vero senso della parola: il direttore di gara prende la decisione migliore ammonendo entrambi. Con il passare dei minuti si avvicina sempre più lo spettro dei supplementari, nessuno vuole prolungare di un’altra mezz’ora la contesa e le due squadre si allungano ulteriormente in mezzo al campo: Dzeko prova a inquadrare la porta ma la palla termina sul fondo, dall’altra parte Felipe ci prova di testa senza trovare il bersaglio. {agg. di Stefano Belli}

GOL DI MAREGA!

Diretta Porto-Roma 2-1: al decimo del secondo tempo è cambiato nuovamente il parziale all’Estadio do Dragao con la squadra di Sergio Conceicao che è tornata in vantaggio ma se al novantesimo dovesse rimanere questo risultato si andrebbe ai supplementari. A inizio ripresa la compagine lusitana torna ad attaccare a pieno organico, già al 51′ i padroni di casa vanno vicini al bersaglio grosso con la schiacciata di Tiquinho, due minuti più tardi Olsen con la punta delle dita mette il pallone in calcio d’angolo. Sugli sviuppi del corner Corona inventa l’assist per Marega che a un metro dalla porta gonfia la rete e torna a far tremare la panchina di Di Francesco che si affida a Florenzi per ritrovare i quarti di Champions League{agg. di Stefano Belli}

DE ROSSI RIADDRIZZA LA SITUAZIONE MA SI FA MALE

Intervallo al Dragao dove il primo tempo di Porto-Roma si è appena concluso sull’1-1. Nonostante il momento di difficoltà i giallorossi trovano il modo di rimettersi in carreggiata: al 36′ sbavatura di Militao che aggancia Perotti dentro l’area di rigore a pochi passi dall’arbitro Cakir che indica immediatamente il dischetto. Pallone pesantissimo per Daniele De Rossi che dagli undici metri mantiene il sangue freddo e beffa Casillas pareggiando i conti e riportando la squadra di Di Francesco ai quarti di Champions League. Adesso gli uomini di Sergio Conceicao devono segnare altri due gol, con il 2-1 infatti si andrebbe ai supplementari e nessuno vuole che si concretizzi questa ipotesi. Al 44′ Hector Herrera scalda i guantoni di Olsen con un destro potente ma centrale, nel recupero il capitano della Roma esce di scena per un problema muscolare e lascia suo malgrado il posto a Lorenzo Pellegrini. {agg. di Stefano Belli}

TIQUINHO INGUAIA I GIALLOROSSI

Alla mezz’ora del primo tempo il Porto è avanti sulla Roma per 1 a 0: al Dragao i padroni di casa hanno trovato il gol che in questo momento li manderebbe ai quarti di Champions League, i giallorossi aspettavano il contropiede giusto per spegnere le speranze di rimonta degli avversari. Invece al 26′ Manolas perde un pallone in maniera incredibilmente ingenua, Marega si invola verso la porta di Olsen e serve un cioccolatino per Tiquinho Soares che non deve far altro che appoggiarlo in rete. Ovviamente non tutto è perduto per gli uomini di Di Francesco ai quali basta trovare l’1-1 per ribaltare la situazione. {agg. di Stefano Belli}

ESTERNO DELLA RETE PER TELLES

All’Estadio do Dragao l’arbitro turco Cakir ha dato il via alle ostilità tra Porto e Roma che si contendono un posto nei quarti di Champions League, al decimo del primo tempo la situazione vede le due squadre sullo 0-0. Nonostante il 2 a 1 dell’andata i giallorossi vanno subito in avanscoperta e rischiano di essere infilati in contropiede dagli uomini di Sergio Conceicao che si procurano un calcio d’angolo, sugli sviluppi del quale Corona cerca la porta con il destro: palla che esce sul fondo dopo aver sfiorato l’incrocio dei pali. Al 7′ piccolo brivido per la retroguardia giallorossa con il cross di Otavinho bloccato in due tempi da Olsen, anche se il portiere svedese per una frazione di secondo si fa scappare via il pallone prima di riprenderselo. Tre minuti più tardi la compagine portoghese attacca con Telles che scuote l’esterno della rete e manda un chiaro avvertimento all’undici di Di Francesco: stasera è vietato distrarsi e concedere spazi. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Porto Roma sarà visibile in chiaro per tutti, perché la partita dei giallorossi sarà trasmessa su Rai Uno e sarà disponibile anche in diretta streaming video su Rai Play, servizio gratuito e accessibile a tutti. La diretta sarà comunque garantita naturalmente anche da Sky, che detiene i diritti per trasmettere tutta la Champions League: l’appuntamento per gli abbonati alla televisione satellitare sarà in questo caso su Sky Sport Uno (canale numero 201) oppure su Sky Sport 252, o ancora in streaming video tramite Sky Go. CLICCA QUI PER LO STREAMING SU RAI PLAY

FORMAZIONI UFFICIALI!

Porto Roma sta finalmente per cominciare: prima di leggere le formazioni ufficiali per la partita di ritorno degli ottavi di Champions League, snodo fondamentale della stagione giallorossa, può essere interessante scoprire le statistiche essenziali di queste due squadre. Il Porto aveva vinto il proprio girone con ben cinque vittorie e un pareggio, cammino eccezionale pure se in un gruppo che di certo non era stellare: comunque eccellente la differenza reti di +9, dovuta a 15 gol segnati a fronte dei 6 subiti per i lusitani, i cui numeri sono tuttavia peggiorati nell’andata degli ottavi con la prima sconfitta incassata, che pone adesso la Roma in leggero vantaggio. Quanto ai giallorossi, avevano passato la fase a gironi pur con un rendimento molto discontinuo, fatto di tre vittorie e altrettante sconfitte, con 11 gol segnati e 8 subiti e differenza reti pari a +3, naturalmente adesso +4 (13-9) dopo il match d’andata. La qualificazione resta comunque in bilico, dunque ora leggiamo le formazioni ufficiali di Porto Roma, poi la parola passa finalmente al campo! Stupisce tutti Eusebio Di Francesco, che manda in campo una sorta di 3-4-3 alzando i due esterni e formando comunque il tridente offensivo. PORTO (4-2-3-1): 1 Casillas; 3 Militao, 33 Pepe, 28 Felipe, 13 Telles; 16 H. Herrera, 22 Danilo Pereira; 17 Corona, 11 Marega, 25 Otavio; 29 T. Soares. Allenatore: Sergio Conceiçao ROMA (3-4-3): 1 Olsen; 15 Marcano, 44 Manolas, 5 Juan Jesus; 2 Karsdorp, 16 De Rossi, 42 Nzonzi, 11 Kolarov; 22 Zaniolo, 9 Dzeko, 8 Perotti. Allenatore: Eusebio Di Francesco (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Ci avviciniamo alla diretta di Porto Roma prendendo adesso in considerazione i precedenti dell’attesa partita di questa sera. I numeri ci parlano di un totale di cinque partite tra Porto e Roma, una sfida quasi maledetta per i giallorossi che hanno ottenuto la prima vittoria nella partita d’andata di questi ottavi di finale di Champions League, in precedenza due vittorie per il Porto e altrettanti pareggi e qualificazioni sempre per il Porto. Tutti si ricorderanno ancora bene i preliminari del 2016, quando l’andata finì con un pareggio per 1-1 a Porto (risultato che oggi andrebbe benissimo alla Roma), ma al ritorno ci fu un doloroso crollo casalingo, uno 0-3 all’Olimpico che è una delle pagine più brutte della storia europea della Roma. Bisogna invece tornare indietro fino al secondo turno della Coppa delle Coppe 1981-1982 per trovare gli altri due precedenti, anche in quel caso infelici per la Roma, che perse per 2-0 all’andata in Portogallo e non riuscì più a ribaltare la situazione, perché il ritorno a Roma terminò 0-0. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I BOMBER

Per la diretta di Porto Roma attesa questa sera, diamo uno sguardo anche i possibili bomber in grado di fare la differenza in campo questa sera per il match di ritorno. Nello spogliatoio dei lusitani il nome di riferimento nella coppa è Moussa Marega, che in Champions League quest’anno ha già segnato 5 gol: attenzione però anche a Corona con 3 reti a testa. Tra gli altri marcatori contiamo inoltre anche Hector Herrera e Otavio con due gol a testa oltre che Adrian Lopez, Felipe, Militao e Oliveira che invece hanno trovato la via del gol una sola volta. Per quanto riguarda la Roma notiamo subito che il re del gol per i giallorossi in Europa è Edin Dzeko, che ha già violato la porta avversaria in ben 5 occasioni. Attenzione poi a Cengiz Under con tre gol fatti (ma in dubbio), senza dimenticare chi ha trovato la via del gol una volta come Kostas Manolas, Lorenzo Pellegrini e Justin Kluivert. Capitolo a parte per Nicolò Zaniolo: il giovane ha già segnato due gol (contro il Porto), ma non è al top della condizione e potrebbe stare in panchina. (agg Michela Colombo)

ARBITRA CUNEYT CAKIR

Come abbiamo già accennato, Porto Roma sarà diretta dall’arbitro turco Cuneyt Cakir. Di conseguenza, la squadra arbitrale per il ritorno degli ottavi di Champions League dei giallorossi arriverà per intero dalla Turchia, almeno in campo: al fianco di Cakir avremo innanzitutto i due guardalinee Bahattin Duran e Tarik Ongun, oltre al quarto uomo Halis Özkahya. La grande novità di questi ottavi è però l’introduzione della VAR anche in Champions League e i due addetti saranno Szymon Marciniak e Pawel Gil, la notizia è che loro a differenza dei colleghi sono invece polacchi. Sicuramente Cuneyt Cakir è uno degli arbitri di maggiore spicco nel panorama internazionale, andiamo allora a ricordare le statistiche del fischietto classe 1976, che ha la licenza internazionale Fifa dal 2006, in Champions League: le partite dirette sono ben 42 (quattro nel 2018-2019, tra cui Cska Mosca Roma e Tottenham Inter), nelle quali Cakir ha comminato 158 ammonizioni e otto espulsioni, delle quali cinque per somma di ammonizioni e tre per rosso diretto, mentre i calci di rigore assegnati sono 15. Ricordiamo infine le tre partite arbitrate da Cakir ai Mondiali di Russia 2018: si è trattato di Marocco Iran e Nigeria Argentina nella fase a gironi, più la semifinale Croazia Inghilterra. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Porto Roma, diretta dall’arbitro turco Cuneyt Cakir, si gioca questa sera alle ore 21.00 italiane (le 20.00 locali) all’Estadio do Dragao della città lusitana. Siamo al ritorno degli ottavi di Champions League e la Roma ripartirà dalla vittoria per 2-1 ottenuta all’andata all’Olimpico: questo significa che i giallorossi di Eusebio Di Francesco avranno a disposizione due risultati su tre, ma d’altronde al Porto basterebbe un successo per 1-0 per ribaltare la situazione. Con il 2-1 lusitano si andrebbe ai supplementari, alla Roma invece andrebbe bene anche perdere con un gol di scarto a patto di segnarne almeno due. Tre settimane fa fu la notte di gloria per Nicolò Zaniolo: adesso la Roma potrebbe raggiungere i quarti per il secondo anno consecutivo e sarebbe un traguardo eccellente, ma i giallorossi dovranno fornire una prestazione ben diversa rispetto a quella del derby perso 3-0 sabato sera. Di certo una simile batosta contro la Lazio non è stato il migliore avvicinamento a Porto Roma: oggi si può svoltare, ma una eliminazione sarebbe invece un colpo durissimo a tutta la stagione della Roma.

PROBABILI FORMAZIONI PORTO ROMA

Parlando delle probabili formazioni per Porto Roma, possiamo osservare che Sergio Conceiçao (ex biancocelesti) dovrebbe puntare sul modulo 4-1-4-1, tuttavia con diversi dubbi per quanto riguarda gli interpreti in fase offensiva. Ad esempio è da capire se sarà titolare Adrian Lopez, autore del gol all’andata, mentre come centravanti sono in ballottaggio Tiquinho Soares e Marega. La coppia centrale in mediana dovrebbe essere formata da Danilo Pereira ed Hector Herrera, in difesa invece dovremmo vedere Maxi Pereira, Pepe, Felipe e Telles davanti al portiere, naturalmente Iker Casillas. Nella Roma possibile dubbio di modulo per Eusebio Di Francesco, che potrebbe optare per il 4-3-3 con Zaniolo dunque sulla linea di centrocampo, anche se la squadra sembra preferire il 4-2-3-1 che porterebbe Nzonzi fra i titolari. In attacco la certezza è Dzeko centravanti, il resto dipenderà dal modulo scelto. Fuori dai dubbi invece c’è la difesa, con Manola e Fazio davanti a Olsen e Florenzi a sinistra, mentre a destra se Florenzi venisse avanzato troverebbe posto pure Karsdorp.

PRONOSTICO E QUOTE

Trasferta non facile per i giallorossi: il pronostico di Porto Roma in base alle quote dell’agenzia di scommesse Snai ci dice che il segno 1 per la vittoria dei portoghesi è quotato a 2,00, mentre poi si sale a 3,60 volte la posta in palio sia con il pareggio sia in caso di successo esterno della Roma, dal momento che il segno X e il segno 2 hanno la medesima quotazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA