DIRETTA/ Rennes Arsenal (risultato finale 3-1) streaming video e tv: Tris di Sarr!

- Claudio Franceschini

Diretta Rennes Arsenal, streaming video e tv: la compagine francese si trova agli ottavi di Europa League a sorpresa e adesso punta il grande colpo contro i Gunners, comunque favoriti.

Bate_Arsenal_EuropaLeague_lapresse_2018
Video Rennes Arsenal (Foto LaPresse)

DIRETTA RENNES ARSENAL (3-1): TRIPLICE FISCHIO 

Al Roazhon Park il Rennes batte l’Arsenal con un netto 3 a 1. Gli inglesi passano subito in vantaggio fortunosamente con Iwobi al 4′ ma l’espulsione di Sokratis nel finale del primo tempo favorisce il pareggio immediato di Bourigeaud al 43′. Nel secondo tempo i transalpini approfittano della superiorità numerica e raddoppiano al 65′ grazie all’autogoal di Monreal, propiziato da Zeffane. Ci pensa infine Sarr, con un colpo di testa su assist di Lea, a chiudere definitivamente i conti all’88’, mettendo così il Rennes in una posizione più che favorevole in vista della gara di ritorno. (cronaca Alessandro Rinoldi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Rennes Arsenal è riservata in esclusiva agli abbonati alla televisione satellitare: la partita sarà sul canale Sky Sport Football (numero 203) oppure su Sky Sport 253, e in assenza di un televisore potrà essere seguita attraverso dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone dove attivare – senza costi aggiuntivi – l’applicazione Sky Go per la diretta streaming video. Ricordiamo anche la possibilità di seguire il programma Diretta Gol Europa League, che sul canale Sky Sport 251 manda in onda in tempo reale le principali fasi di ciascuna partita in contemporanea, con i cronisti che si passano la linea.

FASE FINALE DEL MATCH

Manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Rennes ed Arsenal ed il risultato è cambiato ed è ora di 2 a 1. I transalpini concedono poco o nulla ai britannici facendo valere la superiorità numerica e gli sforzi dei francesi vengono premiati al 65′ dall’autorete di Nacho Monreal, protagonista di una sfortunata deviazione sul cross tagliato dalla destra di Zaffane. Gli inglesi tornano quindi a macinare gioco in cerca del pareggio ma rischiano anche di subire il possibile tris nell’ultima parte della gara.

E’ INIZIATA LA RIPRESA 

Giunti al cinquantacinquesimo minuto, il punteggio tra Rennes ed Arsenal è ancora di 1 a 1. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato senza sostituzioni da parte di entrambi gli allenatori, i padroni di casa viaggiano sulle ali dell’entusiasmo dopo il pareggio trovato nel finale della frazione precedente e, già pericolosi con Zeffane, vanno infatti vicini al possibile sorpasso al 50′ grazie al solito Bourigeaud, il cui tiro è stato però intercettato da Cech. I Gunners hanno quindi sostituito Iwobi al 52′ inserendo al suo posto Guendouzi.

FINE PRIMO TEMPO 

Al termine dei primi quarantacinque minuti di gioco le formazioni di Rennes ed Arsenal sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 1. Nell’ultima parte della frazione gli inglesi perdono lucidità e rimangono in inferiorità numerica a partire dal 41′ a causa della doppia ammonizione rimediata dall’ex milanista Sokratis Papastathopoulous, nel giro di appena 7 minuti. I padroni di casa ne approfittano immediatamente e trovano la rete del pareggio al 42′ per merito di Bourigeaud, ammonito poco prima, ribadendo alle spalle del portiere avversario la sua stessa punizione inizialmente ribattuta dalla barriera.

SCOCCA LA MEZZ’ORA 

Arrivati alla mezz’ora del primo tempo, il risultato tra Rennes ed Arsenal è di 0 a 0. I britannici vanno a caccia della rete del raddoppio e si rendono pericolosi al 12′ tramite la conclusione dell’ex blucerchiato Torreira, disinnescata dal portiere avversario. I padroni di casa rispondono quindi al 14′ con il tiro dalla distanza di Grenier, terminato per un soffio alto sopra la traversa. Intanto i gunners sembrano avere qualche problema con Mustafi, forse infortunatosi dopo un paio di interventi ruvidi tra il 14′ ed il 21′.

FASE INIZIALE DEL MATCH 

In Francia la partita tra Rennes ed Arsenal è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il punteggio è già di 0 a 1. Nelle fasi iniziali dell’incontro gli ospiti inglesi partono fortissimo riuscendo a passare in vantaggio subito al 4′ grazie al tiro-cross dalla corsia mancina di Iwobi, a sorprendere il portiere avversario con una traiettoria a giro. I biancorossi di mister Emery insistono in cerca del raddoppio mentre i padroni di casa faticano ad esprimere il proprio credo tattico.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per avere inizio la tanto attesa diretta di Rennes Arsenal, match di andata degli ottavi di Europa league: mentre le formazioni ufficiali escono dagli spogliatoi controlliamo che numeri vantano i due club questa sera. Statistiche alla mano ricordiamo che i  francesi hanno già disputato 8 incontri del tabellone registrando un tabellino con 4 successi  e un solo pareggio. Per i gol i rossoneri ne hanno segnati 13 e quindi 1,63 a match, mentre hanno incassato ben 12 reti dagli avversari. Anche l’Arsenal ha messo a tabella ben otto partite di Europa league in stagione, dove ha collezionato 6 vittorie e un solo KO. I numeri dei Gunners poi ci ricordano di 15 fatti (con una media di 1,88 a match)  e solo tre incassati a riprova della prontezza del reparto difensivo. E’ tempo ora di dare la parola al campo, si gioca! RENNES (4-4-2): 40 Koubek; 2 Zeffane, 3 Da Silva, 4 Mexer, 15 Bensebaini; 14 Bourigeaud, 21 André, 8 Grenier, 7 I. Sarr; 23 Hunou, 18 Ben Arfa. ARSENAL (4-2-3-1): 1 P. Cech; 20 Mustafi, 5 Papastathopoulos, 6 Koscielny, 18 Monreal; 11 Torreira, 34 G. Xhaka; 7 Mkhitaryan, 10 Ozil, 17 Iwobi; 14 Aubameyang. (agg Michela Colombo)

ARBITRA KRUZLIAK

Rennes Arsenal è una partita che sarà diretta dallo slovacco Ivan Kruzliak: si tratta di un direttore di gara che possiamo considerare ancora piuttosto giovane (34 anni), ma che ha già una certa esperienza a livello internazionale. Non ha ancora raggiunto l’eccellenza, come dimostra il fatto che in Champions League si sia fermato al terzo turno preliminare (Ajax-Standard Liegi), ma lo scorso novembre ha arbitrato una partita di Lega B per la Nations League (la vittoria della Danimarca in Galles). Ha una sola direzione in Europa League in questa stagione, ovvero il ritorno dei sedicesimi quando la Dinamo Kiev ha battuto ed eliminato l’Olympiacos; ora si lancia negli ottavi e chiaramente l’obiettivo è quello di fare altra strada. Intanto in 22 partite stagionali Kruzliak ha estratto in 115 occasioni il cartellino giallo, il che significa che in media sono più di 5 le ammonizioni per gara; le espulsioni sono 6 e tutte sono arrivate per doppia ammonizione, 9 i calci di rigore che lo slovacco ha assegnato ma nessuno di questi in ambito internazionale. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Rennes Arsenal si gioca alle ore 18:55 di giovedì 7 marzo, ed è valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League 2018-2019: interessante scontro quello del Roazhon Park, in un incrocio nel quale i Gunners partono certamente favoriti ma dovendosi guardare dalla compagine francese, che ha saputo vincere sul campo del Betis nel ritorno dei sedicesimi. Un Rennes trasformato da quando Julien Stéphan ha ereditato la panchina da Sabri Lamouchi: in Europa League è arrivata la vittoria decisiva per superare il girone e poi appunto il sedicesimo contro il Betis, in campionato sei vittorie e due pareggi in undici partite che hanno rilanciato le ambizioni internazionali dei rossoneri. Resta comunque il fatto che l’Arsenal ha i favori del pronostico, e non potrebbe che essere così: ai sedicesimi gli inglesi hanno comunque dovuto faticare per aver ragione del Bate Borisov – che aveva vinto l’andata – in Premier League invece la squadra di Unai Emery (tre vittorie dell’Europa League da allenatore del Siviglia) arriva dal pareggio contro il Tottenham e sta provando a rientrare, dopo due anni di assenza, nelle prime quattro per tornare a giocare la Champions League. Aspettiamo dunque la diretta di Rennes Arsenal con particolare trepidazione; intanto possiamo andare a vedere in che modo le due squadre potrebbero disporsi sul terreno di gioco, analizzando in maniera più dettagliata le probabili formazioni di questa sfida.

PROBABILI FORMAZIONI RENNES ARSENAL

Rennes Arsenal avrà qualche protagonista assente: i francesi devono rinunciare agli squalificati Hamari Traoré e M’Baye Niang (ex di Milan, Genoa e Torino). In difesa sarà Zeffane a occupare la corsia destra, con Bensebaini dall’altra parte e i centrali Mexer e Damien Da Silva a protezione del portiere Koubek; davanti invece si candida ad una maglia da titolare Del Castillo, che giocherà sulla corsia destra facendo traghettare Ismaila Sarr sul versante opposto (nel suo ruolo naturale). Ben Arfa si prende ovviamente la casella di trequartista, e va detto che nel Rennes sembra essere rinato; Grenier, visto anche nella Roma, sarà il creatore di gioco in mezzo al campo con Bourigeaud al suo fianco, la prima punta sarà Hunou. Arsenal senza Lacazette, ancora squalificato per l’espulsione di Borisov: Emery potrebbe confermare il 4-2-3-1 che ha vinto il ritorno dei sedicesimi, con Mustafi e Koscielny davanti a Petr Cech mentre Lichtsteiner e Nacho Monreal saranno i due terzini. A centrocampo continuano a salire le quotazioni di Guendouzi, che però rischia il posto tallonato da Torreira; sulla trequarti c’è l’imbarazzo della scelta perchè anche Denis Suarez e il futuro juventino Ramsey tornano utili, al momento però Mkhitaryan e Iwobi sembrano poter occupare le corsie laterali con Mesut Ozil trequartista, a supporto di Aubameyang che giocherà come centravanti.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote per scommettere su Rennes Arsenal sono state fornite anche dall’agenzia di scommesse Snai, che indica nella squadra in trasferta la favorita: la vittoria dei Gunners vale infatti 2,00 volte la somma puntata sul segno 2, mentre per il successo interno dei francesi dovrete giocare il segno 1 e andreste a guadagnare un valore corrispondente a 3,75 volte quanto investito. Con il pareggio, eventualità regolata dal segno X, il guadagno sarebbe invece di 3,40 volte la giocata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA