PROBABILI FORMAZIONI BARCELLONA MANCHESTER UNITED/ Diretta tv, torna Alexis Sanchez

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Barcellona Manchester United: diretta tv, le scelte di Valverde e Solskjaer per la partita che al Camp Nou vale come ritorno dei quarti della Champions League.

Fred Suarez United Barcellona lapresse 2019
Probabili formazioni Barcellona Manchester United, ritorno quarti Champions League (Foto LaPresse)

Andiamo a leggere anche la composizione dell’attacco nelle probabili formazioni di Barcellona Manchester United: Alexis Sanchez torna a disposizione e dunque potrà eventualmente sfidare Luis Suarez, un incrocio curioso visto che l’uruguaiano ha ereditato la maglia blaugrana numero 9 dal cileno, nell’estate 2014 quando il Nino Maravilla si è trasferito all’Arsenal e il Pistolero è stato acquistato dal Liverpool. Del digiuno di Suarez in Champions League abbiamo parlato anche all’andata: 630 minuti in campo in questa edizione del torneo senza mai segnare, ma contando anche lo scorso anno arriviamo ad un totale di 713 minuti, che sono tantissimi per un giocatore la cui media nel Barcellona è di gran lunga superiore al gol ogni due partite. L’ultima rete di Sanchez in Champions League è ancora più lontana del tempo, soprattutto a causa dei problemi fisici che lo hanno frenato: dobbiamo tornare al 15 febbraio 2017, andata degli ottavi di finale all’Allianz Arena. Il suo Arsenal aveva clamorosamente perso 5-1 contro il Bayern (stesso risultato del ritorno all’Emirates) e il cileno aveva realizzato la rete del momentaneo pareggio, prima di un secondo tempo da incubo per i Gunners. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CENTROCAMPO

Nelle probabili formazioni di Barcellona Manchester United abbiamo già parlato del centrocampo dei Red Devils, e del ritorno di Nemanja Matic: Ole Gunnar Solskjaer ritrova dunque un pezzo importante della sua squadra, un mediano in grado di fare la fase di recupero del pallone permettendo a Paul Pogba di svariare per tutto il campo alla ricerca del gol (infatti il francese ne ha segnati 13 in Premier League). Tuttavia le condizioni del serbo non sono ancora al 100%: sicuramente ci sarà, ma la prudenza e la necessità di rincorrere il quarto posto in campionato obbligano l’allenatore norvegese a valutare se schierare effettivamente il suo numero 31 dal primo minuto o se invece tenerlo a disposizione per il secondo tempo. Se a vincere dovesse essere questa seconda ipotesi, l’altra mezzala al fianco di Fred sarebbe Scott McTominay, che prima di giocare le ultime due partite in Champions League (più che altro per necessità) non era mai stato utilizzato e per cinque volte non era finito nemmeno in panchina; purtroppo il Manchester United deve ancora fare a meno di Ander Herrera che sarebbe stato molto utile nella partita del Camp Nou, e che invece ancora una volta dovrà seguire a distanza i suoi compagni di squadra. (agg. di Claudio Franceschini)

LA DIFESA

Studiando le probabili formazioni di Barcellona Manchester United con particolare riferimento alla difesa, abbiamo già detto come la squalifica di Luke Shaw ponga seri problemi per Ole Gunnar Solskjaer riguardo le fasce laterali della sua squadra. Nonostante Ashley Young sia stato tra i peggiori in campo a Old Trafford, l’ex nazionale inglese resta il favorito per agire sula corsia sinistra, un po’ per l’esperienza che può comunque portare sul terreno di gioco e un po’, e soprattutto, perchè le alternative sono al momento meno “eleggibili” di lui. Matteo Darmian per esempio quest’anno ha giocato con il contagocce: appena 6 presenze totali tra Premier League e FA Cup, mai utilizzato in Champions League dove dalla quarta partita del girone non è mai nemmeno andato in panchina. Dall’addio di José Mourinho (che si è sempre opposto ad un suo addio a titolo definitivo, e lo “vedeva” decisamente di più), l’ex del Torino ha disputato appena un minuto di campionato e ha giocato titolare contro il Reading in coppa, il che significa che ormai è fuori dalle rotazioni anche nelle partite di secondo piano, a meno che non ci sia un’emergenza totale; non è questo il caso anche perchè la sensazione è che davanti ci sia anche Marcos Rojo, 75 minuti contro il West Ham dopo essere tornato dal lungo infortunio che lo ha lasciato fuori per oltre due mesi. (agg. di Claudio Franceschini)

INFO E ORARIO

Andiamo a leggere le probabili formazioni di Barcellona Manchester United: si gioca alle ore 21:00 di martedì 16 aprile per il ritorno dei quarti di finale della Champions League 2018-2019. La situazione di partenza vede i blaugrana vicini alla qualificazione: settimana scorsa infatti la squadra di Ernesto Valverde è andata a espugnare Old Trafford grazie all’autorete di Luke Shaw che, ironia della sorte, sarà squalificato per la partita del Camp Nou dove i Red Devils hanno bisogno di vincere segnando almeno due gol, impresa difficile considerando che la squadra catalana ha vinto le ultime 12 partite casalinghe e lo stesso United ha quattro partite in questo stadio senza successi. Vedremo allora come andranno le cose, ma intanto possiamo valutare in maniera più approfondita quelle che saranno le scelte dei due allenatori per questa partita comunque interessante e delicata, analizzando nel dettaglio dubbi e certezze nelle probabili formazioni di Barcellona Manchester United.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Barcellona Manchester United sarà trasmessa in diretta tv per gli abbonati alla televisione satellitare: l’appuntamento è su Sky Sport Football (numero 203) e Sky Sport 253 con la possibilità di seguire la partita anche in diretta streaming video, grazie all’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi e potrà essere attivata su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

PROBABILI FORMAZIONI BARCELLONA MANCHESTER UNITED

LE SCELTE DI VALVERDE

Per Barcellona Manchester United è molto probabile che le scelte di Valverde ricalchino quasi totalmente quelle dell’andata: gli unici due dubbi riguardano allora le corsie, in difesa con il solito ballottaggio tra Nélson Semedo e Sergi Roberto e in attacco dove Ousmane Dembélé, grazie alla sua capacità di guidare le ripartenze, potrebbe essere favorito su un Coutinho sottotono. Lenglet appare ancora in vantaggio su Umtiti per affiancare Piqué al centro della difesa (davanti a ter Stegen), a sinistra giocherà Jordi Alba con in mezzo il solito centrocampo comandato da Sergio Busquets, ai lati del quali si muovono Rakitic e presumibilmente Arthur Melo, che sapendo trattare il pallone è in vantaggio su Arturo Vidal cui potrebbe essere concesso spazio in un eventuale secondo tempo di contenimento. Messi e Luis Suarez chiaramente ci saranno: continua la clamorosa astinenza del Pistolero in Champions League, chissà se arriverà martedì sera il primo gol in questa edizione di un torneo che sta diventando maledetto.

I DUBBI DI SOSLKSJAER

Ole Gunnar Solskjaer deve ancora valutare la sua formazione per Barcellona Manchester United: rispetto all’andata hanno recuperato Matic e Sanchez ma non Ander Herrera, ma il tecnico norvegese potrebbe far partire il serbo dalla panchina confermando McTominay e Fred insieme a Pogba. Dipenderà dalle reali condizioni del centrocampista, così come quelle di Sanchez che però dovrebbe agire lui stesso dalla panchina, con Lingard (o Mata) e Martial titolari sugli esterni offensivi, senza dimenticarsi di Rashford che eventualmente può essere titolare come supporto di Romelu Lukalu. I dubbi maggiori riguardano la difesa: per adesso Ashley Young sembra poter giocare a sinistra lasciando spazio a Dalot dall’altra parte, ma l’ex Aston Villa ha giocato male all’andata e per questo uno tra Marcos Rojo e Darmian potrebbe tornare utile. Quasi certamente al centro della difesa vedremo Smalling e Lindelof, come al solito nelle partite importanti; il portiere naturalmente sarà lo spagnolo De Gea.

IL TABELLINO

BARCELLONA (4-3-3): 1 ter Stegen; 2 Nélson Semedo, 3 Piqué, 15 Lenglet, 18 Jordi Alba; 4 Rakitic, 5 Sergio Busquets, 8 Arthur; 10 Messi, 9 L. Suarez, 11 O. Dembélé
A disposizione: 13 Cillessen, 20 Sergi Roberto, 23 Umtiti, 22 Vidal, 21 Alena, 7 Coutinho, 14 Malcom
Allenatore: Ernesto Valverde
Squalificati:
Indisponibili: Vermaelen, Rafinha

MANCHESTER UNITED (4-3-3): 1 De Gea; 20 Dalot, 12 Smalling, 2 Lindelof, 18 A. Young; 39 McTominay, 17 Fred, 6 Pogba; 10 Rashford, 9 R. Lukaku, 11 Martial
A disposizione: 22 S. Romero, 4 Jones, 16 Rojo, 31 Matic, 15 A. Pereira, 8 Mata, 14 Lingard
Allenatore: Ole Gunnar Solskjaer
Squalificati: Shaw
Indisponibili: A. Herrera

© RIPRODUZIONE RISERVATA