Diretta / Cska Mosca Milano (risultato finale 101-95): Olimpia ko in Russia

- Claudio Franceschini

Diretta Cska Mosca Milano, streaming video e tv: reduce da cinque vittorie consecutive, l’Olimpia gioca in casa della seconda in classifica per avvicinare sempre più i playoff di Eurolega.

Tarczewski Olimpia Milano Khimki Eurolega lapresse 2019
Diretta Cska Mosca Milano, basket Eurolega 25^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA CSKA MOSCA MILANO (RISULTATO FINALE 101-95)

Cska Mosca Milano 101-95: sconfitta più che onorevole per l’Olimpia, che adesso ha in Eurolega un bilancio di 13-12, dunque sempre fra le prime otto in vista delle ultime cinque partite della stagione regolare, decisive per la qualificazione ai quarti. L’ultimo quarto è cominciato con un ulteriore allungo da parte del Cska, che già era in vantaggio di 10 punti al 30’ e di conseguenza ha praticamente ipotecato la vittoria; l’Olimpia però non ha mollato, è riuscita a ridurre il margine e reso la partita davvero spettacolare e con punteggio altissimo, anche se questo sforzo da parte della squadra di Simone Pianigiani è servito solamente a ridurre il distacco finale a sei lunghezze. La prestazione conferma comunque la crescita di Milano, che vede finire la striscia di cinque vittorie consecutive ma non è certo stata ridimensionata da una corazzata come il Cska Mosca. A livello individuale il miglior marcatore è stato Othello Hunter del Cska con 19 punti, per Milano i migliori invece sono stati Vladimir Micov e Nemanja Nedovic con 16 punti a testa. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non dovrebbe essere prevista la diretta tv di Cska Mosca Milano, a meno che la partita non venga trasmessa all’ultimo su Eurosport 2; in quel caso l’appuntamento sarebbe disponibile solo agli abbonati alla televisione satellitare (sul canale 211), in alternativa rimane valida la possibilità di seguire la partita sulla piattaforma Eurosport Player, che riserva ai suoi abbonati la diretta streaming video di tutte le gare di Eurolega. Sul sito www.euroleague.net troverete tutte le informazioni utili, per esempio il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

ULTIMO QUARTO

Cska Mosca Milano 76-66: sempre in vantaggio i russi, al termine del terzo quarto comunque il ritardo dell’Olimpia non è incolmabile, di conseguenza la partita di Eurolega rimarrà interessante anche negli ultimi dieci minuti di gioco. Il parziale del terzo quarto è stato di 25-23 in favore del Cska Mosca, il cui vantaggio è dunque giunto in doppia cifra su una Olimpia Milano che comunque continua a combattere, anche se ai ragazzi di Simone Pianigiani servirebbe davvero un’impresa nel finale per conquistare una vittoria dal valore inestimabile. Il Cska Mosca è trascinato da Nando De Colo, Cory Higgins e Othello Hunter, i tre giocatori già in doppia cifra di punti segnati per la squadra russa, per l’Armani Exchange invece i punti di riferimento offensivi sono James Nunnally, Jeff Brooks e Vladimir Micov. Adesso però servirà uno sforzo eccezionale per tenere viva la sfida fino alla sirena, Milano ne sarà capace? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INTERVALLO

Diretta Cska Mosca Milano: la sirena dell’intervallo blocca la sfida di Eurolega e sul tabellone spicca il risultato di 51-43 favore della quadra russa. Di certo si è rivelato un secondo quarto dell’incontro davvero appassionate dove l’Olimpia, pur dovendo spesso inchinare la testa ai padroni di casa, ha comunque offerto una buona prestazione, ed è stata attenta ad approfittare di ogni spazio lasciato dal Cska Mosca. Ecco in fatti che sul 41-3 una tripla di Jerrells fa infuriare Itoudis che presto chiama il time out proprio riprendere i suoi che tonando in campo ancor più motivati e implacabili. Sul finale poi ci pensa Nunnally a rimediare al disavanzo sul tabellone con una serie di tiri liberi che vanno a segno a meno di 60 secondi dalla sirena, ma Higgins chiude la faccenda sul 51-43 finale. (agg Michela Colombo)

1^ QUARTO

Diretta Cska Mosca Milano: si chiude con i russi in vantaggio con il risultato di 27-24 il primo quarto di questo match per l’Eurolega. Nonostante il distacco messo a tabella per Milano è presto per parlare in termini negativi: di fronte l’Olimpia ha la prima della classe ma la squadra di Piangiani ha mostrato ottime cose sul parquet russo e pure i padroni di casa non sono apparsi poi così infallibili, specie nei primi minuti del parziale. Proprio al via sono parecchi gli errori che il Cska Mosca mette in campo e il primo ad approfittarne è Brooks che mette a segno una tripla del 6-9. Col proseguo del primo quarto i due quintetti si alternano a pendere le redini del gioco: è però con Mike James che i lombardi trovano il modo per andare in fuga nel tabellone. Gli ultimi secondi a disposizione però di rivelano fatali per Milano che viene presa per i capelli sul 19-21 e infine superata fino al 27-24. (agg Michela Colombo)

PALLA A DUE

Eccoci arrivati alla palla a due di Cska Mosca Milano: rapidamente abbiamo ricordato come Vladimir Micov sia l’ex di questa partita. L’ala serba, alla seconda stagione in maglia Olimpia ma in procinto di prolungare il suo contratto, ha giocato in tante squadre europee: dal Partizan Belgrado al Baskonia, dal Buducnost al Baskonia passando per Galatasaray e Cantù, e tra il 2012 e il 2014 è arrivato a Mosca. Purtroppo in Eurolega non ha avuto fortuna: in entrambi i casi i russi sono stati eliminati in semifinale, il primo anno dall’Olympiacos (arrivando terzi) e il secondo, al Mediolanum Forum, dal Maccabi Tel Aviv in una partita pazzesca risoltasi in una rimonta difficilmente ripetibile dagli israeliani. In quella semifinale Micov aveva giocato quasi 12 minuti segnando 4 punti (2/2) con 3 rimbalzi; il suo ruolo è inevitabilmente cambiato rispetto al biennio di Mosca, ma anche all’epoca il serbo era un giocatore importante tanto da entrare 10 volte nel quintetto di partenza (stiamo parlando del 2013-2014) e garantendo 7,7 punti e 2,9 rimbalzi con il 58,8% dall’arco. Ora vedremo come se la caverà in questa partita della Megasport Arena: noi non dobbiamo fare altro che metterci comodi e lasciare che a parlare sia il campo, perchè finalmente la diretta di Cska Mosca Milano si alza! (agg. di Claudio Franceschini)

NEL TURNO DI ANDATA

Nel presentare la diretta di Cska Mosca Milano abbiamo parlato dei precedenti della sfida, e adesso ci possiamo concentrare maggiormente su quanto accaduto nell’andata di questa Eurolega: lo scorso 8 novembre l’Olimpia era andata davvero vicina al colpo interno. Aveva perso 85-90, ma nel quarto periodo aveva dato vita a una rimonta che aveva messo paura al Cska; senza Amedeo Della Valle, Andrea Cinciarini e Christian Burns (a referto, ma non utilizzati), Milano aveva trovato 24 punti da Vlado Micov (ex della partita) e un Arturas Gudaitis da 16 punti e 7 rimbalzi, poi un Mike James in doppia doppia (16 punti e 12 assist, con 6 rimbalzi) ma anche pessimo dall’arco (1/9). Il Cska aveva vinto nel momento in cui si era svegliato Nando De Colo: per l’ex Valencia e San Antonio Spurs 18 punti con 7/12 dal campo, 4 rimbalzi e 4 assist. Il miglior realizzatore, ed MVP della partita, era però stato Cory Higgins che aveva chiuso la serata con 23 punti, 7/11 al tiro e 8/8 dalla lunetta, ma anche 7 falli subiti e due recuperi (a fronte di due palle perse). Pur nella sconfitta, Milano era uscita da quella gara con pensieri positivi e sapendo di essere competitiva; cosa confermata nelle giornate a venire in questa Eurolega. (agg. di Claudio Franceschini)

I NUMERI RUSSI

Ci avviciniamo alla diretta di Cska Mosca Milano analizzando gli spaventosi numeri della società russa: lasciando stare per un attimo tutte le vittorie conquistate in epoca sovietica o ancora nel XX secolo – tanto per gradire ci sono anche quattro Coppe dei Campioni – il Cska in Eurolega ha letteralmente dominato. Tre titoli (2006, 2008 e 2016), altre tre finali perse, una striscia aperta di sette partecipazioni consecutive alla Final Four. In 17 stagioni la squadra di Mosca ha mancato l’accesso alle semifinali in sole due occasioni: nel primo anno della nuova Eurolega, con eliminazione giunta alla Top 16, e nel 2011 quando clamorosamente era arrivato il flop al primo turno, 3-7 il record e anche due sconfitte contro l’Olimpia (già viste). La squadra aveva iniziato con Dusko Vujosevic per poi essere affidata a Dimitry Shakulin; tra le sue fila figuravano JR Holden, Ramunas Siskauskas, Matjaz Smodis, Jamont Gordon, Trajon Langdon e due “insospettabili”, ovvero un ventenne Boban Marjanovic (oggi protagonista in NBA) andato in prestito allo Zalgiris a metà stagione e soprattutto Alexey Shved, oggi leader del Khimki e che all’epoca, lui pure ventenne, aveva chiuso con 4,4 punti, 1,1 assist ma già il 44,4% dall’arco. Cifre nemmeno lontanamente paragonabili a quelle di oggi, ma nel frattempo sono anche passati più di dieci anni… (agg. di Claudio Franceschini)

LA STORIA DEL MATCH

Nella storia di Cska Mosca Milano, almeno quella recente che riguarda l’Eurolega nella sua nuova formula (a partire dunque dal 2000) si contano 11 precedenti: i russi sono in vantaggio con un perentorio 8-3 e hanno perso una sola volta in casa contro l’Olimpia. Episodio che risale all’ottobre 2010: nel 73-88 erano stati decisivi i 23 punti e 5 rimbalzi di un Oleskiy Pecherov da 9/13 e 5/7 dall’arco, così come i 15 punti e 5 assist di Morris Finley e ben sei giocatori in doppia cifra, con una percentuale dal perimetro che aveva toccato il 53,8%. Era la Milano di Piero Bucchi, che avrebbe vinto anche la partita di ritorno: quella del 24 novembre 2010 rimane l’ultimo successo dell’Olimpia contro il Cska, che da allora ha infilato sette vittorie consecutive. L’ultima alla Megasport Arena nell’ottobre 2017, la più pesante invece è il 101-64 del gennaio di due anni fa segnata da 22 punti di un Nando De Colo con il 60% al tiro e 7/7 ai liberi, e un Andrey Vorontsevich capace di segnare 18 punti con 4/6 nelle triple. Nel 2008 c’era stato anche un 90-64 a favore del Cska, per Milano quel giorno 12 punti a testa per Pape Sow e Jobey Thomas e il solo David Hawkins (11 punti e 6 rimbalzi) in doppia cifra per valutazione. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Cska Mosca Milano si gioca alle ore 18:00 – italiane – di venerdì 8 marzo: è la venticinquesima giornata della regular season di basket Eurolega 2018-2019, e dunque ne mancano sei al termine della prima fase. Per l’Olimpia inizia oggi, di fatto, un tour de force che la porterà a sfidare le migliori squadre del torneo per prendersi un posto nei playoff: arrivando da cinque vittorie consecutive il compito della squadra di Simone Pianigiani è stato reso un po’ meno arduo di quanto potesse sembrare, e il successo in volata – e grande rimonta – alla Mytischschi Arena, nell’altra trasferta russa contro il Khimki, ha sancito il sesto posto di un gruppo che sembra aver fatto il definitivo salto di qualità. Tuttavia oggi l’asticella si alza, e allora bisogna stare attenti alla classifica: il Cska Mosca è una delle squadre già qualificate ai playoff ma non per questo meno desiderosa di vincere, perchè deve provare a prendersi la miglior posizione possibile nei playoff. Staremo allora a vedere quello che succederà nella diretta di Cska Mosca Milano, che inizia tra poche ore e di cui andiamo a presentare i temi principali.

RISULTATI E PRECEDENTI

La diretta di Cska Mosca Milano, come già detto, parte con ottime premesse per l’Olimpia: la squadra meneghina arriva alla Megasport Arena sapendo di aver già vinto due partite fondamentali, ovvero quella contro il Maccabi Tel Aviv e quella in casa del Khimki. Due successi arrivati sul filo di lana, soprattutto quello di Mosca in cui Milano ha recuperato 14 punti di svantaggio per poi andare a vincere di due punti; curiosamente si è anche girata la differenza canestri a favore, ma ormai non conta perchè i russi sono a quattro gare di distanza. La corsa va fatta su altre avversarie: Bayern Monaco e Baskonia soprattutto, con il possibile inserimento del Panathinaikos. Ad ogni modo si è creato un utilissimo cuscinetto che lascia margini: tutto sommato l’Olimpia potrebbe permettersi di perdere qui, a Madrid e magari anche al Forum contro il Fenerbahçe, qualora nelle altre partite arrivassero tre vittorie – gli incroci del calendario impediranno a tutte le rivali dirette di fare percorso netto. Il Cska Mosca è attualmente secondo (19-5): dopo aver perso in casa contro il Maccabi, con un clamoroso -17, ha rotto gli indugi andando a prendersi sei vittorie consecutive culminate al momento nel trionfo al Pireo. La squadra ha un talento devastante ed è tra le grandi candidate a vincere l’Eurolega, anche se naturalmente questo andrà valutato più avanti; quello che è importante per oggi è vedere se Milano riuscirà a fare il colpo grosso prendendosi una vittoria che, forse, chiuderebbe definitivamente i conti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA