PROBABILI FORMAZIONI PORTO ROMA / Quote, Brahimi contro Florenzi (Champions League)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Porto Roma: Eusebio Di Francesco ritrova Manolas e recupera Zaniolo per il ritorno degli ottavi di Champions League, si riparte dal 2-1 giallorosso dell’Olimpico.

Cristante Brahimi Roma Porto lapresse 2019
Cristante alle prese con Brahimi (Foto LaPresse)

Continuando la nostra analisi sulle probabili formazioni di Porto Roma, scopriamo che un potenziale duello potrebbe essere quello tra Yacine Brahimi e Alessandro Florenzi. I due sarebbero potuti essere compagni di squadra: il franco-algerino infatti era tra i papabili nomi della campagna acquisti giallorossa qualche tempo fa, ma è rimasto al Porto dove gioca ormai da cinque anni (è arrivato dal Granada nel luglio 2014). Grande protagonista al Mondiale 2014, nel quale la sua Algeria ha centrato gli ottavi portando la Germania ai supplementari, Brahimi può giocare anche come trequartista alle spalle di una prima punta, ma è un esterno naturale; in questa stagione ha segnato 7 gol nel campionato portoghese e ha una rete in ciascuna delle altre competizioni, esclusa però la Champions League dove ha fornito due assist. Sarà un cliente scomodo per Florenzi, abituato a percorrere tutta la fascia dando una mano ai compagni offensivi; stasera però l’atteggiamento dell’esterno del Porto potrebbe costringere il giocatore cresciuto nel vivaio della Roma a stare più attento, limitando le sue scorribande almeno inizialmente. Il risultato gioca a favore dei giallorossi, e dunque Brahimi sarà chiamato a una partita di attacco cercando di sorprendere la difesa avversaria con tagli verso la porta. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ASSENTE

Analizzando le probabili formazioni di Porto Roma, parliamo anche del giocatore che Eusebio Di Francesco non potrà schierare al Do Dragao: la stagione in corso si sta rivelando molto complicata per Cengiz Under. Se l’anno scorso era stato la grande rivelazione di una squadra ad un certo punto spinta dalle sue giocate e dai suoi gol (8 in 32 partite), quest’anno l’ex Istanbul Basaksehir ha dovuto alzare bandiera bianca alla fine di gennaio per la rottura della fibra muscolare, che lo ha portato a saltare le ultime sei partite di campionato e quella dei quarti di Coppa Italia, persa 1-7 a Firenze. Indisponibile anche all’andata degli ottavi di Champions League, Under non gioca dallo scorso 19 gennaio (contro il Torino): in 25 gare stagionali ha 6 gol e soprattutto 9 assist, dunque i suoi numeri indicavano un’annata decisamente migliore di quella passata, che era stata la prima con la maglia della Roma. Quando tornerà a disposizione, dovrà vincere la concorrenza di Nicolò Zaniolo che nel frattempo è emerso sulla scena a suon di prestazioni e gol pesanti, e che per di più Eusebio Di Francesco ha lanciato come esterno destro nella linea di mezzepunte in un 4-2-3-1. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Quale potrebbe essere il protagonista atteso nelle probabili formazioni di Porto Roma? Sono tanti i nomi che potrebbero emergere, ma facciamo quello di Aleksandar Kolarov: il terzino serbo è arrivato a vestire la maglia giallorossa nell’estate 2017. Un affarone per la società capitolina: nonostante i trascorsi biancocelesti (tre stagioni), Kolarov è subito stato apprezzato dalla nuova tifoseria, contribuendo con grandi giocate alla semifinale di Champions League raggiunta. In questa stagione ha già segnato 7 gol in Serie A, cosa che lo rende il secondo miglior marcatore della squadra dopo Stephan El Shaarawy; lo abbiamo scelto come protagonista in Porto Roma perchè arriva dall’espulsione nel derby, e dunque deve farsi perdonare. Vero che la partita a quel punto era già finita con la Lazio che aveva già segnato il terzo gol, vero anche che la seconda ammonizione è arrivata per un contatto veniale, ma il provvedimento dell’arbitro Paolo Silvio Mazzoleni resta, così come la squalifica che il serbo dovrà scontare nel prossimo turno di campionato. Prima però c’è la partita di Champions League: un appuntamento che Kolarov non vuole mancare, ricordando che già in due occasioni ha raggiunto la semifinale (anche con il Manchester City nel 2016) e dunque ora vuole aiutare la squadra a tornare nelle quattro regine d’Europa. (agg. di Claudio Franceschini)

INFO E ORARIO

Andiamo a leggere le probabili formazioni di Porto Roma: il ritorno degli ottavi di finale della Champions League 2018-2019 si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 6 marzo. I giallorossi partono con un leggero vantaggio dato dalla partita di andata: all’Olimpico la splendida doppietta di Nicolò Zaniolo aveva dato il 2-1 ad una squadra che però, avendo incassato gol in casa, sarebbe eliminata perdendo 1-0. Per questo motivo si parte quasi in equilibrio, ma con la sostanziale differenza della possibilità di pareggiare da parte della squadra di Eusebio Di Francesco; la quale ritrova alcuni dei protagonisti che hanno saltato il derby, perso malamente contro la Lazio. Anche per questo motivo ci sarà bisogno di riscatto immediato, e noi possiamo andare a vedere in che modo i due allenatori intendono disporre le loro squadre sul terreno di gioco del Do Dragao, analizzando in maniera dettagliata le loro scelte nelle probabili formazioni di Porto Roma.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che l’agenzia di scommesse Snai ha fornito per Porto Roma indicano nella squadra di casa quella favorita, con un valore di 2,00 volte la puntata sul segno 1 che identifica la sua vittoria. L’eventualità del pareggio è regolata dal segno X e vi farebbe guadagnare 3,60 volte la posta, lo stesso valore che è stato messo sul segno 2 per il successo della Roma. Possiamo anche indicare la possibilità di un 1-0 a favore del Porto, risultato utile per la qualificazione portoghese: siamo a 8,50 volte la somma messa sul piatto, mentre con un 3-2 interno (22,00) ai quarti andrebbero i giallorossi.

PROBABILI FORMAZIONI PORTO ROMA

GLI 11 DI CONCEICAO

Porto Roma dovrebbe essere affrontata con lo stesso modulo da Sergio Conceiçao: un 4-4-1-1 che può diventare all’occorrenza una sorta di 4-2-3-1 con l’avanzamento dei due esterni di centrocampo sulla linea di trequarti. Qui c’è il primo dubbio visto che Adrian Lopez, in gol all’andata, contende una maglia a Brahimi che comunque sarà titolare e, nel caso in cui venga scelto il compagno di squadra, scalerebbe a sinistra dove è in netto vantaggio su Otavio. Davanti dovrebbe esserci Tiquinho Soares (con Marega in agguato), sugli esterni di centrocampo spazio invece a Jesus Corona e, appunto, Brahimi o Otavio con una coppia centrale che, rispetto all’ultima di campionato, dovrebbe prevedere il ritorno di Danilo Pereira a fare coppia con Hector Herrera. Sostanzialmente scelti i quattro che agiranno in difesa: Maxi Pereira o Manafà per la corsia destra, poi l’ex Inter Alex Telles dall’altra parte con Pepe e Felipe che formeranno la coppia centrale a protezione del portiere, naturalmente Iker Casillas.

I DUBBI DI DI FRANCESCO

Medita qualche cambiamento Eusebio Di Francesco, soprattutto nel modulo: in Porto Roma potremmo vedere i giallorossi schierati con il 4-3-3, il che vorrebbe dire riportare a centrocampo uno Zaniolo che dovrebbe recuperare in tempo. Con questo sistema avremmo Perotti ed El Shaarawy favoriti per affiancare Dzeko nel tridente, in caso contrario Zaniolo esterno a destra e ballottaggio tra i due di cui sopra senza dimenticare le ipotesi Schick e Justin Kluivert. Parlando sempre della linea mediana, De Rossi dovrebbe essere titolare a fare da perno centrale con Lorenzo Pellegrini favorito per affiancarlo, torna utile anche Cristante per le sue capacità di inserimento senza palla. In difesa Kolarov, che sarà squalificato per la prossima partita di campionato, si prende regolarmente la fascia sinistra e dall’altra parte agirà Florenzi, a meno che Di Francesco non voglia impostare una formazione più difensiva con il vice capitano avanzato nel tridente. In quel caso arruolabile Karsdorp, Manolas recupera dall’infortunio e sarà al fianco di Fazio come coppia centrale davanti a Olsen.

IL TABELLINO

PORTO (4-4-1-1): 1 Casillas; 2 Maxi Pereira, 33 Pepe, 28 Felipe, 13 Telles; 17 Corona, 22 Danilo Pereira, 16 H. Herrera, 25 Otavio; 8 Brahimi; 29 T. Soares
A disposizione: 26 Vana Alves, 12 Manafà, 3 Militao, 10 Oliver Torres, 7 Hernani, 37 Fernando, 11 Marega
Allenatore: Sergio Conceiçao
Squalificati:
Indisponibili: Aboubakar

ROMA (4-3-3): 1 Olsen; 24 Florenzi, 44 Manolas, 20 Fazio, 11 Kolarov; 22 Zaniolo, 16 De Rossi, 7 Lo. Pellegrini; 92 El Shaarawy, 9 Dzeko, 8 Perotti
A disposizione: 83 Mirante, 2 Karsdorps, 5 Juan Jesus, 4 Cristante, 42 Nzonzi, 34 J. Kluivert, 14 Schick
Allenatore: Eusebio Di Francesco
Squalificati:
Indisponibili: Cengiz Under

© RIPRODUZIONE RISERVATA