REAL MADRID-BARCELLONA/ Il Clasico di Copa del Rey va al Barcellona, Merengues affondate!

- La Redazione

Termina con il risultato di 2 a 1 in favore del Barcellona il primo dei due “clasici” in programma valevoli per la Copa del Rey, l’equivalente spagnolo della Coppa Italia

messi_r400
Lionel Messi, attaccante Barcellona (Foto Infophoto)

REAL MADRID BARCELLONA – Non cambia la storia, il Barcellona, nonostante il Real Madrid stia guidando dopo anni in solitaria la classifica del campionato spagnolo, batte gli storici nemici lontano dalle mura domestiche, nel blanco Santiago Bernabeu. I campioni d’Europa superano infatti il Real per 2 a 1, nel Clasico numero 217 della storia. Si tratta della nona vittoria dei catalani e di Pep Guardiola su 13 apparizioni, una statistica davvero impressionante. Eppure la gara, per Josè Mourinho, era iniziata nel migliore dei modi. All’undicesimo del primo tempo, infatti, un sinistro centrale e all’apparenza innocuo, di Cristiano Ronaldo, supera Victor Valdes, colpevole sul tiro, e fa esplodere l’urlo del Bernabeu. I madrileni, forti del vantaggio, si coprono e Mourinho crea una gabbia per tamponare le scorribande di Messi, composta dai tre mastini Lassana Diarra, Xabi Alonso, e Pepe. Anche i due attaccanti, Higuain e Benzema, tornando a dar man forte ai proprio compagni per chiudere ogni spazio, un classico quando Mourinho affronta i nemici blaugrana. Ma il Barcellona riesce comunque a trovare dei pertugi e colpisce prima un palo di testa con Sanchez dopo un lancio al bacio di Cesc Fabregas e poi fallisce il gol del pareggio prima con Messi e poi con Iniesta, che si mangia una rete praticamente già fatta. I tifosi blancos iniziano comunque a preoccuparsi visto che il Real non sembra pungere e appare fin troppo difensivo aspettando l’avversario. E la preoccupazione si trasforma a breve in realtà. Al quarto minuto del secondo tempo, infatti, Puyol agguanta i capitolini: corner di Xavi e il capitano blaugrana trasforma in rete dopo un tuffo di testa. E’ il preludio all’assedio dei campioni del mondo e d’Europa. La squadra di Guardiola continua infatti a spingere con il solito Iniesta, protagonista di uno splendido tiro al volo che centra però il secondo legno della serata. Il Real risponde con un palo di Benzema dopo stacco di testa, ma si tratta di un solo lampo in una serata avara di idee. Il Barca controlla la gara è al 32esimo ecco l’ennesima genialata di Messi. Lancio millimetrico per il terzino sinistro Abidal, fresco di rinnovo, che di sinistro batte Casillas e sigla il definitivo 1 a 2.

 

La reazione della compagine di Mourinho è di quelle classiche: persa la testa e passa al gioco duro e Carvalho viene graziato dall’arbitro Fernández che non estrae il rosso dopo fallaccio da dietro su Messi. Il Real è chiamato a ribaltare il risultato al Camp Nou: fra una settimana una nuova sfida rovente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori