SAMPDORIA/ Il “caso Iachini” turba ulteriormente l’ambiente blucerchiato

- La Redazione

Iachini, parlando con alcuni tifosi sampdoriani, ha offeso il Genoa; un nuovo caso che turba il già complicatissimo momento della Sampdoria, in campo e fuori.

sampdoria_r400
La Samp protesta, una foto simbolo di questo momento (Infophoto)

Piove sul bagnato in casa Sampdoria: al disgraziato andamento di questa stagione in serie B si aggiunge quello che, sotto la Lanterna, è stato ribattezzato “caso Iachini”. Ma cosa è successo esattamente ieri a Bogliasco? Un filmato ha immortalato il mister blucerchiato, Giuseppe Iachini, nel momento in cui dava delle “M…e” ai cugini del Genoa. Parlava con i tifosi doriani, lontano da giornalisti e telecamere. Chissà, forse voleva solo attirarsi le simpatie di una tifoseria che in questo periodo è lontanissima dalla squadra, e non potendolo fare con i risultati (media-punti fin qui peggiore di quella di Atzori), potrebbe aver pensato di farlo solleticando l’orgoglio d’appartenenza “anti-cugini”… Di questi tempi però, non fidarsi dei cellulari sarebbe cosa buona e giusta. Il tecnico non lo ha fatto e ora il video gira inevitabilmente su Internet: così il mister è finito nell’occhio del ciclone. Iachini ha messo in serio imbarazzo la società che ha cercato di rimediare con un comunicato apparso sul sito ufficiale. Le dichiarazioni sono a firma di Edoardo Garrone: “In merito a quanto emerso su alcuni siti internet nella serata di ieri e riguardante una frase pronunciata dal nostro tecnico sig. Iachini, mi scuso con il presidente del Genoa C.F.C. Enrico Preziosi. Nessun tesserato dell’U.C. Sampdoria è autorizzato ad esternare pensieri o opinioni che possano risultare offensivi o lesivi dell’immagine di altre società o componenti delle stesse”. Insomma, la Sampdoria è costretta pure a chiedere scusa al Genoa in questa disgraziata stagione. La Sampdoria ha 26 punti dopo 21 giornate (il girone d’andata) del campionato di serie B. Il dato sarebbe inquietante già di suo ma a renderlo terrificante è il ricordo della passata stagione. Lo scorso anno, al giro di boa del campionato, Palombo e soci vantavano gli stessi 26 punti. Com’è andata a finire, è inutile ricordarlo. Certo, 26 punti in 19 giornate di serie A non era affatto un cattivo bilancio, e la retrocessione fu dovuta allo sciagurato girone di ritorno (in cui il Doria fece solo 10 punti), ma tutto serve a far aggirare i fantasmi tra gli spogliatoi di Bogliasco. Per non esserne infastidita, la società ha deciso di fare i bagagli e di trasferire tutta la squadra sul Garda per un ritiro in vista della partita di sabato contro il Padova.

A questo punto, questo ritiro lontano da Genova servirà, oltre che per prepararsi più serenamente, lontani dalle contestazioni che in Liguria sarebbero inevitabili, anche per far decantare il caso scoppiato con il Genoa. Non c’è pace per la Sampdoria.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori