PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI SALISBURGO/ Diretta tv: attenzione al baby Daka

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Napoli Salisburgo: la squadra di Carlo Ancelotti non dovrebbe cambiare molto rispetto a quella che ha perso in casa contro la Juventus, si gioca per l’Europa League.

Fabian Ruiz Napoli Champions lapresse 2019
Probabili formazioni Napoli Genoa (Foto LaPresse)

Stiamo analizzando le probabili formazioni di Napoli Salisburgo, e volendo fare un excursus sull’attacco ci concentriamo sul nome nuovo di casa Red Bull: certo Marco Rose può contare sul capocannoniere di Europa League (Munas Dabbur), ma lo zambiano è improvvisamente entrato nei radar internazionali con la doppietta realizzata al Bruges due settimane fa. Ennesimo giovanissimo lanciato da questa società – e dal suo allenatore – Daka è arrivato in Austria nel giugno di due anni fa: lo ha acquistato il Liefering che dopo un prestito di sei mesi lo ha “ridato” al Kafue Celtic, da cui poi è arrivato il trasferimento nell’attuale squadra. L’anno scorso Daka ha giocato appena 8 partite di campionato e una (per 25 minuti di Europa League), senza mai segnare se non in Coppa d’Austria; in questa stagione Rose gli ha dato sei maglie da titolare nella Bundesliga austriaca – un gol – ma in Europa League l’attaccante aveva un totale di 5 minuti prima di esplodere nel 4-0 al Bruges. Due reti nel primo tempo, e adesso il favorito per giocare contro il Napoli diventa lui rispetto a Takumi Minamino, già importantissimo nella corsa verso la semifinale dell’ultima Europa League e autore in questa stagione di 11 gol complessivi. Vedremo quindi quello che deciderà Rose per la sfida del San Paolo… (agg. di Claudio Franceschini)

IL CENTROCAMPO

Andiamo ad analizzare il centrocampo nelle probabili formazioni di Napoli Salisburgo: le scelte di Carlo Ancelotti come già detto potrebbero riguardare la conferma dello stesso assetto di domenica sera. Le partenze di Marek Hamsik e Marko Rog non sono state “coperte” a gennaio: questo significa che Ancelotti si è ritrovato con due centrocampisti in meno e le rotazioni si sono accorciate, al netto della duttilità di elementi come Fabian Ruiz e Piotr Zielinski che possono agire nel settore nevralgico. A oggi ci sono quattro giocatori a disputarsi le maglie, ma non tutte le coppie sono tatticamente possibili; in questo scenario non è comunque aumentato il minutaggio di Amadou Diawara, il guineano che sembrava poter essere lanciato dal nuovo allenatore e che invece ha avuto pochissimo spazio nelle ultime uscite. In Europa League ha avuto mezz’ora all’andata e tutta la partita di ritorno contro lo Zurigo, ma in Serie A Diawara non gioca dai 16 minuti contro la Sampdoria, lo scorso 2 febbraio; nel 2019 ha un totale di 88 minuti in campionato, mentre a dicembre lo avevamo visto per un totale di 79 minuti (tre partite). Insomma, anche senza Hamsik e Rog il regista ex Bologna non trova campo: sarà ancora così giovedì sera contro il Salisburgo? (agg. di Claudio Franceschini)

IN DIFESA

Parlando delle probabili formazioni di Napoli Salisburgo, affrontiamo il tema legato al portiere: tecnicamente David Ospina non sarebbe dovuto arrivare a vestire la maglia partenopea se non fosse stato per l’infortunio occorso in estate ad Alex Meret (che sarebbe stato il titolare designato con Orestis Karnezis, arrivato dall’Udinese, a fargli eventualmente da chioccia nei primi mesi), ma chiaramente l’esperienza e il profilo del colombiano hanno fatto sì che il ritorno dell’ex di Udinese e Spal fosse graduale. Da quando Meret è tornato a disposizione, tuttavia, Ospina si è visto molto meno: appena sei partite di campionato e una di Coppa Italia, considerando che domenica sera è entrato in campo solo per il rosso dato al collega. Dunque, dal 25 novembre scorso (prima panchina stagionale di Meret) il giovane azzurro “vince” 12-6 nelle scelte di Carlo Ancelotti, avendo anche giocato le partite dei sedicesimi di Europa League; il dubbio rispetto a giovedì sera permane, come detto legato anche all’espulsione che il numero 1 ha subito contro la Juventus e che gli farà saltare il prossimo impegno di Serie A. A oggi Meret resta il portiere titolare del Napoli, ma Ospina si gioca ancora le sue carte ed è pronto a fare il suo contro il Salisburgo se Ancelotti deciderà di dargli un’ulteriore occasione. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Stiamo per presentare le probabili formazioni di Napoli Salisburgo: la partita degli ottavi di Europa League 2018-2019 (andata) si gioca alle ore 21:00 di giovedì 7 marzo presso lo stadio San Paolo. Quasi tutta la rosa è a disposizione di Carlo Ancelotti, che dopo aver fatto fuori lo Zurigo senza troppi patemi (doppia vittoria e qualificazione mai in discussione) incontra un avversario che inevitabilmente alza l’asticella della difficoltà. Il Salisburgo è il semifinalista della passata edizione e ha iniziato questa nuova Europa League con il vento in poppa, confermando la propria competitività; arriva dalla vittoria contro lo Shakhtar Donetsk (un netto 4-0) e sa che, pur se i partenopei partono favoriti, la qualificazione è alla portata. Vedremo poi se Ancelotti e i suoi risentiranno della sconfitta interna contro la Juventus, che li ha fatti precipitare a 16 punti dalla vetta; nel frattempo però valutiamo le possibili scelte dei due allenatori alla vigilia della partita, nel dettaglio delle probabili formazioni di Napoli Salisburgo.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Napoli Salisburgo è la partita che per questo turno di Europa League verrà trasmessa in diretta tv in chiaro: l’appuntamento è infatti sul canale Tv8, mentre per gli abbonati alla televisione satellitare sarà comunque valida l’alternativa dei canali Sky Sport Uno e Sky Sport 252 sul loro decoder, con la possibilità di seguire l’andata di questo ottavo di finale anche in diretta streaming video, attraverso l’applicazione Sky Go che è attivabile su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI SALISBURGO

LE SCELTE DI ANCELOTTI

Rispetto alla sconfitta di domenica sera, Ancelotti non dovrebbe cambiare molto: teoricamente tre o quattro scelte saranno diverse, forse a cominciare dalla porta dove però l’espulsione di Meret obbligherà Ospina a giocare la prossima partita di Serie A, e dunque il giovane numero 1 potrebbe comunque essere confermato tra i pali. Davanti a lui Chiriches, già titolare contro lo Zurigo, dovrebbe affiancare Koulibaly con Mario Rui che si riprende il posto a sinistra e Hysaj che dunque è in competizione con Malcuit per l’altra fascia, in un ballottaggio che presumibilmente sarà risolto all’ultimo. E’ possibile che il centrocampo resti invariato: dunque Allan e Fabian Ruiz in mezzo con Zielinski e Callejon sulle corsie, la prima possibilità è che giochi Verdi ma anche Ounas non parte battuto. L’ex Bologna corre anche per una maglia in attacco, ma qui Lorenzo Insigne deve riscattare il rigore sbagliato contro la Juventus; al suo fianco dovrebbe esserci Milik, che è stato il grande sacrificato dopo l’espulsione di Meret e dunque ha giocato appena 25 minuti. Tornerà in panchina Mertens: il belga non ha ancora segnato nel 2019.

GLI 11 DI ROSE

Per Napoli Salisburgo Marco Rose ha già in testa la sua formazione, che è poi quella classica: rispetto al ritorno contro il Bruges la squadra austriaca ritrova André Ramalho, che dunque si dispone al centro della difesa a fare coppia con Pongracic (se riuscirà a recuperare in tempo). Lainer e Ulmer gli esterni con Walke tra i pali, a centrocampo invece la regia di Samassékou che già lo scorso anno si era rivelato un ottimo giocatore d’ordine e impostazione. Ai lati del playmaker maliano giocheranno Schlager, una sorta di trequartista che può agire qualche passo più indietro, e Mwepu che dovrà prendere il posto di Junuzovic, acciaccato e impossibilitato a scendere in campo nella partita di andata; Wolf, che ha 19 anni e già nell’ultima stagione era quasi un titolare, sarà il trequartista designato a creare palle giocabili ai due attaccanti: confermatissimo Dabbur che con 7 gol guida la classifica marcatori di Europa League, al suo fianco potrebbe giocare Minamino ma ultimamente è cresciuto lo zambiano Patson Dagda, che pare essere in vantaggio sul compagno di reparto.

IL TABELLINO

NAPOLI (4-4-2): 1 Meret; 2 Malcuit, 21 Chiriches, 26 Koulibaly, 6 Mario Rui; 7 Callejon, 5 Allan, 8 Fabian Ruiz, 20 Zielinski; 99 Milik, 24 L. Insigne
A disposizione: 25 Ospina, 23 Hysaj, 19 Ni. Maksimovic, 11 Ounas, 42 A. Diawara, 9 Verdi, 14 Mertens
Allenatore: Carlo Ancelotti
Squalificati:
Indisponibili: Raul Albiol

SALISBURGO (4-3-1-2): 33 Walke; 22 Lainer, 34 Pongracic, 15 André Ramalho, 17 Ulmer; 42 Schlager, 8 Samassékou, 45 Mwepu; 13 Wolf; 9 Dabbur, 20 Daka
A disposizione: 1 C. Stankovic, 6 Onguené, 5 Vallci, 14 Szoboszlai, 11 Prevljak, 30 Braut Haland, 18 Minamino
Allenatore: Marco Rose
Squalificati:
Indisponibili: Van der Werff, Y. Diarra, Junuzovic, Gulbrandsen

© RIPRODUZIONE RISERVATA