BALOTELLI/ Beckham gli chiede una maglia autografata del Manchester City

- La Redazione

David Beckham, mito del Manchester United, chiede a Mario Balotelli una sua maglietta del City con autografo: la notizia ha destato grande clamore in Inghilterra.

balotelli_r400
Foto: InfoPhoto

“Scusa, mi daresti una tua maglietta autografata? Sai, mio figlio è un collezionista…”. Può capitare, se ti chiami Mario Balotelli e sei costretto ad assistere dalla tribuna (causa un lieve infortunio) ad una partita importante come Manchester City-Manchester United di Fa Cup. Un po’ meno se l’autore di questa richiesta si chiama David Beckham. Uno è la stella del passato dello United. L’altro potrebbe esserlo del futuro del City (fatte salve le tentazioni del mercato). L’incontro tra David Beckham e Mario Balotelli nella tribuna dell’Etihad Stadium – casa dei Citizens – durante l’ultimo derby della prestigiosa Coppa d’Inghilterra tra le squadre di Manchester, finito 3-2 per lo United a causa di un primo tempo sciagurato per il City che nella ripresa ha solamente sfiorato la clamorosa rimonta, ha del sensazionale. Soprattutto per il motivo della breve chiacchierata. Beckham, 36enne, divo celebratissimo del calcio britannico (attualmente in forza ai Los Angeles Galaxy e recentemente accostato al Paris Saint Germain) e dello showbiz, grazie soprattutto alla moglie Victoria, ex Spice Girls, ha infatti chiesto la maglia autografata al ventunenne calciatore italiano noto per il suo immenso talento ma anche per le sue ragazzate, e per questo ribattezzato dalla sempre caustica stampa d’Oltremanica “Mad Mario”. Insomma, il mito della sponda più titolata di Manchester che chiede la maglia al talento in ascesa della squadra che per anni è stata la “parente povera”, prima che arrivassero gli sceicchi. Il piccolo episodio inevitabilmente ha fatto rumore in Inghilterra. “È per mio figlio Brooklyn”, ha spiegato il centrocampista oggi al Los Angeles Galaxy. Il ragazzino, 12 anni, pare infatti sia un collezionista di magliette di celebrità del pallone (con un padre del genere però è troppo facile…). La richiesta è stata subito esaudita da un sorridente Balotelli, inorgoglito dalle attenzioni di un mostro sacro del calcio britannico. Curiosamente, a Manchester Balotelli riuscirà a fare entrare una maglia del City nella casa di un simbolo dello United; proprio lui, che a Milano aveva fatto scandalo indossando la maglia del Milan – pungolato da Valerio Staffelli di “Striscia la Notizia” – quando ancora giocava nell’Inter.

Stranezze del mondo del calcio: ma Beckham che chiede la maglia e l’autografo a Balotelli è comunque motivo d’orgoglio per il calcio italiano, che con Mancini e Balotelli è al comando della Premier League.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori